Risultati qualificazioni Mondiali 2018/ Classifica aggiornata, diretta gol live score: colpi Polonia e Scozia!

- Claudio Franceschini

Risultati Qualificazioni Mondiali 2018: classifica aggiornata, diretta gol live score dei gironi C, E e F che domenica 26 marzo vedono concludersi i loro turni di andata

Germania_Europei_mucchio_lapresse_2017
Probabili formazioni Germania Svezia (Foto LaPresse)

Sono finite tutte le partite delle qualificazioni Mondiali 2018: una vittoria importantissima quella della Polonia, che batte 2-1 il Montenegro a Podgorica e vola a +6 sulle seconde, la stessa squadra balcanica e una Danimarca che non va oltre il pareggio a reti bianche in Romania. Il Montenegro ci aveva creduto: era arrivato al pareggio nel secondo tempo – gol della Polonia del solito Robert Lewandowski – ma poi Piszczek è riuscito a segnare limportante rete della vittoria per gli ospiti che, quando è terminato il girone di andata, hanno di fatto un piede nella fase finale del Mondiale. Nel girone F la Slovacchia vince a Ta Qali sul campo di Malta, ma soffre tantissimo: nel primo tempo infatti i maltesi avevano pareggiato con Farrugia il gol di Weiss, Gregus aveva riportato in vantaggio la Slovacchia che poi ha dovuto aspettare il minuto 84, e lespulsione di Farrugia, per trovare con Nemec la rete della sicurezza. Curiosità qui: due dei tre marcatori (Farrugia e Nemec) sono stati espulsi, lo slovacco al 91 minuto. Nello stesso girone Chris Martin segna nel finale mandando in paradiso la Scozia: la nazionale britannica rimane quarta in classifica ma riapre tutto il discorso legato agli spareggi, perchè adesso ha 7 punti contro gli 8 della Slovenia (in calo) e i 9 della Slovacchia, con tre squadre dunque che se la potrebbero giocare fino all’ultima giornata. Infine, vittoria dellIrlanda del Nord contro la Norvegia: nel girone C i nordirlandesi, grazie ai gol di Ward e Washington arrivati nel primo tempo, si confermano la seconda forza alle spalle della Germania e dunque hanno unottima possibilità di arrivare ai playoff. Si chiude così il girone di andata delle qualificazioni: si tornerà in campo a giugno. (agg. di Claudio Franceschini) 

Prendono il via le partite di qualificazione al Mondiale 2018, che chiudono definitivamente landata in tutti i gironi: occhi puntati soprattutto sulla gara di Podgorica, dove il Montenegro ha bisogno dei tre punti per continuare a sperare se non altro nei playoff ma con una vittoria aggancerebbe in testa la Polonia, stando addirittura davanti per la sfida diretta. Da valutare anche la Romania che, scivolata in penultima posizione per la vittoria dellArmenia, non deve fallire la partita contro la Danimarca per effettuare un doppio o forse triplo sorpasso in classifica; questa sera i rumeni potrebbero trovarsi secondi allinseguimento della Polonia, se non altro avendo blindato un posto per i playoff. Nel girone C lIrlanda del Nord è chiamata a riprendersi la seconda posizione la Norvegia, scavalcando così una Repubblica Ceca che ha sfruttato al massimo il turno contro San Marino; infine nel girone F attenzione al duello a distanza tra Slovenia e Slovacchia per il posto playoff, con la Scozia che, sorniona, ci prova e vincendo questa sera potrebbe totalmente rientrare in corsa. Non resta allora che affidarci al campo per stare a vedere come andranno le cose in queste appassionanti partite. (agg. di Claudio Franceschini) 

Inghilterra e Germania non sbagliano: nella quinta giornata delle qualificazioni Mondiali 2018 entrambe le nazionali vincono e si confermano in testa al rispettivo girone. Tutto facile per la Germania, che resta a punteggio pieno nonostante il primo gol subito in queste qualificazioni: nel secondo tempo la spinta dei campioni del Mondo si fa meno brillante, ma Andre Schurrle trova comunque il modo di segnare il quarto gol su assist dellottimo Hector, dando una severa lezione allAzerbaijan che perde così terreno nel girone, scavalcato anche dalla Repubblica Ceca che come da copione demolisce San Marino (0-6), pur limitandosi al solo rigore di Darida (doppietta anche per lui) nel secondo tempo. LInghilterra non stupisce più di tanto dal punto di vista del gioco, ma porta comunque a casa i tre punti contro la Lituania: nella ripresa arriva il raddoppio di Jamie Vardy che poi si divora il tris a tu per tu con il portiere. Inglesi comunque primi nel girone con 13 punti; nel gruppo E vince anche lArmenia che però deve aspettare che il Kazakhstan resti in 10 uomini per trovare i due gol che, in tre minuti, valgono i tre punti. A segno Mkhitaryan e Ozbiliz, per entrambi la prima rete in queste qualificazioni; lArmenia aggancia momentaneamente la Danimarca, impegnata tra poco in Romania. Manca infatti poco meno di unora per le altre partite, staremo a vedere come si concluderanno. (agg. di Claudio Franceschini)

Sono 10 i gol realizzati nei primi tempi delle quattro partite in corso: ovviamente il fatto che in campo ci sia San Marino contribuisce ad alzare la quota, e infatti la Repubblica Ceca non fa sconti alla piccola nazionale segnando ben cinque volte (doppietta del ventiduenne Antonin Barak, trequartista dello Slavia Praga) e minacciando di battere anche quanto fatto dalla Germania, che aveva vinto 8-0 a Serravalle lo scorso novembre. Germania che a Baku subisce il primo gol in queste qualificazioni Mondiali: lo realizza Nazarov che sfrutta un errore di Howedes, a quel punto eravamo già sul risultato di parità perchè Andre Schurrle aveva portato in vantaggio i tedeschi, che sono poi riusciti a riportarsi avanti con Thomas Muller e hanno allungato con il colpo di testa di Mario Gomez. Avanti anche lInghilterra: dopo quattro anni Jermaine Defoe torna a segnare in nazionale e per il momento il suo gol basta alla nazionale dei tre leoni per prendersi i tre punti contro una Lituania che però non molla di un centimetro e nel finale di frazione ha rischiato di pareggiare. Infine, è ancora 0-0 tra Armenia e Kazakhstan: poche emozioni in una partita che ha ben poco interesse per la classifica del girone, da segnalare il palo colpito da Mkhitaryan. Ora staremo a vedere quello che ci riserveranno i secondi tempi delle gare in corso, in attesa delle cinque che si disputeranno questa sera e chiuderanno il programma della quinta giornata nelle qualificazioni al Mondiale 2018. (agg. di Claudio Franceschini) 

Prendono il via le prime partite delle qualificazioni Mondiali 2018. Subito in campo due big nel pomeriggio: alle ore 18 scattano infatti Azerbaijan-Germania e Inghilterra-Lituania. Dovrebbero essere due semplici vittorie, anche se bisogna fare attenzioni agli azeri di Robert Prosinecki che sono cresciuti tantissimo e, sfruttando il fattore campo, potrebbero fare uno scherzetto ai campioni del Mondo in carica, che sono ancora a punteggio pieno e non hanno mai subito gol in queste qualificazioni. Le altre due partite sono molto interessanti: la Repubblica Ceca non è partita benissimo, ma chiude il girone di andata in casa di San Marino che, logicamente, è la cenerentola del raggruppamento. Occasione dunque per riprendere quota in classifica, mentre tra Armenia e Kazakhstan è derby tra due ex repubbliche sovietiche e una partita che serve per evitare lultimo posto. Staremo dunque a vedere come si concluderanno queste interessanti sfide, come sempre noi diamo la parola al campo e ci mettiamo comodi per assistere alle prove di queste otto nazionali che giocano oggi. (agg. di Claudio Franceschini) 

LInghilterra difende il suo primo posto nel girone F delle qualificazioni Mondiali 2018; per la nazionale dei Tre Leoni ci sono 10 punti in classifica, +2 sulla Slovenia che al momento è la principale delle inseguitrici. Al momento lInghilterra sta facendo il suo dovere; riuscire a eguagliare il primato delle qualificazioni agli Europei 2016, vale a dire vincere tutte le partite, era onestamente difficile. Basta il primo posto e la qualificazione; il problema dellInghilterra arriva dopo, quando si va alle fase finali. Con Roy Hodgson era stato aperto un ciclo fondato sui giovani che sembrava interessante e concreto; purtroppo leliminazione agli ottavi degli Europei ha portato alle dimissioni del CT. Sam Allardyce è finito coinvolto in uno scandalo; il suo posto lo ha preso Gareth Southgate, già selezionatore dellUnder 21; un semplice traghettatore almeno dei piani, ma per adesso è lui che deve portare lInghilterra in Russia. Poi si vedrà; gli inglesi hanno bisogno di centrare qualche grande risultato a livello internazionale, lunico titolo è arrivato in casa e risale ormai a 51 anni fa. La partita contro la Lituania, per stare su quella della sera, è agevole e abbordabile; ci si aspetta una vittoria con goleada, e queste sono le gare in cui Southgate può sperimentare giocatori e moduli per rendere la sua nazionale ancora più solida e coesa quando arriveranno le partite che conteranno davvero.

Tra le squadre che potrebbero qualificarsi a sorpresa per a fase finale dei Mondiali 2018, sicuramente va annoverato anche il Montenegro. Questa sera per la nazionale balcanica cè la partita più difficile di tutte nel girone E: quella contro la Polonia, che comanda la classifica con 3 pareggi e una sconfitta. Il Montenegro occupa la seconda posizione davanti a Danimarca e Romania, che si incrociano questa sera; unoccasione da sfruttare per provare ad allungare sulla concorrenza e blindare se non altro un posto nei playoff. Attenzione però, perché il Montenegro potrebbe anche trovarsi al primo posto questa sera: gli basterebbe una vittoria contro la Polonia per effettuare laggancio e trovarsi davanti per la sfida diretta. Un Montenegro che aveva già fatto bene nel corso delle qualificazioni agli Europei; adesso però cè davvero la possibilità di arrivare alla fase finale in Russia. Sarebbe la prima volta per la piccola nazionale balcanica, una di quelle che ha sofferto maggiormente quando la Jugoslavia si è disgregata. La rinascita di Stevan Jovetic, che gioca e segna nel Siviglia, potrebbe essere la chiave per superare le avversità e riuscire davvero a prendersi la qualificazione; intanto però bisogna battere la Polonia o comunque centrare un pareggio, per poi gestire e allungare nel corso delle partite di ritorno.

La Germania naviga a punteggio pieno nel girone C delle qualificazioni Mondiali 2018 e può dunque chiudere landata senza aver perso un singolo punto. Un dominio incontrastato quello dei campioni in carica, chiamati comunque a giocare le qualificazioni a differenza di quanto accadeva qualche anno fa; la Germania sta dimostrando di non conoscere pause, e di essere in grado di costruire e rinnovare senza soluzione di continuità. Basti pensare a certi giocatori che già al prossimo Mondiale potranno essere protagonisti: dalle stelline dello Schalke 04 Leon Goretzka e Max Meyer al classe 96 Mahmoud Dahoud che è conteso dalle big europee, arrivando ovviamente a Leroy Sané che è già titolare nel Manchester City. E chiaro che questi elementi non siano ancora pronti a guidare da soli e in prima persona la Germania; insieme ai veterani però possono essere nuova linfa per la nazionale di Joachim Loew, senza dimenticarsi del fatto che giocatori come Thomas Muller (10 gol nelle fasi finali del Mondiale) sono ancora relativamente giovani; insomma, la Germania parte ancora favorita al Mondiale, e sicuramente potrà durare ancora tanto in questo ruolo.

Con le partite di domenica 26 marzo si conclude la quinta giornata nelle qualificazioni Mondiali 2018, e avremo perciò il quadro completo dei nove gironi al termine delle partite di andata. Ricordiamo che la qualificazione diretta alla fase finale riguarda esclusivamente le prime classificate, dunque ci sono immediatamente nove posti; gli altri quattro usciranno dai playoff che saranno giocati tra le otto miglior seconde in sfide di andata e ritorno.

Ad ogni modo ecco le partite del giorno: si comincia alle ore 18 con Azerbaijan-Germania e San Marino-Repubblica Ceca (gruppo C), Armenia-Kazakhstan (gruppo E) e Inghilterra-Lituania (gruppo F). Si chiude alle ore 20:45 con Irlanda del Nord-Norvegia (gruppo C), Montenegro-Polonia e Romania-Danimarca (gruppo E), Malta-Slovacchia e Scozia-Slovenia (gruppo F).

Il girone C è un dominio della Germania, che ha vinto tutte le sue partite con 16 gol segnati e nessuno subito. A contendersi il secondo posto sono verosimilmente due nazionali: Irlanda del Nord e Repubblica Ceca, ma questultima deve recuperare terreno e al momento si trova alle spalle del sorprendente Azerbaijan, secondo ma ancora senza aver sfidato i tedeschi. Sarà dunque una bella prova del nove per gli azeri;  dovessero fare risultato, si candiderebbero immediatamente a un posto almeno per i playoff.

Nel girone E la Polonia si è presa tre punti di vantaggio sul Montenegro, che dopo aver impressionato nelle qualificazioni agli Europei ci riprova, sapendo di poter terminare davanti a Danimarca e Romania e potendo eventualmente sfruttare la sfida diretta di stasera. Chiaramente però i balcanici dovranno almeno pareggiare a Podgorica nel big match; una vittoria porterebbe il Montenegro addirittura al primo posto, con vantaggio nel confronto diretto in attesa che si giochi in Polonia. Tagliate fuori le altre, e non potrebbe essere altrimenti: tra Armenia e Kazakhstan si gioca per fare più punti possibile e provare a evitare lultimo posto nel raggruppamento.

Il girone F è comandato dallInghilterra, che tra tanti problemi non dovrebbe comunque mancare la vittoria contro una Lituania che al momento sarebbe anche in corsa per la seconda posizione; qui cè la Slovenia, che dopo aver fermato la capolista sa di dover fare risultato in Scozia per staccarsi dal gruppo, soprattutto perché la Slovacchia, che al momento ha due punti di svantaggio, affronta Malta per tre punti agevoli a meno di clamorose sorprese (la piccola nazionale fino a qui ha sempre perso e segnato un solo gol).

RISULTATO FINALE Azerbaijan-Germania 1-4 – 19′ Schurrle (G), 31′ Nazarov (A), 36′ T. Muller (G), 45′ Mario Gomez (G), 81′ Schurrle (G)

RISULTATO FINALE San Marino-Repubblica Ceca 0-6 – 17′ Barak, 19′ Darida, 24′ Barak, 26′ Gebre Selassie, 43′ Krmencik, 77′ rig. Darida

RISULTATO FINALE Irlanda del Nord-Norvegia 2-0 – 2′ Ward, 33′ Washington

Germania 15, Irlanda del Nord 10, Repubblica Ceca 8, Azerbaijan 7, Norvegia 3, San Marino 0

RISULTATO FINALE Armenia-Kazakhstan 2-0 – 73′ Mkhitaryan, 75′ Ozbiliz

RISULTATO FINALE Montenegro-Polonia 1-2 – 40′ Lewandowski (P), 63′ Mugosa (M), 82′ Piszczek (P)

RISULTATO FINALE Romania-Danimarca 0-0

Polonia 13, Montenegro 7, Danimarca 7, Romania 6, Armenia 6, Kazakhstan 2

RISULTATO FINALE Inghilterra-Lituania 2-0 – 21′ Defoe, 66′ Vardy

RISULTATO FINALE Malta-Slovacchia 1-3 – 2′ Weiss (S), 14′ Farrugia (M), 41′ Gregus (S), 84′ Nemec (S)

RISULTATO FINALE Scozia-Slovenia 1-0 – 88′ C. Martin

Inghilterra 13, Slovacchia 9, Slovenia 8, Scozia 7, Lituania 5, Malta 0

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori