DIRETTA / Liverpool-Arsenal (risultato finale 3-1) info streaming video tv: festa Reds (Premier League)

- La Redazione

Diretta Liverpool-Arsenal: info streaming video e tv, risultato live della partita che si gioca ad Anfield Road ed è valida per la ventisettesima giornata del campionato di Premier League

ManeXhaka
Foto LaPresse

Questo il risultato finale maturato ad Anfield Road, nel big-match della ventisettesima giornata di Premier League. Dopo lo show nel primo tempo di Sadio Mané e Roberto Firmino, autori di un gol a testa su assist dellaltro (come potete leggere nel paragrafo qui sotto) per lanciare i Reds padroni di casa, nella seconda frazione di gioco lArsenal ha saputo accorciare le distanze grazie al gol messo a segno da Welbeck al 57 minuto con una splendida rasoiata su imbeccata di Alexis Sanchez, che ha fatto scorrere il pallone per il compagno di squadra che ha sfruttato loccasione per riaprire la contesa. Tuttavia le speranze dellArsenal di cambiare le sorti di questa partita sono svanite al 91, cioè ormai in pieno recupero: avrebbe potuto esserci il forcing in extremis, invece è arrivato il gol di Georginio Wijnaldum su assist di Divock Origi, terzo gol per il Liverpool che ha fatto scorrere i titoli di coda sulla partita e ha fatto cominciare la festa dei Reds ad Anfield Road.

Primo tempo praticamente perfetto per la squadra di casa ad Anfield Road, nel big-match della ventisettesima giornata di Premier League, che il Liverpool sta dominando nel nome di Sadio Mané e Roberto Firmino. Il perché è presto detto: il primo gol è stato segnato da Firmino su assist di Mané al nono minuto di gioco, mentre il raddoppio è arrivato al 40 a parti invertite ma stessi protagonisti: assist di Firmino e gol di Mané. Un vantaggio meritatissimo per il Liverpool, che senza dubbio in questa prima frazione di gioco ha fatto molto meglio dellArsenal. Vittoria che – naturalmente se confermata al triplice fischio finale – porterebbe al sorpasso in classifica del Liverpool proprio sullArsenal, entrambe però sempre più lontane dallobiettivo del titolo nazionale che sia per i Reds sia per i Gunners manca ormai da troppo tempo.

Liverpool-Arsenal prende il via: ancora una volta i Gunners sono fuori dalla corsa al titolo. E una prassi quasi comune in casa del club: inizio scoppiettante, poi un periodo nel quale si perde contatto con la vetta in maniera inesorabile. E successo anche nel 2016: dopo un avvio scintillante, con 10 vittorie e 4 pareggi in 15 partite, lArsenal era certamente lavversario più accreditato del Chelsea per la vittoria della Premier League. Poi sono arrivate le due trasferte contro Everton e Manchester City, entrambe perse 2-1: lArsenal è scivolato al quarto posto, si è ripreso il terzo ma è scivolato ancora pareggiando 3-3 contro il Bournemouth (rimontando da 0-3). Le due cadute in successione contro Watford (in casa) e Chelsea hanno definitivamente cancellato i Gunners dalla lotta; il Liverpool dal canto suo ha avuto un inizio di 2017 terribile, coinciso con tre pareggi e due sconfitte, e la sconfitta di Leicester ha definitivamente chiuso i conti. Per lo meno i Reds non rischiano di rivivere lincubo del 2013-2014, quando un titolo già vinto fu perso a favore del Manchester City a causa di uno scivolone (letterale) di Steven Gerrard contro il Chelsea. Adesso le due squadre giocano per una posizione diretta in Champions League; non ci resta quindi che metterci comodi e dare la parola al campo, perchè Liverpool-Arsenal sta finalmente per cominciare.

Vista la distanza dal Chelsea in classifica, molto probabilmente Liverpool e Arsenal non vinceranno la Premier League nemmeno in questa stagione. Si prolunga così lattesa per un titolo che manca da tempo: lArsenal lo ha vinto per lultima volta nel 2004, sempre con Arsène Wenger come allenatore e con la squadra conosciuta come Gli Imbattibili, perchè non perse nemmeno una partita in campionato con giocatori come Thierry Henry e Dennis Bergkamp, Patrick Vieira e Rober Pires, Fredrik Ljungberg e Gilberto Silva. Da allora però i Gunners non hanno mai più davvero lottato per il titolo: secondi lanno seguente e nellultima Premier, non sono mai scesi oltre il quarto posto ma si sono sempre tenuti lontani dalla corsa. Peggio ancora è andata al Liverpool, che non festeggia dal 1990: 9 punti di vantaggio sullAston Villa, Kenny Dalglish in panchina e una coppia gol, formata da John Barnes e Ian Rush, capace di segnare 40 reti. Un campionato dominato, anche se non sempre vissuto in testa alla classifica: maggior numero di vittorie e minor numero di sconfitte, miglior attacco e miglior difesa. Liverpool e Arsenal, ormai è storia, sono state dirette protagoniste della corsa al titolo dellanno precedente, il 1989: per la differenza reti i Gunners, scavalcati dai Reds solo la settimana prima, avrebbero dovuto vincere di due gol ad Anfield. Lo fecero, con la rete di Michael Thomas in pieno recupero entrata nella leggenda del calcio non solo inglese. LArsenal era in mano a George Graham, già giocatore dei Gunners per sei stagioni; Alan Smith fu il cannoniere del campionato con 23 gol, davanti allirlandese John Aldridge del Liverpool che ne mise 21.

Si avvicina; abbiamo già parlato della spettacolare partita di andata, ma in tempi recenti anche ad Anfield abbiamo vissuto gare ricche di gol ed emozioni. Come lultima giocata sulle rive della Mersey: il 13 gennaio 2016 Liverpool e Arsenal pareggiarono 3-3 con Roberto Firmino che segnò una doppietta intervallata dal pareggio di Aaron Ramsey, il tutto nel giro di 19 minuti. Al 25 poi lArsenal impattò unaltra volta con Olivier Giroud; il quale diede il vantaggio ai Gunners prima che Joe Allen ,entrato dalla panchina, regalasse il punto a Jurgen Klopp proprio al 90 minuto. Non basta? Nellepisodio ancora precedente le due squadre avevano pareggiato 2-2: stellare finale di primo tempo con il botta e risposta tra Philippe Coutinho e Mathieu Debuchy, vantaggio dellArsenal con Giroud (ancora) e pareggio di Martin Skrtel addirittura al 7 minuto di un infinito recupero. Lultima affermazione casalinga del Liverpool è scintillante: un 5-1 del febbraio 2014. Al 20 era già 4-0: doppietta di Skrtel più unica che rara, tris di Raheem Sterling, poker di Daniel Sturridge. Nel secondo tempo Sterling aveva portato a cinque i gol del Liverpool, che poi aveva comprensibilmente staccato il piede dallacceleratore e concesso allArsenal, se non altro, di segnare il gol della bandiera con Mikel Arteta (su calcio di rigore). Lultima vittoria dellArsenal ad Anfleid Road è invece datata 2 settembre 2012, seconda giornata di campionato: segnarono Lukas Podolski e Santi Cazorla, nel Liverpool di Brendan Rodgers giocavano ancora Luis Suarez e Steven Gerrard oltre a Sterling, Daniel Agger e Pepe Reina.

Verrà diretta dall’arbitro Robert Madley; si gioca ad Anfield Road per la ventisettesima giornata della Premier League 2016-2017, squadre in campo alle ore 18:30 italiane. La classifica attuale vede i Gunners a quota 50, con 1 punto di vantaggio sul Liverpool, che nellultimo turno ha perso a Leicester contro la formazione orfana di Claudio Ranieri, mentre lArsenal ha rinviato la propria gara di campionato, per il contemporaneo impegno del Southampton nella finale di Coppa di Lega.

Entrambe sono obiettivamente fuori dalla corsa per il titolo, visto il ruolino di marcia del Chelsea capolista che ha 63 punti, ma possono ambire alla zona Champions League, in una lotta che vede coinvolti anche lattuale secondo, il Tottenham, e le due formazioni di Manchester, il City e lo United, in una stagione che dopo linatteso successo del Leicester, ha visto tornare in prima fila le storiche dominatrici del calcio doltremanica.

La gara di andata, che si disputò nella giornata di esordio del campionato, vide il successo della formazione di Klopp per 3-4 al termine di una partita entusiasmante. AllEmirates Stadium dopo una prima mezzora di studio è Walcott a segnare la rete del vantaggio per i padroni di casa, dopo aver fallito pochi minuti prima un rigore; il pareggio del Liverpool arriva nel finale del primo tempo grazie ad una punizione calciata magistralmente dallex interista Coutinho. Il secondo tempo inizia nel segno del Liverpool che nel giro di appena sette minuti mette a segno due reti; la prima al quarto con Lallana e la seconda all11esimo con doppietta personale di Coutinho.

LArsenal barcolla, ed i Reds spingono ancora con grande voglia. Il dominio della formazione di Klopp è sancito dal quarto goal, messo a segno da Manè al 63esimo al termine di una entusiasmante azione personale iniziata poco dopo la linea di metà campo. A quel punto lArsenal si scuote e riesce a ridurre lo svantaggio dopo solo un minuto grazie a Chamberlain. La squadra di Wenger riprende coraggio e va in rete per il 3-4 al 75esimo con Chambers che mette in rete di testa, ma non riesce poi a segnare la rete del pareggio con il Liverpool che perde Coutinho per infortunio.

Nellultima gara di campionato il Liverpool ha fatto le spese della grande voglia di rinascita dei campioni in carica del Leicester, che hanno voluto dimostrare di non meritare lattuale posto in zona retrocessione. I Reds sono andati in rete ancora con Coutinho, ma non hanno potuto fare niente per evitare le segnature della formazione di casa, due con Vardy ed una con Drinkwater. Il Liverpool ha segnato solo dopo il 3 0 del Leicester ed in generale ha confermato in questa gara quanto fatto vedere sino a qui in stagione, un problema costante quando si trova ad affrontare le “piccole” del campionato.

In casa Arsenal cè aria di contestazione nei confronti di Arsene Wenger, sia per quanto riguarda il campionato, sia per la Champions League con la pesante lezione subita dal Bayern di Ancelotti allAllianz Arena nella partita di andata degli ottavi. La tifoseria ha organizzato anche una marcia di protesta contro il proprio allenatore che si dovrebbe tenere prima della gara di ritorno con i tedeschi.

Nella partita di Anfield entrambi i tecnici hanno problemi di infortuni, con Klopp che deve rinunciare a Ings, Grujic e con molta probabilità anche a Lovren e Sturridge, mentre per lArsenal gli infortunati sono Cazorla, Ramsey, Koscielny ed Elneny. Reds in campo con il 4-3-3 con Mignolet in porta, linea difensiva con Clyne e Milner esterni e Matip e Lucas Leiva centrali, con questultimo che potrebbe lasciare il posto a Woodburton; linea di centrocampo con Emre Can, Lallana e Wijnaldum, e tridente offensivo che vede Firmino come punta centrale con Manè e Coutinho ad agire ai suoi fianchi.

La risposta di Arsene Wenger per i Gunners è con il 4-2-3-1 con Petr Cech in porta, Gibbs e Bellerin difensori sulle fasce, e coppia centrale formata da Nacho Monreal e Mustafi; linea mediana con Coquelin affiancato da Iwobi che dunque giocherà da regista, mentre i tre alle spalle di Lucas Perez, possibile prima punta, dovrebbero essere Sanchez e Walcott sugli esterni con Mesut Ozil che partirà invece da posizione centrale.

Liverpool-Arsenal sarà una diretta tv esclusiva per gli abbonati al bouquet della tv satellitare: appuntamento su Sky Sport 3 a partire dalle ore 18:30 italiane, con possibilità di assistere al big match di Anfield Road anche su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone attivando la diretta streaming video grazie all’applicazione Sky Go (che non comporta costi aggiuntivi).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori