DIRETTA / Bologna Lazio (risultato finale 0-2) info streaming video e tv: Decide la doppietta di Immobile!

- La Redazione

Diretta Bologna Lazio info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di Serie A, 27^ giornata (oggi domenica 5 marzo 2017)

krejci_verdi_destro_bologna
Diretta Bologna Lazio, LaPresse - immagine di repertorio

Diretta Bologna-Lazio: Nel posticipo della 27^ giornata allo Stadio Renato Dall’Ara la Lazio conquista i 3 punti in casa del Bologna con un successo per 2 a 0. Nel primo tempo i biancocelesti si erano portati in vantaggio grazie al colpo di testa di Immobile su lancio di Lulic al 9′ ed avevano schiacciato gli avversari per praticamente tutta la frazione. All’inizio della ripresa sembrava che i rossoblu potessero provare quantomeno a cercare il raddoppio ma così non è stato e gli ospiti hanno saputo chiudere l’incontro al 74′ con la doppietta del solito Immobile, questa volta ispirato brillantemente da Milinkovic-Savic. Quarta sconfitta consecutiva per il Bologna e Lazio che conferma il buon momento dopo il successo nel primo derby in Coppa Italia.

Diretta Bologna-Lazio: Quando manca appena una decina di minuti al novantesimo, il punteggio tra Bologna e Lazio è di 0 a 2. Nel corso di questo secondo tempo gli ospiti hanno confermato quanto fatto vedere nella prima frazione di gioco ed hanno inoltre saputo trovare la rete del raddoppio con Immobile, autore della doppietta personale al 74′ superando il portiere avversario sul perfetto passaggio filtrante del compagno Milinkovic-Savic. La squadra di Donadoni continua invece ad esprimersi evidenziando molte difficoltà.

Diretta Bologna-Lazio: Giunti al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Bologna e Lazio è sempre di 0 a 1. In questo inizio di secondo tempo i Felsinei tentano di entrare in campo con lo spirito giusto per cercare la rimonta ma non va oltre una punizione di Viviani larga fuori dallo specchio al 52′. Brutte notizie per i biancocelesti che, seppur in vantaggio, sono costretti a rinunciare al capitano Biglia dal 54′, sostituito per un infortunio forse al polpaccio dal suo giovane compagno Murgia.

Diretta Bologna-Lazio: Al termine dei primi quarantacinque minuti di gioco, le formazioni di Bologna e Lazio sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 1. La squadra di mister Inzaghi ha saputo dominare gli uomini di Donadoni per quasi l’intera frazione e, dopo essersi portata in vantaggio al 9′ con il colpo di testa vincente di Immobile su cross di Lulic dalla sinistra, ha sfiorato più volte il raddoppio con lo stesso Immobile, Felipe Anderson e, soprattutto, Milinkovic-Savic. Dal canto loro, i rossoblu hanno evidenziato grandi difficoltà fallendo pure l’opportunità del pareggio con Petkovic al 42′, sparando largo sull’errore di Biglia.

Diretta Bologna-Lazio: Arrivati alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Bologna e Lazio è di 0 a 1. Dopo aver mancato l’opportunità del raddoppio con Immobile subito al 10′, i biancocelesti cercano nuovamente di colpire al 20′ con Felipe Anderson ma senza fortuna. Sul fronte opposto, i rossoblu cercano la via della rete con l’impreciso Dzemaili al 24′ mentre tra gli ospiti Milinkovic-Savic fallisce la clamorosa opportunità per la parata di Mirante al 26′. Anche il portiere di Inzaghi risponde presente quando viene invece chiamato in causa con la punizione di Viviani al 29′.

Diretta Bologna-Lazio: Al Dall’Ara la partita tra Bologna e Lazio è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 1. Gli ospiti riescono infatti a prendere in mano l’andamento dell’incontro fin da subito senza permettere ai padroni di casa di addentrarsi nella propria metà campo e schiacciandoli anzi nella loro. Il vantaggio biancoceleste arriva al 9′ con il colpo di testa vincente di Immobile sul cross dalla sinistra da parte di Lulic.

Bologna-Lazio comincia: al Dall’Ara i biancocelesti provano a cavalcare l’onda lunga della vittoria del derby, un 2-0 che ha dato grande fiducia a un gruppo che adesso potrebbe irrompere al quarto posto in classifica – scavalcando l’Atalanta – e andando anche a caccia del Napoli in chiave quarto posto. Uno sguardo alle formazioni ufficiali: Donadoni schiera una difesa a cinque e conferma Viviani da regista, con Dzemaili e Nagy come esterni mentre Verdi fa coppia con Bruno Petkovic in attacco. Nella Lazio campo a Radu da terzino sinistro con Lulic che invece ha la meglio su Keita come esterno nel tridente offensivo completato da Immobile e Felipe Anderson. Il calcio d’inizio è alle ore 20:45. Mirante; Krafth, Maietta, Oikonomou, Helander, Masina; Nagy, Viviani, Dzemaili; Verdi, Petkovic. A disposizione: A. Da Costa, M. Sarr, Destro, Krejci, Donsah, Pulgar, L. Rizzo, F. Di Francesco, Sadiq. Allenatore: Roberto Donadoni Strakosha; Basta, De Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Lucas Biglia, Milinkovic-Savi; Felipe Anderson, Immobile, Lulic. A disposizione: Vargic, Adamonis, Bastos, Wallace, Lukaku, Mohamed, Crecco, Murgia, C. Lombardi, Luis Alberto, F. Djordjevic, Keita B. Allenatore: Simone Inzaghi.

Manca ormai sempre meno a Bologna-Lazio, che si appresta a chiudere il turno di Serie A: vediamo qualche statistica significativa circa le due squadre che si affronteranno allo stadio Renato Dall’Ara, come ci vengono presentate dal sito ufficiale della Lega Serie A. I felsinei sono il quarto peggior attacco del campionato, la Lazio è invece quinta in questa speciale classifica con 45 reti realizzate: una differenza che spiega bene i diversi campionati che le due squadre stanno vivendo. Gran parte del merito va all’attaccante Ciro Immobile, che ha messo a referto 14 reti, un terzo del bottino biancoceleste. Il miglior marcatore del Bologna, lo svizzero Blerim Dzemaili, ha segnato solo sei gol e di mestiere fa il centrocampista. Felipe Anderson è al primo posto nella classifica degli assist totali, avendo raggiunto quota 24: anche in questo senso dunque è un giocatore della Lazio a spiccare fra i possibili protagonisti del match che ci attende. 

Quali saranno i bomber che potranno risultare decisivi in Bologna-Lazio, il posticipo che chiude la ventisettesima giornata di Serie A? Per quanto riguarda il Bologna è decisamente difficile individuare un bomber di spicco, tanto che il miglior marcatore con 6 gol è Blerim Dzemaili, che di certo non è una attaccante, seguito a quota 5 gol da Mattia Destro che sta vivendo una stagione decisamente complicata e dovrà provare a migliorare questi numeri nelle giornate che mancano al termine di questa Serie A. Problemi che invece non appartengono a Ciro Immobile, indiscutibile punto di riferimento dell’attacco della Lazio grazie ai 14 gol già messi a segno nel corso di questo campionato che lo sta riportando in copertina dopo le difficili esperienze all’estero. Tornando in Italia Immobile è rinato e la Lazio ringrazia, perché le ambizioni europee dei biancocelesti anche grazie a Ciro sono più vive che mai. 

Allo stadio Renato Dall’Ara Bologna-Lazio sarà diretta dall’arbitro Carmine Russo della sezione Aia di Nola. Con lui a comporre la squadra arbitrale del match che chiuderà la ventisettesima giornata di Serie A ci saranno i due guardalinee Costanzo e Tegoni, il quarto uomo La Rocca e i due arbitri di porta Celi e Abbattista. In stagione Russo ha arbitrato dodici volte in partite di Serie A: i cartellini gialli estratti dal fischietto campano sono 45, mentre nessun calciatore è stato espulso fino a questo momento da Carmine Russo. Zero sono anche i rigori fischiati. Notevole la differenza nel numero di rigori a favore avuti dalle due squadre durante questo campionato: solamente due per il Bologna (dei quali uno segnato e l’altro sbagliato), mentre per la Lazio sono già stati ben otto, dei quali sette andati a segno, dunque con un’ottima percentuale realizzativa. 

Nella 27^ giornata di serie A è atteso il match tra Bologna e Lazio, importante occasione per mettere a confronto alcune statistiche relative all’efficacia dei due reparto offensivi sotto porto. Per quanto riguarda il bilancio stagionale dei felsinei notiamo che gli appena 24 gol finora segnati, hanno registrato una maggiore concentrazione tra il 45’ e il 60 minuto del match: proprio in quell’arco temporale infatti il Bologna ha trovato il gol in 6occasioni, ovvero il 25% delle reti totali. Molto più ampi e importanti invece i numeri che porta a questo intenso turno di campionato la formazione di Inzaghi, che ha bilancio ha finora messo ben 45 reti totali. Salvo i primi 15 minuti dell’incontro i riscontrano percentuali di efficacia sotto rete piuttosto alte in tutto l’arco del match, a riconferma dell’ottimo stato di forma della compagine biancoceleste. Nel voler però trovare un picco segnaliamo che dal 75’ al 90’ minuto la Lazio fino a oggi ha trovato lo specchio avversario con successo in 10 occasioni, ovvero il 22% del gol totali.  

Match numero 126 tra Bologna e Lazio in massima serie. All’andata il match è finito 1-1 con le reti di Helander per il Bologna e Ciro Immobile per la Lazio, quest’ultimo in extremis e su calcio di rigore. L’ultima vittoria emiliana risale al 2010/2011 quando Portanova, Diamanti e Khirn segnarono le reti con cui la Lazio venne sconfitta per 1-3 in casa. L’anno dopo la Lazio si vendicò vincendo in casa per 6-0 con una pazzesca cinquina di Klose e rete di Hernanes. Il grande atteso di oggi è ovviamente Immobile, a segno già nel match di andata, mentre nel Bologna molto ci si aspetta da Blerim Dzmeaili e da Mattia Destro. Il bilancio dei precedenti testa a testa tra Bologna e Lazio è in equilibrio: si contano 44 vittorie rossoblù, 47 biancocelesti e 34 pareggi, con una differenza reti di appena +2 a favore dei capitolini (173 gol per il Bologna, 175 per la Lazio). Il Bologna ha incrementato il suo bottino nel secondo scorso: per esempio tra il 26 aprile 1959 e il 20 febbraio 1966 i felsinei inanellarono una serie di 11 partite senza sconfitte contro la Lazio; tra il 1979 ed il 1989 invece il Bologna ha perso appena una volta in 14 confronti diretti con le Aquile biancocelesti. 

Dall’arbitro Carmine Russo, è la partita che chiude la ventisettesima giornata di serie A alle ore 20.45 di domenica 5 marzo allo stadio Renato Dall’Ara. La formazione biancoceleste occupa attualmente il quinto posto nella classifica del massimo campionato e punta alla terza posizione detenuta dal Napoli con 4 punti in più, arriva con il morale alle stelle sia per i risultati in campionato che per quello della semifinale di andata di Coppa Italia, dove ha battuto la Roma per 2–0 mettendo un bel mattone per la qualificazione alla finale. 

Per il Bologna invece, la situazione è più pesante, anche se non ci sono pericoli di retrocessione. La formazione allenata da Roberto Donadoni ha perso le ultime tre gare giocate in casa, con Napoli, Milan ed Inter, e nelle due trasferte a Marassi delle ultime tre giornate ha rimediato una sconfitta e la beffa del pari del Genoa all’ultimo minuto di recupero nell’ultimo turno; il tutto condito con una serie di polemiche per gli arbitraggi che non hanno certo lasciato molto tranquillo l’ambiente. La gara di questa sera è attesa in casa rossoblù come punto di partenza di un finale di campionato migliore di quanto fatto sinora.

Nella gara di andata tra queste due formazioni il Bologna riuscì a fermare la Lazio sul pareggio con il risultato di 1–1, ed anche in quel caso fu raggiunto solo al termine del recupero, con un calcio di rigore, trasformato da Immobile, che fu giudicato quantomeno dubbio. I felsinei erano passati in vantaggio dopo 10 minuti grazie ad una rete messa a segno da Helander ed avevano avuto anche una occasione di raddoppiare pochi minuti dopo, sulla quale però si era fatto trovare pronto Marchetti. Da quel momento la gara ebbe una svolta con la Lazio a prendere il possesso del campo ed attaccare a pieno ritmo, collezionando ben 18 corner contro 0 del Bologna, ma senza riuscire a segnare fino al rigore del 97esimo.

Nella gara dell’ultimo turno contro il Genoa a Marassi, il Bologna era andato in vantaggio con una rete di Viviani realizzata al 12esimo del secondo tempo, poi aveva controllato la gara arretrando il suo baricentro ma senza grandi occasioni da rete per il Genoa, fin quando l’espulsione di Torosidis costringe i felsinei a chiudere la partita in 10. Per il Genoa ci provano prima Pinilla, due volte, poi Laxalt, con Mirante sempre bravo a parare, ma il portiere non può fare nulla sul tiro di Ntcham, appena entrato in campo per gli ultimi assalti. La Lazio, contro l’Udinese, ha usufruito di un calcio di rigore contestatissimo dai friulani, che è stato trasformato da Immobile, nella unica vera occasione da rete creata dalla due formazioni in una gara che per il resto è stata sostanzialmente brutta, con la formazione di Inzaghi che aveva chiaramente già la testa rivolta al derby che si sarebbe giocato tre giorni dopo.

Durante la settimana di allenamenti Donadoni ha cercato di recuperare Gastaldello o Maietta dai rispettivi infortuni, ma il posto di Torosidis, squalificato dopo l’espulsione di Marassi, dovrebbe essere preso da Helander, che gioca così contro i laziali dopo la rete messa a segno nella gara di andata. Per quanto riguarda il resto della linea difensiva a 4 di Donadoni, gli interpreti dovrebbero essere Mbaye e Masina sulle due fasce laterali ed Oikonomou a far coppia con lo svedese al centro. Linea di centrocampo nel 4-3-3 felsineo con Viviani, Taider e Dzemaili, mentre in attacco con Petkovic ancora una volta utilizzato come punta centrale, le fasce saranno occupate da Verdi e da Krejci.

Lo schieramento della Lazio, con Inzaghi che si affida anche lui al 4-3-3, dipenderà anche dalle condizioni fisiche dei giocatori dopo il grande sforzo del derby di mercoledì sera, ma un punto fermo dovrebbe essere il rientro in porta di Marchetti, ed anche quello di Biglia, che nella precedente partita di campionato era fermo per squalifica. Linea difensiva laziale con Patric e Lulic a presidiare le zone laterali e Radu affiancato a De Vrji al centro; a centrocampo, assieme a Biglia ci saranno Parolo e Milinkovic-Savic autore della prima rete nel derby di Coppa Italia, mentre davanti, con Immobile, Felipe Anderson e Lukaku, con la riproposizione dell’attacco che ha fatto bene in coppa e Keita pronto ad entrare dalla panchina.

Per quanto riguarda le scommesse sul match del Dall’Ara, le quote proposte dalla Snai mettono come grande favorita la formazione di Simone Inzaghi con la quota vincente degli ospiti fissata a 1,80, mentre il pareggio è stato quotato a 3,65 e la vittoria del Bologna ha la quota più alta, fissata a 4,50. Indecisione invece da parte degli analisti Snai sul numero delle reti che saranno realizzate nel corso del match dato che le scommesse su under e over sono quotate entrambe a 1,85.

La partita di Serie A Bologna Lazio sarà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Sport 1 HD, Supercalcio HD e Calcio 1 HD, i numeri 201, 206 e 251: telecronaca dalle ore 20.45. I clienti Sky abbonati al pacchetto Calcio potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone. Diretta tv di Bologna-Lazio anche su Mediaset Premium: i canali di riferimento in questo caso saranno Premium Sport e Premium Sport HD. Per gli abbonati ecco pure la diretta streaming video tramite l’applicazione Premium Play. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori