Diretta / Empoli-Genoa (risultato finale 0-2) info streaming video e tv: il grifone spicca il volo (Serie A

- La Redazione

Diretta Empoli Genoa info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di Serie A, 27^ giornata (oggi domenica 5 marzo 2017)

empoli_castellani_bandiere
LaPresse

Il Genoa batte l’Empoli al fotofinish al Castellani, togliendosi dalla lotta per non retrocedere. Una vittoria importantissima per i rossoblu e per il nuovo allenatore Mandorlini, al suo primo successo sulla panchina dei liguri. Le occasioni migliori capitano nel primo tempo, mentre nella ripresa i protagonisti sono gli sbadigli sugli spalti. Empoli-Genoa sembra una partita destinata a concludersi in pareggio, ma allo scadere il nuovo entrato Nctham replica la magia di domenica scorsa con una fucilata che si infila all’angolino. I toscani provano a scuotersi, ma è il Genoa a pungere ancora: questa volta con Hiljemark, che fulmina Skorupski con una botta da dentro l’area. Fischi per i giocatori biancoblu al termine della gara, il grifone spicca il volo in vista del derby. 

Quando siamo giunti oltre l’ottantesimo minuto della partita, il risultato tra Empoli e Genoa è ancora fermo sullo zero a zero. Gara soporifera al Castellani, dove le due squadra si stanno limitando a gestire un pareggio comodo. I padroni di casa ci provano al cinquantottesimo in contropiede con El Kaddouri, su cui interviene puntuale Izzo. Due minuti dopo la palla buona capita a Krunic, che prova a centrare la porta ma senza riuscirci. Il Genoa si fa vedere sul fronte offensivo attorno al settantesimo con il neoentrato Ntcham, che apre sulla sinistra per Laxalt, il cui cross morbido viene allontanato dalla difesa dei padroni di casa. Poco fa proprio la squadra di Martuscello ha provato a mettere i brividi a Lamanna, su una punizione insidiosa di El Kaddouri: respinge coi pugni il portiere dei liguri.  

E’ cominciata da circa dieci minuti di gioco la ripresa di Empoli-Genoa, con il risultato che resta ancora inchiodato sullo zero a zero. Le due squadre rientrano in campo con gli stessi giocatori che hanno chiuso il primo tempo, quindi nessuna sostituzione effettuata dai due allenatori. I padroni di casa ci provano subito un pallone troppo lungo per Maccarone. Si riparte dalla rimessa di Lamanna. Al terzo minuto del secondo tempo ci prova l’Empoli, con una sassata di El Kaddouri da fuori: Cataldi respinge in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto dalla squadra azzurra, Giovanni Simeone prova a ripartire in contropiede ma viene contrastato con efficacia dalla retroguardia dei toscani. Sicuramente meglio l’Empoli in questa primissima parte della ripresa, la gara però è ancora lunga. Vedremo se una delle due squadre riuscirà a sbloccarla.

Finisce zero a zero il primo tempo del Castellani tra Empoli e Genoa. Sta andando in scena una partita piuttosto equilibrata, tra due squadre che provano a pungersi in contropiede. Al trentunesimo chance per i padroni di casa su calcio d’angolo, la difesa ospite tiene botta e allontana il pericolo. Sei minuti più tardi ci prova Mauricio Pinilla su punizione, ma il pallone termina alto non di molto. L’Empoli risponde con un tiro ribattuto di Maccarone, mentre i rossoblu mettono i brividi a Skorupski con una fiammata di Giovanni Simeone, che cerca l’angolino da dentro l’area ma trova l’opposizione del numero uno azzurro. Prima di rientrare negli spogliatoi per l’intervallo, l’attaccante genoano ha un’altra opportunità, ma il suo diagonale non centra nemmeno lo specchio della porta. 

Siamo oltre la mezzora del primo tempo di Empoli-Genoa e il risultato è sempre inchiodato sullo zero a zero. Al tredicesimo Pasqual suggerisce per Maccarone in area, ma ancora una volta l’attaccante non aggancia. Quattro minuti più tardi arriva il primo cartellino giallo del match, con il fallo di Rigoni ai danni di Krunic. I ragazzi di Mandorlini provano a farsi vedere sul fronte offensivo al ventesimo, con Giovanni Simeone che cambia gioco sulla destra per Lazovic, il quale arriva leggermente in ritardo sul pallone. Sfuma il contropiede del Genoa. Poco dopo altra opportunità per i rossoblu, con un tiro ribattuto di Cataldi. L’Empoli si rende pericolosa con una fiammata in contropiede orchestrata da Croce, che arriva al limite e obbliga Lamanna ad una respinta sul suo tiro da fuori area. 

E’ iniziata da oltre dieci minuti di gioco la gara del Castellani tra Empoli e Genoa, con il risultato fermo sullo zero a zero. Al secondo giro di lancetta  Croce va via sulla corsia laterale sinistra, serve Maccarone che non riesce a controllare. La squadra di Andrea Mandorlini riprende il possesso palla, prestando massima attenzione a non scoprire le retrovie. All’ottavo minuto Pasquale cerca El Kaddouri sulla sinistra, il centrocampista azzurro mette dentro ma la difesa ligure respinge. Empoli intraprendente in queste prime battute di gioco, nononostante i ritmi non siano proprio elevatissimi. Poco dopo suggerimento di Pasqual in area da rigore per Maccarone, l’attaccante dei toscani non riesce ad agganciare. Il Genoa risponde all’undicesimo con Mauricio Pinilla, il quale, pescato da Simeone in area, conclude di potenza senza angolare. Parata facile per Skorupski. 

Manca poco al calcio d’inizio di Empoli-Genoa, una delle gare più equilibrate della ventisettesima giornata del campionato di Serie A. I toscani sono a caccia di punti di salvezza mentre il Grifone cerca la vittoria che manca da tempo immemore. Le due squadre stanno ultimando la fase di riscaldamento in attesa dell’ora X. Intanto sia Martusciello che Mandorlini hanno sciolto i loro dubbi per quel che riguarda le formazioni ufficiali. Andiamo subito a dare un’occhiata, partendo dai padroni di casa dell’Empoli. EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, A. Costa, Bellusci, Pasqual; Krunic, Dioussé, Croce; El Kaddouri; Maccarone, Pucciarelli. A disposizione: Pelagotti, Veseli, Dimarco, Cosic, Barba, José Mauri, Zajc, A. Tello, Büchel, Mchedlidze, Thiam, Marilungo. Allenatore: Giovanni Martusciello. GENOA (3-5-2): Lamanna; Izzo, Burdisso, Muñoz; Lazovic, Hiljemark, Cataldi, L. Rigoni, Laxalt; Pinilla, G. Simeone. A disposizione: Rubinho, Brivio, Biraschi, Gentiiletti, Edenílson, Cofie, Ntcham, Taarabt, A. Beghetto, L. Morosini, Palladino, Pandev. Allenatore: Andrea Mandorlini. 

L’Empoli cerca d’interrompere la serie negativa di risultati (1 pari e 4 sconfitte) contro il Genoa. Per i toscani l’elemento chiave è la punta centrale georgiana Levan Mchedlidze, autore di 5 gol e spesso ispirato da Manuel Pasqual, miglior assistman con 3 rifiniture confezionate. In casa Genoa il bomber della squadra si è rivelato il giovane ‘Cholito’ Giovanni Simeone, che ha già raggiunto la doppia cifra con 10 reti messe a referto. Assieme a lui spicca Miguel Veloso, autore di 3 assist vincenti ma infortunato per la partita del Castellani. Armando Izzo è invece il giocatore che ha recuperato più palloni non sono nel Genoa, ma anche di tutto la Serie A: per il numero 5 rossoblù 101 recuperi, unico in tripla cifra nel campionato in corso, a +6 sul ‘cugino’ blucerchiato Torreira. Anche il capitano del Grifone, l’argentino Nicolas Burdisso, figura nella top ten dei recupera-palloni: per lui decimo posto a quota 76. Nell’Empoli in evidenza il giovane centrocampista Assane Dioussé, che dopo l’esperienza della passata stagione si sta imponendo come pilone centrale della squadra toscana, nonostante i soli 19 anni; per il senegalese 73 recuperi e quattordicesimo posto nella graduatoria relativa. Chiudiamo con i tiri in porta, che vedono al top di Empoli e Genoa Massimo Maccarone e ancora Giovanni Simeone, entrambi a quota 20. 

Match numero 30 tra Empoli e Genoa e ottavo in massima serie, dove il Genoa ha vinto una sola volta ovvero nella scorsa stagione, quando alla 26° giornata si impose in casa con rete di Rigoni su assist di Cerci. All’andata l’Empoli si era invece imposto 2-0 con reti di Krunic e Zielinski. Tornando al campionato in corso, nel match giocato in Toscana è finita con il punteggio di 0-0. Il Genoa si affida totalmente a Giovanni Simeone ed è molto diverso rispetto all’andata, mentre l’Empoli potrebbe puntare deciso su Maccarone se ancora mancherà Mchedlidze. Il computo totale dei testa a testa vede in vantaggio l’Empoli con 10 vittorie a 6, mentre sono 13 i pareggi. Tra il 21 maggio 2005 e il 24 ottobre 2015, l’Empoli ha inanellato una serie di 9 risultati utili consecutivi contro il Genoa, tornando a perdere come detto nello scorso campionato. Empoli che inoltre non ha mai perso (3 vittorie, 4 pareggi) nelle prime 7 sfide dirette con il Genoa; la prima affermazione del Grifone è datata 25 maggio 1997, risultato finale 3-1 con doppietta di Giovanni Pisano e gol del belga Mickael Goossens (sulla panchina dei toscani sedeva Luciano Spalletti, in campo invece anche Giovanni Martiusciello, l’attuale allenatore degli azzurri). 

Quali saranno i bomber che potranno risultare decisivi in Empoli-Genoa, una delle partite della ventisettesima giornata di Serie A? Parlando dell’Empoli, bisogna dire che i toscani hanno il peggiore attacco del campionato, problema non da poco per la squadra di Giovanni Martusciello. Il miglior marcatore è il georgiano Levan Mchedildze, che però ha segnato solamente 5 gol e non dovrebbe nemmeno essere titolare oggi, stando alle indiscrezioni della settimana, che danno maggiore spazio a Massimo Maccarone e Manuel Pucciarelli. Per quanto riguarda il Genoa, il nome di riferimento in attacco è sicuramente quello di Giovanni Simeone, il giovane figlio d’arte argentino che ha stupito tutti arrivando in doppia cifra nella sua prima esperienza nel calcio italiano: Simeone jr però sembra essersi bloccato a quota 10  gol, il Grifone ha bisogno di qualche gol ancora per blindare una salvezza molto vicina ma non ancora del tutto certa. 

L’Empoli, che affronterà il Genoa oggi pomeriggio allo stadio Carlo Castellani, è il peggior attacco della Serie A e uno dei peggiori d’Europa con soli 15 gol all’attivo nelle prime 26 giornate di campionato, numeri che condannano l’Empoli ad un torneo nel quale la salvezza è l’unico obiettivo e bisognerà lottare per ottenerlo. Tuttavia i toscani hanno saputo mantenere salda la difesa, chiudendo nove match con la porta inviolata, dato che è molto positivo e che al momento risulta decisivo per spiegare perché l’Empoli non è fra le ultime tre della graduatoria. Momento difficile dall’altra parte per il Genoa, reduce dal cambio di allenatore per dare la svolta ed evitare un calo pericoloso. Nemmeno i genoani sono una macchina da gol, avendone segnati 28. Circa un terzo sono ad opera del giovane attaccante Giovanni Simeone, salito a quota 10. Cifra raggiunta alla prima stagione in Serie A in 24 presenze: bravo, anche se in calo ultimamente e anche questo può spiegare le recenti difficoltà del Grifone. 

Empoli-Genoa sarà diretta dal fischietto di Daniele Doveri, arbitro che fa parte della sezione Aia di Roma 1. I suoi assistenti di linea saranno Marrazzo e Vivenzi, il ruolo di quarto uomo sarà interpretato da Vuoto, mentre i due arbitri di porta saranno Pairetto e Rapuano; questa sarà dunque la composizione della squadra arbitrale che dovrà dirigere l’incontro in scena presso lo stadio Carlo Castellani della città toscana. Per Doveri sono dodici le partite arbitrate fino ad ora nel corso del campionato di Serie A 2016-2017, con 50 cartellini gialli estratti, cinque cartellini rossi e sei rigori fischiati. A proposito di tiri dal dischetto, va notato che sia l’Empoli sia il Genoa ne hanno avuti solamente due a favore nel corso di questo campionato: i toscani ne hanno segnato uno e sbagliato l’altro, 100% di realizzazione invece per il Grifone. 

Dall’arbitro Daniele Doveri, è in programma alle ore 15.00 di domenica 5 marzo. Le due formazioni si sfidano in un match valido per la ventisettesima giornata di Serie A: uno scontro salvezza quello che andrà in scena allo stadio Castellani di Empoli. Due formazioni che vivono un momento non certo esaltante della loro stagione pur consapevoli di essere in una posizione di favore per la salvezza rispetto alle ultime tre. Empoli e Genoa hanno voglia di tornare a vincere anche perché sarebbe una vittoria che varrebbe doppio visto che si tratta di uno scontro diretto per la salvezza. 

Solo quattro punti separano Genoa ed Empoli: i grifoni sono avanti anche se da qualche settimana faticano a trovare un buon rendimento e un gioco costante. In casa Empoli c’è determinazione per poter provare a vincere uno scontro salvezza molto delicato. Il Genoa di Mandorlini dopo il cambio di allenatore è pronto a regalare un successo al nuovo tecnico. L’ex mister del Verona sta lavorando bene per provare a dare equilibrio alla sua squadra e soprattutto per fare in modo che ci si possa allontanare quanto prima dalla zona calda della classifica.

L’Empoli vive un momento di difficoltà molto evidente. La squadra toscana non è in grande forma e sta rendendo al di sotto delle aspettative. Ben tre sconfitte di fila nelle ultime tre partite che stanno gettando l’ambiente nell’ansia legata alla retrocessione. La squadra continua a lottare e gioca anche abbastanza bene pur avendo segnato appena un gol nelle ultime tre gare, quello realizzato da Krunic in occasione della gara con la Lazio. Si tratta comunque della giusta occasione per provare a rialzarsi e magari segnare qualche gol in più visto che l’Empoli segna molto poco.

Discorso simile per il Genoa che arriva da un periodo nero che ha determinato l’esonero dell’ormai ex allenatore Ivan Juric. Il tecnico è stato sostituito da Mandorlini che nella scorsa domenica ha portato il primo punto dopo due sconfitte di fila. Anche il Genoa nelle ultime tre gare ha realizzato appena un gol ed è quello siglato da Ntcham nell’ultima gara interna contro il Bologna. Nella scorsa stagione al Castellani la partita terminò 2-0 per gli azzurri grazie alle reti siglate da Zielinski e Krunic che regalarono i tre punti. Le partite tra Empoli e Genoa oltre ad essere state sempre molto belle hanno visto andare spesso in gol solamente una delle due formazioni. Questo proprio perché si è sempre trattato di sfide molto equilibrate e che sono state sempre avvincenti in quanto Genoa ed Empoli nelle ultime stagioni hanno lottato per evitare la retrocessione. 

Per quanto concerne le scommesse, il bookmaker Bwin propone una serie di quote molto interessanti per questa sfida. La vittoria dei padroni di casa viene quotata a 2.60 mentre a 3.10 viene quotato il pareggio. Equilibrio tra Empoli e Genoa testimoniato anche dalla quota dei grifoni rossoblu: la squadra di Mandorlini viene quotata a 2.75. Il tecnico dei padroni di casa, Martusciello, si è detto molto tranquillo per il prosieguo di campionato. L’allenatore dell’Empoli non vuole cali di tensione e desidera comunque poter regalare una grande gioia ai propri tifosi: battere il Genoa domenica vorrebbe dire blindare letteralmente la salvezza. Discorso simile per i grifoni con Mandorlini che si è detto ottimista e pronto a vedere un miglioramento. Entusiasta soprattutto della fase difensiva dimostrata domenica ancor più solida rispetto a quanto fatto vedere in occasione delle ultime gare giocate dal Genoa sotto la gestione Juric. Ci sono tutti i presupposti per una gran bella gara.

La partita di Serie A Empoli-Genoa sarà trasmessa in diretta tv da Sky sul canale Calcio 4 HD, il numero 254: telecronaca dalle ore 15.00. I clienti Sky abbonati al pacchetto Calcio potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone. Diretta tv di Empoli-Genoa anche su Mediaset Premium: il canali di riferimento in questo caso sarà Premium Calcio 2. Per gli abbonati ecco pure la diretta streaming video tramite l’applicazione Premium Play.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori