DIRETTA/ Paganese Cosenza (risultato finale 1-1): i Lupi scivolano in settima posizione

- La Redazione

Diretta Paganese Cosenza: info streaming video Sportube.tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Lega Pro girone C è in programma domenica 5 marzo 2017

PaganeseCalcio
Diretta Paganese Cosenza, Foto LaPresse

Paganese-Cosenza 1-1: nella partita di Lega Pro arriva un punto che sostanzialmente scontenta entrambe le squadre. La Paganese sperava di fare il passo decisivo verso la salvezza e allo stesso tempo avvicinare la zona playoff: lavrebbe avuta a 3 punti in caso di vittoria, e il fatto di giocare in casa era un ottimo incentivo contro una squadra che, per di più, aveva ottenuto soltanto 3 punti nelle ultime quattro partite. Il Cosenza invece non riesce a tenere il passo delle prime: oggi i calabresi guadagnano soltanto sulla Juve Stabia e sul Matera, dalle quali però sono ancora distanti (-9) e non riescono a rimanere davanti al Siracusa. Persa unaltra posizione in classifica, adesso il Cosenza è settimo in compagnia del Fondi: ancora in zona playoff, ma adesso cè un solo punto da difendere e non riuscire a entrare nella griglia degli spareggi per la promozione sarebbe un grande fallimento per i Lupi. Ricapitoliamo le reti, entrambe nel primo tempo: al 19 minuto vantaggio del Cosenza con Allan Baclet, al 44 pareggio della Paganese con Ivan De Santis. 

Paganese-Cosenza 1-1: intervallo allo stadio Marcello Torre dove la formazione ospite si è fatta riprendere proprio nel finale di frazione. Ottavo gol in campionato per il francese Allan Baclet che apre le danze portando in vantaggio il Cosenza; è il 19 minuto e la partita sembra scorrere sui binari preferiti dai Lupi. La Paganese però è squadra in salute, che arriva da tre vittorie consecutive: proprio quando i calabresi pensano di poter arrivare allintervallo avanti di un gol ecco che arriva il pareggio, firmato da Ivan De Santis. Con questo risultato la Paganese proseguirebbe nel suo momento positivo (tre vittorie in fila) e si porterebbe al dodicesimo posto in classifica, a cinque lunghezze dalla zona playoff; il Cosenza invece si farebbe sorpassare dal Siracusa e non riuscirebbe a staccare il Fondi, rimanendo settimo insieme alla neopromossa. Manca però ancora un tempo per chiudere la partita dello stadio Torre: staremo dunque a vedere come andranno le cose. 

Paganese-Cosenza è un banco di prova interessante per i padroni di casa, che cercano la quarta vittoria consecutiva dopo quelle ottenute con Monopoli, Messina e Melfi. I padroni di casa stanno attraversando un ottimo momento di forma e sono in una posizione tranquilla di metà classifica; dall’altra parte il Cosenza è in piena zona playoff anche se ha ottenuto un solo successo nelle ultime cinque gare. Intanto il tecnico della Paganese, Gianluca Grassadonia, ha parlato del momento della Paganese dopo il 4-0 rifilato al Melfi: E’ stata la vittoria della maturità e della continuità, questo avevo chiesto alla squadra in questa gara. Dobbiamo guardare con molta attenzione agli errori che vengono commessi puntualmente in ogni partita . E’ un finale di campionato importante per tanti di noi, dobbiamo continuare a pedalare, il primo obbiettivo da staccare è quello della salvezza. Se vogliamo raggiungere qualcosa di diverso l’imperativo è vincere ogni partita perchè il gap di punti è notevole. 

Di seguito i migliori giocatori di Paganese e Cosenza in termini di gol ed assist. Tra le fila della Paganese il top scorer è ancora il brasiliano Reginaldo, che ha segnato 8 reti in questo campionato ma soltanto una nelle ultime 6 presenze. Lex attaccante di Treviso, Fiorentina, Parma e Siena è anche il migliore assistman della Paganese, con 4 rifiniture vincenti allattivo (le stesse del compagno di reparto Antimo Iunco, che però a gennaio è tornato al Cittadella). Per il centrocampista Manolo Pestrin invece 2265 minuti in campo e minutaggio più elevato tra le fila della Paganese. Passando al Cosenza, il miglior marcatore è il centrocampista Giuseppe Statella che attenta la doppia cifra in campionato: per lui 9 reti fino adesso, segue il lattaccante francese Allan Baclet autore di 7 reti. 4 gli assist di Domenico Mungo, centrocampista che ha anche trovato in 3 occasioni la via del gol; 3 invece le rifiniture vincenti dellesterno Roberto Ranieri, diciannovenne in prestito dallAtalanta.  

Si avvicina il momento di Paganese-Cosenza: una partita che, analizzando lo storico dei risultati e dei precedenti, ha regalato pochi gol e una sola vittoria da parte di una delle due squadre. Vittoria che è andata al Cosenza, e che rappresenta lultimo testa a testa: i calabresi infatti si erano imposti per 2-1 lo scorso 16 ottobre, trovando i gol di Allan Baclet e Domenico Mungo a ribaltare la rete con cui Emanuele Cicirelli aveva portato in vantaggio la squadra campana. Per il resto solo pareggi: addirittura nella scorsa stagione cera stato un doppio 0-0, e dunque per trovare altri gol dobbiamo tornare alla stagione 2014-2015, nella quale al San Vito avevano segnato Elio Calderini e Giuseppe Caccavallo (su calcio di rigore) per un 1-1. Poi, al Marcello Torre per la ventisettesima giornata, un altro 0-0. Il quadro insomma è piuttosto chiaro: cinque partite, quattro pareggi e un totale di cinque gol segnati. Non ci aspettiamo un grande spettacolo in campo, ma staremo a vedere 

Fra le mura amiche la Paganese affronterà il Cosenza nella 28^ giornata di Lega Pro, dove i tre punti messi in palio in questo turno del girone C potrebbero pesare moltissimo per il futuro delle due compagini. La classifica infatti vede la formazione azzurrostellata alla 12^ posizione con 33 punti e 9 vittorie, tre delle quali ottenute negli ultimi tre turni di campionato, dai quali i ragazzi di Grassadonia ritornano in casa con grande ottimismo, anche perché al Marcello Torre le statistiche ci dicono che la Paganese fino ad ora ha trovato appena 4 sconfitte in questa stagione.  Gli azzurri stellati però oggi incontreranno il Cosenza di de Angelis, che si trova al nono posto della classifica con 39 punti 11 vittorie e lambizione di ottenere un miglior piazzamento in vista dei play off. A dare coraggio ai bruzi è anche la differenza reti, positiva e fissata sul 38:31 grazie anche alle prodezze di Statella, fisso a 8 reti. 

Dall’arbitro Giovanni Ayroldi della sezione di Molfetta, domenica 5 marzo 2017 alle ore 18.30, sarà una delle due sfide che chiuderanno il programma della nona giornata di ritorno nel girone C del campionato di Lega Pro. I padroni di casa stanno attraversando probabilmente il loro miglior momento stagionale, in un campionato che li ha visti inaspettati protagonisti dopo l’iscrizione al torneo di Lega Pro formalizzata solo in extremis. 

I campani hanno espugnato il campo del Monopoli, hanno piegato in casa il Messina e poi sono riusciti a dilagare con un perentorio quattro a zero, nell’ultimo turno di campionato disputato, in casa del Melfi. Praticamente, nove punti per tre vittorie con otto gol messi a segno e nessuno subito per la formazione guidata da Grassadonia. I punti di vantaggio sulla zona play out sono diventati nove e per la Paganese la salvezza diretta sarebbe davvero un obiettivo straordinario, con i play off che a loro volta sono lontani cinque punti e che potrebbero diventare un nuovo orizzonte se il momento positivo si dovesse prolungare. D’altra parte il Cosenza con l’ultimo pareggio rimediato in casa contro l’Unicusano Fondi, peraltro con un gol all’ultimo minuto, sta continuando ad arretrare in classifica ed al momento sarebbe nei play off per un solo punto. L’addio di Roselli e l’arrivo di De Angelis in panchina non hanno scosso i silani, ancora troppo discontinui per puntare davvero ai piani alti della classifica.

Allo stadio Torre di Pagani si troveranno di fronte queste probabili formazioni. Padroni di casa schierati con Liverani tra i pali, Alcibiade sull’out difensivo di destra e Della Corte sull’out difensivo di sinistra, mentre Carillo e De Santis formeranno la coppia centrale di difesa. Tascone, Pestrin e Mauri partiranno titolari nel terzetto di centrocampo, mentre in avanti Bollino e Firenze (tre gol in due nella trasferta di Melfi) saranno affiancati da Cicerelli nel tridente offensivo. Risponderà il Cosenza con Perina estrem difensore alle spalle di Tedeschi e Meroni, centrali della retroguardia in una linea difensiva a quattro con D’Orazio chiamato a coprire la fascia destra e Blondett la fascia sinistra. A centrocampo ci sarà spazio per Calamai, Capece e Ranieri, mentre nel tridente offensivo partiranno dal primo minuto Mendicino, Statella e Cavallaro.

4-3-3 per una Paganese di Grassadonia molto versatile a livello tattico, con la formazione campana che nel corso di questa stagione ha saputo ben esprimersi con il 4-2-3-1 e che come detto sembra aver trovato nelle ultime partite un equilibrio davvero invidiabile. 4-3-3 anche per il Cosenza di De Angelis che ha vinto invece solamente tre partite nelle ultime dieci disputate in campionato, delle quali due in trasferta e solo una in casa, dove i calabresi non riescono a fare bottino pieno dal 10 dicembre scorso. L’ultimo successo risale invece a Melfi-Cosenza del 28 gennaio.

Quote sul filo dell’equilibrio, quelle rese note dalle agenzie di scommesse per la sfida del tardo pomeriggio di domenica. William Hill quota 2.40 l’affermazione interna dei campani, Bet365 alza invece fino a 3.10 la quota relativa al successo esterno dei silani e Paddy Power fino a 3.20 la quota relativa all’eventuale pareggio. Per seguire Paganese-Cosenza, domenica 5 marzo 2017 alle ore 18.30, sarà necessario usufruire di un abbonamento al sito sportube.tv per la diretta streaming video via internet, mentre non sarà prevista la diretta tv del match. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori