VIDEO/ Roma-Napoli (1-2): highlights e gol. Spalletti: non siamo stanchi (Serie A 2017, 27^ giornata)

- La Redazione

Video Roma-Napoli (1-2): highlights e gol della partita di Serie A 2016-2017, valida per la 27^ giornata. Le immagini del match dello stadio Olimpico (sabato 4 marzo)

pallone_spray
Diretta Bologna Bruges (LaPresse)

Con la sconfitta subita in casa contro il Napoli, la Roma di Spalletti rimane a quota 59 punti: utili per confermare il secondo posto nella classifica di serie A, soprattutto se si guarda alle spalle. Il punteggio però appare estremante dannoso se i giallorossi guardano avanti, alla capolista Juventus, oggi in campo e a quota 66 punti: la lotta per lo scudetto è persa in partenza? Per rispondere a ciò vediamo cosa ha dichiarato lo stesso Spalletti al termine del match contro il Napoli ai microfoni di Mediaset Premium: loro sono stati più bravi nella velocità nel primo tempo, a far girare il pallone, hanno meritato il vantaggio. Nel secondo tempo è stata invece tuttaltra partita. Stanchezza? Parlare di stanchezza peggiora la situazione, non voglio partecipare, anche perché nel finale della partita si nota un comportamento diverso della squadra, per me non è così. Salah? Scelta tecnica, ho voluto dare spazio a Perotti. Se cè qualcosa di sbagliato è colpa mia.  

Tra i protagonisti in positivo del march tra Roma e Napoli, match vinto dagli azzurri per 2-1 va segnalato tra le file dei giallorossi Diego Perotti, autore di unottima prestazione, oltre che dellassist vincente finalizzato poi da Strootman al 44 minuto del secondo tempo. Lo stesso Perotti, bloccato nel posto match dai giornalisti ha dichiarato: giocare nel derby e dura e perdere è stato difficile per noi che per i tifosi anche oggi. Però siamo ancora davanti a loro, ora dobbiamo aspettare che giochi la Juventus, però dobbiamo pensare più a mantenere il secondo posto e a non perderlo di vista. Queste affermazioni di Perotti rimangono in linea con quanto affermato dallo stesso Spalletti, che visti i risultati della capolista bianconera, distante 7 punti pare difficilmente raggiungibile nella corsa allo scudetto per questa stagione di Serie A

-Una nuova sconfitta di peso per la Roma di Spalletti, battuta ieri in casa allOlimpico dal Napoli di Maurizio Sarri, dopo la sconfitta contro la Lazio occorsa nella settimana per la semifinale di Coppa Italia. I giallorossi nonostante la sconfitta non hanno però perso la seconda posizione in classifica, anche se ora il divario con gli azzurri, al terzo gradino si è ridotto ad appena 2 lunghezze. Al termine del match lo stesso tecnico della Roma Luciano Spalletti ha affermato in conferenza stampa: stasera avevamo Rudiger che poteva fare il quarto difensore, in nazionale gioca spesso quarto di destra, per cui stasera gli va di dire che è un centrale va bene. Laltra sera Peres e Salah furono forse quelli più contestati, oggi non hanno giocato: guardiamo delle situazioni e scegliamo. Poi quando si sceglie e va male è giusto che ho scelto male, non ci posso fare niente, cercherò di far meglio la prossima volta.

Prima sconfitta interna per la Roma che finora tra le mura amiche dell’Olimpico aveva sempre vinto collezionando 36 punti nelle precedenti 12 gare in casa; con l’ottavo successo esterno il Napoli si conferma la squadra con il miglior rendimento in trasferta (8 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte nelle 13 partite disputate lontano dal San Paolo); in classifica il Napoli si porta a 57 punti, a -2 dai giallorossi che rimangono fermi al secondo posto che ora non è più blindato. Per quanto riguarda le statistiche relative al match, risaltano agli occhi dell’osservatore scrupoloso le 10 occasioni da gol avute dai padroni di casa, e tutte concentrate nei minuti conclusivi dopo aver sonnecchiato nei primi 80 minuti dove gli ospiti hanno potuto creare una supremazia territoriale che gli ha consentito di portarsi avanti di due gol grazie alla doppietta di Mertens, uscito piuttosto malconcio dal campo ma dai primi accertamenti non sembra essere assolutamente nulla di grave per il belga che per precauzione effettuerà ulteriori controlli a Castel Volturno in vista del match di Champions League contro il Real Madrid. I giocatori del Napoli hanno perso 52 palloni e hanno sbagliato 42 passaggi, gli uomini di Sarri lasciano sempre qualcosa a desiderare nella gestione della sfera. Da rimarcare anche le 4 parate di Reina che ha contribuito alla vittoria dei partenopei con interventi spesso decisivi e provvidenziali. Il giocatore che ha percorso più metri di tutti è stato Marko Rog, ben 13110 metri per lui mentre nelle fila della Roma lo stakanovista è sicuramente Strootman con i suoi 12 km.

Nonostante l’importante vittoria contro la Roma, il Napoli prosegue il suo silenzio stampa e dunque al termine della gara né l’allenatore, Maurizio Sarri, né i giocatori e tanto meno i dirigenti hanno rilasciato dichiarazioni ai microfoni di Mediaset Premium e Sky Sport. Ai microfoni di Sky Sport il tecnico della Roma, Luciano Spalletti, prova ad analizzare la sconfitta maturata all’Olimpico: “Nel primo tempo il Napoli ha giocato molto bene, noi invece non siamo stati sufficientemente cattivi e convinti dei propri mezzi, gli avversari ci hanno risucchiato spesso nella nostra trequarti per accorciare e intercettare i loro palloni, diluendoci male negli spazi che ci lasciavano liberi mentre il Napoli era sempre corto. I difensori sono stati bravi, oggi hanno sempre trovato durante le azioni l’uomo che li ha fatti sudare, purtroppo gli ospiti hanno sfruttato i buchi creati nei tanti fraseggi e sono errori che possono capitare. Quando perdi sei dispiaciuto e la convinzione e il morale si abbassano un po’, poi però sopraggiungono le analisi e le prese di coscienza nelle quali cerchiamo di ovviare ai problemi e trovare le soluzioni”. (Stefano Belli)




© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori