DIRETTA / Parma-Forlì (risultato finale 1-1) streaming video raiplay.it: parità al Tardini!

- La Redazione

Diretta Parma Forlì: streaming video raiplay.it, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Lega Pro girone B è in programma lunedì 6 marzo 2017

iacoponi_parma
Diretta Parma Forlì (LAPRESSE)

Resa dei conti al Tardini, sfuma proprio nel finale la quinta vittoria consecutiva per il Parma, raggiunto nei minuti conclusivi dal Forlì: 1-1 il risultato finale al triplice fischio di Robilotta, la formazione di D’Aversa perde contatto dalla testa della classifica col Venezia che ora si trova a +5. Sarà Bardelloni, all’89’, a pareggiare i conti gelando i padroni di casa che stavano già assaporando i tre punti dopo che sull’1 a 0 hanno avuto in almeno un paio di occasioni la possibilità di raddoppiare e mettere il successo in cassaforte, onore e merito al Forlì che non si è mai arreso e strappa un risultato positivo su un campo dove non è assolutamente facile uscire indenni. Nel recupero gli animi si surriscaldano e i giocatori delle due squadre non se le mandano di certo a dire, in particolare Calaiò che al termine della gara è nervosissimo e viene calmato a fatica dallo staff tecnico del Parma che lo porta via dal campo prima che possa combinare qualche guaio. 

Al trentacinquesimo minuto del secondo tempo il punteggio di Parma-Forlì vede sempre la formazione di D’Aversa avanti per 1 a 0. Gli ospiti non ci stanno ovviamente a perdere e si riversano nella trequarti avversaria nel tentativo di annullare lo svantaggio, i padroni di casa sono costretti ad abbassare il baricentro per arginare le avanzate degli avversari senza comunque correre grossissimi pericoli, il leitmotiv della partita diventa il seguente: la squadra di Gadda attacca alla ricerca del pari, quella di D’Aversa prova a distendersi in contropiede per mettere la partita in ghiaccio, il Forlì crea comunque qualche occasione solamente su calcio piazzato, mentre al 75′ il Parma sfiora il raddoppio ancora con Baraye che non trova la doppietta davanti a Turrin calciando praticamente addosso al portiere avversario, all’80’ altro salvataggio di Turrin ancora su Lucarelli e sempre sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. 

Al Tardini è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per la 28^ giornata di Lega Pro girone B tra Parma e Forlì, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede la formazione di D’Aversa avanti per 1 a 0. A inizio ripresa gli ospiti tornano subito in avanti ma Bassi è bravo a intervenire e soprattutto a evitare il calcio d’angolo, la sensazione è che le due squadre si siano allungate sul terreno di gioco e non intendano accontentarsi del pareggio, con i ducali obbligati a mantenere il passo del Venezia capolista e gli uomini di Gadda che cercano i tre punti per tenersi a debita distanza dalla zona calda della classifica. Al 49′ i padroni di casa passano in vantaggio grazie a Baraye che deposita il pallone in rete alle spalle di Turrin per la gioia dei tifosi locali. 

Al termine della prima frazione di gioco Parma e Forlì vanno al riposo sul punteggio di 0-0. Con la pioggia che concede una tregua le due squadre provano a far scorrere meglio e più velocemente il pallone, ne trae vantaggio lo spettacolo con la gara che diventa così più bella da vedere. Polemiche al 35′ per un intervento ruvido dell’esperto Succi nei confronti di Iacoponi, il centravanti del Forlì se la cava con il cartellino giallo mentre i padroni di casa chiedono una sanzione ben più severa ai suoi danni. Al 40′ il Parma torna in avanti con Scaglia che però non riesce a mettere il pallone in mezzo e che viene dunque recuperato dalla difesa ospite. Poco prima dell’intervallo Gadda perde Cammaroto che accusa un problema muscolare (stiramento per la precisione) e viene sostituito da Carini, al termine dei due minuti di recupero l’arbitro Robilotta manda tutti negli spogliatoi, tra circa un quarto d’ora squadre di nuovo in campo per l’inizio della ripresa. 

Parma-Forlì 0-0 alla mezz’ora del primo tempo. I padroni di casa continuano a fare la partita e a costruire gioco nel tentativo di sbloccare la contesa e trovare la via del gol, tanto possesso palla ma finora sterile con gli ospiti che pensano a rintuzzare gli assalti degli avversari e a ripartire eventualmente in contropiede nel caso si presentassero gli spazi necessari. Al 16′ Baraye conquista una punizione dal limite per i padroni di casa che non viene però sfruttata a dovere dall’undici di D’Aversa. Al 24′ Scozzarella va al tiro da fuori area, Turrin risponde presente e fa buona guardia sul suo palo smorzando la conclusione che probabilmente sarebbe entrata in porta. Al 28′ primo tiro anche per il Forlì con Spinosa, intervento facile per Bassi che blocca in assoluta sicurezza la sfera, un minuto più tardi palla gol colossale per il Parma con l’intervento provvidenziale di Turrin su Calaiò, sugli sviluppi del corner altra parata fondamentale di Turrin sul colpo di testa di Lucarelli. 

Allo stadio Tardini è cominciata da circa dieci minuti la gara valida per il 28^ turno di Lega Pro girone B tra Parma e Forlì, il punteggio è fermo sullo 0-0. L’inizio del match è caratterizzato dalle schermaglie che vede coinvolte le due squadre, intente a studiarsi per scoprire punti deboli delle rispettive avversarie da sfruttare a proprio favore, gli uomini di D’Aversa tentano timidamente di alzare subito il baricentro e di affacciarsi dalle parti di Turrin, tuttavia i padroni di casa non sono riusciti a creare palle gol degne di nota. Gli ospiti si difendono con ordine senza rischiare granché, una variabile importante che le due squadre farebbero bene a non sottovalutare è sicurametnte la pioggia che ha terreno il terreno di gioco piuttosto pesante e soprattutto scivoloso, sarà difficilmente mantenere l’equilibrio con la palla al piede. 

Si avvicina sempre più il fischio dinizio del match tra Parma e Forlì, atteso nella 28^ giornata del campionato di Lega Pro, dove i ducali puntano ai tre punti che potrebbero aiutarli a recuperare il disavanzo con il Venezia capolista. Sebbene il match non si annuncia semplice per la compagine ducale, ancora nellocchio del ciclone per le recenti polemiche sulla direzione arbitrale della partita del turno precedente, il ds del Parma Daniele Faggiano, intervenendo in conferenza stampa ha dichiarato: Adesso dobbiamo rimboccarci le maniche e pensare al Forlì. Pensiamo a noi, alle cose di casa nostra. Non abbiamo tempo e non dobbiamo spendere energie per pensare agli altri. Leggo tutto, ma non replico. Non mi interessa replicare. A fine anno, poi, come sempre, episodi a favore e a sfavore si livellano ed equiparano. Pure noi potremmo parlare per alcuni episodi, accaduti anche nel corso partite giocate da chi sta parlando, ma stiamo zitti. Ognuno sa come comportarsi”. Ecco intanto le formazioni ufficiali di Parma-Forlì. 25 Bassi; 2 Iacoponi, 6 A. Lucarelli, 17 Di Cesare; 7 Mazzocchi, 13 Scozzarella, 4 Corapi, 32 L. Scaglia, 21 Nunzella; 10 Baraye, 18 Calaiò. Allenatore: Roberto DAversa FORLì (4-3-1-2): 1 Turrin; 13 Adobati, 2 Conson, 14 Cammarato, 20 Sereni; 25 Alimi, 4 Capellupo, 10 Spinosa; 26 Capellini; 11 Ponsat, 29 Succi. Allenatore: Massimo Gadda 

Il Parma che sfida il Forlì non dovrebbe avere troppi problemi in questo derby dell’Emilia-Romagna. In particolare se l’attaccante Emanuele Calaiò dovesse ripetersi in zona gol e incrementare il bottino di 12 reti conseguito finora. L’attaccante siciliano è anche il miglior passatore con cinque assistenze. Per il Forlì è indispensabile Emanuele Bardelloni, miglior realizzatore con 7 reti segnate. Per l’attaccante le statistiche positive non finiscono qui: infatti è primo anche nella classifica degli uomini assist della squadra, avendone forniti 4. Il Parma risulta la sesta squadra del girone B per rendimento casalingo, con 26 punti raccolti in 13 partite, e la migliore in trasferta assieme al Venezia: in 13 partite esterne, i Ducali hanno ottenuto 29 punti frutto di 9 vittorie, 2 pareggi e 2 ko. Parma che inoltre vanta il miglior attacco esterno del raggruppamento con 22 reti segnate. La squadra di mister DAversa è particolarmente in forma avendo vinto 8 delle ultime 9 giornate, il Forlì dal canto suo ha cambiato decisamente passo nel girone di ritorno in cui ha conquistato 13 punti; nellandata sono stati 16. Rimane il fatto che in trasferta ai romagnoli hanno portato a casa meno punti: 11 contro 18 guadagnati tra le mura amiche del Morgagni. 

Sarà importante domani per il Parma superare Forlì nel posticipo della ventottesima giornata di Lega Pro Gruppo B. I gialloblù ospitano la quindicesima in classifica con la voglia di fronteggiare in testa alla classifica per la promozione diretta il Venezia. Sarà sicuramente una partita interessante che ha voluto presentare l’ex tecnico della Feralpisalò – ora al Chiasso – Giuseppe Scienza. Ecco le sue parole a TuttoMercatoWeb: “Se la giocano fino in fondo Alessandria e Cremonese, un Venezia straordinario e anche un Parma che rimane incredibile. Mi dispiace per il FeralpiSalò che potrebbe ambire a di più anche se sta giocando un buon campionato. Lecce, Foggia e Matera non vogliono farsi scappare la promozione diretta e sono alle prese con una rincorsa importante”. Sicuramente grande attesa per la sfida dell’Ennio Tardini dove il Parma di certo non può sbagliare e deve assolutamente continuare il suo percorso di crescita. 

Nella 28esima giornata del girone B di Lega Pro è atteso il match tra Parma e Forlì, attesissimo derby emiliano che a sorpresa negli anni recenti registra ben pochi scontri. Negli ultimi anni infatti le due compagini si sono affrontate in solo 3 occasioni, che comprende la stagione 2015-2016 del campionato di serie D e il match di andata della stagione in corso di Lega Pro. In quelloccasione, occorsa nella 9^ giornata del girone B, furono i gialloblu a imporsi in trasferta con il risultato di 3-5, giunto al termine di un match davvero rocambolesco. Il grande protagonista di quella sfida era stato Emanuele Calaiò, autore di un gol e un assist. La sua presenza potrebbe far pendere la bilancia verso Parma, e la sua assenza far perdere dei punti alla squadra. Le due sfide della scorsa stagione invece sono finite a reti bianche. 

Sarà diretta dallarbitro Ivan Robilotta. Per il posticipo della 28^giornata di Lega Pro lappuntamento è alle ore 20:45 di lunedì 6 marzo 2017, quando allo stadio Ennio Tardini è in programma la partita tra i padroni di casa del Parma e il Forlì, squadre incluse nel girone B. Una gara molto interessante anche perché sarà una sfida molto accesa tra due squadre dello stesso territorio, ovvero l’Emilia Romagna. Il Parma (al secondo posto con 55 punti) continua la sua corsa sul Venezia che sembra però avere un ritmo inarrestabile. I ducali vogliono la serie B e hanno prontamente rimontato la zona alta della classifica dopo un inizio molto complicato. In casa Forlì (quattordicesimo posto con 29 punti) c’è grande entusiasmo ancor di più dopo il bel successo ottenuto contro il Gubbio in occasione dell’ultimo turno di campionato. 

La gara contro il Parma potrebbe essere la giusta occasione per dimostrare il proprio carattere anche se al Tardini può succedere di tutto. Parma che nelle ultime settimane viaggia a ritmi inarrestabili, anche perché il fattore campo è notevole per via del supporto della caldissima tifoseria parmense che non fa mai mancare il suo supporto agli uomini di D’Aversa. Insomma ci sono tutti i presupposti per assistere ad una gara ricca di interesse al Tardini di Parma.

Per quel che concerne le probabili formazioni, La squadra di casa dovrebbe scendere in campo con il suo consueto 4-3-3. In porta ci andrà Bassi, visto l’infortunio dell’ex Avellino Frattali. In difesa invece ci saranno Di Cesare e Lucarelli centrali, mentre Nunzella e Iacoponi agiranno come terzini. In mezzo al campo spazio a Scaglia, Scozzarella e Munari, mentre in avanti dovrebbero vedersi dall’inizio Baraye e Nocciolini come esterni, mentre Calaiò agirà da punta centrale.

Nel Forlì previste poche novità anche perché non si vogliono rompere gli equilibri che stanno regalando una zona salvezza tranquilla. Il modulo scelto sarà il 4-4-2 per i ragazzi di Gadda: in porta giocherà Turrin mentre Adobati, Cammaroto, Conson e Sereni comporranno la linea difensiva. Centrocampo che invece vedrà da destra a sinistra Alini, Capellupo, Martina Rini e Capellini, mentre in avanti tandem con Bardelloni e l’esperienza di Succi.

Il Parma sta esprimendo un buon calcio e ha in Calaiò un riferimento essenziale non solo per l’attacco. Dall’ex Genoa passano tantissimi palloni, senza dimenticare la qualità di Baraye e Nocciolini che sugli esterni sanno dire la loro. Ovviamente importanti sono anche gli inserimenti di uno come Munari che a centrocampo è sempre un’arma in più per un Parma che vuole la serie B. Invece il Forlì dovrà provare un miracolo facendo una partita di grande intensità.

Vincere non sarà semplice ma i ragazzi di Gadda metteranno in campo tutta la loro grinta per ottenere il massimo per una sfida che sulla carta non sembra certo alla portata. Quote: il segno 1 per il successo del Parma viene quotato da Bwin a 1.36. A 4.80 invece il segno X per il pareggio finale, mentre a 8.00 viene quotata la vittoria del Forlì (segno 2) che sulla carta sembra molto difficile.

Come tutte le partite del campionato di Lega Pro e della Coppa Italia di categoria, anche Parma Forlì sarà trasmessa in diretta streaming video sul sito internet sportube.tv; da questanno il servizio del canale web Lega Pro Channel è a pagamento, per seguire le partite dinteresse si può acquistare uno dei pacchetti proposti dal portale. Parma Forlì è anche il match selezionato per la diretta tv: come al solito il canale di riferimento sarà Rai Sport 1 HD, il numero 57 del digitale terrestre e 227 di Sky, con collegamento dalle ore 20:30 e telecronaca dalle 20:45; diretta in streaming video sul sito internet www.raiplay.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori