PERNACCHIO HIGUAIN/ Video, Napoli-Juventus roboante: accoglienza alla Eduardo De Filippo per il Pipita

- Silvana Palazzo

Pernacchio Higuain per Napoli-Juventus, evento social per scegliere l’accoglienza per il Pipita. Su Facebook spopola quella alla Eduardo De Filippo, ma sono previsti anche tanti fischi

Higuain_Albiol_Juventus_Napoli_lapresse_2017
Probabili formazioni Juventus Napoli (Foto LaPresse)

Un pernacchio per Gonzalo Higuain: i tifosi del Napoli hanno deciso di accogliere così l’attaccante della Juventus al San Paolo. Nessun intento violento da parte dei sostenitori partenopei, che vuole risolvere il “torto morale” in maniera pacifica e con l’ironia che li contraddistingue. Un grande pernacchio, sincronizzato da tutto lo stadio, per salutare l’ex bomber azzurro. Poi addio al rancore, perché la vita continua e c’è una partita importante su cui focalizzarsi. L’iniziativa è nata sui social network: su Facebook è nutrito il gruppo “ Pernacchio a Higuain direttamente dallo stadio di Napoli“. Gli iscritti sono 5.500 e sono tutti pronti a fare un pernacchio al Pipita. I napoletani comunque non lasciano nulla al caso e, infatti, si stanno preparando per fare il singolo pernacchio nel migliore dei modi: tutti a lezione da Eduardo De Filippo, che ne ha dato sfoggio nel film di Vittorio De Sica “L’oro di Napoli“, del 1954.

 

Non tutti i gruppi social, però, propongono soluzioni pacifiche e ironiche: ci sono pagine minacciose, come “Andare a lanciare l’impossibile addosso a Higuain durante Napoli-Juventus“, che piace a circa 1300 persone. Per il sindaco del capoluogo campano prevarranno, invece, i fischi: «Sarà difficile individuare qualcuno che allo stadio non fischi Higuain, ha dichiarato Luigi de Magistris nel corso del programma radiofonico “Un giorno da pecora”. Chissà se si farà immortalare mentre fischia Higuain, di sicuro seguirà il match dal vivo: il sindaco ha confermato la sua presenza al San Paolo e espresso l’auspicio che vinca il Napoli. Luigi de Magistris ha anche spiegato che non andrà a prendere il Pipita al suo arrivo a Napoli e che non gli darà le chiavi della città. Inoltre, non lo ospiterebbe a casa: «E non gli converrebbe. Io cucino molto male, quindi potrei sbagliare qualcosa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori