DIRETTA/ Barcellona-Juventus (risultato finale 0-0) info streaming video e tv: bianconeri in semifinale!

Diretta Barcellona Juventus: info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita che si gioca al Camp Nou e vale per il ritorno dei quarti di finale della Champions League

19.04.2017 - Claudio Franceschini
Neymar_DaniAlves_JuveBarcellona_lapresse_2017
Neymar, video Barcellona Manchester United (LaPresse)

Missione compiuta per la Juventus che al Camp Nou non concede nulla al Barcellona, finisce 0-0 e grazie al 3 a 0 dell’andata i bianconeri volano in semifinale di Champions League, esce di scena la squadra di Luis Enrique che riceve comunque gli applausi del suo pubblico, consapevoli che i loro beniamini non hanno lasciato nulla di intentat e ci hanno comunque provato in qualche modo fino alla fine. All’80’ Buffon in uscita anticipa Mascherano che stava per avventarsi su un pallone crossato da Neymar, mentre dall’altra parte del campo Khedira sciupa un buon contropiede regalando praticamente la sfera a Ter Stegen. All’85’ Lemina spaventa Ter Stegen con un tiro velenoso che per poco non sorprende la retroguardia blaugrana che deve rifugiarsi in angolo. Squadre stanchissime che non riescono più a creare palle gol, i tre minuti di recupero scorrono in maniera piuttosto lineare e allo scadere del 93′ l’arbitro Kuipers (direzione esemplare la sua) manda tutti sotto la doccia. (agg. di Stefano Belli) 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo tempo resiste l’equilibrio al Camp Nou tra Barcellona e Juventus con le due squadre sempre inchiodate sullo 0-0 e il novantesimo ormai dietro l’angolo. I blaugrana continuano a provarci, al 58′ Suarez fa ammonire Chiellini e si procura un calcio di punizione dal limite non sfruttato al meglio da Messi che spedisce il pallone sopra la traversa, nel frattempo Luis Enrique effettua il primo cambio inserendo Paco Alcacer al posto di Rakitic. Al 66′ errore di Buffon che calcola male i tempi dell’uscita e lascia la porta sguarnita, Messi non riesce ad approfittarne e spara il pallone alto sopra la traversa, altro rimpianto per i padroni di casa con il tempo che comincia a scarseggiare, le lancette dell’orologio stanno diventando un alleato sempre più prezioso per i bianconeri che si fanno però schiacciare sempre più dagli avversari. Al 69′ grossa palla gol per Sergi Roberto che libera il sinistro a giro, palla a lato di un soffio e sospiro di solievo per i portacolori della Juventus. Al 71′ si rivede Dybala che prova a spaventare Ter Stegen con il mancino, palla sul fondo. In vista del finale Allegri pensa a coprirsi ulteriormente e sacrifica proprio Dybala che lascia il posto a Barzagli, ospiti che comunque continuano a perdere palloni nella loro metà campo favorendo le ripartenze degli avversari. (agg. di Stefano Belli) 

Al Camp Nou è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per il ritorno dei quarti di Champions League 2016-2017 tra Barcellona e Juventus, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio è sempre fermo sullo 0-0. Al rientro in campo le due squadre tornano immediatamente a fare sul serio, al 47′ Neymar entra in area ma viene contenuto da uno straordinario Chiellini che difende anche la rimessa dal fondo. Un minuto dopo, dall’altra parte del campo, Higuain serve splendidamente Cuadrado, il colombiano si presenta davanti a Ter Stegen ma strozza troppo il pallone col destro spedendolo sul fondo. Al 53′ altro tentativo da parte di Cuadrado che questa volta trova una deviazione in calcio d’angolo, squadre lunghissime sul terreno di gioco e tantissimi capovolgimenti di fronte in questo inizio di ripresa. (agg. di Stefano Belli) 

Intervallo al Camp Nou dove è appena terminato il primo tempo di Barcellona-Juventus, l’arbitro Kuipers manda le due squadre negli spogliatoi per il riposo sul punteggio di 0-0, per adesso la squadra di Allegri ha raggiunto l’obiettivo principale di non prendere gol e dunque di rimettere in palio la qualificazione. Padroni di casa che continuano a usufruire di tanti corridoi sulla fascia sinistra, al 31′ Messi impegna per la prima volta Buffon con un tiro teso ma non abbastanza angolato, la Pulce prova il tap-in ma il pallone scuote solamente l’esterno della rete. Al 38′ Higuain davanti a Ter Stegen non riesce a depositare la sfera in rete consegnandola di fatto all’estremo difensore tedesco, comincia a crescere la tensione, non mancano le polemiche con gli ospiti che accusano i padroni di casa di non restituire il pallone, tanto nervosismo in panchina con Luis Enrique e Allegri che si agitano e si sgolano parecchio. (agg. di Stefano Belli) 

Alla mezz’ora della prima frazione di gioco il punteggio di Barcellona-Juventus rimane fermo sullo 0-0 ma gli uomini di Allegri si stanno chiudendo troppo nella loro trequarti consentendo agli avversari di alzare il baricentro e intensificare il pressing offensivo nei pressi di Buffon. Al 12′ i blaugrana si rendono per la prima volta pericolosi con il pallonetto di Neymar per Suarez che in posizione regolare, a pochi passi da Buffon, colpisce male la sfera che viene recuperata da Alex Sandro. Sul capovolgimento di fronte successivo Higuain calcia al volo col destro, palla che sorvola l’incrocio dei pali. Con i padroni di casa sbilanciati in avanti i bianconeri ripartono spesso in contropiede al 16′ Cuadrado con le spalle alla porta tenta la rovesciata mancando il bersaglio grosso, poco prima Rakitic dal limite aveva liberato il sinistro col pallone che aveva sorvolato la traversa. Al 17′ lancio lungo di Messi per Jordi Alba che in estirada calcia male non inquadrando la porta di Buffon. Col passare dei minuti il Barcellona fa girare palla e prende decisamente in mano le redini del gioco, con la Juventus incapace di distendersi e di riprendere fiato. (agg. di Stefano Belli) 

Al Camp Nou l’arbitro Kuipers ha dato il via alle ostilità tra Barcellona e Juventus che si affrontano nel ritorno dei quarti di Champions League 2016-2017, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Padroni di casa molto aggressivi sin dal fischio d’inizio, i blaugrana non possono assolutamente permettersi di fare calcoli dovendo recuperare lo 0-3 dell’andata, gli uomini di Luis Enrique devono attaccare a testa bassa e mettere più pressione possibile ai bianconeri che comunque usufruiscono degli spazi lasciati liberi dai giocatori del Barcellona grazie a Dybala che trova subito il modo di infilarsi in mezzo ai difensori avversari. Al 6′ Cuadrado si procura una punizione interessante con Pjanic che non riesce a servire i compagni al centro dell’area di rigore, l’impressione è che sia la Juventus a fare la partita anche se non ne avrebbe bisogno, dimostrando una personalità fuori dal comune. (agg. di Stefano Belli) 

Ci siamo: sta finalmente per cominciare la grande sfida Barcellona-Juventus, con i bianconeri impegnati a difendere i tre gol di vantaggio maturati otto giorni fa. Massimiliano Allegri non lascia spazio alle sorprese nelle formazioni ufficiali: la formazione è la stessa della partita di andata e cioè quella tipo, con Dani Alves e Alex Sandro sulle corsie, Khedira e Pjanic in mediana e Dybala regolarmente in campo alle spalle di Higuain. Nel Barcellona Luis Enrique sceglie il classico 4-3-3, almeno di base: fuori Mascherano, dentro Umtiti con Piqué ma per il resto non cambia nulla, Rakitic e Iniesta come mezzali con il tridente MSN davanti (Sergi Roberto è titolare come terzino destro). A sorpresa, nella Juventus non va nemmeno in panchina Marchisio. Ora però è davvero tempo di lasciar parlare il campo: calcio d’inizio alle ore 20:45. : 1 Ter Stegen; 20 Sergi Roberto, 3 Piqué, 23 Umtiti, 18 Jordi Alba; 4 Rakitic, 5 Sergio Busquets, 8 Iniesta; 10 Messi, 9 L. Suarez, 11 Neymar. A disposizione: 13 Cillessen, 14 Mascherano, 19 Digne, 6 Denis Suarez, 28 Alena, 21 André Gomes, 17 Paco Alcacer. Allenatore: Luis Enrique : 1 Buffon; 23 Dani Alves, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 12 Alex Sandro; 6 Khedira, 5 Pjanic; 7 Cuadrado, 21 Dybala, 17 Mandzukic; 9 Higuain. A disposizione: 25 Neto, 26 Lichtsteiner, 15 Barzagli, 4 Benatia, 22 Asamoah, 28 Rincon, 18 Lemina. Allenatore: Massimiliano Allegri 

E Juventus si affrontano questa sera nel ritorno dei quarti di finale della Champions League 2016-2017: andiamo quindi a controllare i loro precedenti testa a testa. L’ultimo precedente tra le due formazioni è ovviamente l’andata di questo doppio confronto, dove la compagine bianconera ha vinto per 3 a 0 e ha messo una seria ipoteca sulla qualificazione. Protagonista assoluto del match è stato Dybala, che con una doppietta ha spianato la strada ai bianconeri, che hanno poi arrotondato il punteggio con Chiellini. Il Barcellona si aggrapperà al fattore Camp Nou, anche se l’ultimo precedente, risalente ai quarti di Champions del 2002-2003 non è certo incoraggiante: in quell’occasione la Juventus si impose per 2 a 1 ai tempi supplementari grazie ad una rete di Zalayeta, riuscendo così ad ottenere il pass per la qualificazione alle semifinali. L’ultima vittoria del Barcellona risale alla finale di Berlino della Champions 2014-2015, quando la Juventus venne sconfitta 3 a 1 per effetto delle reti di Rakitic, Suarez e Neymar, riuscendo ad andare a segno soltanto con Morata, oggi al Real Madrid. (agg Michela Colombo)

Sono 8 i precedenti nella storia tra Barcellona e Juventus: la prima volta risale alla Coppa dei Campioni 1985-1986, nei quarti i catalani eliminarono i bianconeri dopo aver vinto 1-0 in casa e pareggiato 1-1 a Torino. Prima di settimana scorsa, mai la Juventus aveva rifilato 3 reti al Barcellona: si era spinta al massimo fino a 2 in un’occasione, quella decisa da Marcelo Zalayeta ai tempi supplementari (quarti della Champions 2002-2003). In questa edizione della coppa, il Barcellona non ha mai pareggiato ottenendo 6 vittorie e 3 sconfitte: nei 3 ko ha sempre subito almeno 3 gol (3-1 in casa del Manchester City, 4-0 a Parigi negli ottavi e 3-0 allo Juventus Stadium). Di contro, al Camp Nou i blaugrana hanno sempre vinto (4 su 4) segnando 21 reti (media di 5,25 per gara) e subendone appena 1 (quella di Cavani nel clamoroso 6-1 dell’8 marzo). Ora il Barça cerca un’altra rimonta storica per centrare la semifinale europea numero 17, mentre per la Juventus sarebbe la dodicesima. Arrivando sino ai quarti, il Barcellona ha comunque stabilito un record centrando questo turno della Champions League per il decimo anno consecutivo. Il fattore Camp Nou si è confermato anche nella gestione Luis Enrique, durante la quale i catalani hanno vinto tutte le 15 partite europee disputate tra le mura amiche; nelle competizioni UEFA il Barcellona è imbattuto in casa da 20 partite (19 vittorie, 1 pareggio), la Juventus dal canto suo ha confermato la miglior difesa di questa edizione con appena 2 reti incassate in 9 partite; i bianconeri non subiscono gol in Champions League dal 9’ minuto della trasferta ddi Siviglia, quindi da quasi 5 partite (441 minuti recuperi esclusi). (aggiornamento di Carlo Necchi) 

Sarà diretta dall’arbitro olandese Bjorn Kuipers, assistito dai guardalinee Sander van Roekel ed Erwin Zeinstra, dal quarto uomo Mario Diks e dagli addizionali di porta Pol van Boekel e Danny Makkelie. Questa la squadra disciplinare che vigilerà sull’esito del big match, valido per il ritorno dei quarti di Champions League. Quest’anno Kuipers è sceso in campo 33 volte considerando tutte le competizioni: le presenze in Champions League risultano 4 ed una riguarda proprio la Juventus; i bianconeri hanno incrociato il fischietto olandese il 2 novembre 2016, in occasione del match interno contro il Lione terminato poi 1-1, con anche un calcio di rigore decretato a favore e trasformato da Gonzalo Higuain. In totale sono 4 i precedenti dell’arbitro Kiupers con la Juventus, che curiosamente non ha mai vinto ottenendo una sconfitta e 3 pareggi, tutti per 1-1. Il quarantaquattrenne nato ad Oldenzaal diresse anche il derby italiano tra Juventus e Fiorentina, disputato il 13 marzo 2014 e valido per l’andata degli ottavi di Europa League (gol di Arturo Vidal e Mario Gomez). 7 invece gli incroci di Kuipers con il Barcellona per un bilancio di 3 successi, altrettanti pareggi e 1 ko. (aggiornamento di Carlo Necchi)

Sarà diretta dall’arbitro olandese Bjorn Kuipers; squadre in campo alle ore 20:45 di mercoledì 19 aprile per il ritorno dei quarti di finale di Champions League 2016-2017. Siamo alla resa dei conti, nel senso che questa sera scopriremo se lo splendido 3-0 con cui la Juventus ha vinto la partita di otto giorni fa allo Stadium sarà servito a qualificare i bianconeri alla seconda semifinale negli ultimi tre anni.

Dubbio che potrebbe essere dettato dalla scaramanzia per il risultato di una squadra italiana, e che invece è più che lecito: non bisogna infatti dimenticarsi che nel turno precedente il Barcellona è stato capace di eliminare il Paris Saint Germain partendo da uno 0-4 che aveva subito al Parco dei Principi, andando a vincere 6-1 nel proprio stadio con una rimonta che mai era riuscita ad alcuna squadra (non con un risultato simile nella partita di andata).

La Juventus ha pur sempre di fronte una squadra che due anni fa ha vinto la quarta Champions League nell’arco di dieci anni; una squadra che ha verosimilmente l’attacco più letale al mondo e che, soprattutto al Camp Nou, sa di poter segnare quanti gol le servano per superare il turno. Anche così comunque la Juventus parte con largo vantaggio: l’allungo a +8 in campionato ha dato la giusta tranquillità per questa partita e il 3-0 significa che la formazione di Massimiliano Allegri si potrebbe accontentare di perdere anche con tre gol di scarto a patto di segnarne uno.

Nel fine settimana entrambe hanno vinto: la Juventus ha ottenuto un 2-0 a Pescara che le ha permesso di allungare a +8 sulla Roma, avendo ancora la sfida diretta all’Olimpico ma sicuramente avvicinando il sesto scudetto consecutivo. Doppietta per Gonzalo Higuain, salito così a 23 gol in campionato e 29 stagionali; il Barcellona ha sofferto molto di più per aver ragione della Real Sociedad – il 3-2 è maturato già nel primo tempo – la doppietta di Leo Messi e il gol di Paco Alcacer hanno permesso ai blaugrana di rimanere a contatto con il Real Madrid in vista del Clasico, che si giocherà però al Santiago Bernabeu e potrebbe comunque mettere la parola fine alla Liga, ovviamente a favore dei blancos.

Qualche dato in vista della sfida: la Juventus ha giocato al Camp Nou in quattro occasioni e ha portato via due vittorie e due sconfitte. Per tre volte è riuscita a segnare, le due affermazioni hanno entrambe fatto registrare un 2-1 e, nel computo del passaggio del turno, al momento siamo 2-2. Ancora: Gonzalo Higuain non ha mai segnato al Camp Nou, statistica singolare e curiosa se pensiamo che per sei anni il Pipita ha giocato nel Real Madrid, sfidando i blaugrana anche in Coppa del Re e in Champions League (una volta).

Cosa ci dicono le quote sulla partita? La Snai parla a favore del Barcellona: siamo a 1,53 per il segno 1 sulla vittoria blaugrana, il pareggio (segno X) vale invece 4,50 mentre è da 5,75 la quota sul segno 2 per la vittoria della Juventus. Naturalmente il Barcellona deve anche e soprattutto guardare al risultato con il quale dovrà vincere: il 4-0 lo porterebbe in semifinale e questa eventualità vale 25 volte la somma che deciderete di mettere sul piatto.

Come nella partita di andata, Barcellona Juventus verrà trasmessa in diretta tv da Canale 5 e dunque sarà un’esclusiva in chiaro per tutti; diretta streaming video garantita perciò sul sito Video Mediaset, mentre ovviamente rimane valido l’appuntamento con Premium Sport e Premium Sport HD sulla pay tv del digitale terrestre, con la possibilità di attivare l’applicazione Premium Play su PC, tablet o smartphone. Ricordiamo che per chi volesse seguire anche la partita che si gioca in contemporanea – Monaco-Borussia Dortmund – su Premium Calcio va in onda Diretta Gol Champions League, con gol e highlights in tempo reale dai due campi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori