DIRETTA/ Catanzaro Catania (risultato finale 2-1) info streaming video Sportube.tv: altra sconfitta etnea

- Stefano Belli

Diretta Catanzaro Catania: info streaming video Sportube.tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Lega Pro girone C è in programma domenica 2 aprile 2017

catanzaro_scontro_portiere_lapresse_2017
Video Catanzaro Siracusa (LaPresse)

Il Catanzaro ha retto agli attacchi del Catania e incassa tre punti importanti oggi: la squadra calabrese ha battuto 2-1 quella siciliana. Decisive le reti di Sarao e Giovinco, mentre quella di Mazzarani ha solo accorciato le distanze. Resta l’amarezza per la squadra etnea, che ha inseguito il pareggio e lo ha sfiorato in più occasioni: al 73′ Mazzarani ci prova con un tiro dalla distanza, che però viene deviato in angolo. Al 78′, però, il Catanzaro avrebbe potuto fare il tris: Giovinco ha disegnato un calcio di punizione velenoso per Pisseri, che è uscito a vuoto, ma Sirri ha spedito il pallone a lato da due passi. Prosegue il forcing del Catania, che però con il passare del tempo perde lucidità. E, infatti, diminuisce la qualità del gioco, del resto il Catanzaro era interessato solo a far trascorrere gli ultimi minuti in attesa del triplice fischio. Altra sconfitta per il Catania, invece il Catanzaro è tornato al successo dopo due pareggi consecutivi. (agg. di Silvana Palazzo) 

Catanzaro e Catania nuovamente in campo per il secondo tempo, ma il copione della partita non è cambiato dopo l’intervallo, perché la squadra siciliana continua a gestire il possesso palla, mentre il Catanzaro, forte del vantaggio, attende gli avversari nella propria metà campo. Gli etnei inseguono il pareggio per riaprire la partita e provano anche a mischiare le carte in tavola richiamando in panchina Bucolo per lanciare Di Grazia. Catania a trazione anteriore: passa, infatti, al 4-2-3-1 e così arriva una clamorosa traversa. Al 68′ la barriera del Catanzaro respinge il calcio di punizione di Russotto, il pallone a campanile viene colpito con forza da Di Grazia e la palla, deviata da un difensore del Catanzaro, finisce sulla traversa con De Lucia battuto. Il Catania spinge, ma il Catanzaro resiste e continua a gestire, seppur a fatica, il vantaggio. La partita, dunque, si conferma spettacolare. (agg. di Silvana Palazzo) 

Un primo tempo ricco di gol quello tra Catanzaro e Catania: dopo il gol di Sarao è arrivato il raddoppio di Giovinco, ma la squadra etnea ha accorciato le distanze prima dell’intervallo grazie alla rete di Mazzarani. Quando il Catania ha sfiorato il pareggio è arrivato il secondo gol del Catanzaro: al 22′ dopo un batti e ribatti in mezzo al campo Sarao disegna un passaggio filtrante per Giovinco, che a tu per tu con Pisseri scaglia un piatto sinistro che fredda il portiere etneo. Al 25′ Mazzari sfiora il gol con un tiro di prima intenzione dal limite dell’area piccola dopo il suggerimento perfetto di Djordjevic, ma gli va meglio al 30′: bella triangolazione con Biagianti, che firma l’assist per il compagno, che con un tocco da biliardo beffa De Lucia. La partita si riapre, dunque, con l’ottava rete del numero 32. Il primo tempo della partita, cominciata con un ritardo di 15 minuti, è finito. Nel secondo ci aspettiamo altrettanto spettacolo. (agg. di Silvana Palazzo)

Sono bastati cinque minuti al Catanzaro per portarsi in vantaggio contro il Catania: i calabresi hanno sbloccato la partita con il secondo calcio d’angolo della partita. Dopo il traversone dalla bandierina è arrivato il colpo di testa di Sarao, che si è rivelato vincente. Il Catanzaro, dunque, si è subito portato in vantaggio contro il Catania, che nei primi minuti aveva mostrato aggressività in campo. La squadra siciliana ha reagito allo svantaggio con Pozzebon, il quale ha rubato il pallone al portiere De Luca e poi si è dovuto accontentare di un corner. Dagli sviluppi del calcio d’angolo sono nate due ghiotte occasioni per il Catania, tra cui il colpo di testa di Pozzebon finito sul palo. Nonostante lo svantaggio, il Catania si sta rivelando molto pericoloso in una partita comunque molto “maschia”, visto che anche i calciatori del Catanzaro sono particolarmente aggressivi in campo. Arriverà un altro gol? (agg. di Silvana Palazzo)

Catanzaro-Catania è una partita che mette di fronte due squadre che non riescono più a vincere. I padroni di casa non ottengono i 3 punti da tre partite mentre gli ospiti arrivano addirittura da 4 sconfitte consecutive in cui hanno segnato una sola volta. A questo proposito il centrocampista del Catania, Rosario Bucolo, ha così analizzato la situazione in conferenza stampa: Nel girone di ritorno qualcosa non è andata, i numeri parlano da soli. Purtroppo non ci gira bene, non possiamo farci nulla. Siamo entrati in campo con la giusta motivazione. Abbiamo avuto anche più occasioni di loro, non riusciamo a sbloccarci. Il nostro gruppo è prostrato dal momento difficile. Contro il Melfi abbiamo giocato malissimo, ma contro il Lecce, la Paganese e oggi, contro il Foggia, non meritavamo di perdere. Io, personalmente, la vivo male perché il gruppo è composto da persone valide e oneste. (agg. Giuliani Federico) 

Catanzaro-Catania rappresenta una sorta di ultima spiaggia per la formazione ospite, reduce da quattro sconfitte consecutive. Per cercare di invertire la tendenza, il club siciliano si affiderà ad Andrea di Grazia e Andrea Mazzarani: il primo è uno di giocatori più prolifici della rosa a quota 6 centri, mentre il secondo è un duttile centrocampista offensivo con il vizio del gol, che conta già 7 reti in stagione. Il Catanzaro risponde con due nomi: Giuseppe Giovinco, il jolly della squadra nonchè l’uomo in grado di segnare e far segnare i compagni.  

Il Catanzaro riceve il Catania allo stadio Nicola Ceravolo. I calabresi sono fra le squadre con meno vittorie all’attivo, avendone conquistate appena 6 sui 31 match giocati. I gol segnati dalla squadra giallorossa sono appena 28, mentre le reti subite dalle aquile sono 41, abbondantemente più di una a sfida. Il Catania ha una buona fase difensiva, che gli ha permesso di subire solo 27 reti fino a questo punto. In attacco però la compagine etnea non risulta particolarmente prolifica, come attestano i 34 gol messi a segno. Tornando al Catanzaro, da notare come il rendimento casalingo -che ha fruttato la maggior parte dei punti, 20 su 29- risulti in perfetto equilibrio: 5 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte per una media punti di 1,33, che si abbassa a 0,56 nelle partite in trasferta. Il Catania ha un ritmo da prime posizioni in casa, avendo vinto 10 delle 16 partite disputate al Cibali, mentre in trasferta conta appena 2 successi; lultimo, l1-2 di Messina ottenuto 26 febbraio, risulta anche lultimo risultato positivo conseguito dalla formazione etnea, che da quel giorno ha aperto una serie di 4 sconfitte. (agg. di Carlo Necchi) 

Una gara molto interessante quella del Ceravolo tra Catanzaro e Catania, vediamo cosa ci potremmo attenderci anche in base allanalisi dei precedenti confronti fra queste due formazioni. Il Catanzaro deve solo vincere per tirarsi fuori dalle sabbie mobili dei playout, mentre il Catania non può sbagliare nulla se vuole raggiungere i playoff nonostante la zavorra dei sette punti di penalizzazione. In base al bilancio delle sfide più recenti fra le due compagini, gli etnei possono sorridere: infatti il Catania ha vinto quattro degli ultimi cinque precedenti, mentre nell’altra occasione han pareggiato. Per il Catanzaro dunque in anni recenti il Catania è diventato praticamente un tabù, che i calabresi tenteranno di sfatare contando sul fattore campo favorevole. Allandata vinsero 3-1 i siciliani, che così consolidarono la tradizione molto positiva contro i calabresi. (agg. di Mauro Mantegazza) 

Dal signor Paterna di Teramo, sabato 2 aprile alle ore 14.30, sarà una sfida tra piazze importanti ma alle prese con un momento piuttosto difficile, nella tredicesima giornata di ritorno del girone C del campionato di Lega Pro. Calabresi reduci da un pareggio importante sul difficile campo della Juve Stabia, ma sempre alle prese con la bagarre della lotta per non retrocedere, quintultimi a pari punti con Taranto e Reggina, a due punti dalla salvezza diretta ma anche con tre sole lunghezze di vantaggio sulla Vibonese ultima in classifica.

In casa delle Vespe il Catanzaro ha sfiorato l’impresa, ribaltando il risultato nel primo tempo grazie alle reti messe a segno da Saraò e da Prestia, ma subendo al novantareesimo la beffa del gol del pareggio siglato da Kanouté, che ha strappato ai giallorossi due punti che sarebbero stati preziosissimi per la classifica. Resta in grande difficoltà anche il Catania, che nel match casalingo contro la capolista Foggia ha provato a lottare, ma non ha potuto fare altro che incassare la quarta sconfita consecutiva. 

Dopo l’addio di Petrone e l’arrivo di Pulvirenti come terzo allenatore stagionale, gli etnei sembrano aver mollato un po’ gli ormeggi, in un campionato partito con il fardello di sette punti di penalizzazione. I dieci punti di vantaggio sulla zona play out garantiscono ai rossoazzurri una certa tranquillità in questo finale di stagione, ma i play off lontani solo un punto sembrano in realtà difficili da raggiungere se non arriverà un’inversione di tendenza. 

Allo stadio Ceravolo scenderanno in campo queste probabili formazioni: Catanzaro padrone di casa schierato con De Lucia in porta, mentre Prestia e Sirri saranno i due difensori centrali, mentre Pasqualoni si muoverà sull’out di destra e Sabato sull’out di sinistra nella linea difensiva a quattro. Mancosu e Maita saranno i centrali di centrocampo, mentre il belga Van Ransbeeck si muoverà sulla fascia destra sulla mediana e Cunzi sarà l’esterno mancino. In attacco, Saraò farà coppia con Giuseppe Giovinco.

Risponderà il Catania con Pisseri estremo difensore, mentre il brasiliano Drausio e Bergamelli giocheranno al centro della retroguardia, con Parisi che sarà impiegato in posizione di terzino destro e Marchese in posizione di terzino sinistro. A centrocampo toccherà all’argentino Scoppa, Biagianti e Bucolo nel terzetto titolare, mentre nel tridente offensivo partiranno dal primo minuto Russotto, Di Grazia e Mazzarani.

Al 4-4-2 di Erra nel Catanzaro sarà contrapposto il 4-3-3 di Rigoli nel Catania. Gli etnei hanno provato ad opporre un assetto maggiormente spregiudicato alla capolista Foggia, ma è mancata la concretezza offensiva ad una squadra che forse non sembra credere nei play off: la fame di punti sarà decisiva al cospetto di un Catanzaro che vede la salvezza più che mai in bilico.

Quote equilibratissime, considerando il momento difficile per entrambe le squadre e un tasso tecnico che pende comunque a favore degli etnei. Vittoria esterna del Catania quotata 2.65 dai bookmaker secondo Betclic, mentre Snai propone a 2.70, quota praticamente equivalente, il successo interno calabrese e Paddy Power offre a 3.20 la quota relativa all’eventuale pareggio. Gli abbonati al sito sportube.tv potranno seguire via internet la diretta streaming video di Catanzaro Catania, sabato 2 aprile 2017 alle ore 14.30, mentre non ci sarà diretta tv dell’incontro. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori