CLASSIFICA MARCATORI SERIE A / Capocannoniere: Mauro Icardi in campo contro la Sampdoria

- Matteo Fantozzi

Classifica marcatori Serie A, capocannoniere: oggi è il giorno di Icardi contro la Samp? Dzeko in testa con 23 gol, Belotti dietro. Higuain a secco contro il suo Napoli, così come Mertens

Icardi_Inter_Sampdoria_lapresse_2017
Video Sampdoria Inter (LAPresse)

in campo nella gara Inter-Sampdoria che i nerazzurri sono obbligati a vincere per rimanere in scia ad Atalanta e Lazio che hanno già ottenuto i tre punti in questa giornata di campionato. Il calciatore argentino è subito dietro alla coppia di testa Andrea Belotti-Edin Dzeko nella classifica dei marcatori della Serie A. Le punte di Torino e Roma hanno segnato entrambe ventitré reti mentre Maurito è sotto a venti come Dres Mertens. E’ sicuramente una delle stagioni più combattute per l’assegnazione del titolo di capocannoniere che l’anno passato fu di Gonzalo Higuain bravo a scappare a trentasei reti stabilendo un nuovo record per la categoria. Pensare che dietro al Pipita l’anno scorso si piazzò Paulo Dybala con diciannove reti con nessun altro che era riuscito oltre a Higuain a superare quota venti. A oggi mancano ancora diverse giornate di campionato e sono ben quattro i calciatori già sopra i venti. Vedremo se Mauro Icardi riuscirà a segnare contro la Sampdoria di Marco Giampaolo in una gara iniziata col ritmo giusto dalla squadra di Marco Giampaolo. (agg. di Matteo Fantozzi)

Analizzando la classifica marcatori di Serie A, nella quale al momento ci sono almeno sei giocatori a giocarsi il titolo di capocannoniere del campionato, possiamo andare alla ricerca delle coppie gol più prolifiche. In questo momento in testa ci sono i due giocatori della Roma e i due del Torino: Edin Dzeko (23) e Mohamed Salah (10), con Andrea Belotti (23) e Iago Falque (10) sono davanti a tutti con 33 reti complessive, una in più di quanto fatto da Dries Mertens (20) e Lorenzo Insigne (12) per il Napoli, mentre Mauro Icardi (20) e Ivan Perisic (9) sono a quota 29 per lInter che però deve ancora giocare la sua trentesima giornata. In ritardo i due della Juventus: Gonzalo Higuain (19) e Paulo Dybala (8) hanno un totale di 27 gol e sono comunque davanti ai laziali Ciro Immobile (18) e Keita Balde Diao (8) con 26 così come ai due attaccanti della Fiorentina Nikola Kalinic (14) e Federico Bernardeschi (10). Va segnalato che il Napoli è lunica squadra a piazzare tre giocatori in doppia cifra: cè anche Marek Hamsik, che ieri sera ha segnato il gol numero 11 nel suo campionato. Raggiunge quota 20 anche la coppia dellAtalanta con Alejandro Gomez (14 e tripletta al Genoa) che può essere accompagnato da Franck Kessié o Mattia Caldara, entrambi con 6 gol in questo torneo di Serie A. (agg. di Claudio Franceschini) 

Nella classifica marcatori del campionato di Serie A siamo pronti a vivere un altro capitolo della lunga rincorsa al titolo di capocannoniere: questa sera scende in campo Mauro Icardi che, come già detto, ha la possibilità di accorciare su Edin Dzeko e Andrea Belotti. Intanto sta perdendo quota e posizioni Gonzalo Higuain: il Pipita, tornato al San Paolo da avversario, contro il suo ex Napoli ha toccato pochissimi palloni, non ha mai ricevuto un passaggio in area di rigore ed è stato davvero poco incisivo, non riuscendo mai ad inquadrare lo specchio della porta. E il segno di un periodo di appannamento: come già dicevamo ieri sera, Higuain non segna da cinque partite di campionato (ultimo timbro contro il Palermo, lo scorso 17 febbraio) e la sua media è scesa a una rete ogni 121 minuti. E la striscia negativa più lunga in questa stagione: in autunno il Pipita non era riuscito a segnare consecutivamente contro Chievo, Pescara, Genoa e Atalanta. Ai tifosi della Juventus farà piacere ricordare che dopo quelle quattro gare senza gol Higuain esplose per per otto reti in sei partite consecutive e 12 dieci gare, ma al momento la situazione non è certo rosea. Ampliando il discorso, lo scorso anno (quello del record di 36 gol) largentino non rimase mai per più di due partite senza reti, e quel digiuno si verificò una sola volta (Juventus e Milan a febbraio); una striscia di tre gare senza segnare Higuain la visse, ma fu quando si prese tre giornate di squalifica dopo lespulsione di Udine (agg. di Claudio Franceschini) 

In questo momento nella classifica marcatori di Serie A sembra profilarsi un duello per il titolo di capocannoniere, dal momento che a quota 23 gol troviamo Andrea Belotti del Torino ed Edin Dzeko della Roma. Grazie al gol segnato ieri dal Gallo e alla doppietta di sabato sera del bosniaco, Belotti e Dzeko adesso hanno tre gol di vantaggio sugli immediati inseguitori, che sono Mauro Icardi e Dries Mertens, rimasto ieri sera a secco nel big-match che ha opposto il suo Napoli alla Juventus, nella quale d’altro non ha segnato il grande ex Gonzalo Higuain. Attenzione però a Mauro Icardi, che fino a questo momento ha segnato 20 gol come Mertens e deve ancora giocare perché Inter-Sampdoria è in programma questa sera a San Siro. Se Maurito sarà protagonista nella partita contro la sua ex squadra, ecco che per i due di testa si farebbe sotto un avversario molto pericoloso. (agg. di Mauro Mantegazza) 

Stasera torna la Serie A che chiude la trentesima giornata con la sfida Inter-Sampdoria. Sicuramente sarà interessante vedere la gara dal punto di vista della classifica dei marcatori. Partirà infatti da titolare Mauro Icardi bomber e capitano dell’Inter che a venti gol segue dietro di tre distanze Andrea Belotti del Torino ed Edin Dzeko della Roma. I due sono andati entrambi a segno in questa giornata con il Gallo che ha siglato la rete del 2-2 contro l’Udinese e il bosniaco che ha deciso con una doppietta la sfida di sabato contro l’Empoli. Dall’altra parte invece sarà schierato in campo Luis Muriel che ha segnato dieci reti così come Federico Bernardeschi, Iago Falque, Nestorovski, Mohamed Salah e Giovanni Simeone. Muriel proverà a staccarsi magari agganciando a undici Marek Hamsik, a segno ieri in Napoli-Juventus, e Cyril Thereau dell’Udinese.

La classifica marcatori di Serie A, aspettando la grande sfida tra i due ex compagni Gonzalo Higuain e Dries Mertens e la partita di Mauro Icardi contro la sua ex Sampdoria, si tinge di nuovi colori: ci sono per esempio quelli di Alejandro Gomez, il calciatore che nellanno solare 2017 ha segnato di più. Il Papu mette a segno una tripletta nel 5-0 che lAtalanta rifila al Genoa sul campo del Ferraris: per largentino i gol in questo campionato adesso sono 14, e improvvisamente anche lui arriva in alta quota avendo centrato quasi il doppio del precedente record che aveva in Serie A, ovvero le 8 reti che aveva segnato con la maglia del Catania. Tra gli altri marcatori del turno, oltre ad Andrea Belotti che riprende Edin Dzeko segnando il gol numero 23 del campionato, non troviamo giocatori in corsa per la classifica cannonieri: cè la terza rete di Mario Pasalic ancora decisivo, cè la sesta di Khouma Babacar e cè la nona di Diego Falcinelli, che non andava in gol da otto giornate e che risulta fondamentale per tenere vive le speranze del Crotone di salvarsi. A rete anche Marco Borriello: per lui si tratta del tredicesimo gol in questo campionato di Serie A. (agg. di Claudio Franceschini)

Nella lotta per vincere la classifica dei marcatori della Serie A è stato molto sfortunato fino a questo momento Andrea Belotti che ha giocato un’ottima partita contro l’Udinese ma non è riuscito a segnare ancora a venti minuti dalla fine del match. La squadra bianconera sta vincendo 2-1 fuori casa con il Gallo che ha colpito due legni, facendo capire subito che per i granata questa era una giornata davvero molto sfortunata. Chissà che proprio Belotti nel finale possa regalare almeno un punto alla squadra di Sinisa Mihajlovic. Fatto sta che al momento Andrea Belotti è dietro di una lunghezza all’attaccante bosniaco della Roma Edin Dzeko ieri autore di una doppietta e grande protagonista di una partita dove ha giocato sicuramente ad altissimo livello e dove ha scavalcato l’attaccante granata. (agg. di Matteo Fantozzi) 

In classifica dei marcatori della Serie A oggi ha una grande occasione di scalare posizioni il colombiano Carlos Bacca. L’ex attaccante del Siviglia è impegnato alle ore 15.00 allo Stadio Adriatico di Pescara contro la squadra di Zdenek Zeman che sicuramente in difesa ha dimostrato alcune importanti lacune fino a questo momento. Bacca al momento è fermo a dodici reti, ben undici meno di Edin Dzeko in testa. Sono tanti a questo punto della stagione i gol di differenza, ma anche se magari il calciatore del Milan non sarà il capocannoniere della massima categoria può ambire a fare meglio di quanto visto fino a questo momento. L’obiettivo è quello di aiutare il Milan a vincere le partite e possibilmente trascinarlo al ritorno in Europa che manca ormai da oltre un anno alla squadra meneghina. (agg. di Matteo Fantozzi)

La classifica dei marcatori della Serie A ha un nuovo padrone, infatti in testa al momento troviamo Edin Dzeko che con la doppietta di ieri in Roma-Empoli ha superato Andrea Belotti. Il Gallo sarà in campo alle 12.30 in un Torino-Udinese che anticipa le gare del pomeriggio. Attenzione al bomber Nikola Kalinic che nonostante sia a quattorici reti, nove meno di Dzeko, può diventare un interessante outsider. Nelle ultime sette partite, compresa Croazia-Ucraina, Nikola Kalinic è andato sempre a segno eccezion fatta per lo zero a zero raccolto all’Atleti Azzurri d’Italia a Bergamo. L’attaccante croato è in un grande momento di forma e non di rado è diventato il bomber dell’ultimo minuto, regalando gol allo scadere da tre punti alla squadra di Paulo Sousa. Kalinic è una prima punta fisica e dotato di buon senso della posizione da quando è arrivato in Italia dal Dnipro ha anche affinato la sua tecnica. Con la Croazia ha potuto giovare anche dell’invenzione di Massimiliano Allegri che ha dettato al ct croato la possibilità di schierare Mario Mandzukic largo a sinistra. (agg. di Matteo Fantozzi)

Il big match della giornata è sicuramente Napoli-Juventus che si gioca stasera alle ore 20.45 allo Stadio San Paolo. Può essere questa partita fondamentale per la corsa allo Scudetto perchè può riaprirla o definitivamente chiuderla. La gara mette di fronte anche due calciatori importanti che lottano in testa alla classifica dei marcatori e cioè Dres Mertens e Gonzalo Higuain. Il belga ha segnato venti reti, mentre il Pipita è dietro di una. Sarà una gara complicata per l’argentino che quest’anno ha segnato due gol in due partite contro la sua ex squadra, ma che per la prima volta torna al San Paolo da avversario e non sarà accolto sicuramente da applausi. Domani poi toccherà a Mauro Icardi che sarà titolare in Inter-Sampdoria. Anche Maurito come il Pipita affronterà il suo passato contro la squadra che lo ha portato in Italia e lanciato nel calcio dei professionisti visto che a Barcellona aveva giocato solo nelle squadre giovanili. Proprio come il connazionale poi non si è lasciato molto bene con la sua ex squadra. Fino a questo momento ha segnato venti reti come Mertens.

Edin Dzeko si è preso la testa della classifica dei marcatori della Serie A con ventitré reti. Decisiva è stata la doppietta messa a segno ieri nell’anticipo contro l’Empoli. Il calciatore ha giocato una grande partita, dimostrando di essere subito entrato in forma dopo la sosta per le nazionali. Le due reti gli hanno permesso di superare Andrea Belotti che ora è dietro a ventidue gol. Il Gallo avrà però subito l’occasione di rifarsi, pronto a mettersi in evidenza nella gara contro l’Udinese alle ore 12.30. Belotti è un calciatore di grande spessore e sta giocando una stagione incredibile, vedremo se segnerà contro la squadra di Luigi Delneri. Ieri intanto ha smosso la sua classifica dei marcatori anche Ciro Immobile che ha segnato una rete importante che gli permette di salire a diciotto reti. Il suo gol riapriva un Sassuolo-Lazio che poi i biancocelesti ribalteranno dopo essere andati sotto nello storico del match. Interessante poi la sfida che metterà di fronte Marco Borriello, 12 gol, a Nestorovski, 10. I due si affronteranno in un Palermo-Cagliari dal sapore di salvezza.

Andrea Belotti (Torino), Edin Dzeko (Roma) 23

Dries Mertens (Napoli), Mauro Icardi (Inter) 20

Gonzalo Higuain (Juventus) 19

Ciro Immobile (Lazio) 18

Nikola Kalinic (Fiorentina), Alejandro Gomez (Atalanta) 14

Marco Borriello (Cagliari) 13

Carlos Bacca (Milan), Lorenzo Insigne (Napoli) 12

Cyril Thereau (Udinese) 11

Mohamed Salah (Roma), Federico Bernardeschi (Fiorentina), Iago Falque (Torino), Giovanni Simeone (Genoa), Marek Hamsik (Napoli), Luis Muriel (Sampdoria), Ilija Nestorovski (Palermo) 10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori