DIRETTA / Genoa Atalanta (risultato finale 0-5) info streaming video e tv: grifone strapazzato, la Dea vola!

Diretta Genoa Atalanta: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la trentesima giornata del campionato di Serie A

02.04.2017 - Claudio Franceschini
Veloso_Genoa_Atalanta_lapresse_2017
Diretta Genoa-Atalanta, LaPresse

Al Ferraris di Genova, l’Atalanta strapazza il Genoa e vola verso l’Europa con un netto cinque a zero. L’ex Gasperini si prende gli applausi del suo vecchio pubblico, poi travolge il grifone con una prestazione super dei suoi ragazzi. Apre le danze Conti con una bellissima rovesciata, Gomez firma un’incredibile tripletta e nel mezzo segno anche Caldara. Una vittoria importantissima per la dea, sempre più lanciata verso un traguardo che sembrava impossibile ad inizio stagione. Per il Genoa, invece, ennesima sconfitta che forse mette a rischio la panchina di Mandorlini. La tifoseria ha contestato per tutta la partita il presidente Preziosi, che incassa i fischi e riflette sul futuro del suo Genoa. I rossoblu sono lontani dalla zona retrocessione, ma qualche punto per la matematica dovrà pur arrivare da qui alla fine. 

Non c’è partita al Luigi Ferraris tra Genoa e Atalanta, con i nerazzurri avanti quattro a zero. Al sessantatreesimo minuto il Papu Gomez ha messo a segno la sua doppietta personale , finalizzando un assist perfetto di Kurtic servito a sua volta da Kessie. Ricordiamo che il Genoa è rimasto in dieci uomini per l’espulsione inflitta a Mauricio Pinilla, colpevole di aver steso Berisha con un intervento a gamba tesa. Il grifone perde la testa, l’Atalanta sembra non voler infierire. La difesa di casa, però, continua a commettere errori e al settantaseiesimo Caldara cala il poker battendo Rubinho dalla distanza ravvicinata. Tifosi rossoblu delusi e col morale sotto le scarpe: alcuni stanno contestando da inizio gara il presidente Enrico Preziosi. Clima opposto nel settore ospiti, dove i mille tifosi atalantini fanno festa. 

E’ ricominciato da oltre dieci minuti di gioco il secondo tempo di Genoa Atalanta, con il risultato fermo sul due a zero in favore dei nerazzurri. Durante l’intervallo mister Andrea Mandorlini ha inserito Hiljemark al posto di Ntcham e a breve farà il suo ingresso in campo anche il giovane Morosini. Il primo squillo di questo secondo tempo arriva dopo pochi minuti su calcio di punizione. Gomez si incarica della battuta dal limite, la soluzione è bassa e velonosa, Rubinho è incerto e respinge col petto. Poco dopo altra opportunità per i bergamaschi con Petagna, che si inserisce bene in area da rigore ma manca l’impatto col pallone. Al cinquantaquattresimo l’Atalanta sfiora il tre a zero, questa volta con una sassata violenta di Kessie, su cui il portiere del Genoa riesce ad intervenire volando all’angolino. Solo Atalanta in campo, grifone in gran difficoltà. 

Due gol di vantaggio dell’Atalanta al Luigi Ferraris nella gara contro il Genoa. Il grifone era partito bene, poi gli uomini di Gasperini hanno preso il sopravvento dominando la partita. Il vantaggio arriva al ventiquattresimo minuto, quando Conti realizza l’uno a zero con una splendida rovesciata che non lascia scampo a Rubinho. Poco prima il portiere brasiliano del Genoa era stato bravo ad opporsi su una conclusione di potenza di Kessie. I liguri sembrano storditi, la dea è galvanizzata e continua ad attaccare. Nei minuti successivi Petagna viene steso in area da rigore da Burdisso, l’arbitro vede tutto e assegna un calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta il Papu Gomez che non fallisce e fissa il raddoppio. Il primo tempo si chiude senza recupero, con i fischi dei ventimila genoani presenti al Ferraris. Nel mirino c’è soprattutto il presidente Preziosi, contestato dalla Nord. Squadre ora negli spogliatoi per rifiatare. Tra poco di nuovo in campo.  

Quando siamo giunti oltre la prima mezzora di Genoa Atalanta, il risultato è fermo sul due a zero in favore dei nerazzurri. Partita molto gradevole, con le due squadre che stanno giocando per vincere. Al tredicesimo la formazione di Gasperini tenta un’accelerazione con Spinazzola, che viene fermato tempestivamente da Lazovic. Attorno al quarto d’ora i liguri si rendono pericolosi con una conclusione dalla distanza di Mauricio Pinilla, il quale manda alto non di molto. Passano due minuti e il Genoa sfiora il vantaggio con Giovanni Simeone, l’argentino tenta la giocata da posizione quasi impossibile e non trova la porta di pochissimo. Al ventiduesimo l’Atalanta si rende pericolosa con una sassata da fuori di Kessie, ma Rubinho risponde alla grande. Nell’azione successiva Conti si inventa una magia dentro l’area rossoblu e con una rovesciata scavalca Rubinho. Alla mezzora arriva il raddoppio dell’Atalanta, che segna dal dischetto con una esecuzione perfetta di Gomez.

E’ iniziata da oltre dieci minuti di gioco la sfida del Luigi Ferraris tra Genoa e Atalanta, con il risultato ancora fermo sullo zero a zero. Clima di protesta allo stadio, con la Gradinata Nord che sta contestando a gran voce il presidente Enrico Preziosi. Tanti applausi per l’ex allenatore Gianpiero Gasperini, ora alla guida della dea nerazzurra. Ritmo piacevole in avvio, l’Atalanta prova a fare la partita ma il grifone è determinato e concede pochi spazi. La prima occasione del match arriva al sesto minuto, con i padroni di casa che sfiorano il vantaggio con Rigoni che conclude con il destro dal limite dell’area e manda fuori di un soffio dalla porta difesa da Berisha. All’ottavo minuto i bergamaschi si affacciano sul fronte offensivo con una bella giocata di Kurtic per Spinazzola in area da rigore, la retroguardia rossoblu fa buona guardia e spazza via il pericolo. Avvio equilibrato tra Genoa e Atalanta. 

Allo Stadio Luigi Ferraris di Genova si gioca tra poco la sfida Genoa-Atalanta. La gara mette di fronte due squadre di sicuro livello ma con rendimento totalmente opposto fino a questo momento. La grande sorpresa è Rubinho che torna dopo tanti anni titolare in una gara di Serie A preferito da Andrea Mandolini a Eugenio Lamanna. Il Grifone continua con la doppia prima punta, davanti giocano Simeone e Pinella. Dall’altra parte invece non cambia nulla Gian Piero Gasperini che conferma il suo solito assetto e gli uomini di cui si fida. Ecco le formazioni ufficiali di Genoa-Atalanta. Rubinho; Izzo, Gentiletti, Burdisso, Munoz; Lazovic, L. Rigoni, Ntcham, Laxalt; G. Simeone, Pinilla. Allenatore: Andrea Mandorlini  E. Berisha; Toloi, Caldara, A. Masiello; A. Conti, Kessié, Freuler, Spinazzola; Kurtic; Petagna A. Gomez. Allenatore: Gian Piero Gasperini (agg. di Matteo Fantozzi) 

A poche ore dal fischio di inizio del match tra Genoa e Atalanta atteso nella 30^ giornata di serie A, andiamo a vedere qualche statistica relativa ai numerosi testa a testa intercorsi tra queste due formazioni. Nel fare un breve bilancio ricordiamo che dal 2000 a oggi si contano ben 20 precedenti tra campionato cadetto e Serie a per un totale di 7 vittorie dei grifoni e 6 successi firmati dai bergamaschi. Il precedente più recente tra le due compagini risale chiaramente al girone di andata della stagione in corso, dove furono i nerazzurri a vincere in casa per 3-0 grazie ai gol di Kurtic in doppietta e Gomez. Negativo per i liguri anche l’ultimo match giocato in casa, occorso nella 38^ giornata della stagione 2015-2016, dove il Genoa perse per 2 a 1 con Kurtic ancora protagonista con il gol della vittoria (dopo le marcature del ligure Pavoletti e del bergamasco D’Alessandro). Datato l’ultimo successo dei grifoni in casa: era la 21^giornata della serie A 2009-2010, quando il tabellone arrise  al Genoa per 2-0 con Palacio e Crespo. (agg Michela Colombo) 

Il Genoa di Andrea Mandorlini ospita l’Atalanta del grande ex Gian Piero Gasperini nella 30^ giornata di Serie A: vediamo i numeri statistici salienti delle due squadre che si affronteranno oggi pomeriggio a Marassi. Il Genoa ha un bilancio in passivo per quanto riguarda la differenza reti, con 30 gol fatti e 43 subiti. Il gioco dei liguri ha sin qui permesso al Genoa di produrre 722 azioni d’attacco che hanno portato a calciare verso la porta 275 – centrando lo specchio in 136 occasioni – mentre il possesso di palla del Grifone in media è stato di 26 minuti e 4 secondi a partita. Migliori sono i numeri dei bergamaschi, che hanno trovato la via della rete in 46 occasioni mentre sono 33 i gol subiti. Il gioco offensivo dell’Atalanta ha permesso ai nerazzurri di produrre 778 attacchi con 311 tiri totali, di cui 174 nello specchio delle porte avversarie, mentre la media del possesso palla è pari per la Dea a 25 minuti e 30 secondi a partita. (agg. di Mauro Mantegazza) 

Genoa Atalanta sarà diretta da Claudio Gavillucci: il fischietto di Latina è dunque l’arbitro designato dall’Aia per la direzione del match di Serie A che andrà in scena allo stadio Luigi Ferraris di Marassi alle ore 15.00. Gli daranno una mano il quarto uomo Pegorin, gli addizionali d’area Mariani e Di Paolo ed i due guardalinee Giallatini e Vuoto, che completeranno il sestetto arbitrale per Genoa Atalanta. Per Gavillucci questa sarà la tredicesima designazione complessiva nella Serie A 2016-2017 e da un punto di vista statistico è interessante notare come abbia una media di 4,3 cartellini gialli ad incontro, abbia estratto un solo cartellino rosso (diretto) e decretato però ben cinque calci di rigore, alla media di quasi uno ogni due incontri. In stagione Gavillucci ha già diretto il Genoa una volta in occasione di Sassuolo-Genoa 3-0; un precedente anche con i nerazzurri bergamaschi, in occasione di Atalanta-Cagliari 2-0. (agg. di Mauro Mantegazza) 

, diretta dall’arbitro Gavillucci, è una delle partite della trentesima giornata di Serie A 2016-2017: a Marassi si si gioca domenica 2 aprile alle ore 15. Il Genoa è una delle grandi delusioni di quest’anno, come testimonia il quintultimo posto con 29 punti, mentre i bergamaschi sono la grande sorpresa del campionato e con 55 punti sono quinti a parimerito con l’Inter, in piena corsa per una incredibile e alla vigilia non pronosticabile qualificazione in Europa League.

Il match è molto interessante anche da un punto di vista prettamente emotivo, visto che Gasperini torna a Genova, dove in due periodi differenti, ha lasciato ottimi ricordi, rimanendo molto legato alla città e a parte della tifoseria. Ma come arrivano le due squadra ad un match che dal punto di vista dei punti in palio vale sicuramente più per i bergamaschi, visto che il Genoa nonostante il quintultimo posto con 29 punti può dirsi salvo, visto che il Palermo terzultimo ne ha solo 15? 

Il Genoa, che è stato affidato a Mandorlini dopo la terribile sconfitta per 5 a 0 subita a Pescara nella prima di Zeman sulla panchina degli abruzzesi, non sta attraversando un momento positivo e il campionato risulta ormai compromesso, con Preziosi che aspetta solo l’estate per cedere la società. Intanto la squadra si prepara a questo match contro l’Atalanta dell’ex Gasperini con due sconfitte sulle spalle, quella contro il Milan nell’ultima di campionato, arrivata per un goal di Bacca, e quella decisamente più pesante contro la Sampdoria, che ha vinto il derby della Lanterna grazie ad un goal di Muriel.

Per il Genoa la sconfitta patita nella stracittadina è stata pesante non soltanto per l’importanza del match, ma anche perchè dopo 60 anni la Sampdoria è riuscita a fare suoi entrambi i derby di campionato, certificando ancora di più come la stagione del Grifone sia decisamente infelice. La vittoria ottenuta ad Empoli grazie ad un 2 a 0 firmato Ntcham è servita soltanto a garantire al Genoa di non dover lottare per la salvezza, anche se dalle parti di Pegli sono consci che un’altra serie di sconfitte come quelle che ha portato all’allontanamento di Juric potrebbero riportare il Genoa anche troppo vicino alla zona caldissima. Dall’altro lato c’è una Atalanta che ha ormai gettato la maschera e che corre per l’Europa League.

La vittoria casalinga (3 a 0) contro il Pescara ha fatto dimenticare l’inaspettato tracollo di San Siro contro l’Inter (7-1) e ha permesso ai bergamaschi di riprendere una corsa che sembra destinata a chiudersi in modo trionfale. Gasperini spera ovviamente di ripetere quanto di buono fatto a Napoli (0-2) anche se il Genoa gioca in modo decisamente diverso. Tuttavia l’Atalanta vista anche contro la Fiorentina (0-0 in casa prima del cappotto di San Siro) sembra in grado di imporre il proprio gioco contro qualsiasi formazione e il Genoa di Mandorlini non pare in grado di arginare la furia agonistica di una squadra che sta volando anche sulle ali dell’entusiasmo.

Per quanto concerne quelli che sono i precedenti tra le due formazioni e limitandoci al match di andata, va detto che l’Atalanta può guardare con ottimismo a quello odierno, visto che a Bergamo finì con un 3 a 0 senza appello, con i ragazzi di Gasperini che non dilagarono soltanto per alcuni errori di imprecisione sotto porta. Grande protagonista di quel match è stato Kurtic, autore della doppietta che ha stroncato il Grifone, a cui poi si è aggiunta una rete di pregevole fattura di Gomez.

Sia Mandorlini che Gasperini incontreranno parte del proprio passato in questo match e lo faranno giocando entrambi con il 3-5-2. Il tecnico del Genoa potrà contare ancora una volta su Burdisso in difesa, mentre Ntcham dovrebbe finalmente avere una maglia da titolare in mezzo al campo. Il duo di attaccanti sarà composto da Simeone jr, a secco dal match di fine gennaio contro la Fiorentina, e da Pinilla, altro ex della partita. Gasperini recupera invece Caldara in difesa e Conti in mediana, dove si rivedranno anche Kurtic e Kessie. In porta non ci sarà Berisha, ancora infortunato: al suo posto spazio a Gollini.

Anche se la differenza in classifica è notevole, l’Atalanta non parte nettamente favorita, almeno per la Snai. Un’affermazione dei bergamaschi è quotata a 2,05 volte la cifra scommessa, mentre una vittoria del Grifone è data a 3,60. Un eventuale pareggio è invece pagato 3,40 volte la cifra scommessa.

Genoa-Atalanta sarà trasmessa in diretta tv sia dai canali della pay tv del satellite, su Sky Calcio 3, che su quelli della pay tv del digitale terrestre, su Premium Calcio 2. In entrambi i casi sarà possibile assistere alla partita in diretta streaming video, attivando le applicazioni Sky Go e Premium Play rispettivamente; gli abbonati al satellite potranno anche gustarsi Diretta Gol Serie A, che su Sky Super Calcio trasmette gol e highlights in tempo reale da tutti i campi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori