PAGELLE / Palermo Cagliari (1-3): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A, 30^giornata)

- La Redazione

Pagelle Palermo Cagliari: i voti per il fantacalcio della partita in programma al Barbera e valida nella 30^giornata del campionato di Serie A 2016-2017.

Sau_Cagliari_Palermo_lapresse_2017
Marco Sau, guai per il fratello Davide

Allo stadio Renzo Barbera il Cagliari ottiene un bel successo in rimonta in casa del Palermo per 3 a 1. Il primo tempo si rivela poco entusiasmante sin dai suoi primi minuti a causa della grande imprecisione mostrata da entrambe le squadre soprattutto sotto porta, con gli ospiti a cercare di imporsi attraverso il possesso palla ed i padroni di casa in grado di uscire solamente sulla lunga distanza. Lentamente, però, i rosanero prendono le misure ai rossoblu e trovano la rete del vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 26′ con Gonzalez, fortunato nel trovarsi al posto giusto al momento giusto sulla deviazione area di Chochev. Tuttavia, il secondo tempo si mette subito in salita per i siciliani dato che Ionita rimette le cose a posto in favore dei sardi al 48′ con un colpo di testa sul corner battuta da Tachtsidis dalla sinistra. Poco dopo, precisamente al 58′, Borriello, sfruttando la conclusione sbilenca di Sau, porta avanti i suoi per la prima volta nel match con una giocata lucida e precisa in mezzo ai difensori avversari. Il finale di gara sorride nuovamente alla formazione di mister Rastelli con Tachtsidis che, recuperato un pallone a metà campo, lancia Ionita verso la porta per la doppietta personale realizzata all’89’. Fischi dei tifosi del Palermo rivolti ai propri giocatori al termine della gara mentre il Cagliari ha fatto esordire il giovane Han Kwan-Song, primo calciatore nord coreano ad esordire in Serie A.

Gara di fatto non esaltante nell’arco del suo sviluppo ma il Cagliari ha saputo ribaltare la situazione iniziale regalando qualche emozione. Parte abbastanza bene salvo poi credere di avere già il risultato in tasca. Squadra da premiare viste le incertezze iniziali specialmente per quanto fatto vedere nel secondo tempo. Deciso e preciso nell’intervenire, non viene però supportato a dovere dai suoi collaboratori che invece incappano nell’errore almeno in un paio di occasioni.

FULIGNATI 6 Un buon intervento prima di perdersi.

VITIELLO 5,5 Poco sollecitato nei momenti chiave.

G. GONZALEZ 6 Ha il merito di portare in vantaggio i suoi sebbene il reparto non regga e non contiene Ionita sul terzo goal.

GOLDANIGA 6 Agisce bene quando gli avversari passano dalle sue parti.

RISPOLI 5,5 Mette in campo la consueta grinta ed ottimi cross ma commette pure qualche errore.

BRUNO HENRIQUE 5 Confusionario e di poco aiuto.

GAZZI 5,5 Un po’ troppo in ombra senza voler correre rischi.

CHOCHEV 5,5 Spezza bene il gioco per poi perdere la marcature di Ionita in occasione del pareggio.

PEZZELLA 5 Avrebbe dovuto fare di più lungo la sua fascia di competenza.

TRAJKOVSKI 6 Offre un rendimento altalenante che ha il suo picco nella prima parte del primo tempo.

NESTOROVSKI 5,5 Troppo impreciso, non agevola i suggerimenti dei compagni.

BALOGH 5 Il suo ingresso al posto di Gazzi aiuta davvero poco la squadra.

SALLAI 5 Impalpabile dal momento in cui entra per sostituire Vitiello.

LO FASO Senza Voto Entra a ridosso del novantesimo

All. DIEGO LOPEZ 5 Non riesce a mantenere alta la concentrazione dei suoi calciatori che si perdono nella ripresa.

RAFAEL A. 7 Contribuisce in maniera decisiva nel tenere a galla i suoi nel primo tempo.

ISLA 6 Decide di farsi un po’ da parte dopo un inizio troppo frenetico.

PISACANE 6,5 Altra prestazione di grande qualità per lui.

BRUNO ALVES 6 Agisce bene quando chiamato in causa.

MURRU 6 Interessanti le sue fiammate dalla fascia.

PADOIN 5,5 Sbaglia poco e si fa vedere altrettanto.

TACHTSIDIS 7 La sua intelligenza nell’orchestrare la manovra favorisce più di un goal per i suoi.

IONITA 7,5 L’importante doppietta segnata oggi lo porta sotto i riflettori come man of the match.

JOAO PEDRO 5,5 Svaria molto ma non va oltre un colpo di testa di poco a lato.

SAU 5,5 Spina nel fianco della difesa, poteva fare di più.

BORRIELLO 7 Giornata abbastanza opaca per lui fino a quando segna la rete decisiva del sorpasso dall’alto della sua esperienza. FARAGO’ 5,5 Abbastanza impalpabile sebbene entri all’80’.

HAN KWAN-SONG Senza Voto Nonostante i pochi minuti a disposizione, esordio da ricordare per il giovane attaccante nord coreano, il primo della sua nazionalità a disputare una partita di Serie A.

DEIOLA Senza Voto Prende il posto di Borriello a recupero inoltrato.

All. RASTELLI 7,5 Sin dai primi minuti si vede che la squadra è stata ben preparata ad affrontare la gara ma è sicuramente nell’intervallo che riesce a dare qualcosa in più ai suoi per ribaltare il match in proprio favore. (Alessandro Rinoldi)

Ecco i nostri voti del primo tempo con i giudizi dei migliori e peggiori giocatori scesi in campo in ogni squadra fino a questo momento. Al Barbera le formazioni di Palermo e Cagliari sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sull’1 a 0. L’inizio dell’incontro, nonostante la grande confusione sotto porta per entrambe le squadre, si rivela abbastanza bilanciato con i rossoblu a cercare di imporre il proprio possesso palla ed i rosanero bravi ad uscire sulla lunga distanza. La rete del vantaggio siciliano arriva al 26′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Trajkovski, sul quale Chochev prolunga favorendo il tocco ravvicinato e vincente di Gonzalez. Il Cagliari potrebbe pareggiare al 30′ con Sau ma Fulignati salva provvidenzialmente così come, sul fronte opposto, Rafael evita un passivo peggiore su Chochev e Pezzella.

Prende lentamente le misure al Cagliari fino a prendere in mano le redini del gioco specialmente in zona offensiva. Parte al rallentatore per poi dare il meglio di sè ispirando i compagni da regista offensivo. Non offre il contributo necessario alla squadra.

5 Tradisce il buon inizio di gara probabilmente a causa della scarsa convinzione. Nega la gioia del raddoppio a Chochev e Pezzella con due interventi spettacolari. Come Henrique dall’altra parte, si nasconde per il campo. (Alessandro Rinoldi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori