DIRETTA / Palermo Cagliari (risultato finale 1-3) info streaming video e tv: Chiude Ionita con una doppietta!

- Claudio Franceschini

Diretta Palermo Cagliari: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la trentesima giornata del campionato di Serie A

DiGennaro_Cagliari_Palermo_lapresse_2017
Davide Di Gennaro (Cagliari) in azione contro il Palermo (Foto LaPresse)

Allo Stadio Renzo Barbera il Cagliari supera meritatamente il Palermo in rimonta per 3 a 1. Nel primo tempo i padroni di casa erano riusciti a passare in vantaggio con Gonzalez al 26′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma gli ospiti rientrano in campo per il secondo tempo con lo spirito giusto e pareggiano al 48′ con Ionita per poi portarsi avanti con Borriello al 58′, bravissimo nello sfruttare l’errata conclusione del suo compagno Sau. Nel finale c’è spazio pure per la doppietta di Ionita dell’89’ spedendo il pallone tra le gambe di Fulignati al termine di una bella azione personale. Il Palermo a fine gara è stato contestato dai suoi tifosi presenti sulle tribune dell’impianto ed ora rimangono poche speranze di vedere i siciliani in serie A anche nella prossima stagione.

Quando manca appena una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Palermo e Cagliari, il punteggio è cambiato nuovamente ed è ora di 1 a 2. Dopo aver rimesso le cose a posto ad inizio ripresa, dieci minuti più tardi, precisamente al 58′, gli ospiti di mister Rastelli trovano la rete del vantaggio con Borriello, preciso e lucido nel raccogliere il tiro sbilenco di Sau in mezzo alla difesa avversaria per piazzare il pallone alle spalle del portiere Fulignati. Nemmeno la sostituzione di Gazzi con Balogh, l’unica sin qui nella gara, sembra risollevare le sorti dei siciliani.

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Palermo e Cagliari è ora di 1 a 1. In questo inizio di secondo tempo i sardi partono molto bene e trovano quasi subito la rete del pareggio al 48′ grazie al colpo di testa di Ionita, bravo nell’approfittare del corner di Tachtsidis con un colpo di testa. Entrambi gli allenatori hanno deciso di iniziare la ripresa senza effettuare alcuna sostituzione. 

Al termine della prima frazione di gioco le formazioni di Palermo e Cagliari sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sull’1 a 0. Dopo il vantaggio segnato da Gonzalez al 26′ sono i portieri i veri protagonisti nel finale del primo tempo con Fulignati bravissimo nello sventare lo spunto di Sau e, sul fronte opposto, Rafael strepitoso nel salvare su Chochev, deviando il pallone sul palo con i piedi, e su Pezzella. Ammoniti rispettivamente Gazzi ed Isla fino a questo momento.

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Palermo e Cagliari è di 1 a 0. Entrambe le squadre appaiono poco lucide in fase offensive ma la difesa dei sardi sventa quasi sempre le conclusioni avversarie murandole coi propri giocatori. I rosanero si accendono però al 20′ con Nestorovski, il cui colpo di testa termina sul fondo, ed al 21′, quando la sua conclusione viene provvidenzialmente deviata in calcio d’angolo da Rafael. Il vantaggio del Palermo arriva al 26′ grazie alla deviazione sotto porta, forse in fuorigioco, da parte di Gonzalez sugli sviluppi di un corner e dopo la deviazione di Chochev.

Al Renzo Barbera la partita tra Palermo e Cagliari è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. In questa fase iniziale dell’incontro gli ospiti provano ad imporre il proprio gioco attraverso un possesso palla prolungato sebbene i padroni di casa riescano ad uscire sulla distanza. L’arbitro Valeri ha già fischiato diversi falli che hanno rallentato il ritmo della gara, ammonendo pure Gazzi al 5′.

Allo Stadio Renzo Berbera si gioca una gara fondamentale per la corsa alla salvezza. I rosanero si schierano con il solti modulo con Fulginati che partirà tra i titolari in porta. Davanti invece Nestorovski sarà accompagnato da Trajkovski. Dall’altra parte invece il compagno di Marco Borriello è a sorpresa Marco Sau. I due formano una coppia d’attacco che si abbina bene e che ha nella fisicità del primo e la rapidità del secondo due punti forti. Ecco le formazioni ufficiali di Palermo-Cagliari, calcio d’inizio alle ore 15. Fulignati; Vitiello, G. Gonzalez, Goldaniga; Rispoli, Bruno Henrique, Gazzi, Chochev, Pezzella; A. Trajkovski, Nestorovski. Allenatore: Diego Lopez Rafael A.; Isla, Bruno Alves, Pisacane, Murru; Padoin, Tachtsidis, Ionita; Joao Pedro; Sau, Borriello. Allenatore: Massimo Rastelli. (agg. di Matteo Fantozzi) 

Questo in programma nella 30^ giornata di Serie A sarà il match numero 34 tra Palermo e Cagliari: andiamo quindi a curiosare nei precedenti testa a testa tra le due formazioni attese a ore al Barbera. L’ultimo scontro diretto tra le due compagini risale, come è facile immaginare al girone di andata del campionato di A in corso, ove in terra sarda, il tabellone sorrise per 2-1 ai rossoblu, in gol con Dessena (in doppietta) a cui rispose per i rosanero il solito Nestorovski. Al Barbera questo pomeriggio il Cagliari vorrà sicuramente vendicare il 5 a 0 subito nella stagione 2015-2016, ultimo precedente in terra siciliana tra le due formazioni: all’epoca la manita fu firmata da Morganella, Munoz, Dybala in doppietta e Barreto. Molto datato l’ultimo successo sardo al Barbera: era la 31^ giornata del campionato di serie A 2006-2007, e il risultato fu fissato per i rossoblù per 3-1 grazie ai gol di Suazo e Pepe. (agg Michela Colombo) 

Il Palermo ospita al Barbera il Cagliari per la 30^ giornata di campionato di Serie A: vediamo dunque alcune statistiche relative alle stagioni delle squadre di Diego Lopez e Massimo Rastelli. I padroni di casa hanno sin qui realizzato 24 gol subendone però la bellezza di 60. Una fragilità emersa soprattutto nell’ultima terzo di gara, quando il Palermo ha incassato il 50% dei gol subiti. In fase offensiva la squadra rosanero ha prodotto 572 azioni d’attacco che hanno dato vita a 211 tiri, di cui 111 all’interno dello specchio della porta, mentre il possesso di palla in media è pari a 24 minuti e 45 secondi a partita per i siciliani. Il Cagliari invece ha messo a segno 36 gol, subendone 58: bene in attacco, molto meno in difesa. In fase offensiva i sardi hanno creato 541 occasioni da gol tirando 222 volte nel corso di questo campionato, di cui 132 all’interno dello specchio delle porte avversarie, mentre il possesso palla medio a partita è di soli 22 minuti e 34 secondi per il Cagliari. (agg. di Mauro Mantegazza)  

Palermo Cagliari sarà diretta dall’arbitro Paolo Valeri di Roma, designato dall’Aia per dirigere questa delicata partita della 30^ giornata di Serie A. Con l’arbitro scenderanno sul terreno di gioco dello stadio Renzo Barbera-La Favorita di Palermo anche Marzaloni quale quarto uomo, gli assistenti di linea Posado e De Meo ed i due addizionali di porta Di Bello e Sacchi. In questa stagione Valeri ha già collezionato 19 gettoni di presenza, di cui ben 13 in Serie A. Statisticamente ha una media di 5,15 cartellini gialli ad incontro, quattro espulsioni complessive (due per rosso diretto e altrettante per somma di ammonizioni) mentre ha fischiato otto calci di rigore, quasi uno ogni due gare, di cui cinque in campionato. Valeri quest’anno ha già diretto il Palermo nella sconfitta casalinga subita per mano della Juventus per 1-0, mentre per il Cagliari c’è il lieto precedente della vittoria per 2-1 a San Siro con l’Inter, forse il vertice della stagione della squadra sarda. (agg. di Mauro Mantegazza)

Verrà diretta dall’arbitro Valeri; in programma domenica 2 aprile alle ore 15, vale per la trentesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017. Una partita che sa tanto di ultimissima chiamata per i rosanero che potrebbero, in via teorica, ancora aspirare a quella che sarebbe una miracolosa salvezza, in ragione di un Empoli (prima squadra salva) che a sua volta sta facendo fatica a fare risultati.

In questo momento il Palermo occupa il 18esimo posto con 15 punti ed uno score di 24 reti realizzate e 60 incassate. Il distacco dall’Empoli è di 7 punti ma il problema è che la squadra siciliana nelle ultime cinque ha raccolto un solo punto. Il Cagliari occupa invece il 14esimo posto con 32 punti ed uno score di 36 gol realizzati e 58 subiti. 

I sardi nelle ultime cinque giornate di campionato sono riusciti a mettere da parte 5 punti che non rappresentano un bottino eccezionale ma che comunque, visto l’andamento del torneo, sembrano più che sufficienti per vivere un finale di stagione in tutta tranquillità. Nella gara di andata giocata al Sant’Elia si è consumata la vittoria del Cagliari con il punteggio di 2-1 grazie ad una strepitosa doppietta di Dessena che ha reso inutile il gol nel finale del solito Nestorovski.

L’ultima sfida al Barbera si è consumata nel gennaio del 2015 con netta vittoria dei rosanero per 5-0 con doppietta di Paulo Dybala, Munoz, Morganella e Barreto. Da segnalare che il Cagliari non vince a Palermo in Serie A dal lontano aprile del 2007 con punteggio di 3-1 grazie ai gol di David Suazo e Simone Pepe. Il Palermo deve fare i conti con le sicure indisponibilità di Rispoli e Diamanti mentre sono da valutare le condizioni fisiche dello svedese Silva e del serbo Rajokovic.

Probabile che si vada nuovamente verso uno schieramento basato su una difesa a 3, folto centrocampo a 6 con due elementi più avanzati da supporto all’unica punta di ruolo. In porta Posavec mentre in difesa Morganella prende il posto di Rispoli sul centrodestra, Goldaniga nel mezzo e dall’altra parte Gonzalez. Per quanto concerne le corsie laterali, sulla destra c’è un ballottaggio tra Aleesami e Pezzella mentre sull’altro lato Cionek leggermente avanti rispetto a Balogh. In mezzo probabile rientro dalla squalifica di Bruno Henrique al cui fianco ci sarà Gazzi. Unica punta Nestorovski alle cui spalle gli daranno man forte Sallai e probabilmente Embalo al posto di Diamanti.

Nel Cagliari la lista degli indisponibili è abbastanza lunga: Barella, Borriello, Capuano, Dessena, Melchiorri e probabilmente anche Ceppitelli. Dunque si va verso una difesa a 4, cinque in mediana ed una sola punta. Per il ruolo di punto l’indiziato numero uno è Sau con alle sue spalle giocatori in grado di assicurare copertura ed ottimo sostegno nella fase d’attacco come Joao Pedro e Ionita. A centrocampo Tachtsidis nel mezzo con ai fianchi l’ex Juventus Padoin e Farago in luogo dell’infortunato Dessena. In porta Rafael mentre la linea difensiva si dovrebbe comporre con Mauricio Isla nel ruolo di terzino destro, il portoghese Bruno Alves con al fianco Pisacane nel mezzo e Murru a spingere sull’out di sinistra.

La chiave tattica è tutta sulle corsie laterali, in quanto le due formazioni presentano molti giocatori nel mezzo con spazi piuttosto angusti e tendono a occupare la zona nevralgica del campo tendendo a fare molta densità. Teoricamente questo dovrebbe favorire il Palermo che presenta più uomini sulle corsie anche se c’è una mancanza di efficacia sotto porta. Non è da escludere che durante il corso dell’incontro in fase di non possesso nel Cagliari Ionita possa scalare a destra con Farago più centrale e Padoin che diventi a tutti gli effetti un laterale di sinistra.

Complice il fattore campo e le tante assenze in casa Cagliari per la Snai in questo incontro il Palermo è abbastanza favorito. Infatti la vittoria dei siciliani è stata fissata a 2,35 contro il 3,00 dell’eventuale successo del Cagliari ed il 3,35 per il pareggio. Indecifrabile secondo Snai il match sotto il profilo del numero di marcature complessive tant’è che l’evento Under 2,5 è a 1,80 e l’Over 2,5 a 1,90.

Palermo Cagliari sarà un’esclusiva in diretta tv per gli abbonati al pacchetto Calcio di Sky: l’appuntamento è su Sky Calcio 4 (canale 254) ma non va dimenticata la possibilità di seguire il programma Diretta Gol Serie A, che su Sky Super Calcio (206) mostra in tempo reale i gol e gli highlights di tutte le partite che si giocano in contemporanea. Programmazione visibile anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori