PESCARA MILAN / Probabili formazioni: quote, novità live. Tre rossoneri in diffida (Serie A 2017)

Probabili formazioni Pescara Milan: le quote e le ultime novità sugli schieramenti della partita che si gioca allo stadio Adriatico per la trentesima giornata del campionato di Serie A

02.04.2017 - Claudio Franceschini
Kucka_Zampano_Milan_Pescara_lapresse_2017
(LaPresse)

Nellanalisi delle probabili formazioni di Pescara Milan, andiamo adesso a ricordare quali sono i giocatori diffidati nelle due squadre, che dunque sono a rischio squalifica, che scatterà al prossimo cartellino giallo. Per il Pescara lunico diffidato è Benali, quindi per gli abruzzesi e il loro allenatore Zdenek Zeman cè almeno una buona notizia in vista della delicata partita di sabato prossimo in casa dellEmpoli, dalla quale passeranno le residue speranze di salvezza del fanalino di coda della classifica. Per il Milan di Vincenzo Montella invece il prossimo impegno sarà quello in casa contro il Palermo, ma dopo ci sarà il derby del sabato di Pasqua, snodo decisivo per la stagione milanista: al momento i giocatori diffidati fra i rossoneri sono tre, cioè De Sciglio, Pasalic e Ocampos. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Nella 30^ giornata di campionato sia Zeman, che Montella devono fare i conti con una panchina non troppo fornita, ma che di certo ha vissuto anche momenti peggiori in questa stagione affatto semplice di campionato. In casa del Pescara pesano infatti le assenze di Coda, Stendardo, Pepe e Gilardino, il che porteranno a ballottaggi in campo per la maglia da titolare: saranno quindi in panchina Campagnaro e Bruno, assieme a Brugman, Kastanos, Cubas e Muric, oltre a Mitrita e Bahebeck, questultimo però dato in campo nella ripresa. Montella invece soffre di un infermeria piena e che si svuoterà pare solo a stagione finita: la situazione comunque non è nuova e già diverse volte il tecnico rossonero è riuscito a porre rimedio a questo inconveniente durante questa stagione. Rimarranno comunque ai box per questo match Calabria e Gustavo Gomez, oltre a Zapata e Antonelli. Sempre in panchina per i rossonero dovremmo vedere anche Poli e Locatelli, oltre a Bertolacci, Honda, Pasalic e Lapadula (osservato speciale in quanto ex del match). (agg Michela Colombo)

Il Pescara giocherà in casa contro il Milan: partita sulla carta scontata, ma vediamo chi potrebbe risultare decisivo allAdriatico in base alle statistiche individuali di questo campionato. Gli abruzzesi tenteranno di lasciare l’ultimo posto con i gol di Gianluca Caprari, finora miglior realizzatore della squadra con sette segnature. Nella classifica degli assist tra gli uomini della squadra ora allenata da Zdenek Zeman il primo posto è appannaggio di Francesco Zampano, che ne ha distribuiti cinque. L’attaccante più prolifico del Milan allenato da Vincenzo Montella è senza dubbio il colombiano Carlos Bacca, arrivato a quota dodici reti in questa Serie A, mentre Suso, che è importante per i rossoneri anche dal punto di vista realizzativo dato che ha segnato sei reti, domina nella classifica dei passaggi vincenti, avendone forniti ben sette ai propri compagni. (agg. di Mauro Mantegazza)

Allo Stadio Adriatico si gioca un Pescara-Milan importante per entrambe le compagini. Tra i protagonisti sicuramente ci sarà Sulley Muntari che con il Milan ha scritto le pagine più importanti della sua carriera. Tutti ricorderanno il famoso gol di Muntari non visto contro la Juventus, ma il calciatore ghanese con il Milan ha collezionato settanta presenze e ben undici reti. Grandi successi per Muntari anche sull’altra sponda del naviglio dove con l’Inter ha vinto due Scudetti e una Champions League nel famoso anno del triplete di Josè Mourinho. Dopo una breve esperienza negli Emirati all’Al-Ittihad ha deciso di tornare in Italia chiamato dal suo amico Massimo Oddo, con il quale giocava proprio al Milan, prima che quest’ultimo fosse esonerato per lasciar spazio a Zdenek Zeman. Tra i rossoneri ovviamente c’è grande attenzione a Gerard Deulofeu che è un giocatore rapido e dotato di grande passo e intelligenza nello scegliere i tempi di inserimento. Staremo a vedere come si comporterà dopo la sosta di campionato per le nazionali. (agg. di Matteo Fantozzi)

All’Adriatico si gioca Pescara-Milan gara che offre già molti punti di domanda a iniziare dalle probabili formazioni. Zdenek Zeman si deve inventare qualcosa per evitare l’ennesima sconfitta e dare una briciola di speranza al Delfino di salvarsi. Il primo ballottaggio è in mezzo alla difesa dove Fornasier è favorito su Hugo Campagnaro. In mezzo al campo invece Sulley Muntari si gioca una maglia con Bruno che fino alla squalifica è stato sempre considerato titolare inamovibile dal boemo. Problemi a sinistra per Vincenzo Montella che dovrà decidere se schierare Alessio Romagnoli inserendo al centro Cristian Zapata oppure se lasciare fuori il colombiano, reduce da un volo transoceanico, per far spazio sulla corsia a Leonel Vangioni. In mezzo al campo dovrebbe essere confermato Mati Fernandez con Manuel Locatelli che si gioca una maglia per partire titolare. Davanti invece il dubbio è per chi dovrà sostituire Suso, Ocampos è favorito su Keisuke Honda che non si vede da troppo tempo tra i titolari.

, valida per la trentesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017, si gioca allo stadio Adriatico domenica 2 aprile, con calcio dinizio alle ore 15. Il Pescara è ormai condannato alla retrocessione: deve recuperare 10 punti in 9 giornate e, sul campo, ne ha centrati 9 in 29 turni. Messa così unimpresa disperata, anche se le favole nel calcio esistono; il Milan insegue un posto nella prossima Europa che significherebbe tornare a giocare le coppe dopo tre anni, unattesa lunghissima se comparata alla storia internazionale dei rossoneri. Aspettando il calcio dinizio della partita, andiamo a valutare quelle che potrebbero essere le scelte dei due allenatori per la sfida di oggi studiando nel dettaglio le probabili formazioni di Pescara Milan.

Per Pescara Milan, valida per la trentesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017, le quote previste dalla Snai ci danno le seguenti informazioni: la vittoria del Pescara (segno 1) vale 6,00, il pareggio (segno X) è quotato 4,50 mentre la vittoria della Milan (segno 2) vi permetterà di vincere 1,50 volte la somma che avrete deciso di investire.

Non solo lultimo posto in classifica: il Pescara deve anche fare i conti con una rosa che si è accorciata per i tanti infortuni che nel corso della stagione lhanno fermata. Per esempio: da quando è arrivato, Gilardino non ha praticamente mai giocato, e chissà cosa sarebbe potuto essere se il veterano biellese (che oggi avrebbe disputato la partita da ex) fosse stato a piena disposizione di Massimo Oddo (che ai tempi era lallenatore). Oggi la prima punta è il giovane Cerri, che non ha ancora la caratura del Gila; a supportarlo Benali e il rientrante Caprari, con un centrocampo nel quale Ledian Memushaj agisce da interno e Verre fa laltra mezzala, mentre in mezzo nel ruolo di finto regista (o meglio, di perno davanti alla difesa) se la giocano Muntari (altro ex) e Alessandro Bruno con il primo che al momento sembra avere un passo di vantaggio. I problemi ci sono anche in difesa: fuori Stendardo Coda che sarebbero i due centrali titolari, Fornasier fa coppia con Cesare Bovo. Se non altro ci sono gli esterni Zampano e Biraghi; in porta giocherà invece Albano Bizzarri, forse una delle poche note positive nella disastrata stagione del Pescara.

Lapadula torna allAdriatico, dove ha ottenuto la promozione in Serie A con titolo di capocannoniere; tuttavia non dovrebbe essere lui a iniziare la partita, perchè Vincenzo Montella gli dovrebbe preferire un Bacca che sembra essere tornato a segnare con buona regolarità. Nel tridente mancherà ancora Suso, oltre ovviamente a Bonaventura che ha terminato in anticipo la stagione; cè Ocampos, e cè soprattutto un Deulofeu che arriva da uno spezzone di amichevole contro la Francia in cui è stato il grande protagonista, e che ha rilasciato parole di amore nei confronti del Milan. Le defezioni ci sono poi nel reparto arretrato: stagione finita per Abate, dunque De Sciglio viene nuovamente dirottato a destra con Vangioni che dovrebbe godere della conferma (guadagnata) sulla corsia opposta. Romagnoli sarà uno dei due centrali, laltro dovrebbe essere Paletta che rimane in vantaggio su Zapata mentre sono nettamente calate le quotazioni di Gustavo Gomez; a centrocampo più José Sosa che Locatelli, più Kucka che Pasalic ma il croato resta in ballottaggio anche con Mati Fernandez, che al momento è il favorito per giocare da titolare (senza dimenticarsi di Bertolacci, un altro che potrebbe essere in campo dal primo minuto).

31 Bizzarri; 11 F. Zampano, 44 Fornasier, 83 C. Bovo, 3 Biraghi; 7 Verre, 13 Muntari, 8 L. Memushaj; 10 Benali, 20 Cerri, 17 Caprari

A disposizione: 1 Fiorillo, 12 Aldegani, 14 Campagnaro, 2 A. Crescenzi, 33 Coulibaly, 5 A. Bruno, 16 Brugman, 9 Kastanos, 36 Cubas, 30 Muric, 28 Mitrita, 15 Bahebeck

Allenatore: Zdenek Zeman

Squalificati: –

Indisponibili: A. Coda, Stendardo, Pepe, Gilardino

99 G. Donnarumma; 2 De Sciglio, 29 Paletta, 13 A. Romagnoli, 21 Vangioni; 33 Kucka, 23 J. Sosa, 14 Mati Fernandez; 11 Ocampos, 70 Bacca, 7 Deulofeu

A disposizione: 30 Storari, 35 Plizzari, 96 Calabria, 15 Gustavo Gomez, 17 C. Zapata, 31 Antonelli, 16 A. Poli, 73 M. Locatelli, 91 Bertolacci, 80 Pasalic, 10 Honda, 9 Lapadula

Allenatore: Vincenzo Montella

Squalificati: –

Indisponibili: Abate, Montolivo, Bertolacci, Bonaventura, Suso

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori