Monaco Avversario Juventus/ In semifinale: ritorno atteso allo Stadium (Sorteggio di Champions League 2017)

- La Redazione

Monaco avversario Juventus? I biancorossi sono una delle squadre che i bianconeri potrebbero incrociare nella semifinale di Champions League, sorteggio previsto venerdì 21 aprile

Mbappe_Falcao_Monaco_lapresse_2017
Radamel Falcao (LaPresse)

E il Monaco lavversario della Juventus alle prossime semifinali di Champions League 2016-2017: il sorteggio del massimo torneo continentale ha dato quindi il suo vaticinio e ha confermato le speranze dei tifosi bianconeri. Le urne di Nyon infatti non solo hanno individuato il miglior avversario sulla carta per la Juventus ma anche stabilito la cronologia migliore per la compagine di Allegri: in fatti la partita di andata delle semifinali si giocherà in casa della formazione monegasca al Louis II, mentre il ritorno che di fatto deciderà la finalista per la Champions League 2016-2017 si svolgerà a Torino allo Juventus Stadium. E infatti ormai nota a tutti la lunga fama di imbattila che la Juventus ha registrato sia in campionato che nelle competizioni internazionali tra le mura di amiche. Ricordiamo quindi che la prima semifinale di andata tra Monaco e  Juventus è attesa  tra il 2 e 3 maggio prossimo, mentre la fase di ritorno allo Juventus Stadium si giocherà tra il 9 e il 10 dello stesso mese, appena sette giorni dopo. 

Tra le squadre interessate al sorteggio delle semifinali di Champions League e potenziali avversarie della Juventus, soltanto due possono ancora ambire al Triplete, ovvero alla vittoria di questo torneo, del campionato e della coppa nazionale. Un riconoscimento non ufficiale, ma di grande prestigio come dimostra il fatto che poche squadre siano riuscite a centrarlo: Barcellona (due volte), Manchester United e Inter. Per questa stagione restano in corsa proprio la Juventus e il Monaco: i bianconeri sono al momento quelli messi meglio, perchè hanno un ampio vantaggio in Serie A (8 punti sulla Roma) e hanno già raggiunto la finale di Coppa Italia, la terza consecutiva e la seconda in tre anni contro la Lazio (dovessero vincere, diventerebbero la prima squadra di sempre ad aver vinto tre volte consecutivamente il trofeo). Il Monacocomanda la Ligue 1 con 3 punti di vantaggio sul Psg; i parigini sono anche la squadra che i biancorossi si troveranno di fronte nella semifinale di Coppa di Francia, che verrà giocata la prossima settimana, mentre dalla formazione di Unai Emery hanno già perso la finale della Coppa di Lega, che avrebbe potuto portare a un clamoroso poker nel Principato. Anche così la stagione del Monaco rischia di essere memorabile e irripetibile, così come quella della Juventus; ovviamente almeno una delle due non riuscirà a centrare il Triplete. (agg. di Claudio Franceschini)

Tra le potenziali avversarie della Juventus nella semifinale di Champions League (il sorteggio sta ormai per iniziare), sicuramente quella che possiamo definire come outsider del gruppo è il Monaco; non cerano molte fiche da spendere sulla formazione del Principato quando la Champions League 2016-2017 ha preso il via, eppure Leonardo Jardim è riuscito a trascinare i suoi fino alla semifinale, facendo anche meglio di due anni fa quando la corsa si era fermata ai quarti (come detto, proprio contro la Juventus). Il Monaco ha superato il Borussia Dortmund con un 6-3 totale: certamente la partita di andata è stata condizionata dallattentato subito dai giocatori gialloneri, ma anche così il valore del Monaco è emerso in tutta la sua evidenza. Basti pensare che il giocatore più rappresentativo sarebbe Radamel Falcao, già bomber di Porto e Atletico Madrid e leggermente decisivo in Europa; tuttavia non è il Tigre a prendersi le copertine dei giornali, bensì il diciannovenne Kylian Mbappé, gioiellino di casa che questanno è esploso arrivando a segnare 22 gol, 5 dei quali in 7 partite di Champions League peraltro tutti realizzati nella fase a eliminazione diretta (due contro il Manchester City e tre contro il Borussia Dortmund). E un classe 98 Mbappé, eppure si sta prendendo tutte le pagine dei giornali; vero che la difesa della Juventus ha saputo disinnescare gente come Messi, Suarez e Neymar, ma il suo profilo andrebbe studiato in maniera decisamente approfondita per non incappare in brutte sorprese (agg. di Claudio Franceschini)

La Juventus si appresta a conoscere la sua avversaria nella semifinale di Champions League: si avvicina il momento del sorteggio e, chiaramente, ognuno ha la propria idea su quale possa essere la squadra migliore da incrociare e quella che invece sarebbe meglio riservarsi per leventuale finale. Tuttavia i bianconeri hanno dato impressione di grande solidità davanti al Barcellona: in 180 minuti i blaugrana non sono riusciti a segnare un singolo gol, questanno era capitato soltanto due volte e casualmente sempre contro il Malaga (in campionato) e la stampa italiana ed estera è stata unanime nel dire che la qualificazione è ampiamente meritata e che si può sognare in grande. Lo ha detto benissimo Leonardo Bonucci ai microfoni di Premium Sport appena dopo la partita del Camp Nou: interpellato su quale squadra avrebbe voluto incontrare il difensore viterbese ha indicato nel Monaco quella che sembra più abbordabile, ma ha anche affermato con forza che è una domanda da fare alle altre, adesso sono loro che vorranno evitarci. In ogni caso anche il leader della difesa della Juventus ha dovuto ammettere che il Monaco sarebbe laffare migliore (agg. di Claudio Franceschini)

Potrebbe essere il Monaco lavversaria della Juventus nella semifinale di Champions League 2016-2017: oggi il sorteggio potrebbe consegnare ai bianconeri una sfida che era già andata in scena nei quarti di due anni fa, che la squadra di Massimiliano Allegri aveva superato ma che si era trasformata in 180 minuti durissimi, risolti soltanto da un rigore di Arturo Vidal. Oggi come allora, il Monaco resta la squadra che forse tutte le qualificate alle semifinali vogliono incontrare: non è una mancanza di rispetto ma la constatazione di un valore inferiore alle altre realtà. Pure, i transalpini non vanno affatto sottovalutati: tra ottavi e quarti sono stati capaci di segnare la bellezza di 12 gol a squadra come Manchester City e Borussia Dortmund, e dunque vanno presi con le pinze.

Hanno in Leonardo Jardim un ottimo allenatore che ha saputo costruire un progetto vincente: il tecnico portoghese ha valorizzato la crescita di giovani come Bernardo Silva, Fabinho, Tiemoué Bakayoko e soprattutto Kylian Mbappé, elementi che oggi sono lanima della squadra e che fanno del Monaco una squadra veloce e votata allattacco, che potrebbe essere molto difficile da affrontare perchè va a mille allora, e perchè una realtà del genere trae linfa vitale dallentusiasmo di andare oltre i propri limiti. 

In più, se vogliamo parlare dei punti forti del Monaco, cè la presenza di Radamel Falcao: il Tigre, che si era perso nei prestiti in Premier League e in un grave infortunio, è tornato nel Principato e minaccia di diventare nuovamente quellattaccante che con Porto e Atletico Madrid faceva la differenza sempre e comunque, e che con Mbappé forma una coppia offensiva di grande affiatamento. Poi ci sono i rovesci della medaglia: il Monaco ha incassato 9 gol nelle quattro partite di cui sopra, è una squadra che gioca per segnare più degli avversari ma contro la Juventus vista nella doppia sfida al Barcellona la tattica non sembra essere delle più fortunate.

In più lentusiasmo è ottima cosa, ma siamo in una semifinale di Champions League e i reali valori possono fare la differenza ben più dellemotività del momento. Come nota a margine, anche se toglie poco o nulla a quanto la squadra di Jardim ha fatto fino a qui in questo torneo, non sappiamo come sarebbe finito il quarto di finale senza lattentato subito dai giocatori del Borussia Dortmund. Al netto di questa considerazione, qualora dovesse pescarlo come avversario, la Juventus dovrebbe comunque pagare il giusto rispetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori