PAGELLE / Sassuolo Napoli (2-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2017)

- La Redazione

Pagelle Sassuolo Napoli: Fantacalcio, i voti ai protagonisti della partita che si è giocata domenica 23 aprile ed è stata valida per la trentatreesima giornata del campionato di Serie A

Sarri_Napoli_tuta_lapresse_2017
Napoli, Sarri (LaPresse)

Sassuolo-Napoli termina con il risultato di 2-2. Il migliore in campo è Mertens, seguito da Duncan. Deludono invece Jorginho e Sensi. Emozioni a non finire e pioggia di gol al Mapei Stadium. Partita divertente e apprezzabile. Dopo aver rimontato l’iniziale svantaggio di Mertens, cestina tutto facendosi raggiungere in modo ingenuo nel finale. Quando la gara era praticamente in pugno, il club partenopeo inizia a commettere una serie di errori da bollino rosso. Punti gettati al vento. Le immagini gli danno ragione: giusto non dare il rigore al Napoli nel finale. Paolo Cannavaro non sembra commettere fallo di mano. L’unico dubbio è nel primo tempo sul contatto Dell’Orco-Mertens. Nel complesso la direzione è sufficiente.

CONSIGLI 6 – Attento quando viene chiamato in causa. Incolpevole su Mertens e Milik.

LIROLA 5 – Come Dell’Orco dall’altra parte, soffre tantissimo gli attacchi del Napoli sulle fasce. Insigne, a tratti, è incontenibile.

P. CANNAVARO 6 – Non sempre elegante ma sicuramente efficace. Contiene come può Insigne e si sdoppia su Mertens.

ACERBI 6,5 – Gioca una gara ordinata e attenta come tutto il Sassuolo. Si fa beffare nel finale insieme a tutta la retroguardia da uno spietato Milik.

DELL’ORCO 5 – Soffre tantissimo lo sprint di Callejon. Lasciato solo, rischia spesso di combinare la frittata. Nel primo tempo rischia di provocare un calcio di rigore per un contatto con Mertens.

LO. PELLEGRINI 5,5 – Gioca 45′ in cui fa vedere tutto il bello e il brutto del suo repertorio. Recuperi importanti ma anche tanti errori tecnici. giovane e il futuro è dalla sua parte (dal 46′ MAZZITELLI 6,5 – Segna un bel gol vanificato dal pareggio finale di Milik).

SENSI 5 – Regia appannata. Non riesce a trovare la giusta posizione e in generale perde palloni velenosi. Migliora nella ripresa.

DUNCAN 6,5 – Il migliore in campo del Sassuolo. Finché ha energia lotta e corre su ogni pallone. Apprezzabile sia in fase di possesso che in quella di non possesso.

D. BERARDI 6,5 – Approfitta della follia di Hamsik e deposita in rete il pallone del momentaneo 1-1. Un gol che ridà morale a questo ragazzo in vista del finale di stagione (dal 79′ F. RICCI – SV).

DEFREL 5 – Primo tempo molto opaco. Il francese si muove molto ma risulta inefficace. Gli unici guizzi degni di nota sono due: l’assist per il piazzato di Berardi e il tiro al volo terminato altissimo. Troppo poco per incidere (dal 46′ MATRI 5,5 – Non riesce a incidere ma è decisamente più utile di Defrel).

RAGUSA 6 – Si vede pochissimo ma torna in gara con l’assist per il momentaneo 2-1 di Mazzitelli. A suo modo risulta prezioso.

ALL. DI FRANCESCO 6,5 – Prepara la gara in modo intelligente e riesce per una buona parte di gara a imbrigliare il temutissimo Napoli.

REINA 6 – Non ha colpe particolari sulla rete di Berardi, né su quella di Mazzitelli. Bravo e attento su Pellegrini. In generale, poco lavoro da compiere.

HYSAJ 5,5 – Ragusa non si fa mai vedere ma l’albanese non ne approfitta e resta incollato nella propria metà campo. Scelta incomprensibile.

RAUL ALBIOL 6 – Non commette errori gravi e disputa una gara ordinata. Vince il duello con Defrel, contiene bene Matri. Assist nel finale per Milik che bilancia l’incertezza sul 2-1 di Mazzitelli.

KOULIBALY 5,5 – Un paio di macchie che condizionano il suo giudizio. Rischia di combinare la frittata nel primo tempo. Acquista sicurezza con il passare dei minuti.

STRINIC 6 – A differenza di Hysaj accompagna spesso l’azione in fase offensiva. Coinvolto suo malgrado nel pareggio di Berardi (dall’85’ GHOULAM – SV).

ALLAN 5 – Gara sottotono del centrocampista brasiliano. L’ex Udinese corre tanto ma lo fa a vuoto. Giusta la sostituzione (dal 69′ ZIELINSKI 6 – Sfiora subito il gol con un tiro terminato alto da posizione favorevole).

JORGINHO 5 – Schierato in cabina di regia, dovrebbe impostare l’azione per il Napoli ma finisce quasi sempre per nascondersi. Soffre tantissimo il pressing del Sassuolo, soprattutto nel primo tempo (dall’83’ MILIK 6,5 – Salva il Napoli segnando il definitivo 2-2 dagli sviluppi di un calcio d’angolo).

HAMSIK 5 – Scardina la difesa avversaria trovando un corridoio eccezionale per Callejon nell’azione che porterà al gol di Mertens. Rovina la sua prestazione con l’assist clamoroso a Berardi, con un retropassaggio di testa a Reina davvero clamoroso.

CALLEJON 6,5 – Un motorino inesauribile sulla corsia destra. Lo spagnolo attacca a testa bassa e taglia spesso sul primo palo. Sfiora il gol ma si riscatta con l’assist a Mertens.

MERTENS 6,5 – Segna il suo 22^ gol con un colpo di testa puntuale sull’assist di Callejon. Scheggia la traversa con una punizione magistrale.

L. INSIGNE 6,5 – Quando si accende fa spesso male alla difesa avversaria. Clamoroso palo colpito nel secondo tempo. Unica pecca: si è accentrato troppo.

ALL. SARRI 6 – Il suo Napoli compie un passo indietro. Con la gara praticamente in pugno, i suoi si fanno rimontare e si salvano soltanto nel finale. (Federico Giuliani)

Il primo tempo di Sassuolo-Napoli termina con il risultato di 0-0: andiamo a vedere le pagelle con i migliori e i peggiori di ciascuna squadra. Pronti, via. La gara resta in equilibrio per almeno 20′ abbondanti. Il Napoli prova a prendere in mano le redini del match ma non riesce a sviluppare la sua solita trama di gioco. Merito del Sassuolo, ben schierato da Di Francesco. Non solo i neroverdi non si scompongono e non concedono spazi agli avversari, ma reagiscono al giro palla partenopeo con un pressing intelligente e ordinato. Per assistere alla prima occasione degna di nota dobbiamo attendere il 20′, quando Mertens (6,5) parte in azione personale e viene steso in area emiliana da Dell’Orco (5): per Damato non ci sono gli estremi per il calcio di rigore. Il Napoli protesta con veemenza. Al 21′ un tiro dello scatenato Mertens dagli sviluppi di un corner viene deviato da Duncan (6,5). Al 31′ ecco la più grande occasione del match, con il solito Mertens che dalla sinistra apparecchia per il taglio sul secondo palo di Callejon (6): lo spagnolo calcia con il destro ma non trova lo specchio della porta di pochissimo. Poco dopo Consigli (6) neutralizza sia il tentativo di Hamsik (5,5) sia quello più pericoloso di Insigne (6). Il Sassuolo si fa vedere al 34′: Koulibaly sbaglia tutto e regala la sfera a Defrel (5). Il francese apre sulla destra per Berardi (6) che cerca subito il piazzato. Pallone fuori di un soffio. Nel finale è ancora il Sassuolo a rendersi pericoloso, con Duncan ad apparecchiare per Pellegrini: il numero 6 dei locali carica la bordata dal limite ma non impensierisce Reina. Primo tempo che termina a reti inviolate.

I ritmi non sono sempre altissimi ma il rapido giro palla messo in mostra dalle due squadre e le occasioni viste, contribuiscono a un discreto spettacolo Ottimo l’atteggiamento in fase di non possesso: squadra stretta, varchi chiusi e pressing ordinato. Squadra in crescita nel finale. Il centrocampista neroverde pressa e imposta con la stessa intensità. Le migliori cose arrivano dal suo piede. Il giovane terzino va spesso in difficoltà nel duello con Callejon. Rischia di provocare il rigore su Mertens.

Alla squadra di Sarri manca la scintilla in grado di cambiare le sorti del match. Il gioco non è fluido ma i partenopei hanno comunque creato diverse occasioni degne di nota. Parte in posizione centrale ma si allarga spesso sulla sinistra. Offre diversi assist interessanti ai compagni. Predica spesso nel deserto. Soffre il pressing del Sassuolo e non riesce a impostare con ordine. Resta la macchia del calcio di rigore non assegnato al Napoli per fallo di Dell’Orco su Mertens. (Federico Giuliani)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori