Diretta / Padova Ancona (risultato finale 2-2) info streaming video Sportube: Padova ancora in crisi!

- Mauro Mantegazza

Diretta Padova Ancona: info streaming video Sportube, probabili formazioni, orario, risultato live. La partita di Lega Pro girone B è in programma lunedì 24 aprile 2017

padova Serie C
Risultati Serie C 7^ giornata, repertorio LaPresse

Padova-Ancona termina 2-2 allo stadio ‘Euganeo’. Occasione persa, a dir poco, per i patavini: il sorprendente pari dell’Ancona è arrivato al minuto 66 e ancora con Paolucci, eroe di giornata per la squadra di De Patre! Pochi istanti prima, gol clamoroso mangiato da Alfageme, su assist di Dettori; quindi il sigillo della punta ospite sulla doppietta personale, con altro errore grave della retroguardia del Padova, prima occasione sprecata da Frediani e tap in vincente di Paolucci. La girandola di cambi nel finale non cambia granchè, anche se uno dei subentrati – Del Sante, per l’Ancona – impensierisce nuovamente i padroni di casa, con un tiro ben parato da Bindi. Negli ultimi istanti, però, grandi opportunità – da una parte e dall’altra – per piazzare il colpaccio: tiro di Gelonese servito da Frediani, deviato in angolo, prima; soprattutto, pallonetto all’ultimo minuto di recupero di De Cenco fuori misura, su ennesimo assist di Dettori, poi… Insomma emozioni vere fino all’ultimo respiro ma è parità: 2 punti buttati via, colpevolmente, per i padroni di casa e punticino abbastanza inutile per l’Ancona, in posizione sempre preoccupante in classifica.

Padova-Ancona è ripartita con il punto del sorpasso, del ribaltone, per i padroni di casa! Minuto 55, azione testarda di De Risio senza sbocchi e rimpallo che finisce a Favalli: siluro del centrocampista dei veneti, traiettoria imparabile e vantaggio Padova, ad un tempo esatto di distanza dal primo gol dell’Ancona… Colpo duro da assorbire per la squadra di De Patre, che deve ora inseguire; la prima mossa per il tecnico è stata la sostituzione di Agyei con Del Sante. E’ arrivato poi anche il primo cartellino, un giallo per Gelonese, per una trattenuta sul solito Madonna. Ma l’inerzia sembra in questo momento tutta favorevole ai padroni di casa, che hanno liberato poco fa al tiro Altinier: buono l’assist per lui da parte di Alfageme, alto il tiro della punta. Servirà un miracolo ai marchigiani, mentre i patavini intravedono la luce di uscita dal tunnel delle 4 sconfitte consecutive…

Padova-Ancona 1-1 a fine primo tempo allo stadio ‘Euganeo’. Si è fatto preferire il Padova nel finale di frazione e dopo aver trovato il punto del pari: a cavallo della mezzora, colpo di testa fuori di poco di Cappelletti e poi lancio in profondità di Dettori per Alfageme, ben anticipato dall’uscita di Anacoura. Il brivido per mister Brevi è arrivato al 34, sugli sviluppi di una punizione battuta in modo intelligente da Bambozzi; ancora assist invitante per Paolucci, meno rabbioso nella conclusione rispetto all’azione del gol e contenuto da Bindi. L’ultimo pericolo a referto, al 45, nell’area ospite: ennesima iniziativa di Madonna, tra i migliori, con angolo conquistato; sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, gran parata di Anacoura su Emerson, ma con bandierina alzata e gioco fermo… Situazione in equilibrio dunque a metà gara, ogni soluzione è aperta e gli stimoli certamente non mancano, da una parte e dall’altra!

partita alla grande per la squadra di De Patre, in vantaggio dopo meno di 5′ sul cronometro: alla prima occasione utile, grazie ad un liscio imbarazzante di Cappelletti, conclusione pronta ed efficace di Paolucci che fulmina Bindi e porta avanti nel parziale l’Ancona! I patavini, reduci da una serie nera (4 sconfitte di fila) vogliono reagire e stanno cercando ora di prendere in mano la partita; si tratta però di punti pesantissimi per gli ospiti, invischiati nella lotta per la salvezza… Per questo fondamentale potrebbe rivelarsi l’1-1 a firma Altinier, al quarto d’ora: ancora una volta difesa colpevole, con un colpo di testa impreciso di Zampa, su traversone di Madonna. Letale come il collega Paolucci anche l’attaccante di Brevi, freddo nel superare Anacoura. Andamento mosso della gara dunque, risultato aperto e – al netto degli errori, abbastanza clamorosi – contesa frizzante e tutta da seguire!

Ancona-Padova sta ormai per cominciare allo stadio Del Conero: vediamo quindi come si presentano le due compagini in campo. I veneti hanno la seconda miglior difesa del campionato con 28 reti subite e in casa viaggiano al ritmo di dieci vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte, con 24 reti fatte e undici incassate. L’Ancona ha il secondo peggior rendimento esterno con due vittorie, sei pareggi e nove sconfitte: i marchigiani hanno segnato quattordici volte fuori casa. Benchè i patavini siano al quarto posto nella classifica generale, i numeri relativi lo stato di forma nel breve periodo non sono affatto positivi: negli ultimi 5 incontri disputati il Padova ha raccolto 1 vittorie e 4sconfitte di seguito, mentre lAncona ha realizzato un successo e un pareggio. (agg Michela Colombo) 

Ha parlato in vista della importante gara PadovaAncona. Il tecnico, come riporta PadovaGoal, ha sottolineato: “Visto che è sfumata la promozione diretta dovremo passare per forza dai playoff. La gara di domani è molto importante perché non veniamo da un periodo positivo. L’Ancona arriva invece da due risultati utili. E’ disperata perché non ha margine d’errore, ma non è affatto morta. Ci aspettiamo che sia una gara dura e complessa. La scoietà ci è stata vicina e sono venuti al campo per supportarci. Noi dobbiamo continuare a crederci. Queste tre gare magari non saranno determinanti per i playoff. Serve l’atteggiamento di condizione mentale migliore ma anche fisica potrebbe portare anche a far rifiatare qualcuno che è particolarmente stanco. Col Venezia abbiamo concesso poco, mentre col Pordenone la partita l’abbiamo fatta noi. L’avevamo anche pareggiata, ma come ci sta l’errore dell’allenatore o del calciatore possiamo dire che non siamo stati fortunati”. (agg. di Matteo Fantozzi) 

Il Padova scende oggi in campo contro lAncona nella 36^giornata di Lega Pro nella speranza di mettere fine alla striscia di risultati negativi, finora conseguiti. In attesa del fischio di inizio allEuganeo andiamo a vedere cosa ci può dire lo storico su questo scontro: negli anni recenti Padova e Ancona si sino affrontate in appena tre occasioni, tute raccolte nella regular season della terza serie con un bilancio di  due pareggi e un affermazione di patavini. Il testa a testa più recente tra Padova e Ancona risale al girone di andata della stagione di corso di Lega Pro, dove in terra marchigiana il risultato venne fissato sul 2-2, grazie ai gol di Samb e Momente per i padroni di casa e di Neto e Favalli per i patavini. La vittoria del Padova è invece più datata e risale alla 5^ giornata della stagione 2009-2012, dove i patavini vinsero in casa per 2-1. (agg Michela Colombo)

Dallarbitro Alberto Santoro oggi, lunedì 24 aprile 2017 alle ore 20.30, sarà uno dei tre posticipi della 36^ giornata del girone B di Lega Pro. Allo stadio Euganeo di Padova si affronteranno i padroni di casa e il fanalino di coda Ancona. I veneti, già sicuri dell’approdo ai play-off, proveranno a riprendersi il secondo posto per ottenere un miglior piazzamento in vista del post-season. Al momento i bianco-rossi sono in quarta posizione, a causa di quattro sconfitte consecutive che li hanno fatti precipitare. 

Situazione disperata per l’Ancona, che con sole tre giornate da disputare si trova a quattro punti di distanza dal penultimo posto, che permetterebbe ai marchigiani di disputare i play-out per mantenere la categoria. Viceversa la squadra sarebbe costretta ad abbandonare il terzo campionato calcistico italiano e giocare fra i dilettanti nella prossima stagione. I quattro punti nelle ultime due gare accrescono probabilmente i rimpianti di una squadra che, ad un certo punto della stagione, si è lasciata completamente andare ed è scivolata inesorabilmente all’ultimo posto in graduatoria.

Probabilmente il Padova ripeterà la formazione vista nello scontro al vertice con il Pordenone, terminato 1-0 per i friulani. Mister Oscar Brevi adotterà il modulo di gioco 3-5-2, schierando fra i pali Bindi. Con lui, a protezione della porta, ci saranno i tre difensori Emerson, Cappelletti e Russo. A centrocampo i tre interni saranno De Risio, Mandorlini e Mazzocco, mentre sulle due fasce giocheranno Madonna e Favalli. Infine la coppia di attaccanti centrali sarà formata da De Cenco e dal capitano e bomber Altinier, già autore di dodici reti in campionato.

L’Ancona invece cercherà di ripetere la buona prestazione fornita nell’ultimo match contro il Feralpisalò, non discostandosi dall’undici iniziale. Il modulo scelto dall’allenatore Tiziano De Patre sarà il 4-3-3 e vedrà giocare in porta l’estremo difensore Anacoura. In difesa sulle fasce ci saranno Daffara e Barilaro, mentre al centro giocheranno Cacioli e Ricci. I tre centrocampisti saranno il capitano Gelonese e le due mezzali Bambozzi e Zampa, mentre il tridente offensivo sarà formato da Voltan, Frediani e dalla punta centrale Paolucci.

LAncona proverà a fare la partita della vita, per alimentare ancora per qualche giorno le speranze di accedere ai play-out; non sarà facile portare a casa dei punti visto che il successo diventa fondamentale anche per il Padova, che non può permettersi ulteriori passi falsi se vuole centrare almeno il terzo posto. Dunque sarà una sfida con numerosi capovolgimenti di fronte, che molto probabilmente vedrà prevalere la squadra che per prima riuscirà a trovare la via del gol.

Come tutte le partite del campionato di Lega Pro e della Coppa Italia di categoria, anche Padova Ancona sarà trasmessa in diretta streaming video dal sito internet sportube.tv; da questanno il servizio del canale web Lega Pro Channel è a pagamento, per seguire le partite dinteresse si può acquistare uno dei pacchetti proposti dal portale oppure il singolo evento. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori