Moviola Serie A/ Pieri: Napoli-Juventus? Orsato fenomeno, il migliore in campo (esclusiva)

- int. Tiziano Pieri

Moviola Serie A, gli episodi più discussi della trentesima giornata: Tiziano Pieri parla in esclusiva dell’operato degli arbitri. Il più atteso era Daniele Orsato in Napoli-Juventus

Orsato_arbitro_lapresse_2017
Daniele Orsato arbitra in Qatar - La Presse

La 30esima giornata di Serie A si apre sabato 1 aprile alle 18 con Sassuolo-Lazio. La squadra biancoceleste vince 1-2 grazie ai gol di Immobile e all’autorete di Acerbi rimontando il rigore messo a segno da Berardi. In serata scende in campo l’altra romana. La Roma supera 2-0 all’Olimpico l’Empoli con la doppietta di Dzeko. Domenica a mezzogiorno scende in campo invece il Toro di Mihajlovic. I granata si fanno sorprendere dall’Udinese subendo gol da Jankto e Perica. Nel finale Moretti e Belotti sistemano la situazione fissando il risultato sul 2-2 finale. Sono 5 invece le partite in programma domenica alle 15. Passo falso del Milan, fermato 1-1 a Pescara. Abruzzesi in vantaggio grazie all’autogol di Paletta, causato dalla papera di Donnarumma. Pareggio rossonero di Pasalic. La Fiorentina supera invece il Bologna nel derby dell’Appennino. Risolve l’incontro Khouma Babacar. Atalanta travolgente invece al Ferraris. Gli orobici di mister Gasperini vincono 0-5 contro il Genoa: tripletta di Gomez e reti di Conti e Caldara. Vittorie esterne anche per Cagliari e Crotone. I sardi espugnano il Barbera 1-3. Rosanero avanti con Gonzalez ma Ionita (doppietta) e Borriello certificano la rimonta. Vince invece 1-2 il Crotone  al Bentegodi contro il Chievo. Per i rossoblù gol di Ferrari e Falcinelli, per i clivensi pareggio momentaneo di Pellissier. Il big match del 30esimo turno va in scena al San Paolo tra Napoli e Juventus. Bianconeri in vantaggio subito con Khedira, pareggio azzurro nel secondo tempo con Hamsik. Chiude il programma Inter-Sampdoria, in programma questa sera alle 21. Per analizzare le prestazioni arbitrali in questa giornata di campionato ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva Tiziano Pieri, ex arbitro di Serie A.

Buonasera, che ne pensa della direzione di Orsato in Napoli-Juve? Perfetto: è stato il migliore in campo. Per quanto tempo abbiamo sentito dire che Orsato era presuntuoso, arrogante; lui però ha saputo correggere gli eventuali limiti che aveva e ora è il Maradona degli arbitri, come dico sempre. Questa è stata l’ennesima prova. Monumentale.   

Per quanto riguarda gli episodi sui gol nulla da dire. Qualcuno è però rimasto perplesso dai mancati cartellini gialli dati a Insigne (proteste) e Mertens (tentativo di segnare con la mano). Poi forse anche un fallo di Bonucci su Mertens dal limite. Che ne pensa? Di fronte a una prova del genere come si fa a cercare il pelo nell’uovo? Ha diretto in maniera uniforme, ha sfoderato una prestazione mondiale. Quando c’è una situazione a rischio l’AIA manda sempre lui e prontamente dirige alla stragrande. Un fenomeno. Se chiedono com’è andata Napoli-Juventus si dovrebbe rispondere che c’è stato un fenomeno come arbitro. In Francia o in Inghilterra è facile arbitrare ma qui stiamo parlando di Italia, di Napoli-Juventus, di polemiche, di storia, della pressione che gli arbitri hanno dovuto sopportare quest’anno.

Per il resto giornata tutto sommato positiva. Pochi errori: uno sicuramente a Palermo, giusto? Sì, il gol dell’1-0 firmato da Gonzalez era da annullare. Il giocatore si trova in posizione di fuorigioco al momento dell’assist. Dunque errore dell’assistente De Neo.  

Gol invece regolare ma annullato a Belotti in Palermo-Torino? Esatto. L’attaccante è stato segnalato in fuorigioco ma la sua posizione era regolare. Decisione comunque difficile da prendere, l’azione era parecchio confusa.

Un altro errore è stato commesso in Roma-Empoli quando Thiam è stato abbattuto da Szczesny ma l’arbitro non ha concesso il rigore perché l’assistente aveva segnalato l’off-side. Che ne pensa? Sì. Il replay mostra che Fazio teneva in gioco Thiam per cui il fuorigioco non c’era. C’è invece il rigore per fallo del portiere. Quest’ultimo andava anche ammonito.

(Francesco Davide Zaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori