VIDEO/ Pescara-Milan (1-1): highlights e gol. Lapadula: puntiamo ancora all’Europa (Serie A 2017, 30^giornata)

- La Redazione

Video Pescara-Milan (1-1): highlights, gol e sintesi della partita disputata domenica 2 aprile 2017 allo stadio Adriatico, valida per la 30^giornata di Serie A

gianluca_caprari_pescara_lapresse_2017
Risultati Serie A: questa sera Pescara-Palermo (Foto LaPresse)

Osservato speciale per il match tra Pescara e Milan allAdriatico nella 30^giornata di serie A è stato senza dubbio Gianluca Lapadula, ora in maglia rossonera ma con un glorioso passato con i delfini. Lattaccante la termine della partita è stato fermato dia microfoni di Pescara calcio tv, ai cui microfoni ha dichiarato: è stato veramente molto bello, emozionate, tornare in questo stadio davanti a questa gente, peccato per il risultato. La cosa più importante è il ricordo che ho lasciato in questa città, oltre ai gol, è latteggiamento: spero di essere ricordato per questo. Oggi noi dovevamo vincere: grandissimo agonismo e massimo rispetto, ma ci dispiace per il risultato. Dobbiamo raggiungere lEuropa e abbiamo tutti i mezzi per farlo e faremo di tutto fin già dalla prossima domenica: ci crediamo fino alla fine. Non ho consigli da dare al Pescara, sono un gruppo eccezionale, li abbraccio tutti..

Tra i protagonisti in negativo del match tra Pescara e Milan, terminato per 1-2 nella 30^ giornata della serie A va annoverato proprio il portiere rossonero Gigi Donnarumma che tante soddisfazioni ha regalato e regala ai tifosi. Autore di una papera con la complicità di Paletta in area, ha sostanzialmente provocato lautogol per la formazione dei delfini, usciti dallAdriatico con un punto a bilancio. Al termine del match lo stesso Donnarumma è stato fermato dai microfoni di Sky Sport a cui ha dichiarato: mi dispiace per la squadra, per non aver vinto la partita, ma anche questo serve per la crescita. Ho dato il massimo come sempre: purtroppo capita e la prendo sempre a testa alta e vado avanti. Non è un errore che mi farà tirar giù di morale. Vado avanti con il sorriso, a giocare e scherzare coi compagni di squadra come sempre. Andiamo avanti a testa alta.

Nella 30^giornata di Serie A il Milan ferma la sua corsa verso leuropa impattano sull1-1 contro il Pescara allo stadio adriatico: prima un autogol di Paletta e poi il pareggio Pasalic per i rossoneri, regalato alla formazione di Montella un solo punto, troppo poco per continuare a sperare in un posto nelle coppe nella prossima stagione. Lo stesso tecnico rossonero, intervenendo nel post match con Pescara ha così descritto la prestazione dei suoi: nel secondo tempo la squadra ha giocato un po meglio, forzando la gara nel finale e creando 3-4 occasioni anche con orgoglio. Avessimo vinto la partita penso che sarebbe stata brava a sfruttare le occasioni nel finale e si sarebbe parlato di un Milan ancora una volta orgoglioso. Oggi lorgoglio non è bastato, dobbiamo fare meglio nel muoverci con la palla e senza. Abbiamo perso un set ma abbiamo tutte le possibilità per inseguire tutti i nostri obbiettivi.

Al Milan non è bastato il 65% di possesso palla per strappare i tre punti all’Adriatico contro il Pescara, la formazione di Montella era convinta di fare una scampagnata e soprattutto nella prima frazione di gioco ha messo in campo poca grinta e cattiveria, rimediando solamente in parte nella ripresa costringendo Fiorillo (che non giocava nella massima categoria da tre anni) a 6 parate, una delle quali decisiva su Lapadula. Ben 13 le conclusioni in porta per i rossoneri, la maggior parte delle quali però assolutamente innocue, 4 tiri nello specchio per il Pescara che, oltre all’autogol di Paletta, ha comunque creato qualche apprensione alla retroguardia avversaria. Milan sfortunato che nel finale ha anche colpito un legno con il palo di Romagnoli (che per due volte ha sfiorato il giol), da segnalare inoltre i 23 falli subiti dagli uomini di Montella, molto aggressiva la formazione di Zeman che ha letteralmente morso le caviglie agli avversari, un atteggiamento che ha fruttato un pari di prestigio anche se fine a se stesso, visto che la squadra abruzzese rimane comunque ultima in classifica a distanza considerevole dal quartultimo posto. I giocatori del Milan hanno recuperato 26 palloni con il Pescara che ha fatto parecchia fatica a dare continuità alle proprie manovre. Calabria da solo ha recuperato 5 palloni, a conferma della sua buona prestazioni, mentre Sosa ne ha persi ben 8 dimostrando di non essere sempre sul pezzo quest’oggi.

All’interno della trasmissione Sky Calcio Show è intervenuto il tecnico del Pescara, Zdenek Zeman: “Sono contento sia per la prestazione che per il risultato, il Milan è una squadra che appartiene all’elite del calcio italiano, da parte nostra abbiamo cercato di fare la nostra parte, peccato non aver approfittato di alcune occasioni in contropiede e di alcuni loro errori. I nostri limiti sono evidenti ma oggi abbiamo lottato e il punto ottenuto è davvero incoraggiante, ho intravisto qualche miglioria anche sul piano del gioco. Su Coulibaly c’è tanto lavoro da fare, non ha mai giocato a questi livelli e posso plasmarlo al meglio”.

Le parole del tecnico del Milan, Vincenzo Montella, ai microfoni di Sky Sport: “Com’era prevedibile è stata una partita insidiosa, siamo partiti male disputando un pessimo primo tempo dove eravamo lenti e prevedibili muovendoci poco senza palla. Nella ripresa abbiamo giocato decisamente meglio e potevamo vincere negli ultimi minuti quando abbiamo forzato la mano accelerando e creando almeno tre limpide palle gol, se il risultato fosse stato diverso ora si parlerebbe di altra grande prova d’orgoglio. Per il resto credo che dobbiamo migliorare i movimenti senza palla, peccato per la vittoria mancata ma ora penseremo subito ai prossimi impegni, Lazio, Atalanta e Inter sbagliano di grosso a considerarsi già in Europa League. Donnarumma ha dimostrato grande maturità nonostante l’errore, sono sicuro che ne farà tesoro”. (Stefano Belli)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori