DIRETTA / Arezzo Pontedera (risultato finale 1-1) streaming video Sportube:Kabashi pareggia al 91′

- Claudio Franceschini

Diretta Arezzo Pontedera: streaming video Sportube.tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il girone A di Lega Pro 2017 (33esima giornata)

Arezzo gruppo
Diretta Pianese Arezzo (foto repertorio LaPresse)

L’incontro tra Arezzo e Pontedera si è concluso sul punteggio di 1 a 1, a decidere il derby sono state le reti messe a segno da Moscardelli e da Kabashi nel corso del recupero. Dopo un primo tempo tutt’altro che entusiasmante, l’episodio decisivo avvenuto al 50′ quando Erpen, dopo essersi guadagnato, ha fallito un calcio di rigore costringendo però il Pontedera a giocare in inferiorità numerica per quasi quaranta minuti. Al 62′ proprio gli ospiti hanno reclamato per un rigore non concesso quando Santini dopo un entusiasmante azione personale è stato atterrato proprio al limite dell’area, il direttore di gara ha deciso però di assegnare solamente un calcio di punizione. Al 60′ i padroni di casa mandano in campo Arcidiacono e Moscardelli che hanno stravolto l’andamento dell’incontro. Al 70′ proprio su un cross di Arcidiacono, Foglia ha colpito di testa da ottima posizione mettendo di poco sopra la traversa. Al 74′ ancora Arezzo in avanti con Berzotti la cui potente conclusione da fuori area ha costretto Lori ad una complicata deviazione in calcio d’angolo. Al 78′ è arrivato il vantaggio dei padroni di casa con una stupenda punizione di Moscardelli che ha infilato il pallone imparabilmente sotto l’incrocio dei pali facendo esplodere il pubblico di casa che pregustava la vittoria che però è svanita durante il recupero al 91′ quando su una corta ribattuta della difesa di casa, Kabashi si è avventato sul pallone riuscendo a segnare con un bel tiro rasoterra di sinistro che ha regalato un’insperato punto al Pontedera che ha così interrotto la serie positiva dell’Arezzo che rallenta un pò la rincorsa alle posizioni in vetta alla classifica.

Siamo ormai giunti al 60′ della sfida tra Arezzo e Pontederea ed il punteggio è ancora inchiodato sullo 0 a 0 anche se i padroni di casa hanno avuto la grossa opportunità di sbloccare il risultato al 50′ quando l’arbitro, dopo una lunga consultazione col guardalinee, ha deciso di assegnare un calcio di rigore ai padroni di casa che però hanno fallito con Erpen che si è fatto parare il tiro da Lori che si è superato con un gran balzo sulla propria destra. La massima punizione era stata  proprio guadagnata dal fantasista che si era avventato sul cross di Corradi, bravo a liberarsi sul filo del fuorigioco, il difensore Videtta ha effettuato un contrasto con Erpren che l’arbitro in un primo momento non aveva considerato irregolare ma dopo un lungo consulto col coadiuvatore, ha deciso di fischiare il rigore ed estranendo il secondo cartellino giallo nei confronti di Videtta, ha allontanato il difensore dal campo lasciando gli ospiti in dieci uomini.

Quando siamo giunti al 20′ della sfida tra Arezzo e Pontedera il punteggio è ancora fermo sullo 0 a 0. Finora il derby toscano è ancora bloccato sulla parità e, nonostante l’Arezzo sia nettamente avanti in classifica, sono gli ospiti ad aver iniziato meglio la gara trascinati dal duo d’attacco Di Santo-Santini che sta mettendo in difficoltà con la grande velocità i padroni di casa. L’unica occasione creata la si è vista al 10′ quando Santini ha provato a sfondare partendo dall’out di destra e, dopo essersi accentrato, ha provato una conclusione che è finita di poco fuori. Partita sotto-ritmo e poco piacevole finora. 

Arezzo-Pontedera è un derby molto importante per entrambe le formazioni. I padroni di casa sono terzi e faranno di tutto per migliorare questa posizione; gli ospiti, al contrario, intendono archiviare al più presto la pratica salvezza. A questo proposito, il dg del Pontedera Paolo Giovannini ha fatto il punto della situazione a notiziediprato.it: Aver vinto contro il Prato è stato un passo avanti verso la salvezza, ma anche un passo avanti a livello di prestazioni, che stanno continuando ad arrivare, con una squadra compatta che riesce a ripartire molto bene nonostante le difficoltà in fase offensiva date dalle assenze. Siamo vivi, stiamo facendo un buon girone di ritorno, e adesso siamo più tranquilli. La strada è sempre lunga, le nostre tre trasferte, Alessandria, Carrara e Siena, sono proibitive, ma abbiamo poi anche tre gare interne dove dobbiamo cercare di ottenere almeno una vittoria e un pareggio, perché con circa 42-43 punti si può ottenere la salvezza. (agg. Giuliani Federico)

E attesa ormai a pochissimo il match tra Arezzo e Pontedera, decisivo derby toscano in programma nella 34^giornata di Lega Pro. Secondo le ultime statistiche gli aretini hanno vinto diciassette partite e hanno raccolto zero punti solo in sette occasioni: gli amaranto sono però andati in gol 44 volte, e hanno raccolto il pallone dalla porta in 31 casi. Il Pontedera sarebbe attualmente salvo nonostante le sole otto vittorie: merito dei tredici pareggi racimolati, e la rendono la squadra che ne ha ottenuti di più nel gruppo. I gol fatti fino a oggi dal Pontedera sono 33, circa uno per match in media, mentre le reti subite sono 44. Nonostante  vi siano ben 11 posizioni e 22 punti di distanza in classifica, i numeri relativi allo stato di forma nel breve periodo per Arezzo e Pontedera sono molto vicini: negli ultimi 5 incontri disputati infatti gli amaranto hanno raccolto 3 vittorie ,mentre i granata hanno ottenuto 5 risultati utili, di cui 3 pareggi. (agg Michela Colombo) 

Importante per entrambe le compagini sarà il derby toscano che oppone Arezzo e Pontedera nellultimo turno infrasettimanale del girone A di Lega Pro. L’Arezzo vuole continuare la sua serie positiva, visto che si trova al terzo posto e vuole mantenerlo in vista dei play-off per avere la posizione migliore possibile nella griglia degli spareggi di fine stagione. Il Pontedera invece vuole salvarsi e non ha ancora del tutto raggiunto lobiettivo, perciò ha bisogno di fare ancora risultato per scongiurare il rischio di venire risucchiato verso i play-out. Sono tre i precedenti complessivi fra queste due formazioni: si contano per ora due vittorie del Pontedera ed un pareggio, mentre lArezzo non ha ancora mai vinto contro lodierno avversario. Gli amaranto dunque vorranno invertire il trend anche perché all’andata furono sconfitti 3-2 grazie alla clamorosa tripletta di Santini che esaltò il Pontedera, mentre Moscardelli e Polidori segnarono vanamente per l’Arezzo. (aggiornamento di Mauro Mantegazza)  

diretta dall’arbitro Andrea Giuseppe Zanonato, si gioca per la quattordicesima di ritorno nel girone A di Lega Pro 2016-2017; squadre in campo martedì 4 aprile alle ore 20:30. Un altro derby toscano in questa giornata, che prevede anche il match fra Tuttocuoio e Siena a distanza di qualche ora. Nella gara di andata i pisani del Pontedera si imposero in casa con il punteggio di 3-2, in una gara che vide assoluto protagonista il bomber di casa Santini con 3 reti all’attivo.

La formazione allenata da Paolo Indiani, che proviene da un filotto di 5 risultati utili di fila ed è riuscita a lasciarsi alle spalle la zona calda della classifica, arriva a questo match con l’intenzione di dare seguito a questa ottima serie positiva e di confermare il trend che la vede imbattuta in 3 gare contro l’Arezzo. Ma l’Arezzo di Sottili, reduce da due importanti vittorie di fila, non può permettersi di lasciare punti per strada se vuole guadagnarsi una posizione strategica in vista dei play-off a fine stagione. 

La compagine amaranto, che detiene due punti di vantaggio sui rivali corregionali del Livorno, dopo l’ottima prova di carattere fornita a Piacenza, potrebbe alimentare l’entusiasmo di un ambiente che sogna il ritorno in B che manca ormai da troppi anni. Dopo la rifondazione del 2010, che ha cancellato le memorie di una gloriosa società con un’importante storia anche in Serie A, la squadra è riuscita a scalare in pochi anni le categorie minori, ed il raggiungimento della cadetteria sarebbe un primo importante traguardo. La strada verso la B rimane lunga e la concorrenza serrata, da parte di società altrettanto prestigiose come Cremonese e Livorno.

Per quanto concerne le probabili formazioni, il tecnico di casa Sottili prepara un 4-2-3-1 con Borra in porta, Sabatino, solini, Ferrario e Muscat a formare la linea difensiva, In mediana Cenetti e Foglia costituiscono la linea di protezione alla difesa, mentre Corradi sarà avanzato a trequartista. In attacco conferme in vista per Moscardelli al centro, con Arcidiacono e Polidori sugli esterni. Pronti ad entrare a gara in corso anche l’esperto Erpen ed il giovane Bearzotti.

Dall’altra parte il tecnico Indiani prepara il personalissimo 5-3-2 difensivo con Lori in porta, Gemignani e Calcagni sugli esterni, Vettori, Risaliti e Polvani al centro. In mediana Kabashi e Caponi hanno le chiavi della mediana, mentre Corsinelli e Della Latta dovrebbero aprirsi sugli esterni. In attacco spazio al numero 7 Santini come unica punta, con l’esperto Luigi Grassi pronto ad entrare dalla panchina per dare peso al reparto. Il tecnico aretino Sottili può contare su una rosa compatta e di ottimo spessore tecnico per dare l’assalto al secondo posto, attualmente in mano alla Cremonese di Tesser.

L’esperienza e la qualità tecnica di Moscardelli si sono rivelati fondamentali, nonostante lo scetticismo iniziale, al fine di concretizzare quanto di buono fatto vedere dagli aretini dal punto di vista del gioco. Dall’altra parte il 25enne Claudio Santini, spostato a poco a poco ad unica punta dopo essere partito da trequartista, ha tenuto a galla nei momenti complicati un Pontedera che ha accusato non poche difficoltà, ma che ha dimostrato di avere le qualità per rimanere in categoria.

Occhio anche alle statistiche, che vedono l’Arezzo la squadra con il miglior rendimento casalingo dopo l’Alessandria con 11 vittorie ed una sola sconfitta che risale a qualche settimana fa contro la Cremonese; potrebbe essere proprio questa la chiave della gara per gli aretini, che puntano anche su un supporto massiccio da parte del pubblico di casa.

Per Arezzo-Pontedera sono disponibili le quote stilate da Paddy Power: naturalmente i padroni di casa sono nettamente favoriti, è di 1,68 la quota per il segno 1 contro il 4,70 per il segno 2 che identifica la vittoria del Pontedera. Il segno X, da giocare per il pareggio, vi permetterà di vincere 3,60 volte la somma che deciderete di puntare.

Anche Arezzo Pontedera, come tutte le partite di Lega Pro, non sarà trasmessa in diretta tv; avrete tuttavia la possibilità di seguire la sfida in diretta streaming video, accedendo al portale Sportube.tv che ha l’esclusiva per la stagione della terza serie (anche la Coppa Italia) e che da quest’anno richiede il pagamento di una quota in abbonamento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori