Diretta / Napoli-Juventus (risultato finale 3-2) streaming video Rai tv: bianconeri in finale!

- Carlo Necchi

Diretta Napoli Juventus: info streaming video, probabili formazioni, quote, risultato live. La semifinale di ritorno della Coppa Italia si gioca mercoledì 5 aprile 2017

insigne_cuadrado_lapresse_2017
Cuadrado, esterno Juventus - LaPresse

Tempo scaduto al San Paolo, il Napoli batte la Juventus per 3 a 2 ma in finale ci vanno i bianconeri che dopo due anni concederanno la rivincita alla Lazio per la conquista della coppa nazionale. Anche nelle battute conclusive della gara prosegue l’assalto disperato dei padroni di casa che schiacciano gli avversari nella loro trequarti, finale di passione per i bianconeri che cercano con le ultime energie di impedire agli attaccanti di Sarri di penetrare in area, confidando in un altro infortunio di Neto che nell’ultima mezz’ora è apparso impacciato e insicuro in ogni uscita. All’89’ occasione per Pavoletti che controlla e si gira liberando la conclusione, decisiva la deviazione di Bonucci che sporca il pallone mettendolo in calcio d’angolo. L’arbitro concede sei minuti di recupero durante i quali, però, non succede praticamente nulla con le ultime speranze di rimonta dei partenopei che si infrangono definitivamente. (agg. di Stefano Belli) 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo tempo è cambiato nuovamente il punteggio di Napoli-Juventus, ora la formazione di Sarri conduce per 3 a 2. Momento di massimo sforzo per i padroni di casa che intensificano il pressing nella trequarti avversaria nel tentativo di segnare ancora per rimettere in discussione il pass per la finale di Coppa Italia, tuttavia i bianconeri, seppur con qualche affanno, lasciano sfogare gli uomini di Sarri e poi, con un’azione fulminea impressionante, si portano nuovamente in vantaggio. Al 59′ Higuain e Cuadrado ubriacano la difesa avversaria (in particolare Chiriches), assist del colombiano per la doppietta dell’argentino che ancora una volta non esulta (anche se fatica a trattenersi), un gol pesantissimo per i bianconeri che ora costringono a partenopei a dover fare almeno 5-2 per qualificarsi. Sarri corre ai ripari sostituendo Milik con Mertens, e al primo pallone toccato il belga fa 2 a 2 su assist di… Neto, che controlla con fin troppa leggerezza la sfera e commette una papera clamorosa regalandola al centravanti avversario che ringrazia e gonfia la rete. Il Napoli riprende coraggio e al 67′ mette la freccia, Callejon serve Insigne che segna e opera il sorpasso. Il San Paolo diventa nuovamente una bolgia, bianconeri in seria difficoltà con Allegri che si copre in difesa sostituendo Dybala con Barzagli, tra i pali Neto sembra essere andato in bambola e per poco non fa un favore a Pavoletti che non riesce ad approfittarne. (agg. di Stefano Belli) 

Allo stadio San Paolo è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per il ritorno della semifinale di Coppa Italia 2016-2017 tra Napoli e Juventus, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede le due squadre di nuovo in parità sull’1 a 1. A inizio ripresa i padroni di casa si riversano in avanti nel tentativo di pareggiare i conti ma come al solito la difesa ospite fa sempre buona guardia nella trequarti. La squadra di Sarri continua a provarci e al 48′ va vicinissima al bersaglio grosso con Milik che da fuori area spaventa Neto con una sassata che si spegne di poco a lato, al 50′ è il turno di Chiriches che prende la mira da lontano calciando malissimo col destro, palla ampiamente sopra la traversa. Al 52′ si rinnova il duello tra Neto e Milik con l’estremo difensore brasiliano che respinge l’incornata del polacco, l’azione prosegue e viene finalizzata da Hamsik che, proprio come tre giorni fa, ristabilisce l’equilibrio col destro che termina nell’angolino. (agg. di Stefano Belli) 

Intervallo al San Paolo dove è appena terminato il primo tempo di Napoli-Juventus, le due squadre tornano negli spogliatoi per il riposo sul punteggio di 1 a 0 in favore della formazione di Allegri. C’è tanto nervosismo sul terreno di gioco, scintille tra Callejon e Cuadrado con l’argentino che accusa il colombiano di aver simulato la caduta dentro l’area di rigore (dalle immagini il contatto tra i due in effetti c’è ma avviene fuori), deve intervenire il direttore di gara che ammonisce entrambi mentre nella mischia Koulibaly stende per sbaglio Insigne con una manata. Lo stesso Higuain, dopo aver realizzato il gol che ha sbloccato la contesa, non ha esultato ma ha polemicamente indicato verso la tribuna, probabilmente ce l’aveva con qualcuno di non precisato. Gli uomini di Sarri provano a rimettersi in carreggiata, al 39′ Zielinski con un lancio lungo serve Hamsik che colpisce il pallone di testa, lo slovacco a differenza di domenica scorsa non trova la porta, mentre nel recupero sugli sviluppi di un calcio piazzato è Koulibaly a colpire di testa la sfera mancando il bersaglio grosso. (agg. di Stefano Belli) 

Alla mezz’ora del primo tempo il punteggio di Napoli-Juventus vede la formazione di Allegri avanti per 1 a 0. Partita maschia al San Paolo senza esclusione di colpi tra due squadre determinatissime a strappare il pass per la finale del 2 giugno contro la Lazio. Al 12′ padroni di casa vicinissimi al vantaggio, Milik serve col tacco Insigne che a sua volta regala il pallone a Callejon, l’attaccante spagnolo si presenta davanti a Neto senza però trovare la conclusione vincente per segnare il gol dell’1 a 0, consentendo all’estremo difensore avversario di intervenire e blindare la propria porta. Nel frattempo gli animi in mezzo al campo si scaldano sempre più, con Higuain che viene preso di mira non solo dai suoi ex-tifosi ma anche dai suoi vecchi compagni di squadra che entrano piuttosto duramente su di lui. Da segnalare un paio di conclusioni dalla distanza di Dani Alves e Diawara assolute innocue che vengono facilmente neutralizzate da Reina e Neto. La Juventus prova a rompere gli indugi, al 31′ Chiriches sbaglia il disimpegno e regala il pallone a Rincon che davanti alla porta spara il pallone in curva, un minuto più tardi arriva comunque il vantaggio dei bianconeri con Higuain che gela il San Paolo, qualche responsabilità per Reina che vede partire il pallone all’ultimo. (agg. di Stefano Belli) 

Allo stadio San Paolo l’arbitro Banti ha dato il via alle ostilità tra Napoli e Juventus che si affrontano nel ritorno delle semifinali di Coppa Italia 2016-2017, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Sebbene sia la squadra di Sarri a dover attaccare per annullare l’1-3 dell’andata, sono gli ospiti a proporsi per primi in avanti con il tiro di Benatia al 3′ che viene ribattuto da Koulibaly. C’è tempo anche per un piccolo fuoriprogramma: un tifoso del Napoli irrompe sul terreno di gioco per gettare una sciarpa addosso a Higuain e poi riconsegnarla subito al quarto uomo, facendosi portare via dagli steward senza oppore resistenza. Al 7′ Insigne con un dribbling supera Dani Alves ed entra in area dove viene contrastato efficacemente da Bonucci, dall’altra parte del campo Diawara si prende un grosso rischio con un retropassaggio molto imprudente con Higuain in agguato, Reina è costretto a uscire per allontanare al più presto la sfera. (agg. di Stefano Belli) 

Eccoci finalmente a Napoli-Juventus: prende il via la semifinale di ritorno di Coppa Italia. Il Napoli deve rimontare la sconfitta subita per 3-1 a Torino; un vantaggio non indifferente per i campioni d’Italia. Ricordiamo che in finale attende già la Lazio che ha eliminato la Roma; la Juventus potrebbe arrivare alla sua terza finale consecutiva andando a ripetere la sfida del 2015 (i bianconeri vinsero 2-1 ai tempi supplementari), per i partenopei invece questa potrebbe essere la terza finale in sei stagioni, comunque un ottimo risultato. Chi si qualificherà? Non ci resta che presentare le formazioni ufficiali della partita: Reina ce la fa, Chiriches affianca Koulibaly e Milik è titolare nel tridente del Napoli, mentre la Juventus si presenta con Benatia al fianco di Bonucci, Rincon con Khedira in mediana e, come già previsto, Sturaro da finto esterno sulla trequarti. Calcio d’inizio alle ore 20:45. NAPOLI (4-3-3): 25 Reina; 2 Hysaj, 21 Chiriches, 26 Koulibaly, 31 Ghoulam; 20 Zielinski, 42 A. Diawara, 17 Hamsik; 7 Callejon, 99 Milik, 24 L. Insigne. A disposizione: 1 Rafael C., 22 Sepe, 11 Maggio, 19 Ni. Maksimovic, 33 Raul Albiol, 3 Strinic, 5 Allan, 8 Jorginho, 30 Rog, 32 Pavoletti, 14 Mertens. Allenatore: Maurizio Sarri JUVENTUS (4-2-3-1): 25 Neto; 23 Dani Alves, 19 Bonucci, 4 Benatia, 12 Alex Sandro; 28 Rincon, 6 Khedira; 7 Cuadrado, 21 Dybala, 27 Sturaro; 9 Higuain. A disposizione: 1 Buffon, 32 Audero, 26 Lichtsteiner, 24 Rugani, 15 Barzagli, 3 Chiellini, 22 Asamoah, 18 Lemina, 8 Marchisio, 38 Mandragora, 5 Pjanic. Allenatore: Massimiliano Allegri 

Controllando le statistiche del match di Coppa Italia tra Napoli e Juventus notiamo che le due formazioni  si sono trovate di fronte in questa competizione per ben 10 volte nella loro storia, con un bilancio di 3 vittorie azzurre  e 5 successi bianconeri, oltre che due pareggi: sono state ben 4 la partite giocate in Campania (2 vittorie campane e una sconfitta), mentre 6 i match giocati in terra piemontese. Il primo testa a testa tra le due formazioni in questo torneo è chiaramente molto lontano e risale al 6 maggio 1937 ottavo di finale, dove il tabellone allora al Partenopeo aveva arriso agli azzurri per 2-1, in gol con Venditto (doppietta), a cui rispose per i bianconeri solo Borel. L’ultimo precedente invece chiaramente risale solo a poche settimane fa, ovvero alla semifinale di andata, che allo Juventus Stadium vide la vittoria bianconeri per 3-1 (gol di Callejon, Dybala e Higuain). Oltre a questo precedente stagionale ricordiamo che l’ultima volta che le due squadre si erano affrontare in Coppa Italia è occorsa nella finalissima della stagione 2011-2012: giocata a Roma la partita terminò con la vittoria dei campani per 2-0 ( con i gol di Cavani e Hamsik): per il Napoli fu il quinto titolo, mentre la Juventus ottenne la sua 5^ finale (a  fronte di 11 titoli totali). (agg. di Michela Colombo)

In attesa del fischio d’inizio del tanto atteso match al San Paolo tra Napoli e Juventus, semifinale di ritorno della Coppa Italia, andiamo a mettere a confronto qualche numero relativo alle due compagini, tra le più forti di questa stagione 2016-2017. Per analizzare le statistiche delle due formazioni faremo chiaramente riferimento a quanto fatto fino a oggi in campionato di serie A, che vede proprio i bianconeri in testa alla classifica con 74 punti e gli azzurri fermi nella terza piazza a 10 lunghezze di distanza dalla capolista: la formazione di Allegri fino ad oggi ha infatti ottenuto in 30 giornate disputate 24 vittorie e appena 2 sconfitte con un’ottima differenza reti fissata sul 60:20; per Sarri invece si contano 19 successi e 4 sconfitte con 69 gol fatti e 33 subiti.  Nelle statistiche inoltre leggiamo che il Napoli è la squadra che registra il maggior numero di tiri (435 di cui 245 in porta)  di tutto il campionato, oltre che essere la formazione che corre di più, vista la media di 110.148 km di media a match: nelle stesse categoria invece la Juventus registra 362 tiri di cui 202 in porta  e una media di 108.278 km a incontro. (agg. di Michela Colombo) 

La semifinale di ritorno della Coppa Italia tra Napoli e Juventus sarà diretta dall’arbitro Luca Banti della sezione di Livorno: a coadiuvarlo nella direzione della partita al San Paolo vi saranno i due assistenti Giallantini e Dobosz, mentre il quarto uomo designato sarà Celi. Arbitro professionista dal 1997 e debuttante nella massima serie nel 2005,il fischietto toscano è anche arbitro Fifa dal 2009: una personalità quindi di grande esperienza dirigerà uno tra i match più caldi dell’anno. Nel palmares stagionale di Banti si contano 1 direzione nel torneo di qualificazione ai Mondiali 2018, 2 di Champions League, 4 di Europa League e 12 scontri di Serie A, per un bilancio complessivo di 86 cartellini gialli, 4 rossi e solo 3 calci di rigore concessi quest’anno. Sempre in questa stagione di campionato ha avuto modo di dirigere i bianconeri una sola occasione nella 20^giornata contro la Fiorentina, mentre sono due i testa a testa con gli azzurri sempre nel massimo campionato italiano, diretti contro Udinese e Roma. Allargando l’analisi ricordiamo che Banti ha avuto modo di dirigere il Napoli complessivamente 29 volte per un totale di 67 gialli,1 espulsione diretta e 5 calci dal dischetto concessi: i precedenti totali tra la Juventus e il fischietto di Livorno sono invece 27, per un totale di 54 ammonizioni,3 cartellini rossi e 3 calci di rigore assegnati. (agg. di Michela Colombo)

Sarà diretta dall’arbitro Luca Banti della sezione di Livorno. Tre giorni dopo il match di Serie A, Napoli e Juventus tornano a sfidarsi allo stadio San Paolo, ma questa volta in palio c’è l’accesso alla finale di Coppa Italia che si disputerà il 2 giugno 2017 all’Olimpico di Roma. Per la semifinale di ritorno l’appuntamento è mercoledì 5 aprile alle ore 20:45: si riparte dal risultato di 3-1 in favore della Juventus, che lo scorso 28 febbraio ha sconfitto il Napoli per 3-1 con i gol di Dybala (doppietta) ed Higuain, mentre la rete dell’iniziale vantaggio partenopeo era stata messa a segno da Callejon.

Come detto, Napoli Juventus è stato anche il big match dell’ultimo turno di campionato: la sfida è terminata in parità, scandita dal botta e risposta tra il bianconero Khedira e l’azzurro Hamsik, per un risultato che non ha soddisfatto appieno nessuna delle due contendenti. Ancor meno il Napoli potrà accontentarsi nella sfida odierna, in cui -per ribaltare il 3-1 subito all’andata- dovrà vincere 2-0 oppure con 3 gol di scarto quindi 4-1, 5-2, 6-3 e via dicendo. In caso di 3-1 per gli azzurri sono previsti tempi supplementari ed eventualmente calci di rigore. Nel quarto confronto stagionale tra le due squadre, il Napoli cercherà quindi il primo successo contro la Juventus: il passaggio del turno si presenta difficile perché i bianconeri potranno gestire una buona dote di vantaggio, d’altra parte la sfida diretta di domenica ha confermato come i partenopei possano giocarsela alla pari con i penta-campioni d’Italia.

Per la seconda volta in pochi giorni, Gonzalo Higuain si ritrova protagonista con un’altra maglia nello stadio che fu suo, e che domenica sera l’ha sommerso di fischi ad ogni pallone toccato. El Pipita non ha avuto modo di incidere sull’ultimo match, allungando a 5 la serie di giornate di campionato senza reti. Max Allegri dovrebbe comunque confermarlo al centro dell’attacco juventino, sorretto dal tridente della trequarti con Cuadrado e Mandzukic esterni e Dybala a spaziare per la metacampo offensiva. Difficilmente il tecnico bianconero farà a meno di Khedira, che dovrebbe comporre il duo di centrocampo assieme a Pjanic: domenica i due hanno confezionato il gol del vantaggio bianconero con una bella combinazione in velocità. Difesa a quattro con Dani Alves a destra, Alex Sandro a sinistra e coppia di mezzo Bonucci-Benatia, tra i pali Neto che quest’anno ha sempre giocato in Coppa Italia. Favorito quindi il modulo 4-2-3-1.

Il Napoli risponderà con il suo tradizionale 4-3-3. Permangono dubbi sulle condizioni del portiere Reina, che rimane in dubbio per il problema ad un polpaccio accusato con la nazionale spagnola. Non dovesse farcela spazio nuovamente al brasiliano Rafael Cabral, mentre la retroguardia a quattro vedrà da destra a sinistra Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam. A centrocampo maglia da titolare in vista per Zielinski (da non escludere l’opzione Rog, mentre Allan dovrebbe partire in panchina), mentre il guineano Diawara si candida per rimpiazzare Jorginho in cabina di regia; a completare il terzetto capitan Marek Hamsik, arrivato a -2 gol dal cannoniere all-time del Napoli ovvero un certo Diego Armando Maradona.

In prima linea può trovare spazio il polacco Milik, titolare già nella semifinale d’andata: nel caso Mertens partirà dalla panchina, mentre gli esterni Callejon e Lorenzo Insigne appaiono pressoché intoccabili. Le principali agenzie di scommesse danno qualche chance di vittoria al Napoli, che però non potrà accontentarsi di un gol di scarto ma dovrà puntare come minimo al 2-0. snai.it propone il segno 1 per il successo partenopeo a quota 2,50, mentre il segno 2 per il colpo esterno della Juventus è in lavagna a 2,65; il segno X per il pareggio tra le due squadre corrisponde invece a quota 3,50. Under 2,00, Over 1,73, Gol 1,55 e NoGol 2,30.

La semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Napoli e Juventus sarà trasmessa in diretta tv sul canale Rai 1, quindi in chiaro e con la possibilità dell’alta definizione al numero 5001 del digitale terrestre. Diretta anche in streaming video sul sito internet www.raiplay.it, alla sezione ‘Dirette’. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori