Risultati Serie A/ Classifica aggiornata diretta gol live score: Napoli dominante, +7 sulla Lazio

- Claudio Franceschini

Risultati Serie A e Classifica, 31^ giornata: diretta gol live score delle partite che si giocano domenica 9 aprile e chiudono il turno. Grande pomeriggio: il clou è allo stadio Olimpico

Napoli_Lazio_schierate_lapresse_2017
Diretta Lazio-Napoli, LaPresse

Il Napoli non sbaglia allOlimpico: i partenopei battono 3-0 la Lazio e nella classifica di Serie A si portano ancora a 4 punti dal secondo posto occupato dalla Roma, sempre in zona qualificazione diretta alla Champions League. Un Napoli concreto e cinico, in gol con José Callejon (nono in campionato) e Lorenzo Insigne (tredicesimo e quattordicesimo) che si è fatto perdonare il clamoroso errore a tu per tu con Strakosha nel finale di primo tempo realizzando una doppietta, e poi in grado di controllare il ritmo provando a più riprese a segnare il terzo gol. La Lazio ha avuto un grande momento soltanto a metà della ripresa, quando Patric è stato murato sulla riga di porta e i biancocelesti hanno prodotto un bello sforzo che però non è sfociato nel gol che avrebbe potuto riaprire i conti. Ancora una volta la Lazio non riesce a vincere una sfida diretta: questo il grande cruccio di Simone Inzaghi, che per il resto non può certo lamentarsi di unottima stagione. La Lazio rimane quarta, senza perdere punti rispetto allInter ma vedendo ora lAtalanta a un solo punto e il Milan a tre; discorso comunque del tutto relativo perchè, come già detto, i biancocelesti sono certi di aver conquistato lEuropa League diretta grazie alla qualificazione alla finale di Coppa Italia, dove lavversaria sarà la Juventus cui mancano appena 4 punti per essere certa dellingresso, nella peggiore delle ipotesi, al playoff di Champions League. La Serie A torna ora in campo il sabato di Pasqua: il 15 aprile la trentaduesima giornata verrà inaugurata con il botto, il derby tra Inter e Milan che è una sfida diretta per lEuropa e che si giocherà alle ore 12:30. Orario inusuale per una stracittadina di questo livello: cè da sperare che lo spettacolo in campo sia comunque assicurato. (agg. di Claudio Franceschini) 

Allintervallo allo stadio Olimpico il Napoli è in vantaggio nel posticipo della trentunesima giornata di Serie A: decide il gol realizzato da José Callejon al 25 minuto, in questo momento i partenopei volano a +7 sui biancocelesti blindando il loro terzo posto e continuando linseguimento alla Roma in chiave seconda posizione, che porterebbe alla qualificazione diretta per la fase a gironi di Champions League. Il Napoli va a segno con unazione classica del suo repertorio: Mertens sfonda al centro attirando su di sè la difesa della Lazio, apre a sinistra per Marek Hamsik che di prima intenzione crossa basso. Strakosha non ci arriva, sul secondo palo irrompe José Callejon che deve solo toccare in porta per il gol numero 9 del suo campionato. Lo spagnolo avvicina la doppia cifra e diventerebbe già il quarto giocatore del Napoli a raggiungere i 10 gol in questo torneo di Serie A (dopo Mertens, Insigne e Hamsik); per i partenopei si tratta del gol numero 70, un attacco straripante che anche questa sera sta facendo la differenza. Adesso staremo a vedere se nel secondo tempo arriverà la reazione di una Lazio che vuole giocarsi il tutto per tutto per rimanere attaccata al sogno Champions League. (agg. di Claudio Franceschini) 

Allo stadio Olimpico sta per cominciare la partita che chiude la trentunesima giornata di Serie A. La Lazio e il Napoli sono in campo per il terzo posto che significa playoff di Champions League, ma prima devono fare i conti con altri obiettivi: i partenopei infatti vogliono accorciare sulla Roma (che è scappata a +7) perchè il primo traguardo sarebbe quello di entrare direttamente nella fase a gironi della coppa europea, e per farlo bisognerà superare i giallorossi. La Lazio invece ha la possibilità di volare a +4 sullAtalanta, +6 sul Milan e +8 sullInter: di fatto unassicurazione sul quarto posto, anche se i biancocelesti sono già certi della qualificazione diretta in Europa League (vista la finale di Coppa Italia e la posizione di classifica della Juventus) vogliono chiaramente nel miglior modo possibile il loro campionato, e blindare la quarta posizione significherebbe anche avere molta più tranquillità e fiducia nella lotta al terzo posto. Che sarebbe ad un solo punto se questa sera dovesse arrivare la vittoria contro il Napoli: dunque a noi non resta altro da fare che metterci comodi e lasciar parlare il campo, per stare a vedere come si concluderà questa entusiasmante partita dello stadio Olimpico. (agg. di Claudio Franceschini) 

Crollo Inter, poker Milan e tris Roma: questo lesito dai principali risultati di Serie A del pomeriggio. La Roma continua linseguimento alla Juventus e vola a +7 sul Napoli, aspettando che i partenopei giochino questa sera sul campo della Lazio: nel secondo tempo di Bologna arriva anche il tris di Edin Dzeko che fa 24 in campionato, aggancia Belotti che aveva segnato poco prima e continua la sua strepitosa stagione. Non molla Luciano Spalletti che continua a tenere lo sguardo sullo scudetto, sapendo che la Juventus deve ancora venire a fare visita alla squadra giallorossa; intanto il Milan riscatta immediatamente il pareggio di Pescara demolendo il Palermo, ormai condannato alla Serie B. Arriva anche il timbro di Gerard Deulofeu: lo spagnolo, sempre più inserito nel progetto rossonero, arrotonda il risultato e fa esultare tutto il popolo milanista perchè, a sei giorni dal derby, la squadra di Vincenzo Montella sorpassa lInter e, se il campionato finisse oggi, sarebbe in Europa League. UnInter che sta vivendo un periodo davvero pessimo: dopo aver pareggiato sul campo del Torino e perso in casa contro la Sampdoria, i nerazzurri si fanno battere anche dal Crotone che dimostra di avere più voglia e fa un grandissimo passo verso la salvezza, se non altro adesso se la può concretamente giocare nelle ultime giornate visto che ha solo tre punti dallEmpoli. LInter di Stefano Pioli scivola quindi a -2 dal Milan e -4 dallAtalanta, con la Lazio che potrebbe allontanarsi ancora di più; il rischio è quello di gettare alle ortiche quanto di buono fatto finora. Intanto il Torino espugna il SantElia battendo il Cagliari (primo gol in Serie A di un calciatore della Corea del Nord, Hah Kwabg-Son che avevamo già visto al Torneo di Viareggio con gli isolani) e tornando ad avvicinare la Sampdoria in classifica (un punto di distanza tra le due squadre); Udinese dominante e undicesima (scavalcato il Chievo), malissimo il Genoa che non sa più vincere (quarta sconfitta consecutiva) ed è a 9 punti dal Crotone, non rischiando nellimmediato ma certamente dovendosi preoccupare. Già finita lesperienza di Andrea Mandorlini nella Genova rossoblu? (agg. di Claudio Franceschini) 

Risultati scontati al termine dei primi tempi della Serie A ad eccezione di quello dello Scida. Il Crotone, clamorosamente, sta battendo lInter: decide una doppietta in tre minuti di Diego Falcinelli (il primo gol su rigore), che sale a quota 11 gol in campionato e spinge i calabresi a soli tre punti dallEmpoli, mettendo grande pressione ai toscani e soprattutto affondando unInter irriconoscibile e incapace di sfruttare il mezzo passo falso dellAtalanta. Manca ancora un tempo, ma intanto il Milan ha già chiuso il discorso contro il Palermo (reti di Suso, Mario Pasalic e Carlos Bacca) e sorpasso al sesto posto virtualmente effettuato, con i rossoneri che arriverebbero al derby davanti in classifica e con la possibilità di allungare ancora. Bene la Roma, che segna due volte a Bologna con Federico Fazio e Mohamed Salah (quarto gol in due partite di campionato ai felsinei dopo la tripletta dellandata) e si conferma a 6 punti dalla Juventus; Torino corsaro a Cagliari, dopo il rigore di Marco Borriello quasi parato da Hart arriva il pareggio di Adem Ljajic e il ventiquattresimo gol in campionato di Andrea Belotti che rafforza la sua leadership nella classifica marcatori. Tutto facile per lUdinese che segna con Rodrigo De Paul e Duvan Zapata: friulani sempre più su, Genoa in crisi nera e adesso preoccupato per la classifica, anche se il Crotone dista ancora 9 punti (e lEmpoli 6). (agg. di Claudio Franceschini) 

Stanno per prendere il via le partite del pomeriggio in Serie A: vedremo se la Roma, impegnata a Bologna, manterrà il distacco di 6 punti dalla Juventus che ha vinto ieri, mettendo ancor più pressione alla rincorsa dei giallorossi. Sfide interessantissime per lEuropa: il pareggio interno dellAtalanta ha reso ancor più importanti le partite che Inter (a Crotone) e Milan (in casa contro il Palermo) giocano oggi per avvicinare la posizione della Dea e provare ad aumentare le loro possibilità di arrivare a giocare le coppe il prossimo anno. A questo proposito dobbiamo dare conto del risultato della partita di Marassi, il lunch match che era molto delicato per la classifica nelle prime posizioni: Sampdoria e Fiorentina hanno pareggiato per 2-2, partita spettacolare ma il cui risultato finale serve poco ad entrambe. La Fiorentina avrebbe dovuto vincere per continuare a sperare nel sesto posto, invece per due volte ha dovuto rimontare trovando, prima con Gonzalo Rodriguez e poi con Khouma Babacar a un minuto dal 90, le due reti che se non altro prolungano la striscia positiva ma che rischiano di allontanare dallobiettivo i viola (anche sfortunatissimi: al 94′ grande parata di Viviano su Babacar). La Sampdoria, a segno dopo 5 minuti con Bruno Fernandes e al 60 con Ricky Alvarez, ha ben poco da chiedere a questo campionato ma non è riuscita a confermare il suo vantaggio, e in più avrebbe potuto fare un bel passo avanti verso un ottavo posto che sarebbe comunque di prestigio vista la bassa età media della squadra. Ora però si gioca ancora, e attenzione anche alla lotta per la salvezza: se il Crotone dovesse fare il grande colpo contro lInter sarebbe a soli 3 punti dallEmpoli, riaprendo di fatto tutta la questione. Lo stesso potrebbe fare il Palermo, che però è più staccato e soprattutto gioca in trasferta. Parola al campo, per stare a vedere come andranno le cose. (agg. di Claudio Franceschini) 

La trentunesima giornata di Serie A sta per iniziare con Sampdoria-Fiorentina: a tale proposito va detto che il turno ci offre degli spunti interessanti anche per la volata verso l’Europa. In questa infatti si potrebbe decidere quali saranno le tre squadre che parteciperanno alla prossima Champions League. Il Napoli va a sfidare la Lazio allo Stadio Olimpico con i biancocelesti sotto di appena quattro punti. Con una vittoria sicuramente gli azzurri di Sarri terrebbero a debita distanza la squadra di Simone Inzaghi che invece se dovesse ottenere un successo a sua volta si porterebbe a meno uno. Di un ko della Lazio però potrebbe approfittare l’Atalanta che è sotto i capitolini di due punti e gioca prima con il Sassuolo all’Atleti Azzurri d’Italia con la possibilità quindi di scavalcare e mettere pressione alla squadra del Presidente Claudio Lotito. L’Inter guarda attenta la situazione e dopo il ko di lunedì scorso interno contro la Sampdoria non può sbagliare nella sfida dell’Ezio Scida contro il Crotone; ora la Fiorentina, che clamorosamente si è portata a soli tre punti dal settimo posto del Milan ed è a -4 dall’Inter, dunque ha piene possibilità di arrivare all’Europa League. Per farlo però dovrà vincere sul campo di una Sampdoria in salute; ce la farà la squadra di Paulo Sousa? Parola al campo per scoprirlo, la partita sta per cominciare. (agg. di Matteo Fantozzi) 

Vedremo se cambierà anche la classifica degli assistman dopo la trentunesima giornata di Serie A. In testa con nove assist c’è Josè Maria Callejon che sarà impegnato nella non facile sfida contro la Lazio allo Stadio Olimpico di Roma. Dietro di lui c’è un nutrito gruppo a 8 assist, si tratta di ben sette giocatori. Due di questi giocheranno Lazio-Napoli e cioè lo slovacco Marek Hamsik e il brasiliano Felipe Anderson. Tra le sorprese c’è Mauro Icardi che mai come quest’anno ha iniziato ad essere utile a mandare in rete anche gli altri. Tra le sorprese spunta Valter Birsa del Chievo Verona che ha dimostrato di essere un calciatore dotato di ottimi spunti offensivi. Completano il gruppo Mohamed Salah della Roma, Antonio Candreva dell’Inter e Adem Ljajic del Torino. (agg. di Matteo Fantozzi)

Si completa domenica 9 aprile il programma della trentunesima giornata in Serie A 2016-2017: abbiamo archiviato i tre anticipi e siamo pronti a vivere le restanti sette gare che daranno una nuova definizione a una classifica che ormai si sta sgranando sempre più (entrando nel turno nessuna squadra condivideva con altre gli stessi punti in graduatoria).

Ecco allora quali sono le partite di domenica: il lunch match delle ore 12:30 è Sampdoria Fiorentina, alle ore 15 avremo Bologna Roma, Cagliari Torino, Crotone Inter, Milan Palermo e Udinese Genoa per chiudere alle ore 20:45 con il posticipo Lazio Napoli. Naturalmente occhi puntati sulla Roma che è in corsa per lo scudetto e che, avendo preso un vantaggio di 4 punti sul Napoli, può legittimamente ambire a chiudere quanto prima il discorso per il secondo posto e quindi la qualificazione diretta in Champions League.

Per quanto riguarda il discorso playoff europei, la partita serale potrebbe essere decisiva: la Lazio sfida il Napoli che la precede di 4 punti, in caso di vittoria i biancocelesti schizzerebbero a -1 e riaprirebbero tutto il quadro legato alla terza piazza, che la squadra di Maurizio Sarri sembrava aver blindato. Alle spalle della Lazio le due milanesi vanno in cerca di riscatto: lInter è ormai troppo lontana dal terzo posto ma mantiene il suo minimo vantaggio per la qualificazione al preliminare di Europa League.

Ci spera anche il Milan: i rossoneri pur pareggiando a Pescara hanno guadagnato un punto sulla rivale cittadina e dunque si sono rimessi in corsa, almeno virtualmente. Difficile che possano arrivare a giocarsela Fiorentina e Sampdoria: ai blucerchiati servirebbe onestamente un miracolo nonostante le prestazioni e i risultati siano ottimali, i viola sono clamorosamente ancora in lotta visto che lInter è lontana soltanto 4 punti.

In coda e per la corsa alla salvezza, grande speranza per il Crotone che si è avvicinato sensibilmente allEmpoli, ultima chance per il Palermo; ci sono poi le squadre che ormai non hanno più nulla da chiedere al campionato. Tra queste il Genoa, che alla Dacia Arena deve riscattare lo 0-5 subito in casa dallAtalanta: il presidente Preziosi ha tuonato contro una parte della tifoseria e intanto si mormora che Andrea Mandorlini sia già in bilico, potendo essere esonerato in caso di altro passo falso.

Staremo dunque a vedere quello che succederà in queste entusiasmanti partite della trentunesima giornata, e come cambierà la classifica del campionato di Serie A che si sta avviando a grandi passi verso la sua conclusione, avendo però ancora tante emozioni da regalarci.

Sabato 8 aprile

RISULTATO FINALE Empoli-Pescara 1-1 – 9′ El Kaddouri (E), 31′ Caprari (P)

RISULTATO FINALE Atalanta-Sassuolo 1-1 – 36′ Lo. Pellegrini (S), 73′ Cristante (A)

RISULTATO FINALE Juventus-Chievo 2-0 – 23′ Higuain, 84′ Higuain

Domenica 9 aprile

RISULTATO FINALE Sampdoria-Fiorentina 2-2 – 5′ Bruno Fernandes (S), 60′ Gonzalo Rodriguez (F), 71′ R. Alvarez (S), 89′ Babacar (F)

RISULTATO FINALE Bologna-Roma 0-3 – 25′ Fazio, 41′ Salah, 75′ Dzeko

RISULTATO FINALE Cagliari-Torino 2-3 – 19′ rig. Borriello (C), 33′ Ljajic (T), 39′ Belotti (T), 54′ Acquah (T), 95′ Han Kwang-Son (C)

RISULTATO FINALE Crotone-Inter 2-1 – 19′ rig. Falcinelli (C), 22′ Falcinelli (C), 65′ D’Ambrosio (I)

RISULTATO FINALE Milan-Palermo 4-0 – 6′ Suso, 19′ Pasalic, 37′ Bacca, 70′ Deulofeu

RISULTATO FINALE Udinese-Genoa 3-0 – 20′ De Paul, 32′ D. Zapata, 49′ aut. Rubinho

RISULTATO FINALE Lazio-Napoli 0-3 – 25′ Callejon, 51′ L. Insigne, 92′ L. Insigne

Juventus 77

Roma 71

Napoli 67

Lazio 60

Atalanta 59

Milan 57

Inter 55

Fiorentina 52

Sampdoria 45

Torino 44

Udinese 40

Chievo 38

Cagliari 35

Bologna 34

Sassuolo 32

Genoa 29

Empoli 23

Crotone 20

Palermo 15

Pescara 14

Sabato 15 aprile

Ore 12:30 Inter-Milan

Ore 15:00 Cagliari-Chievo

Ore 15:00 Fiorentina-Empoli

Ore 15:00 Genoa-Lazio

Ore 15:00 Palermo-Bologna

Ore 15:00 Pescara-Juventus

Ore 15:00 Roma-Atalanta

Ore 15:00 Torino-Crotone

Ore 18:00 Sassuolo-Sampdoria

Ore 20:45 Napoli-Udinese

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori