Diretta / Giro d’Italia 2017: vincitore Gaviria in volata! Streaming video e tv (5^ tappa Pedara-Messina)

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro dItalia 2017 streaming video e tv 5^ tappa Pedara-Messina: vincitore Fernando Gaviria in volata davanti a Mareczko e Bennett (oggi 10 maggio)

vincenzo_nibali_giro_trofeo_lapresse_2016
Pronostico Giro d'Italia 2019 Vincenzo Nibali, due volte vincitore del Giro d'Italia - LaPresse

Ha vinto la quinta tappa del Giro dItalia 2017: nella Pedara-Messina il velocista colombiano della Quick-Step Floors ha concesso il bis della vittoria già ottenuta domenica a Cagliari e a questo punto possiamo identificarlo come lo sprinter migliore in questa prima parte del Giro dItalia, che è quella che concede le maggiori occasioni alle ruote veloci del gruppo. Secondo posto per il bresciano Jakub Mareczko della Wilier Triestina-Selle Italia, terzo Sam Bennett della Bora-Hansgrohe. Una volta ripresa la fuga da lontano, da segnalare il coraggioso tentativo solitario dello sloveno Luka Pibernik, compagno di squadra di Vincenzo Nibali alla Bahrain-Merida: Pibernik ha tagliato per primo il traguardo in occasione del primo passaggio sulla linea dellarrivo e ha alzato le braccia. Speriamo si sia trattato di un gesto goliardico avendo capito di non avere speranze, altrimenti sarebbe stata una gaffe clamorosa Sulla volata non cè molto da dire, perché Gaviria ha vinto in modo netto e convincente; alle sue spalle bellissima rimonta di Mareczko, che ha sorpassato tutti fino a Bennett proprio in extremis, ma nulla ha potuto contro lo scatenato colombiano. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Circa 40 km allarrivo della quinta tappa del Giro dItalia 2017, la Pedara-Messina che vede ancora in fuga i due attaccanti della prima ora, il polacco Maciej Paterski della CCC Sprandi-Polkowice e il russo Evgeny Shalunov della Gazprom-RusVelo. Siamo ormai nel tratto pianeggiante che ci accompagnerà fino allarrivo di Messina e il vantaggio dei due è ancora di tre minuti, dunque conservano qualche speranza di riuscire ad arrivare al traguardo, anche se non molte perché da qui in poi le squadre dei velocisti potranno spingere alla massima velocità e di conseguenza un esito allo sprint resta quello più probabile. Da segnalare che al traguardo volante di Taormina è passato per primo Paterski davanti a Shalunov, ma cè stata volata anche nel gruppo per il terzo posto, vinta da Gaviria davanti a Stuyven. Adesso il canovaccio è chiaro: i due fuggitivi dovranno dare tutto per cercare di resistere, ma dietro andranno come dei missili per recuperarli. Come andrà a finire? Parola alla strada! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) 

Siamo quasi a metà gara per la quinta tappa del Giro dItalia 2017, la Pedara-Messina che è sempre caratterizzata dalla fuga a due del polacco Maciej Paterski della CCC Sprandi-Polkowice e del russo Evgeny Shalunov della Gazprom-RusVelo. Già ampiamente superato lunico Gpm di giornata, che è stato vinto da Paterski davanti al compagno davventura, mentre Daniel Teklehaimanot ha preceduto il resto del gruppo per conquistare il punticino a disposizione del terzo classificato. Il gruppo per ora controlla: si è vista in testa anche la Bahrain-Merida di Vincenzo Nibali in alcuni tratti, per il resto sono le formazioni dei velocisti a fare landatura, ma senza affanni dal momento che un attacco composto da due soli fuggitivi non desta particolari preoccupazioni. Il vantaggio di Paterski e Shalunov infatti si aggira intorno ai tre minuti e per il gruppo va benissimo così. Da segnalare qualche problema di salute per Giovanni Visconti e Giacomo Nizzolo, alle prese rispettivamente con il raffreddore e lallergia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

La quinta tappa del Giro dItalia 2017 ci racconta per il momento la classica fuga da lontano che sta animando la prima parte della Pedara-Messina. I fuggitivi questa volta sono solamente due: si tratta del polacco Maciej Paterski della CCC Sprandi-Polkowice e del russo Evgeny Shalunov della Gazprom-RusVelo, le due squadre straniere che sono state invitate dagli organizzatori fra le polemiche delle formazioni italiane escluse in loro favore, ma che stanno onorando al meglio il Giro dItalia andando in fuga praticamente tutti i giorni. Sono stati percorsi per il momento una trentina di chilometri e il vantaggio di Paterski e Shalunov è già superiore ai tre minuti nei confronti del gruppo, dove a fare landatura sono soprattutto le formazioni dei velocisti, con in particolare evidenza per il momento la Orica-Scott di Caleb Ewan. Ci stiamo avvicinando allunico Gpm di giornata in questa tappa che è insidiosa nella prima tappa, per poi diventare completamente pianeggiante nel finale. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Sta per cominciare la Pedara-Messina: si scende in strada anche oggi con il Giro dItalia 2017, che è giunto alla sua quinta tappa, seconda e ultima in terra di Sicilia. I protagonisti più attesi saranno Vincenzo Nibali e i velocisti: Nibali perché larrivo è proprio nella sua città e dunque ci sarà sicuramente unaccoglienza trionfale per lo Squalo dello Stretto, mentre i velocisti sono attesi a giocarsi il successo di tappa al termine di una frazione il cui percorso dovrebbe sorridere appunto agli sprinter, sia pure con qualche asperità nella prima parte, diciamo fino al traguardo volante di Taormina. Il finale sarà però completamente pianeggiante, di conseguenza gli sprinter dovrebbero potersi giocare il successo senza eccessive difficoltà – naturalmente salvo imprevisti. Fernando Gaviria e André Greipel in primo piano, ma attenzione anche a Caleb Ewan, che ha già vinto la volata di gruppo sia ad Olbia sia a Cagliari: purtroppo per il velocista australiano, però, in entrambi i casi cera solo un piazzamento. Come andrà oggi? Ci sarà magari gloria per qualche velocista italiano? Per scoprirlo, la parola passa alla strada! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Si avvicina al Giro dItalia 2017 la partenza della quinta tappa Pedara-Messina, ma dobbiamo adesso tornare su uno dei tanti episodi che ha caratterizzato la frazione di ieri. Parliamo della spinta di Javier Moreno a Diego Rosa, che ha portato alla decisione della giuria di squalificare il corridore spagnolo della Bahrain-Merida, un brutto colpo dunque per Vincenzo Nibali che perde già alla quarta tappa un uomo della propria squadra. La decisione è arrivata in serata: la giuria, in base allarticolo 12.1.040.30 del regolamento, ha squalificato Moreno dal Giro dItalia, oltre a comminargli una multa di 200 franchi svizzeri. Cosa era successo? A poca distanza dallimbocco della salita finale, quando ferveva la lotta per conquistare le posizioni migliori in testa al gruppo, Moreno era colto dalle telecamere a strattonare e spingere Rosa, facendolo finire contro gli spettatori che affollavano la strada. Resta un grosso dubbio: Moreno dice di avere strattonato Rosa in risposta a un pugno del piemontese del Team Sky, che però nega decisamente. Resta la certezza su quanto le immagini hanno mostrato, portando alla squalifica di Moreno. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Oggi il Giro dItalia 2017 vivrà la sua quinta tappa Pedara-Messina, ma ci sembra doveroso fare un passo indietro allimpresa di Jan Polanc nella tappa di ieri, che ha regalato allo sloveno della UAE Team Emirates una straordinaria impresa in cima allEtna dopo essere stato in fuga fin dallinizio della corsa. Polanc non è nuovo a queste imprese, dal momento che già nel 2015 allAbetone si era imposto in modo molto simile, anche se questa volta è stata molto più dura, ha detto ieri nella conferenza stampa del vincitore di tappa. Tra marzo e aprile alcuni corridori della UAE si erano allenati proprio sullEtna per tre settimane: Da Nicolosi al Rifugio Sapienza conoscevo tutte le curve, ha dichiarato Polanc, che poi ha dedicato la vittoria alla fidanzata Mateha ma anche a tutta la squadra che ha passato un momento difficile senza raccogliere tante vittorie. Ieri però ecco un successo di grande prestigio sul primo arrivo in salita del Giro 100: Lavevamo studiata proprio così, mi sono buttato e ho rischiato tanto. Un rischio ben ripagato: Mi guardavo indietro e non vedevo arrivare nessuno. Così la paura andava via. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Oggi il Giro dItalia 2017 ci propone la sua quinta tappa: ledizione numero 100 della Corsa Rosa vivrà la Pedara-Messina di 159 km. Frazione dunque abbastanza corta e non particolarmente impegnativa, soprattutto nella seconda parte che sarà completamente pianeggiante e dovrebbe favorire un nuovo arrivo in volata nella città natale di Vincenzo Nibali, che vivrà certamente una giornata speciale, circondato dallaffetto di tutti i suoi tifosi. Attenzione però ai possibili attacchi da lontano che potranno nascere nei primi 100 km, quando di pianura praticamente non ce ne sarà: adesso andiamo dunque a conoscere più nel dettaglio il percorso di questa frazione, che attraverserà le due province di Catania e Messina, attraversando località celebri quali Taormina, che fra pochi giorni ospiterà anche il G7.

Oggi però sarà una giornata speciale per Pedara, che mai in precedenza aveva ospitato la partenza di una tappa del Giro dItalia: appuntamento alle ore 13.15, in considerazione della brevità del percorso e dellassenza di difficoltà altimetriche di spicco. Come però abbiamo già accennato, nei primi 100 chilometri ci saranno continui saliscendi, anche se un solo Gran Premio della Montagna, per giunta di quarta categoria, cioè quello posto al km 38,4 al termine della salita di Andronico-SantAlfio. Altro di salita abbastanza lungo sarà quello verso Castiglione di Sicilia, al termine del quale comincerà la discesa verso il mare. Le difficoltà però non saranno ancora finite, perché ci sarà da affrontare lo strappo verso il traguardo volante di Taormina, posto al km 98,2 della tappa odierna.

Da quel momento in poi però, ad eccezione della successiva salita, sarà praticamente tutta pianura: da segnalare naturalmente il secondo traguardo volante, che sarà collocato a Roccalumera al km 118,1, poi sarà un velocissimo avvicinamento al traguardo di Messina. In città si passerà per una prima volta sotto lo striscione del traguardo, ma ci sarà ancora da affrontare un giro di un circuito cittadino di 6,3 km con viali larghi e rettilinei e curve ad angolo retto, lultima una inversione a U ai 1500 metri dallarrivo seguita da un lunghissimo rettilineo, che nella prima parte sarà pure in leggera discesa, dunque si potranno toccare velocità davvero molto alte per un nuovo spettacolo delle ruote più veloci di questa centesima edizione del Giro dItalia.

Per seguire il Giro dItalia 2017 in diretta tv, è disponibile una amplissima copertura live sulla Rai: i canali di riferimento sono Rai Due e Rai Sport + HD. I collegamenti oggi avranno inizio già alle ore 12.20 sul canale tematico, ma naturalmente sarà al pomeriggio il cuore della giornata, con la lunga cronaca a partire dalle ore 14.00 su Rai Due, incentrata sulla telecronaca di Francesco Pancani e Silvio Martinello, ma non solo. In chiusura il Processo alla Tappa di Alessandra De Stefano, mentre per le rubriche e la replica serale si tornerà su Rai Sport + HD. Il Giro dItalia sarà però visibile anche su Eurosport, canale disponibile sia per gli abbonati Sky sia per quelli di Mediaset Premium: appuntamento oggi a partire dalle ore 13.45. Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, gratuita per tutti sul sito raiplay.it, per gli abbonati tramite Eurosport Player, Sky Go e Premium Play. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Corsa Rosa: il sito www.giroditalia.it, la pagina Facebook Giro d’Italia e il profilo Twitter @giroditalia. E adesso, che lo spettacolo cominci: la parola va alla strada! 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori