Diretta/ Giro d’Italia 2017: vince Nairo Quintana, è maglia rosa! (9^ tappa Montenero-Blockhaus)

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro dItalia 2017 streaming video e tv 9^ tappa Montenero di Bisaccia-Blockhaus: percorso e orari del secondo arrivo in salita del Giro 100 (oggi 14 maggio)

nairo_quintana_1_lapresse_2017_tirreno
Classifica Giro d'Italia: Quintana salverà la maglia rosa? (LaPresse)

E andata a Nairo Quintana la vittoria della 9^ tappa e la maglia rosa del Giro dItalia che ha portato i ciclisti allavvincente traguardo in salita del Blockhaus, dopo 152 km percorso da Montenero di bisaccia: una vittoria straordinaria da parte del colombiano, grande favorito per questo appuntamento e tra i migliori specialmente negli ultimi km previsti. Tre scatti decisivi a circa 5km da parte di Quintana, sempre supportato al meglio dalla sua squadra la Movistar: il colombiano non ha avuto paura di provare diversi scatti (i primi subito recuperati da un ottimo Vincenzo Nibali)prima di trovare lattacco vincente che lo ha portato al successo finale. Dietro di lui ha fatto molto bene anche un terzetto composto da Dumoulin, Mollema e Pinot, che negli ultimi metri hanno dato vita a un fantastico duello prima con lo Squalo e poi tra di loro per trovare la miglior piazza possibile dietro al colombiano. Il podio della9^ tappa viene così composto da Quintana, con Pinot e Doumolin a completamento, quinto posto per Nibali seguito alla sesta piazza dal nostro Pozzovivo.Oggi si registrano gap importanti tra un ciclista e laltro separati dalla durezza dellascesa al Blockhaus. (agg Michela Colombo)

Mancano ancora una ventina di chilometri al tanto atteso arrivo del Blockhaus, traguardo della 9^ tappa del Giro dItalia, tra i più attesi di questa edizione neumro100 della corsa rosa. Dopo la volante di Chieti vinta dal Omar Fralle, davanti Aleksei Tcatevich, il gurppo ha cominciato a ricompattarsi prima di arrivare allultima ascesa prevista dal percorso di oggi. Il ritmo del gruppone infatti si è alzato notevolmente, anche grazie allimpulso dato dagli uomini della Orica, che si sono contesi la testa del gruppo con gli uomini Sky e BMC. Man mano i fuggitivi, partiti già alle prime battute di questa tappa del giro numero 100 sono stati ttti recuperati tranne Tratnik e Marczynski, che fino a poco fa erano accompagnati da Rolland poi vittima di una piccola caduta senza però alcuna conseguenza per il francese. (agg Michela Colombo) 

Mancano circa una settantina di chilometri allarrivo sul Blockhaus della 9^ tappa del Giro dItalia 2017 e la corsa  sta per raggiungere la salita che porterà i corridori a Cheti dove però non sarà previsto un Gpm ma una volante, la seconda disegnata nel percorso di oggi, anche se lascesa si annuncia davvero impegnativa specialmente nellultimo chilometro. Al momento in testa alla corsa troviamo Alexey Tstatevich (Gazprom – RusVelo), Mads Pedersen (Trek – Segafredo), Marco Marcato, Sacha Modolo (UAE Team Emirates), Omar Fraile (Dimension Data), Jan Tratnik (CCC Sprandi Polkowice), Matteo Montaguti (AG2R La Mondiale), Luis Leon Sanchez (Astana), Matteo Busato (Wilier – Selle Italia), Iljo Keisse (QuickStep – Floors), Pierre Rolland (Cannondale – Drapac) e Tomasz Marczynski (Lotto Soudal): il gruppo però  non ha lasciato molto spazio ai fuggitivi e il gap rimane fisso sui due minuti abbondanti, alle spalle il gruppone è via via guidato dagli uomini della Movistar, che chiaramente puntano  a controllare il ritmo per  favorita al meglio il loro leader Nairo Quintana, favoritissimo per la vittoria  di questa 9^ tappa del Giro dItalia. (agg Michela Colombo) 

Sono già stati percorsi 30 dei 152 km previsto in questa 9^ tappa del Giro dItalia 2017 e come da pronostico per questo appuntamento della corsa rosa numero 100 che si chiuderà con lo spettacolare arrivo del Blockhaus non sono affatto mancare le amozioni.  Già nei primi chilometri infatti il gruppo alla partenza di Montenero di Bisaccia si è allungato dando spazio a numerosi attacchi: pochi però sono andati a buon segno. Sono infatti nove ora i fuggitivi che segnalano rispetto al gruppone un ritardo sui 2 minuti abbondanti: ma anche davanti il comparto non è compatto e si registrano tra i corridori un ritardo di circa 30 secondi. In fuga troviamo Alexey Tstatevich (Gazprom), Mads Pedersen (Trek Segafredo), Marco Marcato (UAE Team Emirates), Omar Fraile (Dimension Data), Jan Tratnik (CCC Sprandi Polkowice), Matteo Montaguti (AG2R La Mondiale), Luis Leon Sanchez (Astana), Matteo Busato (Selle Italia) e Iljo Keisse  della Quickstep, ma dietro di loro resiste un terzetto formato da Modolo, Marczynyack  e Rolland. (agg Michela Colombo)  

Sta per avere inizio l9^ tappa delledizione numeor100 del Giro dItalia, che oggi vedrà i corridori impegnati su un percorso molto complesso e affascinante lungo 189 km dal Molfetta al Block Haus, caratterizzato da un impervio arrivo in salita dove non mancheranno però intense battaglie.  Viste le caratteristiche di questa 9^ tappa il borsino dei favoriti vede davanti a tutti il colombiano Nairo Quintana, seguito Thibault Pinot e dal nostro Vincenzo Nibali che finora si è fatto vedere ben poco. Nonostante una forte concorrenza il colombiano della Movistar rimane il protagonista più atteso specialmente dopo quanto fatto nelle gare di avvicinamento al Giro dItalia 2017, come alla Tirreno Adriatico di questanno, dove ha dominato in maniera incontrastata. A suo supporto gioca inoltre una squadra forte e ben attrezzata per questa prova, anche se dopo lascesa allEtna oggi darà fondamentale lo spunto personale. Ma è ora di dare la parola alla strada, si comincia! 

In attesa dell’inizio della nona tappa del Giro d’Italia 2017, la Montenero di Bisaccia-Blockhaus di 149 km, andiamo a dare un’occhiata alla classifica generale della competizione per quello che compete le prime quindici posizioni. In testa troviamo momentaneamente il belga Bob Jungels di Quick-Step, seguito da Thomas Geraint del Team Sky e da Yates Adam di Orica Scott. Nel dettaglio, ecco la griglia per esteso: 1 Bob Jungels (Lux) Quick-Step; 2 Geraint Thomas (Gbr) Team Sky a 6″; 3 Adam Yates (Gbr) Orica-Scott a 10″; 4 Vincenzo Nibali (Ita) Bahrain-Merida s.t; 5 Domenico Pozzovivo (Ita) AG2R La Mondiale s.t.; 6 Nairo Quintana (Col) Movistar Team s.t.; 7 Tom Dumoulin (Ned) Team Sunweb s.t.; 8 Bauke Mollema (Ned) Trek-Segafredo s.t.; 9 Mikel Landa (Spa) Team Sky s.t.; 10 Thibaut Pinot (Fra).

Appuntamento attesissimo oggi con la Montenero di Bisaccia-Blockhaus di 149 km: la nona tappa del Giro dItalia 2017 sarà dunque breve ma decisamente impegnativa, perché ci proporrà il secondo arrivo in salita per Giro 100. Il Blockhaus è salita vera, lunga e impegnativa: sulla Maiella potremmo dunque avere i primi verdetti. Come si suol dire, a due settimane dalla fine della Corsa Rosa, di certo non potremo sapere chi vincerà il Giro dItalia, ma potremmo cominciare a capire chi non potrà farcela, dal momento che i distacchi potrebbero essere molto rilevanti. Vietato nascondersi: sullEtna il vento ha indotto molti alla prudenza, perché attaccare avrebbe comportato uno sforzo eccessivo in proporzione ai possibili guadagni, stavolta invece i big non avranno più scuse, essendo il Blockhaus una salita normale, non particolare come il vulcano siciliano. Gli Appennini spesso vengono messi in secondo piano al Giro dItalia, ma quando si scalano le montagne abruzzesi succede sempre qualcosa di interessante. Si partirà dal Molise (provincia di Campobasso), ma la tappa sarà quasi per intero abruzzesi, fra le province di Chieti, Pescara e di nuovo Chieti per larrivo: eccovi dunque tutto ciò che serve sapere sul percorso della nona tappa Montenero di Bisaccia-Blockhaus

La partenza avrà luogo appunto da Montenero di Bisaccia, che per la prima volta ospita la carovana del Giro dItalia, alle ore 13.10, visto che il tracciato della nona tappa sarà breve e a dire il vero quasi per intero piuttosto semplice, naturalmente però solamente fino ai piedi della salita finale. Nei primi 120 chilometri sarà in gran parte pianura o al massimo saliscendi non impegnativi, come ad esempio le due salitelle che porteranno la corsa verso i due traguardi volanti di giornata: il primo sarà collocato a Vasto dopo soli 18,km della tappa e potrebbe stuzzicare gli attacchi di chi punta alla speciale graduatoria dei traguardi volanti o chi vuole i punti per la maglia ciclamino; il secondo, sempre al termine di una breve salita, sarà invece a Chieti al km 91,2, seguito da una discesa piuttosto ripida verso Chieti Scalo. Nulla di significativo, comunque, fino a Scafa (km 123,1), dove il gioco si farà duro.

Da quel momento in poi sarà infatti praticamente tutta salita, anche se il primo tratto non farà ufficialmente parte della salita finale che, dopo un breve tratto di discesa, avrà inizio formale a Roccamorice, quando allarrivo in cima al Blockhaus mancheranno 13,6 km. Salita dunque piuttosto lunga, naturalmente valida come Gran Premio della Montagna di prima categoria, caratterizzata da strada stretta con numerosi tornanti. I tratti più facili saranno subito allinizio della salita e poi nellultimo chilometro, ma in mezzo la pendenza si manterrà sempre superiore al 9% per una decina di chilometri dove dunque non ci sarà mai respiro e chi dovesse andare in difficoltà rischia di perdere moltissimo. In alcuni tratti poi la salita sarà davvero durissima, dal momento che la pendenza massima raggiungerà punte del 14%. Insomma, il Blockhaus sarà giudice severo, che emetterà sentenze molto indicative circa la condizione di forma di tutti gli uomini di classifica. Nellultimo chilometro ci sarà un brevissimo tratto di discesa per prendere fiato, poi ecco il rettilineo darrivo con pendenza all8%. Il dato complessivo della pendenza media sarà dell8,4%, che su una salita di ben 13,6 km è decisamente impegnativa: stasera qualcuno esulterà, mentre altri si faranno domande non molto piacevoli

Per seguire il Giro dItalia 2017 in diretta tv, è disponibile una amplissima copertura live sulla Rai: i canali di riferimento sono Rai Due e Rai Sport + HD. I collegamenti oggi avranno inizio già alle ore 12.20 sul canale tematico, ma naturalmente sarà al pomeriggio il cuore della giornata, con la lunga cronaca a partire dalle ore 15.00 su Rai Due (come al solito la domenica il passaggio fra i due canali avviene un’ora più tardi), incentrata sulla telecronaca di Francesco Pancani e Silvio Martinello, ma non solo. In chiusura il Processo alla Tappa di Alessandra De Stefano, mentre per le rubriche e la replica serale si tornerà su Rai Sport + HD. Il Giro dItalia sarà però visibile anche su Eurosport, canale disponibile sia per gli abbonati Sky sia per quelli di Mediaset Premium: appuntamento oggi a partire dalle ore 14.30. Per chi invece non potesse mettersi davanti al televisore, ecco pure la possibilità garantita dalla diretta streaming video, gratuita per tutti sul sito raiplay.it, per gli abbonati tramite Eurosport Player, Sky Go e Premium Play. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Corsa Rosa: il sito www.giroditalia.it, la pagina Facebook Giro d’Italia e il profilo Twitter @giroditalia. E adesso, che lo spettacolo cominci: la parola va alla strada!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori