Video/ Inter Sassuolo (1-2): highlights e gol. Vecchi: vogliamo finire con dignità (Serie A 2017 36^ giornata)

- Federico Giuliani

Video Inter Sassuolo (risultato finale 1-2): gli highlights e i gol della partita che si è giocata domenica 14 maggio, valida per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A

Iemmello_DAmbrosio_Sassuolo_Inter_lapresse_2017
Pagelle Sassuolo Inter - LaPresse

Cè chiaramente molta amarezza e molta rabbia in casa dellInter dopo la sconfitta subita per 2-1 contro il Sassuolo in casa e lanalisi di quanto successo in campo da parte del tecnico nerazzurro Stefano Vecchi a microfoni di Sky Sport, non può che essere venata da delusione: indubbiamente il risultato è da buttare, la prestazione credo che la squadra nei primi 30-35 abbia fatto una buona gara e al nostro primo errore siamo stati puniti: chiaro un errore grave e grossolano. Dopo di che entriamo in campo e davanti alla porta sbagliamo i gol: anche prima abbiamo colpito il palo, creato situazioni e occasioni pericolose. E un momento in cui oltre alle difficoltà e il limiti che abbiamo non gira nel verso giusto in alcune situazioni. Poi la squadra ha reagito ancora è ho visto una squadra che vuole finire con dignità, ma purtroppo non è andata per il verso giusto. (agg Michela Colombo)

La pesante sconfitta occorsa allInter per 2-1 contro il Sassuolo nella36^giornata di serie A non è che lultimo dei risultati negativi messi a bilancio in questo finale di stagione dalla compagine nerazzurra, cui neanche lallontanamento del tecnico Pioli è bastato per risollevarsi dalla profonda crisi cui versa lo spogliatoio. In questo senso appaiono molto significative le parole dellattaccante del Inter Eder ai microfoni di Sky Sport, espresse al termine della partita contro i neroverdi: la società ci ha chiesto la Champions e come ho detto, siamo addirituura fuori dallEuropa League: è stata unaltra annata negativa per tutti. Penso che, beh prima si parlava di errori individuali, ma qui nella barca siamo tutti assieme. Tutti abbiamo fatto male oggi: chi vuole rimanere deve andare dalla società e dire che vuole rimanere, chi vuole andare via che lo dica. La mia disponibilità cè, ma che siamo sinceri con tutti. (agg Michela colombo)

Nonostante il bel successo ottenuto per 2-1 dal Sassuolo in casa dellInter nella 36^ giornata di Serie A, in casa neroverde il tema caldo rimane il futuro del tecnico del club emiliano, dato ormai per partente la prossima estate.  Fermato nel post match dai microfoni di Sky Sport, lo stesso Di Francesco ha dichiarato: siamo riusciti a mantenere questo risultato dopo una prestazione gagliarda contro una squadra ferita che voleva a tutti i costi riprendere la partita. Sono contento perché oggi sono rientrati dei giocatori che erano fuori da diversi mesi e hanno disputato minuti importanti chi 90 chi meno, e lo stesso Iemmello non dimentichiamo che lanno scorso in serie C al Foggia, fa capire che con il tempo, con il lavoro e la crescita questi ragazzi fanno vedere le proprie qualità e che abbiamo scelto anche bene. Il mio futuro? per adesso vi assicuro che cè solo il Sassuolo: in questa settimana mi incontrerò con loro prima di fare eventuali scelte, Però sono contento di quello che mi ha dato e di quanto ho dato io: siamo partito non dalla Serie A, ma dalla B e abbiamo fatto un percorso di grande crescita. (agg Michela Colombo)

Ennesima debacle per lInter ora guidata dal tecnico della Primavera Stefano Vecchi: 1-2 il risultato finale ottenuto in casa dai nerazzurri contro il Sassuolo di Di Francesco nella36^giornata di Serie A. al termine della partite lo stesso tecnico dellInter, ricevuta la squadra dallesonerato Stefano Pioli, ha così commentato la prestazione della sua squadra in conferenza stampa: la negatività che ci portiamo addosso in questo momento si riflette anche in campo:;poi la squadra ha reagito dopo un po, non subito forse malo ha fatto e abbiamo segnato il gol del 2-1 e abbiamo spinto fino alla fine. Abbiamo fatto di tutto e di più, creando e mettendo pressione al Sassuolo, che è una squadra che arriva da risultati positivi: stava vincendo anche con il Napoli a pochi minuti dalla fine. Noi siamo una squadra in convalescenza, malata e non è facile riuscire a venir fuori da situazioni in cui ci vorrebbe anche quel pizzico di buona sorte per indirizzare la situazione verso qualcosa di positivo. (agg Michela Colombo)

Inter-Sassuolo termina con il risultato di 2-1 in favore della formazione ospite, che fa sprofondare i nerazzurri in una crisi sena fine. I padroni di casa allungano la loro serie negativa con un’altra sconfitta, la quarta consecutiva dopo quelle arrivate con Genoa, Napoli e Fiorentina. Stefano Vecchi accantona il 4-2-3-1 di Pioli e adotta il 4-3-3, con Icardi supportato da Perisic e Candreva; Brozovic a centrocampo insieme a Joao Mario e Gagliardini, e Andreolli in difesa. Dall’altra parte Di Francesco si affida al modulo di sempre, il 4-3-3, pur cambiando diversi interpreti. Iemmello viene confermato nel tridente offensivo, con Berardi a destra e Politano a sinistra. Biondini torna titolare dopo sei mesi. Pronti, via. L’Inter sembra subito partire con il piglio giusto. Al 2′ Candreva mette in mezzo un traversone sul quale si fionda Perisic, il cui diagonale non trova lo specchio della porta. Poco dopo il croato spedisce sul fondo un altro suggerimento di Candreva, questa volta con un piattone, sempre all’altezza del secondo palo. Al 19′ Icardi addomestica un lancio dalle retrovie, elude l’intervento di Letschert e lascia partire una conclusione schiaffeggiata in corner dall’attento Consigli. Al 28′ ancora il capitano dell’Inter protagonista: Perisic fa la sponda per l’argentino, che in area piccola colpisce di testa ma manda il pallone sul palo. Il Sassuolo passa in vantaggio al 36′, alla prima discesa degna di nota. Murillo commette un grave errore nella propria trequarti, Sensi recupera la sfera e scappa sulla sinistra. Il centrocampista apre sulla destra per Berardi, che apparecchia per la conclusione vincente di Iemmello. I neroverdi acquistano coraggio e sfiorano il raddoppio prima con Politano poi con Acerbi.

Arriviamo alla ripresa. L’Inter spende subito due cambi: fuori Nagatomo e Joao Mario, dentro Ansaldi ed Eder. Proprio quest’ultimo si fa vedere con un guizzo dei suoi. Il tiro dell’ex Sampdoria viene però disinnescato da Consigli. I padroni di casa adesso sono tutti sbilanciati in avanti, e il Sassuolo ne approfitta in contropiede, come quando al 48′ Iemmello impegna severamente Handanovic. Al 50′ il Sassuolo raddoppia: Berardi vince un rimpallo e prolunga sulla destra per Lirola. Il terzino spagnolo entra in area e apparecchia a centro area per Iemmello, che insacca a porta vuota la sua doppietta personale. L’Inter prova a reagire affidandosi a Eder, bravo a raccogliere una sponda di Icardi ma non preciso tanto quanto basta per beffare il portiere avversario. Al 69′ lo stesso Eder trova il gol con un tiro deviato da un difensore neroverde. Nel finale gli uomini di Di Francesco controllano bene il match e vanno vicini al terzo gol: Berardi cambia gioco per il neo entrato Defrel, che calcia a colpo sicuro trovando la manona di Handanovic. Dopo 4′ di recupero l’Inter incassa l’ennesima sconfitta di una stagione che sta per concludersi nel peggiore dei modi possibili. Per quanto riguarda le statistiche, notiamo come i nerazzurri abbiano totalizzato 23 conclusioni, ma di queste soltanto 7 erano dirette nello specchio della porta difesa da Consigli. Il Sassuolo è stato molto più cinico: 12 tiri, 4 dei quali in porta. Il possesso palla ha sorriso all’Inter: 61,5% a fronte del 38,5% ospite. Un possesso che apparso per lo più sterile e inutile.

Al termine di Inter-Sassuolo ecco quanto dichiarato dal tecnico dell’Inter Stefano Vecchi a Sky Sport. L’allenatore non ha parlato soltanto del match, ma anche della rabbia dei tifosi e dell’obiettivo Europa League: “I tifosi sono dispiaciuti e delusi perché si aspettavamo un’inversione di marcia. Europa League? molto complicato, ma il calcio ci insegna è tutto possibile. Con la Lazio sarà dura, ma daremo il massimo per tornare alla vittoria. Ho visto tanta delusione negli occhi dei ragazzi. Difficile parlare questa sconfitta, ma qualche segnale positivo si è visto. Gabigol? Ha avuto un impatto positivo sulla gara, ha dimostrato di aver voglia, così come Eder. L’organico dell’Inter è altamente competitivo. Icardi? Probabilmente è quello che soffre di più per questa stagione. Gli servirà comunque per diventare più forte”. In casa Sassuolo ecco invece quanto dichiarato da Domenico Berardi: “Sicuramente siamo in una condizione fisica ottimale, abbiamo fatto una preparazione ottimale durante tutta la settimana. Merito della squadra e di questo gruppo. Io all’Inter? Non so, vedremo a giugno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori