Perquisizione Psg/ Di Maria e Pastore, visita dell’anti-frode nell’operazione Football Leaks

Perquisizione Psg, Di Maria e Pastore: la sede del club e le case dei due giocatori argentini sono state visitate oggi dall’anti-frode di Parigi nell’ambito dell’operazione Football Leaks

23.05.2017 - Claudio Franceschini
DiMaria_Pastore_Argentina_lapresse_2017
Sampaoli confermato sulla panchina dell'Argentina - La Presse

Brutta mattinata per il Paris Saint Germain e per due giocatori della sua rosa: Angel Di Maria e Javier Pastore, come riporta Mediapart.fr, hanno infatti ricevuto una visita dellUfficio Centrale anti-frode di Parigi che, poco dopo, ha effettuato una perquisizione anche presso la sede del club transalpino. Unoperazione che era nellaria: da circa cinque mesi infatti la Procura finanziaria francese ha aperto uninchiesta per indagare su alcune irregolarità con il Fisco. Pastore e Di Maria erano già finiti nellocchio del ciclone, allinterno di Football Leaks: i due argentini infatti, come aveva rivelato il consorzio European Investigative Collaborations (che raduna 12 media europei), percepiscono una parte del loro reddito in paradisi fiscali. Non si tratterebbe comunque dello stipendio versato dal Psg, quanto dei soldi che arrivano da sponsor e partner commerciali, così come del ricavato dai diritti dimmagine. Il Paris Saint Germain era sempre rimasto fuori da questa vicenda ma stavolta ha subito la perquisizione; possiamo aspettarci qualche novità in merito nei prossimi giorni? Staremo a vedere, lipotesi – e al momento, in attesa di ulteriori indagini e rivelazioni, non può che trattarsi di questo – è che in qualche modo la società parigina abbia agevolato questa operazione fiscale di Di Maria e Pastore.
Per entrambi potrebbe esserci comunque un addio al Paris Saint Germain nel corso dellestate. Pastore, arrivato in Francia nel 2011 dopo lesperienza al Palermo, ha visto i suoi spazi via via ridotti: nelle ultime due stagioni ha messo insieme appena 31 partite in Ligue 1, cioè meno di quanto avesse fatto in tre di quattro campionati precedenti. Naturalmente qualche cessione illustre potrebbe spalancargli nuovamente le porte, ma la sensazione è che dopo sei anni (230 partite con 39 gol) la sua esperienza nella capitale francese sia giunta al termine. Lo stesso si può dire di Di Maria: il quale non si è mai fermato troppo in uno stesso club. Tre anni al Benfica, quattro al Real Madrid, solo uno al Manchester United, la stagione che si è appena conclusa è la sua seconda nel Psg, con cui ha avuto 28 gol in 89 apparizioni. La Juventus è tra le formazioni interessate; il doppio flop in campionato e Champions League può portare a una rivoluzione nella rosa della squadra e dunque Di Maria è uno dei giocatori che, potendo portare una buona entrata economica, potrebbe dare laddio a Parigi. Prima, però, bisognerà capire quale esito avrà questa visita da parte dellanti-frode, e se ci saranno conseguenze pesanti per i due calciatori e per lo stesso Psg.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori