AJAX MANCHESTER UNITED / Probabili formazioni: Onana ce la fa. Quote, novità (finale Europa League 2017)

- Carlo Necchi

Ajax-Manchester United: probabili formazioni, quote, le ultime novità live. La finale di Europa League si gioca mercoledì 24 maggio 2017 a Stoccolma, calcio dinizio ore 20:45

manchesterunited_lapresse_2017
Finale Europa League 2017: Ajax-Manchester United (LAPRESSE)

E Manchester United stanno per scendere in campo nella finale di Europa League 2017: le ultime notizie sulle formazioni ci dicono che sarà della partita anche il portiere camerunese André Onana. Lestremo difensore dellAjax, che questanno ha giocato una grande stagione, era in dubbio nelle ultime ore a causa di un attacco febbrile; in caso di forfait il suo posto sarebbe stato preso dal più esperto Diederik Boer (36 anni) ma Edwin Van der Sar, oggi dirigente dei Lancieri e portiere titolare nellultima finale di Champions League vinta dalla squadra (nel 1995), ha rassicurato tutti confermando che Onana sarà regolarmente al suo posto. Ventunenne, il portiere è cresciuto nel nobile e floridissimo settore giovanile del Barcellona; intuitene le potenzialità, lAjax ha deciso di acquistarlo nel gennaio 2015. Fino allo scorso anno era costantemente impegnato con la seconda squadra, la partenza di Jasper Cillessen (finito proprio al Barcellona) gli ha spalancato le porte della formazione titolare e questa sera avrà la grande possibilità di difendere i pali dellAjax nella finale di Europa League, per quello che potrebbe essere il primo titolo europeo della sua ancor giovanissima carriera. (agg. di Claudio Franceschini)

E Manchester United affronteranno la finale di Europa League 2017 con unimpostazione tattica simile. 4-3-3 classico per i Lancieri, mentre una variante per i Red Devils riguarda la posizione di Pogba, che può muoversi in posizione più avanzata formando un 4-2-3-1. In questa stagione il Manchester United ha disputato 64 partite ufficiali tra Premier League e coppe, nazionali ed internazionali, segnando in totale 101 gol per una media di 1,5. Per lAjax invece meno partite sul groppone, 55 (considerando anche che in Eredvisie si giocano 4 giornate in meno), ma un maggior numero di reti totali, 120 per una media di 2,1 per gara. Tra gli olandesi, Kasper Dolberg si è distinto come il giocatore più prolifico: per il diciannovenne danese 47 presenze complessive e 23 gol dei quali 16 in campionato, 6 in Europa League e 1 nei preliminari di Champions. In doppia cifra anche Bertrand Traoré, ventunenne del Burkina Faso in prestito dal Chelsea: per lui 13 gol (4 in Europa League) in 38 presenze, mentre dal centrocampista Davy Klaassen sono arrivate altre 20 reti. Nel Manchester United il top scorer è infortunato: Zlatan Ibrahimovic e il suo carico da 28 gol stagionali non saranno in campo nella finale di Europa League. Mourinho si affiderà allora a Marcus Rashford, che nonostante i 19 anni risulta il giocatore della squadra con più presenze nel 2016-2017, 52, impreziosite da 11 gol. Per Rooney 8 centri in 38 gettoni, bottino analogo per Martial che è sceso in campo 41 volte. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

I dubbi di Josè Mourinho per la formazione del Manchester United riguardano in particolare difesa ed attacco. Al reparto arretrato mancano i centrali Bailly e Rojo, spazio quindi allolandese Daley Blind (altro figlio darte e cresciuto proprio con i Lancieri) e probabilmente a Phil Jones. Il piano B prevede larretramento di Michael Carrick come difensore centrale, in partenza però Mourinho dovrebbe privilegiare un giocatore di ruolo. Il centrocampo appare come il reparto più sicuro: in campo Fellaini, Ander Herrera e Pogba; per lattacco invece il dubbio riguarda un pezzo da 90 come Wayne Rooney, che ha vissuto un 2017 complicato a causa dellinfortunio a una caviglia. Ora il numero 10 dei Red Devils sembra aver recuperato una buona forma fisica, vedremo se Mourinho lo preferirà a Jesse Lingard che dal canto suo si è sempre fatto trovare pronto. Salvo imprevisti panchina per Juan Mata ed Anthony Martial, che potranno comunque tornare utili a partita in corso. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

La formazione titolare dellAjax non dovrebbe subire scossoni rispetto allultimo match disputato in Europa League, ovvero la semifinale di ritorno sul campo del Lione. I maggiori dubbi riguardano la linea difensiva: Riedewald è favorito per rimpiazzare lo squalificato Viergever, unalternativa prevede lo spostamento a sinistra di Veltman e linserimento di Kenny Tete sulla destra, con Riedewald a scivolare in panchina. Per il centrocampo difficilmente il mister farà a meno di Schone, che nella probabile formazione titolare dellAajax risulta lunico giocatore con più di 25 anni. I centrali Donny van de Beek e Frankie de Jong partiranno quindi tra le riserve, salvo ripensamenti dellultimo momento. Idem dicasi per il figlio darte Justin Kluivert, il cui padre giocò anche in Italia (nel Milan) prima di segnare oltre 100 gol con la maglia del Barcellona. Kluivert junior, esterno dattacco classe 1997, sarà una delle armi dalla panchina a disposizione di Bosz; idem dicasi per il suo coetaneo David Neres, brasiliano acquistato a gennaio dal San Paolo. (aggiornamento di Carlo Necchi)

Assenze di peso sia per lAjax che soprattutto per il Manchester United. Gli olandesi di mister Bosz devono fare a meno di due difensori: Nick Viergever e Daley Sinkgraven. Viergever non ci sarà perché squalificato, essendo stato espulso per somma dammonizioni nella semifinale di ritorno contro il Lione. Sinkgraven è invece alle prese con un problema ad un ginocchio. Tra le fila dei Red Devils il grande assente è Zlatan Ibrahimovic, che poteva giocare una finale europea in patria e contro una sua ex squadra, quellAjax che lha battezzato nel grande calcio tra il 2001 e il 2014, prima di cederlo alla Juventus. Il gigante di Malmoe si è infortunato al ginocchio destro terminando anzitempo la sua stagione; discorso analogo per il difensore argentino Marcos Rojo, vittima del medesimo problema fisico e fuori almeno fino a settembre. In più Mourinho deve rinunciare anche al terzino Luke Shaw, out per infortunio ad una caviglia, e allestero Ashley Young (tesine del ginocchio). Ad acuire le problematiche difensive è arrivata la squalifica dellivoriano Eric Bailly, espulso nella semifinale di ritorno contro il Celta Vigo. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

Mercoledì 24 maggio 2017 si assegna lEuropa League: Ajax e Manchester United scendono in campo alla Friends Arena di Solna, comune situato nellarea della capitale svedese Stoccolma; calcio dinizio alle ore 20:45, a dirigere la partita sarà lo sloveno Damir Skomina. Ultimo atto dellEuropa League targata 2016-2017, edizione numero 46 della coppa ed ottava con la nuova denominazione: lAjax ha vinto il trofeo una volta, battendo il Torino nella finale del 1992; il Manchester United insegue invece la prima vittoria in questa competizione. Di seguito le quote per il pronostico di Ajax-Manchester United e le probabili formazioni della finale di Europa League.

Vediamo il pronostico di Ajax-Manchester United secondo le quote di snai.it: i Lancieri figurano come squadra di casa, il segno 1 è però sfavorito a 4,50; segno X per il pareggio a quota 3,50 e segno 2 per il successo degli inglesi abbassato a 1,83. Under 1,65, Over 2,10, Gol 1,90 e NoGol 1,80. Ricordiamo che in caso di parità al termine dei tempi regolamentari sono previsti supplementari, due da 15 ciascuno, ed eventualmente calci di rigore.

Solito 4-3-3 per gli olandesi allenati da Peter Bosz, che sta per concludere la prima stagione alla guida dellAjax (ha sostituto Frank De Boer lestate scorsa). In porta André Onana, camerunese classe 1996 strappato due anni fa alla Cantera del Barcellona; davanti a lui i difensori centrali Matthijs de Ligt (17 anni) e Davinson Sanchez (20), a completare la giovanissima retroguardia i terzini Joel Veltman (25 anni) e Jairo Riedewald (20). Chiavi del centrocampo affidate al danese Lasse Schone, uno dei giocatori più esperti della rosa biancorossa, mentre le mezzali saranno il marocchino Hakim Ziyech e il capitano Davy Klaassen. Centravanti il danese Kasper Dolberg, altra gemma del vivaio, affiancato dagli esterni alti Bertrand Traoré ed Amin Younes.

José Mourinho dovrebbe rispondere con uno schieramento speculare, quindi altro 4-3-3: in porta largentino ex Sampdoria Sergio Romero, in difesa spazio allitaliano Matteo Darmian in posizione di terzino sinistro; con lui anche i centrali Phil Jones e Daley Blind (ex dellAjax) e il laterale di destra Antonio Valencia. A centrocampo Marouane Fellaini, Ander Herrera e Paul Pogba, mentre in attacco agirà il giovane Marcus Rashford supportato da Jesse Lingard e dallarmeno Henrikh Mkhitaryan.

22 Onana; 3 Veltman, 36 de Ligt, 5 D.Sanchez, 4 Riedewald; 22 Ziyech, 20 Schone, 10 Klaassen; 9 B.Traoré, 25 Dolberg, 11 Younes

In panchina: 33 Boer, 16 Vestermann, 2 Tete, 30 van de Beek, 21 F.de Boer, 7 Neres, 45 Kluivert

Allenatore: Peter Bosz

Squalificati: Viergever

20 S.Romero; 25 A.Valencia, 4 P.Jones, 17 Blind, 36 Darmian; 27 Fellaini, 21 A.Herrera, 6 Pogba; 22 Mkhitaryan, 19 Rashford, 14 Lingard

In panchina: 1 de Gea, 12 Smalling, 16 Carrick, 24 Fosu-Mensah, 8 Mata, 10 Rooney, 11 Martial

Allenatore: José Mourinho

Squalificati: Bailly

Arbitro: Damir Skomina (Slovenia)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori