NICKY HAYDEN/ Il ricordo di Marco Melandri: ho perso un avversario leale (ultime notizie)

- Fabio Belli

La morte di Nicky Hayden: la salma sarà rimpatriata a Owensboro, la cittadina del campione di motociclismo. I fans emozionati per la foto con “Super Sic” Simoncelli

nicky_hayden_moto_1_lapresse_2008
Nicky Hayden, ex pilota MotoGp - LaPresse

Tra i tanti che hanno  ricordato e continua a ricordare Nicky Hayden, il pilota di Superbike e campione del mondo della MotoGP che si è spento due giorni fa allOspedale Bufalini di Cesena, spicca il messaggio di Marco Melandri pilota nei medesimi campionato affrontati dal Kentucky Kid con il quale ha condiviso tante emozioni e in pista e non solo. Melandri, intervistato in esclusiva dalla Gazzetta dello Sport ha dichiarato: E stato un colpo durissimo, era un avversario leale, non giocava mai sporco. Una persona pulita in pista  e fuori. Proseguendo nell’intervista poi il pilota delinea un bellissimo profilo di Nicky Hayden: che pilota era? Era un mastino che non mollava mai. Forse non era il più talentuoso, ma lavorava senza sosta. Comprendeva i propri imiti e ogni anno lo ritrovavi più forte di prima, era questo il suo asso nella manica: impegnarsi per migliorare anche nei dettagli. (agg Michela Colombo)

Domenica, la Superbike il campionato dove Nicky Hayden era protagonista assoluto con la Redbull Honda prima del tragico incidente che lo ha coinvolto nei giorni scorsi tornerà a correre, ma il ricordo del pilota e campione del mondo della Motogp non verrà meno. La morte di Nicky Hayden ha lasciato un segno troppo grande nella vita di molti perché il suo ricordo on viva a lungo. Al momento la Dorna, organizzatrice del mondiale SBK e MotoGP ha prevosto un minuto di silenzio da osservare prima dellinizio delle gare del Gp di Gran Bretagna atteso a Donington in questo weekend, ma è probabile che si organizzino altri momento in memoria del Kentucky Kid recentemente scomparso. Intanto la scuderia di Nicky Hayden ha fatto sapere c che il compagno di squadre del pilota americano sarà regolarmente in osta questo weekend mentre prenderà solo nei prossimo giorni provvedimenti per trovare un sostituto di Nicky sulla Redbull Honda. (agg Michela Colombo)

La morte di Nicky Hayden ha senza dubbio lasciato una traccia ineliminabile in tantissime persone, sia a lui vicine che lontana, come i tanti fan e appassionati che hanno seguito con apprensione lincidente e il ricovero nel reparto di rianimazione del Bufalini di Cesena nei giorni scorsi. Tra i tanti ha espresso profonde parole di cordoglio anche Marchi Chini Coordinatore del team Redbull Honda per il qualche Hayden stava correndo nel Mondiale 2017 della Superbike. Con un post sul sito ufficiale del team (clicca qui per visualizzarlo) Chini ha dichiarato: Pare impossibile che Nicky non sia più con noi: non era solo unincredibile pilota ma era un brillante esempio di etica sportive a di professionalità.  Kentucky Kid infatti rappresentava in maniera perfetta i valori dello sport e della scuola americana del motociclismo. Il livello di affezione e di supporto che la comunità sportiva ha mostrato a Nicky Hayden dimostra quanto la sua gentile persona e la sua genuina passione per i motori abbia lasciato un segno nei cuori dei fan del Motosport e degli addetti ai lavori. E stato un dispiacere aver avuto  a disposizione soltanto 18 mesi per lavorare insieme, ma abbiamo molti ricordi felici. (agg Michela Colombo)

Mentre si attende il completamento delle ultime pratiche burocratiche relative al rimpatrio della salma di Nicky Hayden, il pilota della superbike morto solo lunedì pomeriggio nel reparto di rianimazione del Bufalini di Cesena, si susseguono i messaggi di cordoglio di amici, conoscenti e semplici fan del Kentucky Kid inviati alla sua famiglia. La famiglia Hayden più volte in questi terribili giorni ha voluto ringraziare per il sostegno ricevuto, ma nella giornata di ieri ha voluto farlo in prima persona anche la sorella di Nicky Kathleen attraverso un tweet sul suo profilo ufficiale (clicca qui per visualizzarlo). La ragazza, sopra a una bella foto che la ritrae sorridente assieme al fratello ha poi scritto Today I not only lost my big brother, but I lost a best Friends. Ride in peace Tricky, until we meet again (Oggi non ho perso solo il mio fratello maggiore, ma anche un migliore amico. Corri in pace Tricky, finchè non ci incontreremo nuovamente. Il messaggio di Kathleen in realtà non è il primo, ma anche i fratelli di Nicky Hayden Tommy e Roger si sono più volte espressi attraverso i social ricordando Kentucky Kid. (agg Michela Colombo)  

La morte di Nicky Hayden continua ad essere la tragedia che ha scosso tutto il mondo dello sport in questa settimana. Il campione di motociclismo americano non ce lha fatta, ma ora è arrivato il momento di pensare allestremo saluto per Kentucky Kid. Come è già trapelato nel corso della giornata di martedì 23 marzo, non sarà allestita una camera ardente per il saluto dei fans: gli organi di Nicky Hayden sono stati donati, e ora resta da organizzare il funerale.

La salma del pilota della Honda sarà ora rimpatriata nella cittadina natale del Kentucky, Owensboro, dove parenti e amici si riuniranno per il funerale. Il Sindaco di Owensboro ha già fatto sapere che la cittadina osserverà una giornata di lutto e che tutte le bandiere degli edifici municipali saranno tese a mezzasta in segno di cordoglio per la scomparsa di una delle personalità di punta della storia della città.

La morte di Nicky Hayden è avvenuta in una strada che porta a Riccione e nonostante questa tragedia, il legame di Kentucky Kid con lItalia resta comunque molto forte. In questi giorni gli sportivi si sono emozionati rivedendo una foto circolata recentemente, che ritrae uno spettacolare sorpasso tra Nicky Hayden e Super Sic Marco Simoncelli, altro motociclista rimasto nei cuori di tutti gli sportivi italiani e degli amanti di tutto il mondo del motociclismo dopo la sua prematura scomparsa avvenuta nel 2011, in seguito a un incidente in pista.

In molti hanno augurato ai due campioni di ritrovarsi sulle piste celesti e londata di emozione è stata grande. Continuano però nel contempo le indagini sullincidente che ha portato Nicky Hayden alla morte e in particolare la polizia di Riccione sta lavorando sulle rilevazioni in merito alla segnaletica. Allincrocio dove è avvenuto lo scontro mortale tra la bicicletta di Hayden e la macchina sopraggiunta i cartelli e la scritta stop sullasfalto non sarebbero state chiare: una mancanza fatale per Hayden.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori