DIRETTA/ Cagliari-Milan (risultato finale 2-1) info streaming video e tv: gol di Pisacane allo scadere!

- Stefano Belli

Diretta Cagliari-Milan: info streaming video e tv, risultato live e cronaca. La partita di Serie A è in programma domenica 28 maggio 2017 alle ore 15.00

Bacca_Rafael_Milan_Cagliari_lapresse_2017
Diretta Cagliari-Milan, Foto LaPresse

Resa dei conti al Sant’Elia, vittoria sul filo di lana per il Cagliari che batte il Milan per 2 a 1 e chiude il campionato con un successo di prestigio, sconfitta indolore per i rossoneri che in ogni caso avrebbero mantenuto il sesto posto in classifica. Nelle battute conclusive del match nessuna delle due squadre intende accontentarsi del pareggio e si allungano moltissimo in mezzo al campo, gli schemi saltano completamente e i capovolgimenti di fronte aumentano in maniera esponenziale, nonostnate l’uomo in meno i rossoneri non rinunciano ad attaccare, all’88’ Pisacane con una chiusura provvidenziale impedisce a Lapadula di trovare lo specchio della porta, dall’altra parte è Han a farsi chiudere in calcio d’angolo da Calabria, nel recupero i padroni di casa attaccano nel disperato tentativo di trovare il gol che vale i tre punti che arriva proprio allo scadere. Sugli sviluppi di un calcio di punizione Donnarumma non respinge nel migliore dei modi il bolide di Joao Pedro, agevolando il tap-in di Pisacane che a due passi deposita il pallone in rete e fa partire la festa del Cagliari che ottiene un extremis un successo comunque meritato. (agg. di Stefano Belli) 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo tempo il punteggio di Cagliari-Milan vede le due squadre sull’1-1. Il Milan ha una prima occasione di riportarsi in parità al 62′ quando Ionita aggancia ingenuamente Paletta all’interno dell’area di rigore, Abisso indica il dischetto e dagli undici metri Bacca si fa ipnoitizzare da Crosta che bagna il suo esordio in Serie A neutralizzando un penalty, occasione d’oro malamente gettata al vento dal colombiano e i giocatori rossoneri si fanno prendere dal nervosismo con Gustavo Gomez ammonito per la gomitata rifilata a Joao Pedro. Al 69′ tornano ad attaccare i padroni di casa con Joao Pedro che cerca la doppietta ma trova la mano di Donnarumma che si rifugia in calcio d’angolo. Passano altri due minuti e Abisso assegna un altro calcio di rigore a favore del Milan per l’intervento di Crosta che nel tentativo di arrivare sul pallone abbatte Bacca, stavolta dal dischetto va Lapadula che non sbaglia e ristabilisce la parità. Ma la squadra di Montella adora complicarsi la vita da sola, al 75′ Paletta – già ammonito – interviene in maniera scomposta su Han, il fallo costa il secondo giallo al numero 29 che lascia il Milan in dieci, per ripristinare la difesa a tre Montella sacrifica Bacca inserendo Zapata. Grazie alla superiorità numerica il Cagliari torna ad attaccare, all’80’ Donnarumma deve compiere una prodezza per fermare Farias lanciatissimo a rete. (agg. di Stefano Belli) 

Allo stadio Sant’Elia è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per la 38^ giornata di Serie A 2016-2017 tra Cagliari e Milan, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede la formazione di Rastelli sempre in vantaggio per 1 a 0. Montella vuole evitare la sconfitta e rende la sua squadra ancora più offensiva: fuori Vangioni, dentro Lapadula per un Milan a trazione anteriore che conquista subito un paio di tiri dalla bandierina ma senza creare grossi pericoli dalle parti di Crosta se non al 53′ quando Bacca si accentra e va al tiro trovando la ribattuta involontaria di Lapadula, senza il quale probabilmente il pallone si sarebbe infilato proprio nell’angolino. Dall’altra parte Joao Pedro fa da sponda per Farias che calcia in porta senza scavalcare Donnarumma che in tuffo blocca la sfera. (agg. di Stefano Belli) 

L’arbitro Abisso ha mandato tutti negli spogliatoi per una bella rinfrescata, termina qui il primo tempo di Cagliari-Milan con la squadra di Rastelli in vantaggio per 1 a 0. Gara senza esclusione di colpi sebbene conti davvero poco in chiave classifica, ne fanno le spese Suso e Murru che sono costretti a lasciare il campo, sia Rastelli che Montella devono spendere forzatamente il primo cambio prima dell’intervallo. In questa fase del match i rossoneri provano ad avanzare verso la porta di Crosta ma facendo grossa fatica ad arrivare in zona tiro, difesa del Cagliari schierata molto bene che non consente agli avversari di alzare più di tanto il baricentro, l’unico ad andare timidamente alla conclusione è Calabria che al 44′ comunque non impensierisce più di tanto Crosta. Ben cinque i minuti di recupero dovuti alle tante interruzioni per gli infortuni e al gran caldo che ha costretto i giocatori in campo a fermarsi per un black-out rinfrescante. (agg. di Stefano Belli) 

Alla mezz’ora della prima frazione di gioco il Cagliari conduce sul Milan per 1 a 0. Nel frattempo i padroni di casa continuano ad avere spazi per avanzare e affacciarsi dalle parti di Donnarumma, all’11’ Murru libera il tiro dal limite senza però trovare lo specchio della porta. Gli uomini di Rastelli insistono e al 17′ si portano meritatamente in vantaggio, Borriello serve Joao Pedro che parte sul filo del fuorigioco ma la bandierina del guardalinee rimane giù, il numero 10 locale si presenta davanti a Donnarumma e lo trafigge col destro che si infila nell’angolino, difesa del Milan troppo statica che poteva fare certamente di più. Non tarda ad arrivare la reazione dei rossoneri, il tiro di Suso viene sporcato da Murru col pallone che termina in corner, sugli sviluppi del calcio d’angolo sponda di Paletta per la deviazione di Bacca, provvidenziale l’intervento del giovane portiere Crosta che salva sulla linea negando la rete del pari al colombiano, poco dopo ci riprova Suso col pallone che sorvola la traversa. Al 26′ il Cagliari sfiora il raddoppio con Farias, anticipato dall’uscita provvidenziale di Donnarumma che evita il peggio ai suoi. (agg. di Stefano Belli) 

Allo stadio Sant’Elia l’arbitro Abisso ha dato il via alla sfida valida per l’ultima giornata di Serie A 2016-2017 tra Cagliari e Milan, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Prima del calcio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio in memoria dell’ex-arbitro Stefano Farina, scomparso qualche giorno fa, dopodiché la parola è passata al campo, già al 1′ i padroni di casa vanno vicini al gol con il colpo di testa di Borriello, il pallone sfiora il palo alla sinistra di Donnarumma. Gli ospiti provano subito a reagire senza però trovare il modo di far arrivare la sfera dentro l’area di rigore avversaria, al 6′ gli uomini di Rastelli si distendono nuovamente in contropiede, Farias apre per Ionita che spacca la traversa con un gran tiro che non avrebbe lasciato scampo a Donnarumma, Cagliari davvero a un passo dal gol. (agg. di Stefano Belli) 

Si avvicina il fischio d’inizio della patita tra Cagliari e Milan, match per la 38^ e ultima giornata della Serie A, che vede a minuti in campo due squadre che ormai hanno già raggiunto i propri obiettivi in questa stagione. Andiamo a conoscere quindi le formazioni titolari appena ufficializzate dalle due società: Rastelli per il suo Cagliari ha optato per il grande ex Marco Borriello quale prima punta con alle sue spalle il duo annunciato Joao Pedro-Farias, oltre che il terzo portiere Crosta tra i pali. Maggiori novità invece nell’11 di Montella: che ha dato la fascia da capitano a Honda, alla sua probabile ultima partita in rossonero: in attacco il tridente sarà quindi poi completato da Bacca e Suso, mentre in regia le chiavi sono state affidate a Locatelli. Prima di dare la parola al campo vediamo quindi nel dettaglio le formazioni ufficiali di Cagliari-Milan. CAGLIARI (4-3-2-1): Crosta; Padoin, Pisacane, Deiola, Murru; Ionita, Tachtsidis, Faragò; João Pedro, Farias; Borriello. A disposizione: Rafael, Daga, Salamon, Mastino, Miangue, Di Gennaro, Biancu, Han. Allenatore: Rastelli. MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, G. Gómez, Paletta, Vangioni; Kucka, Locatelli, Mati Fernández; Suso, Bacca, Honda. A disposizione: Storari, Guarnone, C. Zapata, Zucchetti, Pašalic, Gabbia, Bertolacci, Montolivo, Zanellato, Ocampos, Lapadula, Cutrone. Allenatore: Montella. (agg Michela Colombo) 

Cagliari Milan, match ininfluente ai fini della classifica sarà  diretta dall’arbitro Rosario Abisso della sezione di Palermo, che ha accomunato in questa stagione una corposa esperienza nella campionato cadetto. Con lui al Sant’Elia nella 40^ giornata di Serie A ci saranno il primo guardalinee Del Giovane, il secondo guardalinee Dei Giudici, il quarto uomo La Rocca e i due arbitri di porta Maresca e Marini. Per Abisso le precedenti direzioni stagionali in Serie A sono appena due  e nelle suddette occasioni ha estratto nove cartellini gialli e un cartellino rosso, senza assegnare nessun rigore. Nonostante le poche direzioni in questa stagione 2016-2017 della Serie A Abisso ha comunque avuto modo di incontrare la formazione sarda, diretta contro il Bologna nella 3^giornata, occasione in cui il fischietto ha estratto 4 gialli e un rosso diretto commissionato a Storari. (agg Michela Colombo)

Si gioca allo Stadio Sant’Elia la gara Cagliari-Milan per l’ultima giornata di Serie A. Sono ventiquattro le sfide che si sono giocate tra le due compagini nel nuovo millennio di cui in Sardegna dodici di cui cinque pareggi e sette successi degli ospiti. Il Cagliari non ha mai vinto questa sfida tra le mura amiche negli ultimi diciassette anni. L’ultima volta che si è disputato questo match risale al ventinove novembre del 2014, una gara terminata uno pari  con le reti di Vitor Ibarbo e Giacomo Bonaventura. Quest’ultimo gioca ancora in rossonero, ma ha terminato anticipatamente il suo campionato per un problema fisico. Sempre lo stesso anno ma a gennaio risale l’ultimo successo dei rossoneri che andarono a vincere 1-2 con gol di Balotelli e Pazzini che risposero a Marco Sau. (agg. di Matteo Fantozzi) 

Il Milan sarà ospite del Cagliari in una partita ormai valida solamente per le statistiche, come d’altronde può succedere alla 38^ e ultima giornata di Serie A. I rossoneri fuori casa hanno vinto solo sei partite nel corso di questo campionato e non trovano i tre punti da oltre due mesi. La squadra di Vincenzo Montella ha segnato 24 gol e ne ha subiti 23 lontano da San Siro, numeri non da sogno ma che hanno permesso di ottenere il sesto posto complessivo, obiettivo che per il Milan attuale può essere considerato tutto sommato positivo. Il Cagliari ha fatto del Sant’Elia il proprio fortino, vincendo dieci partite e segnando 36 gol davanti al pubblico amico. La difesa non ha a dire il vero mantenuto le stesse prestazioni, visto che ha incassato 33 gol, una media vicina alle due reti di media per ogni sfida giocata in casa, dove comunque il Cagliari ha costruito la propria tranquilla salvezza. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) 

Dal signor Abisso di Palermo, domenica 28 maggio 2017 alle ore 15.00, sarà la sfida con la quale le due formazioni chiuderanno il loro cammino in questo campionato di Serie A 2016-17. Entrambi i club hanno già messo in cassaforte i rispettivi obiettivi stagionali. Il Cagliari, al ritorno nella massima serie dopo un anno di assenza, ha centrato una comodissima salvezza andando a togliersi anche discrete soddisfazioni. Certo, a tratti la squadra di Rastelli, soprattutto nel girone di ritorno, ha evidenziato un calo figlio anche della mancanza di stimoli e di obiettivi, ma in generale i rossoblu hanno saputo zittire i contestatori e le tensioni che si erano fatte pesanti soprattutto a cavallo del periodo natalizio. 

Di contro il Milan, dopo un ottimo inizio di stagione, è andato incontro a diverse difficoltà, dovute in parte alla situazione societaria, risoltasi solo in primavera con il closing ed il passaggio alla nuova proprietà cinese, e in parte ad una pesantissima serie di infortuni che ha limitato il rendimento della squadra di Montella. L’obiettivo minimo per i rossoneri però è stato alla fine centrato, con il ritorno nelle Coppe Europee dopo ben tre anni di assenza attraverso il sesto posto in classifica.

Il Milan affronterà l’Europa League dovendo affrontare due turni preliminari in estate, ma per il club rossonero sarà fondamentale, dopo i fasti dell’era Berlusconi, tornare innanzitutto a far girare il proprio nome per il Continente. La sfida finale allo stadio Sant’Elia potrà dunque essere affrontata dalle due squadre senza eccessive pressioni, nella speranza di ottenere un’ultima soddisfazione per salutare i tifosi prima del prossimo campionato e di un’estate di mercato che si prospetta infuocata soprattutto per la nuova gestione rossonera.

Il rendimento del Cagliari in questo finale di campionato è stato perfettamente lineare, con i sardi che hanno sistematicamente vinto le partite in casa e perso quelle in trasferta. Tra le mura amiche dello stadio Sant’Elia i rossoblu hanno battuto Chievo, Pescara ed Empoli, mentre Udinese, Napoli e la settimana scorsa il Sassuolo hanno regolato gli uomini di Rastelli, che nonostante un ottimo attacco trovano nella difesa il loro grande punto debole con ben settantacinque reti incassate, terza peggior retroguardia del campionato dopo quelle di Pescara e Palermo.

Il Milan dopo la pesante sconfitta interna contro la Roma si è guadagnato invece il biglietto per la prossima Europa League pareggiando sul campo dell’Atalanta e poi rifilando un secco tre a zero al Bologna, sufficiente per staccare definitivamente Fiorentina ed Inter e blindare il sesto posto in classifica grazie alle reti, firmate tutte nel corso del secondo tempo, di Deulofeu, Honda e Lapadula.

Le due squadre si sono affrontare per l’ultima volta in Serie A in Sardegna il 29 ottobre del 2014, un pareggio col punteggio di uno a uno con un botta e risposta nel corso della prima frazione di gioco. Isolani in vantaggio con Ibarbo e poi raggiunto da un gol di Bonaventura. Al 26 gennaio dello stesso anno risale invece l’ultimo successo del Milan in terra sarda, con Balotelli e Pazzini che negli ultimissimi minuti di gioco ribaltarono l’iniziale vantaggio messo a segno da Marco Sau.

Il Cagliari non fa bottino pieno in casa contro il Milan da quasi diciannove anni, dal 18 ottobre del 1998 quando riuscì ad imporsi di misura con il punteggio di uno a zero. Nel match d’andata di questa stagione, l’otto gennaio scorso, sono stati invece i rossoneri a strappare una sofferta vittoria, piegando i rossoblu a due minuti dal novantesimo con una rete firmata dal colombiano Carlos Bacca.

Come detto, le squadre potranno affrontare a cuor leggero la sfida e, in virtù anche della tradizione positiva nelle partite in Sardegna, il Milan viene considerato favorito dai bookmaker con vittoria rossonera quotata 1.95 da Bet365, mentre William Hill offre a una quota di 4.20 l’eventuale pareggio e Bwin fissa a 3.70 la quota per il quarto successo interno consecutivo del Cagliari. Cagliari-Milan, domenica 28 maggio 2017 alle ore 15.00, potrà essere seguita in diretta tv dagli abbonati Sky sul canale numero 206 del satellite (Sky Super Calcio HD) e dagli abbonati Mediaset Premium sul canale Premium Sport HD, e in diretta streaming video sui siti skygo.sky.it e play.mediasetpremium.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori