DIRETTA / Teramo Lumezzane (risultato finale 0-0) info streaming video Sportube: Diavoli salvi in Lega Pro!

- Silvana Palazzo

Diretta Teramo Lumezzane: streaming video Sportube.tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il ritorno del playout di Lega Pro (girone B)

Lumezzane_Teramo_lapresse_2017
Diretta Teramo Sudtirol, Serie C girone B (Foto LaPresse)

Allo Stadio Gaetano Bonolis, a fronte del doppio pareggio per 0 a 0 maturato tra andata e ritorno, il Teramo può festeggiare la permanenza in Lega Pro ai danni del Lumezzane, retrocesso in Serie D. La partita non ha regalato grandi emozioni vivendo soprattutto di fiammate con Barbuti a sfiorare il vantaggio per i padroni di casa nel primo tempo, al 33′ ed al 39′, e con Speziale a fare altrettanto per gli ospiti nella ripresa al 62′, fermato solo sulla linea da Caidi. Il Teramo mantiene dunque meritatamente la categoria, visto anche il sedicesimo posto nel gruppo B contro il diciannovesimo raggiunto dal Lumezzane. (Alessandro Rinoldi)

Quando manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo, il punteggio tra Teramo e Lumezzane è sempre bloccata sullo 0 a 0 iniziale. Le squadre si dimostrano sempre entrambe in difficoltà nel costruire la propria azione sebbene siano gli ospiti a sfiorare il vantaggio al 62′ con Speziale, quando la conclusione di quest’ultimo viene intercettata provvidenzialmente sulla linea da Caidi. Il Teramo riesce pure a perdere per problemi fisici Sansovini, terzo cambio su tre per infortunio con Tempesti.

Giunti al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Teramo e Lumezzane è di 0 a 0. Gara poco emozionante pure in questo avvio di secondo tempo dove bisogna segnalare solamente il secondo infortunio di giornata tra le fila dei padroni di casa, costretti appunti a sostituire Barbuti con Fratangelo al 56′ in seguito ad una botta rimediata in uno scontro di gioco.

Terminato il primo tempo le formazioni di Teramo e Lumezzane sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 0. Match decisamente altalenante sotto il piano dell’intensità del gioco fino a questo momento con i padroni di casa decisamente più pericolosi degli ospiti, come dimostrano le occasioni mancate da Barbuti al 33′ ed al 39′, pur dovendo sostituire prematuramente l’infortunato Spighi con Imparato intorno al quarto d’ora.

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Teramo e Lumezzane è di 0 a 0. Dopo una quindicina di minuti dall’inizio della gara i padroni di casa si vedono costretti a sostituire l’infortunato Spighi con Imparato, con i ritmi che sembrano abbassarsi lentamente. La situazione si riscalda poi al 27′, quando due giocatori avversari vengono graziati dall’arbitro Maggioni.

Al Bonolis la partita tra Teramo e Lumezzane è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. Poche emozioni in queste fasi iniziali dell’incontro a causa della grande imprecisione mostrata soprattutto dai padroni di casa. Sono inoltre gli ospiti a cercare per primi la conclusione all’11’ con Speziale, il cui tiro è però debole e facile preda per il portiere Narciso.

Sta per iniziare lattesa Teramo-Lumezzane; le statistiche legate alle due squadre sono molto interessanti, ci dicono per esempio che il Teramo – contando anche la partita di andata del playout – non perde da cinque gare e poco importa che ne abbia vinta solo una, visto che oggi andrebbe bene anche il pareggio. Rendimento ottimo quello degli abruzzesi che, dopo un periodo nel quale non avevano mai vinto per sette partite (perdendone cinque) sono letteralmente rinati vincendo quattro gare ma soprattutto perdendo soltanto una volta (in casa contro la Reggiana) nelle ultime nove. In casa il bilancio è di 23 punti, con 23 gol realizzati e 20 subiti; quello che cambia è soprattutto il rendimento dellattacco, che fuori casa ha segnato appena 16 gol (nemmeno uno a partita). Il Lumezzane ha ottenuto 15 punti fuori casa, subendo praticamente il doppio dei gol (29 contro 15) ma segnando di più; un dato che però non rende tranquilli i lombardi, visto che i gol totali nella stagione regolare sono stati appena 26. Un Lumezzane che non sa più vincere: lo ha fatto per lultima volta il 2 aprile contro il fanalino di coda Ancona, poi tre pareggi e altrettante sconfitte. Il periodo nero tuttavia è quello invernale: tra il 18 dicembre e il 4 marzo il Lumezzane ha messo insieme quattro pareggi e sei sconfitte, che per di più sono state tutte consecutive e sono il vero motivo per cui la retrocessione in Serie D è ad un passo. (agg. di Claudio Franceschini)

Si gioca oggi la sfida Teramo-Lumezzane, che sicuramente mette di fronte a una svolta stagionale le due compagini pronte a disputare un playout di Lega Pro ad alta tensione. Saranno fondamentali anche i bomber, pronti a mettere in scena la loro qualità e soprattutto le reti per vincere le partite. Nella regular season ha fatto molto bene Marco Sansovini, attaccante di grande esperienza che ha segnato nove reti e dimostrato ancora di riuscire a dare il suo ottimo contributo. Punta rapida e dotata di scatto e intelligenza non ha mai fallito un appuntamento quando ha dimostrato di avere spazio e tempo per ambientarsi. Sansovini anche in Serie B ha fatto bene come quando trascinò il Pescara di Zeman con Insigne e Immobile in Serie A. Dall’altra parte invece sicuramente farà la differenza Terracino che di gol ne ha fatti otto. (agg. di Matteo Fantozzi)

Teramo e Lumezzane sono pronte a scendere nuovamente in campo per una partita delicatissima. Sarà la quarta in questa stagione: nel 2015-2016 il Teramo sarebbe dovuto essere in Serie B, ma era stato retrocesso dufficio a causa dellaccomodamento della partita contro il Savona, ma non aveva incrociato il Lumezzane che era nel girone A (e si era salvato subito). Il dato stagionale ci dice che fino a questo momento gli abruzzesi non sono mai riusciti a vincere contro i lombardi: a cominciare dallesordio in campionato, il 27 agosto, quando il Lumezzane si era imposto per 2-0 grazie ai gol realizzati da Antonio Bacio Terracino e Riccardo Barbuti. Le altre due partite invece sono terminate in parità: al Bonolis, il 23 dicembre, Marco Sansovini aveva portato in vantaggio un Teramo che era stato ripreso da un colpo di testa di Vito Leonetti, mentre la scorsa settimana come ben ricordiamo a sancire il risultato finale erano state le reti di Terracino, a segno per la seconda volta contro il Teramo in stagione, e Mirco Spighi. Statistica a favore del Lumezzane, ma trend che invece favorirebbe il Teramo: Guido Ugolotti infatti può permettersi il terzo pareggio consecutivo, sarebbe lui a festeggiare la salvezza mentre i lombardi di Marco Bertoni dovrebbero retrocedere in Serie D in virtù del peggior posizionamento in classifica nella stagione regolare. (agg. di Claudio Franceschini)

Teramo-Lumezzane deciderà quale delle due formazioni dovrà salutare la Lega Pro e retrocedere tra i dilettanti. Nella gara dandata del playout valido per il Girone A, il Teramo ha ottenuto un pareggio preziosissimo in trasferta, e adesso potrà gestire al meglio il risultato tra le mura amiche. In riferimento al match, ecco quanto dichiarato a Il Centro dal capitano dei locali Ivan Speranza: La salvezza equivarrebbe alla vittoria di un campionato, anzi sarebbe tre volte più importante. Quest’anno ne abbiamo passate tante, e riuscire a conquistare la permanenza in Lega Pro ci darebbe una gioia superiore ad una promozione. Nel gruppo c’è rabbia e determinazione. Non vediamo l’ora di tagliare il traguardo, anche se domenica c’è un ultimo ostacolo da affrontare. Ci giochiamo una finalissima. Sappiamo quello che ci aspetta, avendo già alle spalle la gara d’andata e un risultato positivo raccolto in trasferta. Dobbiamo avere la giusta tensione perché la paura può solo farci male e destabilizzarci. Dispiace per il gol subìto. C’è stato un movimento sbagliato da parte di tutto il reparto, ma per fortuna siamo riusciti a rimediare arrivando al pareggio. Serve adesso la massima concentrazione. (agg. Giuliani Federico)

Dall’arbitro Antonello Balice della sezione Aia di Termoli, con l’assistenza dei guardalinee Pasquale Capaldo di Napoli e Marcello Rossi di Novar e del quarto uomo Alessandro Chindemi di Viterbo, è il match di ritorno dei playout nel girone B di Lega Pro 2016/2017. Si gioca oggi, domenica 28 maggio, alle 16.30. Chi riuscirà a conquistare la salvezza tra abruzzesi e lombardi? La partita di oggi è decisiva in tal senso: la permanenza in Lega Pro si decide proprio con lo spareggio odierno. Il Teramo ha mancato la salvezza automatica per un punto e quindi ha chiuso il campionato al quintultimo posto, mentre il Lumezzane si è piazzata al penultimo posto. Sono state così costrette ad affrontare i playoff, ultima chance per ottenere la salvezza tra i professionisti.

Differente la situazione in classifica per Teramo e Lumezzane, ma nella sostanza cambia poco, visto che sono costrette ad incrociarsi ai playoff. Il Teramo, però, parte senza dubbio da una posizione di vantaggio e non solo per il margine in classifica, ma soprattutto per il risultato conseguito nel match di andata. Al gol di Terracino ha risposto Spighi, che ha regalato alla squadra abruzzese la possibilità di disputare in casa la partita di ritorno con due risultati utili. Tutto è sicuramente possibile oggi, ma i padroni di casa partiranno favoriti, potendo anche pareggiare per salvarsi. Il gol fuori casa ha messo dunque un’ipoteca sulla permanenza, ma non rappresenta una garanzia, visto che il Lumezzane vincendo potrebbe soffiare agli avversari la salvezza.

Per quanto concerne, invece, le probabili formazioni di Teramo e Lumezzane, non sono da escludere delle novità. Barbuti, ad esempio, è alle prese con un problema muscolare, mentre è stato recuperato Petrella, che dovrebbe avere una ventina di minuti nelle gambe. Dovrebbe allora partire dalla panchina e farsi trovare pronto a partita in corso.

Nessuno squalificato dal Giudice Sportivo, quindi le notizie sono buone anche dal punto di vista disciplinare per le due squadre. In campo scenderanno allora coloro i quali hanno dato maggiori garanzie agli allenatori delle due squadre durante la settimana. Il Lumezzane, invece, potrebbe operare un nuovo cambio tattico: all’andata fu schierata la difesa a tre, mentre in Abruzzo potrebbe tornare quella a quattro con un attacco basato su tre punte (o un centrale con due esterni molto alti). 

Veniamo ora alle quote offerte dall’agenzia di scommesse sportive Snai sull’esito della partita Teramo-Lumezzane. Favorito dal risultato del match dell’andata il Teramo e, infatti, l’1 è quotato 1,85. La quota relativa al colpaccio del Lumezzane è molto alta, a testimonianza del fatto che la vittoria esterna è considerata assai improbabile: il 2 è offerto a 4,05.

Potrebbe allora essere più probabile il pareggio rispetto alla vittoria degli ospiti: il segno X è offerto a 3,25. Il match Teramo-Lumezzane, come tutti gli altri di Lega Pro, non può essere seguito in diretta tv, ma c’è la diretta streaming video offerta dal portale Sportube.tv. Da questa stagione si può usufruire delle immagini dietro pagamento di una quota in abbonamento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori