Diretta/ Vibonese Catanzaro (risultato finale 1-1) info streaming video Sportube: Catanzaro salvo!

- Mauro Mantegazza

Diretta Vibonese Catanzaro: streaming video Sportube.tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il ritorno del playout di Lega Pro (girone C)

vibonese_gruppo_esultanza_sera_lapresse_2017
Diretta Vibonese Reggina, Serie C girone C (Foto LaPresse)

Al 76esimo la Vibonese rischia grosso. Russo lascia la porta sguarnita per evitare una ripartenza del Catanzaro. I giallorossi provano subito ad approfittarne ma il tentativo è fuori misura. Ultimo cambio per Campilongo: Cogliati prende il posto di Favasuli. Parapiglia poco dopo davanti alla panchina della Vibonese. Proteste per una gomitata. Ammonizione in questa occasione per Sarao. Staffetta nell’attacco del Catanzaro: Cunzi rileva Basrak. Nel finale il ritmo viene continuamente spezzato da numerosi falli. I giocatori ospiti gestiscono bene riuscendo a evitare pericoli per il portiere De Lucia. La Vibonese si arrende e la partita finisce 1-1. In virtù del 3-2 per i giallorossi all’andata in Lega Pro ci restano loro.

Al 53esimo un episodio spiacevole rischia di compromettere una partita piacevole. Dal settore ospiti viene infatti lanciato in campo un petardo che esplode a due passi dal vibonese Viola che però resta in piedi senza problemi. Favasuli viene ammonito per un fallo su Maita. Al 64esimo i padroni di casa si rendono pericolosi. Palla in area, arriva dalle retrovie Viola grazie al velo di Saraniti ma l’uscita provvidenziale di De Lucia evita grane al Catanzaro. Alessandro Erra deve intanto operare un secondo cambio per l’infortunio di Maita. Al suo posto entra Icardi. Cambio tattico invece per Campilongo: Yabrè viene rilevato da Piroska. Il modulo della Vibonese diventa dunque un 4-3-1-2 e non più un 3-5-2. Icardi prova subito a proporre un cross ma la precisione latita. Ammonito nel frattempo Moi.

Al 39esimo arriva il gol del pareggio della Vibonese. Minarini la crossa in mezzo, Sabato sembra poter liberare l’area ma sbaglia tutto sfornando un clamoroso assist a centro area per Bubas che controlla e a tu per tu trafigge De Lucia a colpo sicuro. Decisivo dunque l’errore del giallorosso. Poco dopo Van Ransbeeck viene ammonito per un fallo su Viola. Cambio forzato nel Catanzaro: entra Pasqualoni ed esce per infortunio Esposito. A inizio ripresa sostituzione per i padroni di casa: esce Sowe, entra Saraniti. Con questo risultato, considerato il 3-2 dell’andata a spuntarla sarebbe il Catanzaro. Animi accesi, come a fine primo tempo. Moi stecca Basrka ma l’arbitro non se la sente di estrarre il giallo. Si mette in mostra il neo entrato Saraniti. Cerca di liberarsi in area ma non ci riesce. Ne esce un tentativo di tiro che muore tra le braccia di De Lucia.
  

Minarini ha fallito una grande chance per pareggiare: l’esterno della Vibonese arriva sulla palla di piatto, ma sbaglia completamente la direzione del tiro. Il Catanzaro, dunque, può condurre ancora in vantaggio il match. La partita più che gol regala invece tante mischie in campo: Sirri falcia Sowe e scoppia la lite, entrambi vengono poi ammoniti. La reazione del giocatore della Vibonese ha spinto l’arbitro ad ammonire anche chi ha subito il fallo. Nervi tesi al “Razza” ed è per certi versi comprensibile, visto che la posta in gioco è molto alta. Una squadra conquisterà la permanenza tra i professionisti, l’altra piomberà nel dilettantismo. Riprende il gioco e Viola ci prova dal limite dell’area, ma la conclusione è centrale. Il Catanzaro prova a chiudere tutti gli spazi alla Vibonese, quindi la matassa è difficile da sbrogliare, ma al 39′ arriva il pareggio dopo il tentativo “indolore” Legras. Il gol porta la firma di Bubas. (agg. di Silvana Palazzo)

Minarini ha fallito una grande chance per pareggiare: l’esterno della Vibonese arriva sulla palla di piatto, ma sbaglia completamente la direzione del tiro. Il Catanzaro, dunque, può condurre ancora in vantaggio il match. La partita più che gol regala invece tante mischie in campo: Sirri falcia Sowe e scoppia la lite, entrambi vengono poi ammoniti. La reazione del giocatore della Vibonese ha spinto l’arbitro ad ammonire anche chi ha subito il fallo. Nervi tesi al “Razza” ed è per certi versi comprensibile, visto che la posta in gioco è molto alta. Una squadra conquisterà la permanenza tra i professionisti, l’altra piomberà nel dilettantismo. Riprende il gioco e Viola ci prova dal limite dell’area, ma la conclusione è centrale. Il Catanzaro prova a chiudere tutti gli spazi alla Vibonese, quindi la matassa è difficile da sbrogliare, ma al 39′ arriva il pareggio dopo il tentativo “indolore” Legras. Il gol porta la firma di Bubas. (agg. di Silvana Palazzo)

Si è già sbloccata la sfida tra Vibonese e Catanzaro: ci ha pensato Basrak al 7′. Azione in velocità e in verticale degli ospiti: spiraglio per Sarao, che ha superato Moi e poi crossato per Basrak, che ha toccato facilmente a porta vuota. La partita si è rivela subito particolarmente intensa anche dal punto di vista agonistico: è scoppiato un parapiglia in campo dopo cinque minuti per un fallo su Moi. Immediato l’intervento dell’arbitro per riportare la calma senza il ricorso ai cartellini. Dopo lo svantaggio la Vibonese ha risposto con Bubas, il cui gran tiro è stato deviato in angolo da De Lucia. La strada, però, si fa in salita per i padroni di casa, perché devono segnare due reti per conquistare la salvezza in Lega Pro. Gli animi sono caldi e l’arbitro si ritrova al 16′ a sedare quello particolarmente focoso di Favasuli per un fallo di Zanini. Ci aspettiamo una partita particolarmente intensa. (agg. di Silvana Palazzo)

Vibonese-Catanzaro sta per prendere il via: ennesimo derby calabrese in questa stagione di Lega Pro, questo dello stadio Luigi Razza ci dirà quale delle due squadre retrocederà in Serie D e quale invece sarà salva. Per andare ad analizzare lo storico dei match dobbiamo rifarci esclusivamente a questa stagione: sorride la Vibonese perchè, pur avendo perso già due volte contro il Catanzaro, può senza dubbio registrare il dato che riguarda le tre vittorie interne in altrettante partite. Poichè agli uomini di Salvatore Campilongo basta vincere a prescindere dal risultato, una statistica di cui tenere conto: al Razza le due calabresi si erano sfidate il 23 aprile per la trentaseiesima giornata di campionato. Una partita fondamentale per entrambe, che stavano ancora provando ad allontanare lo spettro della retrocessione diretta e magari prendersi anche la salvezza immediata: la Vibonese, che aveva già recuperato tanto terreno, si era imposta in rimonta prendendosi tre punti doro. Dopo 7 minuti il Catanzaro era passato in vantaggio con il settimo gol in campionato di Matteo Zanini (colpo di testa), poi si era svegliato lattaccante gambiano Ali Sowe. Primo gol al 48, secondo al 74: entrambi con il destro, entrambi su assistenza di Nicolas Bubas e per la Vibonese era arrivata una vittoria che ha sancito di fatto questo derby di playout, nel quale le servirà vincere per salvarsi (al Catanzaro invece, come sappiamo, va bene anche il pareggio). (agg. di Claudio Franceschini) 

Siamo pronti a vivere lentusiasmante Vibonese-Catanzaro: un derby che i padroni di casa vogliono vincere per salvarsi; da marzo in avanti la Vibonese ha messo insieme tre vittorie nel suo stadio, soprattutto ha avuto un fantastico finale di stagione perchè, dopo aver perso sette partite consecutive e aver vinto una sola volta (a Caserta) in 15 gare, la Vibonese non ha più perso nelle ultime 10, racimolando 20 punti che sono serviti ad abbandonare lultima posizione in classifica e a guadagnarsi questo playout. Il rendimento al Razza è stato di 23 punti in 19 partite; 5 (su 9) le vittorie, con 15 gol realizzati e 17 subiti. La difesa interna può essere il fattore determinante per la salvezza; il Catanzaro invece può preoccuparsi, perchè in trasferta ha raccolto appena 12 punti in tutto il girone C e ha segnato la miseria di 12 gol, incassandone 29. Lunica affermazione esterna dei giallorossi è datata 4 febbraio, contro la Paganese; ci sono 9 pareggi e questo è un bene perchè il segno X oggi sarà sufficiente, ma la squadra di Alessandro Erra non fa punti fuori casa dal 26 marzo e ha perso le ultime tre partite giocate (subendo un totale di 5 gol). Tutto sommato il finale di stagione non è stato pessimo: nelle ultime nove giornate sono arrivati 11 punti. (agg. di Claudio Franceschini) 

Per i playout del Gruppo C di Lega Pro si gioca la sfida Vibonese-Catanzaro che mette di fronte due squadre alla ricerca di un successo per riuscire a trovare soluzioni in vista della prossima stagione. Andando ad analizzare i bomber nella regular season quelli che hanno fatto più gol sono Giovinco e Zanini dei giallorossi entrambi con nove reti. Dall’altra parte invece ha segnato sette gol Saraniti, bravissimo a dimostrare di avere quantità e qualità sotto porta. La partita sarà molto combattuta perché troveremo due compagini pronte a sfidarsi per ottenere un obiettivo davvero importante e prestigioso. C’è la volontà di fare risultato, ma anche quella di riuscire a dimostrare di essere ancora con la testa e con le gambe nel discorso che porta alla programmazione in vista del prossimo anno. Chi sarà decisivo? (agg. di Matteo Fantozzi)

Vibonese-Catanzaro è uno dei playout più caldi in programma per la Lega Pro. Quale delle due formazioni calabresi riuscirà a restare aggrappata al Girone C? Difficile dirlo, anche se nel match di andata il Catanzaro è riuscito a vincere 3-2. La Vibonese spera adesso di ribaltare questo risultato tra le mura amiche, nella sfida di ritorno. A questo proposito ecco quanto dichiarato dal tecnico Salvatore Campilongo: Lho detto prima del match di andata e lo ribadisco. La permanenza in categoria non è un aspetto che riguarda me, il mio staff, la squadra e la società. Questa Lega Pro appartiene anche ai tifosi, alla gente di Vibo, al territorio, alla provincia. Dal giorno in cui sono arrivato io la squadra ha fatto veramente di tutto per raggiungere lobiettivo e credo che sul campo si sia visto il nostro impegno. Ho notato che in molti si sono avvicinati alla Vibonese. Adesso bisogna solo compiere un ultimo passo ed occorre farlo tutti assieme. Il nostro stadio dovrà essere una bolgia, per spingere i ragazzi alla vittoria”. (agg. Giuliani Federico)

diretta dall’arbitro Francesco Guccini della sezione Aia di Albano Laziale con lassistenza dei guardalinee Andrea Fusco di Torino e Davide Imperiale di Genova e del quarto uomo Daniele Paterna di Teramo, va in scena oggi pomeriggio, domenica 28 maggio alle ore 17.00 per il ritorno del playout nel girone C di Lega Pro 2016-2017.

Nel corso della stagione regolare sia il Catanzaro sia la Vibonese sono quasi sempre rimasti nelle ultime posizioni della classifica del gruppo, di conseguenza devono ora passare da questi spareggi per conquistare la permanenza in Lega Pro. Oggi pomeriggio ci attende dunque un derby calabrese a dir poco bollente.

Vibonese e Catanzaro a fine campionato erano state separate da un solo punto in favore della squadra di Vibo Valentia, che dunque gode del fattore campo nella partita di ritorno di questi playout ma soprattutto conquisterà la salvezza in caso di parità di punti e di gol nelle due partite, senza passare dai supplementari perché farà fede il verdetto dopo 180 minuti.

Per non perderci in molti calcoli: allandata il Catanzaro vinse 3-2, ciò significa che allo stadio Luigi Razza gli ospiti allenati da Alessandro Erra potranno contare su due risultati su tre per salvarsi, tuttavia la Vibonese ribalterebbe la situazione con una vittoria con qualsiasi punteggio, anche con un solo gol di scarto, appunto perché con una vittoria a testa e stesso numero di gol segnati peserebbe la migliore posizione nella classifica regolare della squadra allenata da Salvatore Campilongo.

Per quanto riguarda le probabili formazioni delle due squadre, è presumibile pensare che non ci saranno particolari novità rispetto alla partita dandata, perché logicamente in un momento così importante del campionato, nelle partite che decidono il destino di una squadre, gli allenatori si affidano agli uomini che danno loro le maggiori garanzie.

Le novità saranno dunque solamente quelle obbligate, ad esempio la squalifica di Giuffrida della Vibonese, che era stato espulso per rosso diretto una settimana fa e di conseguenza naturalmente non potrà essere presente oggi pomeriggio nel match che vale unintera stagione.

Dando adesso uno sguardo alle quote offerte dallagenzia di scommesse sportive Snai sullesito della partita, ecco che la Vibonese è considerata favorita e di conseguenza il segno 1 è quotato a 2,25, mentre si sale a 3,05 per il colpaccio del Catanzaro e di conseguenza per il segno 2. Differenza minima, ma il risultato considerato meno probabile è il pareggio, dal momento che il segno X è proposto da Snai alla quota di 3,10.

Vibonese-Catanzaro, come tutte le partite di Lega Pro, non sarà trasmessa in diretta tv; per seguire la gara avrete però a disposizione la diretta streaming video sul portale Sportube.tv, che da questa stagione richiede il pagamento di una quota in abbonamento per accedere alle immagini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori