Final Eight Primavera 2017/ Sorteggiati i quarti: spicca il derby di Roma

- Claudio Franceschini

Final Eight Primavera 2017: sono state sorteggiate le partite che compongono il tabellone dei quarti di finale. Spicca il derby tra Roma e Lazio, si gioca domenica 4 e lunedì 5 giugno

marchizza_soleri_asroma_primavera_lapresse_2017
La Roma Primavera - LaPresse

Sfide interessanti quelle che sono uscite dal sorteggio dei quarti di finale della Final Eight del campionato Primavera 2017. Si giocherà tra Carpi e Sassuolo, il 4 e 5 giugno, con semifinali e finale al Mapei Stadium di Reggio Emilia; partite secche, e dunque il margine di errore si riduce ulteriormente. Di seguito le sfide: domenica 4 giugno si giocheranno Juventus-Sampdoria e Fiorentina-Atalanta, mentre lunedì 5 giugno avremo Inter-Chievo e Roma-Lazio. Possiamo subito notare il derby della capitale: sarà questo ovviamente il big match, anche perchè vede la presenza dei campioni dItalia in carica che strada facendo si sono anche presi la Supercoppa e la Coppa Italia, e minacciano di dominare la stagione. Il fatto che i giallorossi siano dovuti passare attraverso i playoff (quarto posto nel girone C) non deve ingannare: nel corso della stagione infatti la Primavera di Alberto De Rossi è stata impegnata anche nella Youth League e questo ovviamente ha tolto energie importanti alla squadra, che era partita alla grande e poi ha avuto un periodo di flessione costato la qualificazione diretta alla Final Eight. Contro ci sarà quella Lazio che nel 2015 ha raggiunto la finale, perdendola ai rigori contro lInter: una partita tutta da vivere, anche perchè non è mai banale quando si affrontano queste due squadre. Tuttavia non solo le squadre della capitale andranno tenute docchio: lInter ha certamente pescato male perchè il Chievo negli ultimi anni ha saputo elevare il proprio rendimento, fino a vincere un fantastico scudetto nel 2014 (cioè due anni dopo lultimo trionfo dei nerazzurri).

Non sarà semplice nemmeno limpegno che attende la Juventus: i bianconeri trovano la Sampdoria, che ha fatto fuori prima lEmpoli – finalista allultimo Torneo dI Viareggio – e poi il Torino con prove convincenti, e se anche manca allappuntamento con lo scudetto da 9 anni rimane una formazione da tenere particolarmente docchio. Infine una sorta di classica tra Fiorentina e Atalanta: ci sono 5 titoli in due, i viola non festeggiano dal 1983 e la Dea dal 1998 ma entrambe le squadre hanno più di un argomento utile per arrivare sino alla finale del prossimo 11 giugno, essendo grandi fucine di talenti sempre in produzione (basti pensare a Federico Bernardeschi e Federico Chiesa in casa viola, oppure ai Mattia Caldara e Andrea Conti che hanno spinto la prima squadra dellAtalanta al quarto posto in Serie A). Si tratterà comunque di grandi sfide, e prevederne lesito non sarà semplice; ricordiamo che in caso di parità dopo i 90 minuti si disputeranno i tempi supplementari, al termine dei quali se il risultato dovesse essere ancora in equilibrio si procederà a tirare i calci di rigore. Lanno scorso i quarti si disputarono tra Modena e Bologna: assistemmo addirittura a 12 gol con la media esatta di tre a partita. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori