Takuma Sato / Chi è il vincitore della Indy500: sapevo che dando tutto ce lavrei fatta

- Michela Colombo

Takuma Sato: ecco chi è il vincitore della Indy 500, che si è svolta ieri all’Ovale di Indianapolis. Il pilota giapponese, con un passato in Formula 1 ha detto: “sapevo di poterlo fare”.

takuma_sato_indianapolis
Takuma Sato, vincitore della 500 miglia Indianapolis del 2017 (LaPresse)

E stato Takuma Sato a vincere la 500 miglia di Indianapolis, la famosa corsa nellovale della pista dellIndiana, tra le più famose al mondo giunta alla sua gloriosa 101 edizione al volante della vettura motorizzata Honda del team Andretti (la stessa di Alonso, out per guasto al motore). Il nome certamente non suonerà del tutto ignoto agli appassionati della formula 1: il pilota giapponese, nato a Tokyo nel gennaio del 1977, ha un passato nel circus della F1. Sato infatti aveva esordito nella Formula 1 nel 2002 con la Jordan su spinta proprio dellazienda da nipponica Honda che ne forniva i motori: dopo appena una stagione il giapponese ha poi speso due stagioni con la Bar di cui prima in qualità di terzo pilota, per raggiungere poi la promozione al volante nel 2004. Dopo lennesima stagione deludente, Takuma Sato si sposta alla scuderia satellite della Honda di marca giapponese Super Aguri dal 2006 al 2008 ma sono davvero pochi i risultati ottenuti: con il ritiro della Honda come fabbrica dalla Formula 1 il pilota perde anche lappoggio dellazienda e quindi il volante.  Ma dalle poche soddisfazioni raggiunte nella F Sato fa il salto di qualità esordendo in Indy, un campionato che nonostante i cambi di squadra gli è stato sempre più congeniale a livello di risultati. Dopo la vittoria sfuggita per un soffio nel 2012, per Sato è davvero il momento di festeggiare una vittoria storica alla 500 di Indy: la prima ottenuto da un pilota nipponico. 

Un successo davvero più che meritato per Takuma Sato il pilota del Team Andretti vincitore della Indy 500 2017.partito dalla 4 posizione in griglia di partenza dopo una qualifica davvero di peso, il pilota giapponese è riuscito a trionfare nel catino dellIndiana nonostante un pit stop che lo aveva fatto scivolare in fondo la gruppo e lingresso di diverse safety car che ne potevano compromettere la prestazione. Al termine della premiazione Sato ha dichiarato: Abbiamo lavorato tanto insieme ai miei compagni di squadra e volgo ringraziare tutto il Team Andretti, senza di loro non sarei potuto essere qui oggi. La mia gara? A un certo punto ho perso slancio e sono finito indietro, più o meno intorno alla decima posizione. Ho creduto in me stesso, nella macchina e nei pit stop. Sapevo che avrei potuto farlo, ho aspettato gli ultimi giri: ho dato il 100%. So che tante persone sono arrivate qui dal Giappone per seguirmi: sono davvero orgoglioso del risultato. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori