Diretta / Italia-San Marino (risultato finale 8-0) streaming video Raiplay: la giovane Italia cresce bene!

- Carlo Necchi

Diretta Italia-San Marino: streaming video raiplay.it, probabili formazioni, quote, risultato live. La partita amichevole è in programma mercoledì 31 maggio 2017 a Empoli

domenico_berardi_nazionale_italia_lapresse_2017
Probabili formazioni Italia Olanda (LaPresse)

Italia-San Marino termina 8-0 al ‘Castellani’ in un’amichevole utile per registrare i debutti in azzurro di gran parte dei migliori giovani del nostro calcio, oltre a qualche singolo più “attempato” ma che ha colto in pieno l’occasione. Primo della fila Lapadula, decisamente on fire… Nel finale ha sfiorato un paio di volte la prima rete in Nazionale anche Falcinelli, colpevolmente impreciso sotto porta e disinnescato da Simoncini, bravissimo anche sul tentativo volante di Caprari; da registrare anche l’unico tiro di tutto il match nello specchio della porta di Scuffet di San Marino, una punizione dal limite dell’area di Rinaldi, spedita tra le braccia del giovane portiere dell’Udinese. Soddisfazione per Ventura, espressa anche i microfoni della Rai nel post match, per un gruppo di “riserve” della Nazionale che si sta facendo strada verso il futuro. E per tanti di loro, tra due settimane, c’è l’appuntamento con l’Europeo U21!

Italia-San Marino 8-0 quando siamo entrati nell’ultimo spezzone di match al ‘Castellani’ di Empoli, palcoscenico di una vera e propria magia da parte di Politano, al minuto 58: pallonetto fantastico, alla Totti, per l’ala del Sassuolo (cresciuto proprio nella Roma), capace di strappare applausi anche al ct Ventura! Poco dopo a referto anche l’8° sigillo azzurro, un autogol dopo pregevole schema da calcio piazzato, con cross dello stesso Politano mandato alle spalle del proprio portiere da Bonini. Appena entrato in campo, tra l’altro. Per l’Italia nella mischia invece Caprari e Biraghi. Ha provato ad arricchire l’esagerato bottino azzurro anche Falcinelli, protagonista di un’annata entusiasmante a Crotone: il suo diagonale con il mancino, al minuto 73, si è allargato però oltre il secondo palo… Finale di partita ancora vivo, con l’Italia che non accenna nemmeno ad una “frenata”: è caccia al 9° gol!

È ripartita con altri due gol a referto per gli azzurri: il parziale ora è di 6-0, in virtù della prima soddisfazione in Nazionale per Caldara e della tripletta centrata da Lapadula, con un bellissimo pallonetto di sinistro. Grande prova della punta del Milan! Ripresa che ha visto l’ingresso immediato tra le fila azzurre di Politano, Cataldi, Pellegrini e Falcinelli; per San Marino cambio di portiere, fuori Benedettini e dentro Simoncini. E finalmente anche la prima vera azione d’attacco della serata degli ospiti, al minuto 53, con incursione interessante palla al piede di Vitaioli, stoppato senza troppi complimenti da Conti al limite dell’area italiana. La Nazionale non sembra intenzionata a fermarsi qui in ogni caso: aspettiamoci un altro… set!

Italia-San Marino 4-0 a fine primo tempo, metà gara segnata dalle tante offensive azzurre e dalla leggerissima resistenza degli ospiti, travolti spesso e volentieri dall’entusiasmo dei tanti giovani italiani, di questa Nazionale “sperimentale”. Nel finale di frazione meno sofferenza per gli ospiti, anche per via di una verve decrescente dell’Italia, “rinfrescata” con ogni probabilità a inizio ripresa da Ventura, con i primi cambi della serata. Molto positivi oltre al già segnalato Lapadula (2 gol per lui) sicuramente capitan Berardi, Conti e Gagliardini; allo scadere grande occasione anche per Chiesa, protagonista di una prestazione più che sufficiente e stoppato sul più bello da un miracolo di Benedettini, dopo movimento e tiro perfetti in piena area di rigore. Tanti sorrisi insomma per il ct italiano, staremo a vedere che secondo tempo sarà al ‘Castellani’…

Italia-San Marino 4-0 alla mezzora del primo tempo, non sembra volersi placare la voglia di gol dei ragazzi di Ventura: atteggiamento serio e positivo del gruppo, al netto di una resistenza quasi nulla degli avversari di giornata, con tris a referto al quarto d’ora grazie a Petagna e poi doppietta – al minuto 20 – di Lapadula, cercato e trovato bene in verticale da Berardi! Bello lo “scavino” della punta del Milan, a superare Benedettini e siglare il poker. Tutto molto facile per l’Italia, con lo scatenato Lapadula vicino anche alla tripletta personale pochi istanti fa, con un colpo di testa a centro area, dopo calcio di punizione spedito da Baselli nel mucchio… Serata da spettatore per Scuffet tra i pali, si divertono invece i singoli d’attacco della Nazionale!

È partita con un’immediata occasione pe sbloccare il punteggio, per Lapadula: serpentina in area avversaria, dribbling e tiro con il sinistro per la punta del Milan, contrastato dalla difesa di San Marino e respinto dal primo intervento di Benedettini. Poi spunti in rapida successione di Chiesa a sinistra e Conti a destra, il primo chiuso dalla difesa avversaria, il secondo bravo a pescare con un cross tagliato l’inserimento di Baselli. Per lui colpo di testa impreciso, oltre la linea di fondo. Ci ha provato quindi Petagna, al minuto 9, con una girata al volo di sinistro troppo larga oltre il secondo palo; poi ecco il vantaggio, a firma Lapadula! Azione sulla destra del solito Conti, cross invitante al centro e movimento rapace dell’attaccante milanista, ad anticipare l’intervento dell’estremo difensore di San Marino. Palla colpita bene di testa e che finisce in rete, per la soddisfazione di Lapadula! Continua a spingere la Nazionale “sperimentale” e al 13° è arrivato anche il bis, a firma Ferrari: anche per lui incornata vincente, stavolta sugli sviluppi di calcio d’angolo. E prima gioia, alla prima presenza, in azzurro.

Ecco le formazioni ufficiali di Italia-San Marino, test amichevole di questa sera ad Empoli: Italia: Scuffet; Conti, Caldara, Ferrari, D’Ambrosio; Gagliardini, Baselli; Berardi, Petagna, Lapadula, Chiesa. Allenatore: Ventura. San Marino: Benedettini; Benedettini, Cesarini, Cevoli, Biordi, Brolli, Cervellini, Golinucci, Hirsch, Vitaioli, Tosi, Rinaldi. Allenatore: Manzaroli. Italia e San Marino stanno disputando le qualificazioni per i prossimi Mondiali e dopo 5 giornate, l’Italia è seconda nel gruppo G per la peggior differenza reti rispetto alla Spagna, che ha raccolto gli stessi punti (13) degli azzurri. Ricordiamo che le migliori 8 (su 9) seconde classificate dovranno passare dagli spareggi per qualificarsi ai Mondiali. L’Italia ha cominciato vincendo 1-3 in Israele, poi l’1-1 di Torino con la Spagna e un sofferto successo in Macedonia per 2-3, maturato nei minuti di recupero e dopo che gli azzurri erano stati anche sotto 2-1. Lo scorso 12 novembre lo 0-4 rifilato al Lichtenstein, poi il 24 marzo la vittoria per 2-0 ai danni dell’Albania. Domenica 11 giugno l’Italia giocherà contro il Lichtenstein a Reggio Emilia, mentre il 2 settembre la nazionale di Ventura sarà di scena a Madrid per provare a superare la Spagna. Le ultime due sfide in programma sono Italia-Macedonia (6 ottobre) e Albania-Italia (9 ottobre). San Marino è attualmente ultimo nel gruppo C: i ragazzi di mister Manzaroli hanno cominciato perdendo di misura contro l’Azerbaijan (0-1), poi hanno incassato un 4-0 in Irlanda del Nord e un 4-1 in Norvegia. L’11 novembre l’imbarcata interna contro la Germania (0-8), seguita da un’altra goleada a sfavore per mano della Repubblica Ceca (0-6). Sabato 10 giugno San Marino tornerà in campo per ricevere l’Irlanda del Nord, mentre il 4 settembre è in programma la trasferta in Azerbaijan. Ultimi due impegni il 5 ottobre (Norvegia in casa) e l’8 ottobre (Rep.Ceca in trasferta). (Agg. di Carlo Necchi) 

Per l’amichevole dell’Italia contro San Marino, il ct azzurro Giampiero Ventura ha selezionato tanti giocatori che non avevano mai assaggiato la maglia della Nazionale A. Pescando anche da squadre meno blasonate, rispetto alle big tradizionali che solitamente rappresentano il serbatoio principale per l’Italia (Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Roma). Parliamo di Atalanta e Crotone, che si possono definire come le squadre del momento: i nerazzurri hanno appena concluso il miglior campionato della loro storia, terminando al quarto posto in Serie A. Il Crotone ha firmato il suo miracolo sportivo ottenendo una salvezza davvero incredibile: nessuno era mai riuscito a tornare a galla dopo aver concluso il girone d’andata a 9 punti. Ventura ha voluto premiare il lavoro di questi club convocando 4 giocatori dell’Atalanta e 3 del Crotone: sono i nerazzurri Pierluigi Gollini (portiere), Mattia Caldara (difensore), Andrea Conti (terzino) ed Andrea Petagna (attaccante), mentre la pattuglia rossoblu si compone dei difensori Gianmarco Ferrari e Federico Ceccherini e della punta Diego Falcinelli. I ragazzi provenienti dall’Atalanta hanno già militato nelle selezioni giovanili, mentre per i giocatori del Crotone potrebbe trattarsi dell’esordio assoluto in azzurro. (aggiornamento di Carlo Necchi)

Due i precedenti in epoca recente tra Italia e San Marino. Il primo in data 19 febbraio 1992 allo stadio Dino Manuzzi di Cesena. Ad aprire le marcature fu Roberto Baggio, a segno al 36’ minuto per il punto dell’1-0; raddoppio poco prima dell’intervallo (42’) con Roberto Donadoni. Ad inizio ripresa (47’) la terza rete firmata da Pierluigi Casiraghi, mentre a calare il poker per il definitivo 4-0 fu ancora Roberto Baggio all’84’. Sulla panchina azzurra sedeva Arrigo Sacchi, mentre San Marino schierava a centrocampo l’ex juventino e bolognese Massimo Bonini. Altro giro ed altro 4-0, quello di quattro anni fa esatti: proprio il 31 maggio del 2013 infatti Italia e San Marino si affrontarono sempre in amichevole. A sbloccare il risultato fu Andrea Poli, che al 28’ bucò la retroguardia sammarinese infilando sotto le gambe del portiere, già allora Aldo Simoncini. Sempre nel primo tempo il bis di Alberto Gilardino (34’), dopo una conclusione di Aquilani respinta dall’estremo difensore avversario; gli altri due gol dopo l’intervallo: al 51’ pennellata di Andrea Pirlo su calcio di punizione, all’80’ invece zampata da due passi di Aquilani (80’). Teatro del match fu lo stadio Dall’Ara di Bologna, il ct azzurro era Cesare Prandelli. (aggiornamento di Carlo Necchi)

Giampiero Ventura non guarderà tanto al risultato di Italia-San Marino: l’amichevole di Empoli servirà al ct per dare spazio a tanti giocatori emersi nel corso della stagione, non solo in Serie A ma anche nel campionato cadetto. Nella conferenza stampa della vigilia, Ventura ha fissato l’obiettivo di questo primo test-match: “Fare verifiche e dare la possibilità a questi ragazzi, che anche oggi si sono allenati alla grande, di entrare dalla porta principale in questa Nazionale. Il problema domani non è se vinciamo ma come vinciamo, non è fare una buona giocata, ma con quale intensità”. I convocati per Italia-San Marino registrano un’età media molto bassa: il commissario tecnico ha parlato del diverso approccio alle singole situazioni dei club e alla Nazionale. Questo il suo pensiero: “Quando vengono qui i ragazzi hanno un abito loro, che si sono cuciti nel loro club. L’obiettivo degli stage è fargli un armadio di tanti abiti, di quelle che noi chiamiamo conoscenze. Così, in base a quello che trovo metto l’abito giusto per essere competitivo”. Ventura ha spiegato di aver parlato singolarmente con ciascun giocatore: “Sono giovani, hanno bisogno di qualcuno che li aiuti a crescere e che gli dica qual è la strada giusta”. (aggiornamento di Carlo Necchi)

È una delle amichevoli in programma mercoledì 31 maggio 2017: si gioca allo stadio Carlo Castellani di Empoli, calcio d’inizio alle ore 21:30. Gli Azzurri di Giampiero Ventura scenderanno in campo anche mercoledì 7 giugno per un’altro test match contro l’Uruguay, che si disputerà all’Allianz Riviera di Nizza (inizio ore 20:45), mentre domenica 11 l’Italia sarà impegnata contro il Lichtenstein per le qualificazioni Mondiali.

Per l’amichevole contro San Marino, il ct deve fare a meno della pattuglia juventina che sabato si giocherà la Champions League contro il Real Madrid: indisponibili quindi Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini e Marchisio, i quali si ripresenteranno a Coverciano da lunedì 5 giugno; la sfortuna invece ha colpito il romanista Emerson Palmieri, che nell’ultima giornata di campionato si è infortunato al ginocchio sinistro (rottura del legamento crociato anteriore) e che quindi starà fermo per mesi.

Un altro giallorosso festeggia il ritorno in Nazionale: è Stephan El Shaarawy, che con un finale di stagione in crescendo si è meritato la convocazione di Ventura. Rientra nel gruppo azzurro anche Riccardo Montolivo, rientrato di recente dopo l’infortunio ad un ginocchio rimediato proprio con la Nazionale, nel match contro la Spagna del 6 ottobre 2016. Contro San Marino, Ventura farà assaggiare l’azzurro a tanti giocatori emergenti: la formazione titolare si preannuncia quindi come ampiamente sperimentale.

Il ct dovrebbe mantenere il modulo 3-5-2 schierando Simone Scuffet (Udinese) in porta, e davanti a lui i difensori Federico Ceccherini (Crotone), Mattia Caldara (Atalanta) e Danilo D’Ambrosio (Inter). Sulle fasce probabile l’impiego di un altro atalantino, Andrea Conti e Cristiano Biraghi (Pescara), mentre la cerniera di centrocampo dovrebbe essere composta da Roberto Gagliardini (Inter), Daniele Baselli (Torino) e Lorenzo Pellegrini (Roma).

Davanti la coppia Andrea Petagna (Atalanta)-Domenico Berardi (Sassuolo). In alternativa l’ipotesi 4-2-4 con Scuffet tra i pali, Conti e D’Ambrosio esterni bassi, Caldara-Ceccherini a protezione dell’area poi Gagliardini e Baselli a metacampo, Berardi e Politano come ali e Petagna-Lapadula davanti. Simone Verdi (Bologna) e Roberto Inglese (Chievo) hanno dovuto rinunciare alla convocazione per i problemi fisici accusati negli ultimi giorni: a rimpiazzarli l’interista D’Ambrosio e il pescarese Gianluca Caprari.

Per le partite seguenti contro Uruguay e Lichtenstein i giocatori della Juventus sostituiranno 5 ragazzi del gruppo attuale. Da notare come i vari Scuffet, Caldara, Conti, Gagliardini, Pellegrini, Berardi, Chiesa e Petagna siano nei radar della selezione Under 21, che da venerdì 16 giugno sarà impegnata negli Europei di categoria in Polonia; a tal riguardo, l’intento della FIGC sembra quello di dare proprietà alla Nazionale A fino all’11 giugno, data della gara ufficiale contro il Liechtenstein, per poi formare la miglior Under 21 possibile.

La rappresentativa di San Marino, allenata da Pier Angelo Manzaroli, dovrebbe affrontare l’amichevole di Empoli con il modulo 5-4-1. In porta Aldo Simoncini, mentre a presidiare l’area dovrebbero essere Cristian Brolli, Alessandro Della Valle e Davide Cesarini; a completare la linea arretrata i fluidificanti Giovanni Bonini (fascia destra) e Mirko Palazzi (a sinistra). A centrocampo Luca Tosi e Pier Filippo Mazza, esterni alti Tommaso Zafferani e Matteo Vitaioli mentre in attacco il riferimento sarà Mattia Stefanelli.

Nelle qualificazioni Mondiali, San Marino deve ancora sbloccare la casella dei punti nel gruppo C (ha però segnato un gol alla Norvegia), l’Italia invece è seconda dietro la Spagna nel gruppo G. L’amichevole dello stadio Castellani tra Italia e San Marino sarà trasmessa in diretta tv su Rai 1, quindi in chiaro, e in diretta streaming video sul sito internet ufficiale www.raiplay.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori