RISULTATI PLAYOFF LEGA PRO/ Vincono Parma, Pordenone, Reggiana, pari Lecce Alessandria! Diretta gol live

- Claudio Franceschini

Risultati playoff Lega Pro: diretta gol live score delle partite che sono valide per l’andata dei quarti di finale. Cambia la formula: previsti tempi supplementari e calci di rigore

Alessandria mucchio
Alessandria Calcio (foto repertorio LaPresse)

Alla fine il risultato a sorpresa dei pay off di Lega Pro è quello della Reggiana che ha sconfitto in trasferta il Livorno. Partita rocambolesca invece tra Parma e Lucchese. Paura per i tifosi ducali che si vedono sotto dopo 30 minuti. Ma la squadra di D’Aversa è stata brava a non perdere la bussola e a rimettere la partita in parità con Calaiò che prima pareggia e poi nel secondo tempo sigla il gol della vittoria che sigilla il risultato finale sul punteggio di 2-1. Pari 1-1 invece nella partitissima tra Lecce e Alessandria con ospiti raggiunti dai padroni di casa. Partita equilibratissima anche tra Pordenone-Cosenza rimasta sul punteggio di parità fino al 97′ quando un gol di Semenzato ha dato la vittoria ala formazione di casa. 

Risultati inizialmente a sorpresa nelle partite serali dei play off di Lega Pro. Nelle partitissime di Lecce  e parma i padroini locali hanno tremato. In entrambe le partite gli ospiti sono passati in vantaggio. A Lecce è andato a segno Marras al minuto 30 che ha portato il risultato sull’1-0. Ma la grande cornice di pubblico di Lecce ha permesso alla squadra di casa di raggiungere il pari all’inizio del secondo tempo con Pacilli. Analoga situazione al tradini dove la lucchese a sorpresa è andata avanti alla mezzora di gioco ma dopo quindici minuti, a fine tempo, ci ha pensato il bomber calaià a riportare il risultato sul punteggio di parità. Nello scontro tra Pordenone e Cosenza regna grande equilibrio, pèer ora. Nel pomeriggio altro risultato a sorpresa: la Reggiana ha espugnato il Picchi battendo il Livorno 2-1. 

Squadre in campo nelle partite di Lega Pro per landata dei quarti playoff: ad inaugurare il turno è la partita dello stadio Armando Picchi, dove il Livorno ospita la Reggiana. Un Livorno che ha idealmente festeggiato il suo ex Davide Nicola: lallenatore piemontese, artefice della promozione in Serie A nel 2013, è sempre stato piuttosto amato dai suoi vecchi tifosi e infatti gli amaranto lo ricordano ancora con affetto. La sua clamorosa salvezza alla guida del Crotone, che aveva fatto 9 punti in tutto il girone di andata e ha saputo comunque arrivare davanti allEmpoli, è stata salutata anche da queste parti e adesso il Livorno vuole emulare limpresa degli squali, ovvero conquistare la promozione in Serie B nonostante ci siano delle squadre che almeno sulla carta hanno qualcosa in più (Lecce e Alessandria su tutte, forse anche il Pordenone). Al Picchi arriva però una Reggiana in grande spolvero, capace di eliminare la Juve Stabia e dunque in striscia positiva: non sarà semplice per i toscani avere ragione degli emiliani. Siamo comunque pronti a vivere tutte le grandi emozioni di questa sfida, e delle tre che seguiranno nel giro di un paio dore; come sempre non ci resta che metterci comodi e dare la parola al campo per stare a vedere quali saranno i risultati che matureranno dallandata dei quarti playoff di Lega Pro. (agg. di Claudio Franceschini)

Passione e determinazione: a poche ore dalla sfida di Lega Pro tra Parma e Lucchese, è arrivata la voce di Roberto DAversa sulla sfida che attende i ducali contro la Lucchese. Una partita da non sbagliare, perchè si gioca in casa e non cè più la regola della squadra piazzata meglio che si qualifica con risultato pari: La Lucchese gioca con il 3-5-2 e ha davanti giocatori bravi ha detto il tecnico, parlando in particolare di Gianmarco De Feo con cui aveva lavorato al Lanciano. Subisce pochi gol, dovremo sfruttare alcuni loro difetti e vincere i duelli personali con determinazione e lucidità offensiva. DAversa si aspetta una partita simile a quella che il Parma ha giocato e vinto contro il Piacenza, valsa la qualificazione a questo quarto di finale playoff: laugurio del mister è quello di fare un passo avanti verso la semifinale, ricordando che si gioca sui 180 minuti e quindi dovremo anche pensare allequilibrio da tenere sul campo. Un ultimo consiglio ai suoi giocatori: giocare mentalmente liberi, quando riusciamo a farlo le giocate hanno una qualità diversa. Dovremo essere sereni, ma accompagnati dal furore agonistico. (agg. di Claudio Franceschini)

Delle squadre che sono rimaste in corsa per i playoff di Lega Pro, il Parma è lunica a poter centrare la doppia promozione dalla Serie D e, nel giro di due anni, ritrovarsi in B. Una categoria che i ducali non conoscono dal 2008-2009, perchè nel 2015 era arrivata la retrocessione dufficio in D; il campionato della quarta serie è stato ampiamente dominato con un girone da imbattuti, larrivo in Lega Pro è stato positivo e il Parma si è trovato subito nelle prime posizioni. In autunno il ribaltone: cambiati improvvisamente i vertici societari, addio a Luigi Apolloni e dentro Roberto DAversa come allenatore. La flessione è stata assorbita e il Parma è arrivato anche a giocarsi la prima posizione; il Venezia si è preso la promozione diretta ma i gialloblu hanno difeso dal Pordenone il secondo posto nel girone B, arrivando direttamente alla seconda fase dei playoff dove hanno superato di slancio il Piacenza. Altra squadra che avrebbe potuto guadagnarsi la doppia promozione: come Virtus Francavilla, Siracusa e Fondi che avevano centrato i playoff nel girone C, come la Viterbese nel girone A. Il Parma è certamente favorito contro la Lucchese, ma sapranno i ducali tenere fede al pronostico e volare in semifinale? Lo scopriremo, ma di sicuro fin dallinizio della stagione lobiettivo della società emiliana è stato quello di provare a volare il Serie B dopo un solo anno di Lega Pro. (agg. di Claudio Franceschini)

La Lucchese è la vera outsider di questi quarti playoff di Lega Pro: la formazione toscana partiva con ambizioni e sapeva di poter entrare nelle prime dieci, ma forse non aspettava di essere addirittura ai quarti e con la possibilità di volare addirittura in semifinale. La Lucchese di Giovanni Lopez è arrivata nona nel girone A, con 51 punti; ha perso lultima partita contro la Giana Erminio, ma è comunque entrata nelle 10 in virtù della migliore classifica avulsa nei confronti di Renate (decimo) e Pro Piacenza, rimasta fuori. Al primo turno ha superato lArezzo vincendo fuori casa, poi ha ottenuto il passaggio ai quarti contro lAlbinoLeffe; è bastato un gol del centrocampista centrale Mirko Bruccini. Una Lucchese che a gennaio ha perso due pezzi pregiati della sua squadra: Giovanni Terrani e soprattutto Francesco Forte, che in 21 partite con la maglia rossonera aveva segnato 15 gol. Anche senza di loro però la squadra di Lopez ha saputo tenere alto il livello, costruendosi la qualificazione grazie ai gol di Gianmarco De Feo (9) e sapendo giocare con il collettivo. Il Parma ovviamente parte favorito, ma questa Lucchese ha già dimostrato di saper vincere fuori casa e, soprattutto, adesso il vantaggio dei ducali di poter pareggiare due volte per superare lostacolo non cè più. La Lucchese sogna ancora e non si vuole fermare: vedremo se riuscirà a salire un altro gradino. (agg. di Claudio Franceschini)

Non cè alcun dubbio che la sfida tra Lecce e Alessandria rappresenti il big match nei quarti di finale dei playoff di LegaPro. Il sorteggio è stato benevolo perchè ci ha regalato una grande sfida; leggendola in un altro modo sarà un vero peccato che una di queste due squadre debba chiudere in anticipo la sua stagione, perchè avremmo voluto vedere i salentini e i piemontesi in finale. Entrambe avrebbero meritato la promozione diretta, entrambe partivano per il primo posto nel rispettivo girone; entrambe però hanno fallito lobiettivo principale, in maniera clamorosa lAlessandria che ha dilapidato 9 punti di vantaggio in un campionato dominato e che sembrava chiuso già a Natale. Il Lecce non ha saputo tenersi a contatto con il Foggia; arrivato al quinto anno in Lega Pro, il club pugliese arriva ai playoff per la quarta volta e ha già perso due finali. Sta diventando una sorta di maledizione il tentativo di risalita in Serie B, lo è anche per lAlessandria che lanno scorso aveva giocato una Coppa Italia memorabile arrivando in semifinale, ma in campionato non era riuscita a prendersi la vittoria nel suo girone (consegnandola al Cittadella) e aveva poi fallito i playoff. E opinione comune che la squadra che uscirà da questo quarto di finale sarà quella che salirà di categoria, ma attenzione alle sorprese (agg. di Claudio Franceschini)

Quarti di finale di andata nei playoff di Lega Pro 2016-2017: sono rimaste solo otto squadre in corsa e in palio ci sono i due posti per le semifinali. Anche qui andata e ritorno, per lappunto: mercoledì 31 maggio si parte alle ore 18:30 con Livorno-Reggiana, avremo poi alle ore 20:30 Lecce-Alessandria, Parma-Lucchese e Pordenone-Cosenza.

La formula cambia: a differenza di quanto accaduto nella seconda fase, qui sono previsti tempi supplementari e calci di rigore in caso di parità nel punteggio. Nessun vantaggio dunque derivante dal fatto di aver chiuso la stagione regolare con più punti dellavversaria; modalità che possiamo condividere visto che la composizione del tabellone è stata effettuata tramite sorteggio integrale. Questo ha portato a una sorta di finale anticipata: non è certo un mistero che Lecce e Alessandria siano le squadre partite con i favori del pronostico in questi playoff, e invece una delle due non arriverà nemmeno in semifinale.

Sicuramente un vantaggio per le altre, anche se cè un solo posto in Serie B e dunque prima o poi sarà più o meno inevitabile incrociarsi; certamente però il sorteggio ha detto bene al Parma, che la sua posizione lha guadagnata di suo (secondo nel girone B) ma che è stato decisamente fortunato nel pescare la Lucchese, senza ombra di dubbio la squadra meno competitiva del lotto (lo dice la regular season).

Sono intriganti gli altri due incroci: al Picchi il Livorno dovrà cambiare registro se vorrà eliminare la Reggiana, finora in questi playoff non ha mai segnato (doppio 0-0 contro la Virtus Francavilla) mentre la Reggiana ha fatto fuori Feralpisalò e Juve Stabia, e almeno sulla carta ha aumentato le sue possibilità di superare il turno e arrivare alla semifinale.

Al Bottecchia invece il Pordenone ci riprova dopo il grande campionato scorso: i friulani hanno eliminato Bassano e Giana Erminio con autorità, adesso se la vedono con un Cosenza che possiamo considerare la rivelazione di questi playoff, perchè dopo aver battuto la Paganese i lupi sono riusciti a far fuori il Matera, che era una seria candidata alla promozione diretta e aveva anche raggiunto la finale di Coppa Italia. Ci attendono dunque quattro sfide davvero interessanti, ma la serata di mercoledì rappresenta soltanto il primo round: domenica 4 giugno le squadre saranno di nuovo in campo per affrontare le partite di ritorno, e solo a quel punto sapremo quali saranno le semifinali di questi appassionanti playoff, che ci stanno regalando davvero tante emozioni. 

RISULTATO FINALE Livorno-Reggiana 114′ rig. Cesarini (R), 26′ Guidone (R), 51′ Maritato (L)

RISULTATO FINALE Lecce-Alessandria 1-1, 30′ Marras (A), 53′ Pacilli (L)

RISULTATO FINALE Parma-Lucchese 2-1, 35′ Fanucchi (L), 44′ Calaiò E. (P), 75′ Calaiò

RISULTATO FINALE Pordenone-Cosenza 1-0 97 Semenzato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori