ROLAND GARROS 2017/ Diretta Nadal Haase (6-1 6-4 6-3) info streaming video e tv: Rafa vince di slancio

- Claudio Franceschini

Diretta Roland Garros 2017: Napolitano Schwartzman info streaming video e tv. Il giovane biellese sconfitto in tre set, avanzano Goffin e Dominic Thiem (mercoledì 31 maggio)

Nadal_vittoria_Madrid_lapresse_2017
Diretta Atp Montecarlo 2018: Rafa Nadal (Foto LaPresse)

Tutto facile per il nove volte campione Rafa Nadal, che si qualifica al terzo turno del Roland Garros 2017 senza battere ciglio. L’olandese Robin Haase non poteva certo essere un avversario troppo ostico per il maiorchino, che infatti non ha tremato e prosegue il suo percorso netto nel torneo che potrebbe farlo entrare nella leggenda: Nadal chiude strappando per l’ennesima volta il servizio ad Haase e vola al terzo turno, dove troverà il georgiano Nikoloz Basilashvili che un po’ a sorpresa si è liberato di Viktor Troicki. Naturalmente Rafa guarda già alle prossime sfide: agli ottavi potrebbe aspettarlo un bel derby contro Roberto Bautista Agut, ai quarti ci sarebbe Milos Raonic che dopo aver perso il primo set contro il brasiliano Rogerio Dutra Silva sembra essersi ripreso – ma deve ancora chiudere il suo match. Intanto da segnalare che in campo c’è anche Albert Ramos-Vinolas, che sta nettamente vincendo contro il francese Benjamin Bonzi (classe ’96, al primo turno aveva superato Dusan Lajovic tra lo stupore generale); ha vinto Timea Bacsinszky che si è liberata di Madison Brengle in quella che è stata una sorta di passeggiata, terzo turno conquistato in carrozza anche da Grigor Dimitrov, che attende ora il vincente del match tra Pablo Carreno Busta e il giapponese Taro Daniel (che ha un break di vantaggio nel primo set). In campo femminile Caroline Wozniacki ha già prenotato il match contro Catherine Bellis: la danese ha battuto recentemente la giovane americana, nei quarti di finale a Dubai. (agg. di Claudio Franceschini)

Al Roland Garros 2017 prosegue il cammino dei due campioni in carica: match nettamente diversi per Novak Djokovic e Garbine Muguruza ma con identico risultato, ovvero il torneo continua. Djokovic ha avuto un breve passaggio a vuoto nel terzo set quando ha dovuto fronteggiare una palla break, ma si è imposto contro Joao Sousa con un netto 6-1 6-4 6-3 e adesso giocherà contro Diego Schwartzman, che ha battuto il nostro Stefano Napolitano. Il serbo non ha ancora perso un set nel suo Roland Garros 2017; è arrivato oggi il primo parziale lasciato per strada dalla Muguruza, che sicuramente non è la giocatrice devastante vista nella prima parte del 2016 ma si arrangia come può. La vittoria in rimonta contro la validissima e in crescita Anett Kontaveit, con il risultato di 6-7 6-4 6-2, è stata raccolta quando nessuno lo aspettava più e certifica ancora una volta che la spagnola è un diesel che carbura tardi ma quando lo fa non si guarda più indietro. Per batterla spesso e volentieri bisogna partire forte e non avere pause: la prossima a provarci sarà Yulia Putintseva, la giovane kazaka che in passato aveva già fatto tremare Serena Williams. Da segnalare che Rafa Nadal ha vinto nettamente (6-1) il primo set contro Robin Haase; si qualifica al terzo turno anche la sempre più matura Catherine Bellis, la diciottenne americana si è permessa di eliminare Kiki Bertens, semifinalista dello scorso anno, con il risultato di 6-3 7-6. Ora vanno in campo Sara Errani, unica superstite italiana nel tabellone Wta, e Kristina Mladenovic: siamo sul Suzanne Lenglen. (agg. di Claudio Franceschini)

Finisce qui l’esperienza al Roland Garros 2017 per il tennista biellese, eliminato al secondo turno. Un’esperienza che certamente ricorderà per sempre: qui infatti ha vinto il primo match di sempre nel main draw di uno Slam, un match per di più contro una testa di serie del tabellone (Mischa Zverev). Oggi Diego Schwartzman si è rivelato più forte di lui, ma poco importa: Napolitano è un classe ’95 e ha tutto il tempo di crescere e maturare, e sconfitte del genere aiutano eccome a costruire il tennista che verrà. Purtroppo gli italiani nel tabellone maschile restano tre, e ne avremo non più di due al terzo turno visto il derby tra Fabio Fognini e Andreas Seppi; intanto dobbiamo registrare che Garbine Muguruza è sotto di un set e un break contro Anett Kontaveit che è davvero molto vicina a realizzare l’impresa di eliminare la campionessa in carica, che Novak Djokovic sta dominando contro Joao Sousa (primo set chiuso per 6-1) e che Catherine Bellis è in vantaggio su Kiki Bertens (semifinalista lo scorso anno), anche se siamo soltanto al primo set e dunque il match potrebbe essere lungo. Nel tabellone Atp si è qualificato anche David Goffin, che ha superato Sergiy Stakhovsky (il quale era diventato celebre qualche anno fa per aver battuto Roger Federer a Wimbledon): ancora una volta lui e Dominic Thiem potrebbero incrociarsi, sarebbe agli ottavi di finale. (agg. di Claudio Franceschini)

È sotto nei confronti di Diego Schwartzman: purtroppo per il tennista biellese rischia di chiudersi oggi il Roland Garros 2017. Napolitano non sta giocando male, anzi; il problema è che l’argentino che ha di fronte è giocatore tenace, abituato alla terra rossa e certamente più navigato di lui in partite di questo genere. Perso il primo set abbastanza nettamente, Napolitano è rimasto incollato nel punteggio nel secondo parziale, ma poi ha ceduto il break decisivo che ha consentito a Schwartzman di salire sul 6-5 e chiudere con il servizio. Adesso il biellese ha la terza possibilità, per così dire: vincendo il terzo set allungherebbe l’incontro e si prenderebbe anche l’inerzia, instillando qualche dubbio nella mente del suo avversario. Più facile a dirsi che a farsi come sempre, ma le partite di tennis sono spesso imprevedibili e possono cambiare in un attimo. Intanto finisce qui la corsa di Petra Kvitova, battuta in due set da Bethanie Mattek-Sands: applausi comunque alla ceca, che tornava dopo cinque mesi di inattività e le condizioni della mano ancora incerte e non ottimali. Nella parte alta del tabellone femminile si apre un’autostrada: per il momento l’unica testa di serie è Samantha Stosur, ex finalista del Roland Garros ma oggi numero 23 del seeding, e un match di terzo turno sarà quello tra Lesia Tsurenko e Jelena Ostapenko. Avanza invece senza problemi Venus Williams, mentre sul centrale sta soffrendo Garbine Muguruza. Sul Suzanne Lenglen è iniziata la sfida tra Novak Djokovic e Joao Sousa: al termine di questo incontro sarà la nostra Sara Errani a giocare contro Kristina Mladenovic. (agg. di Claudio Franceschini)

E’ iniziato sul campo numero 8 il match tra Stefano Napolitano e Diego Schwartzman: al Roland Garros 2017 il tennista biellese ha destato grande sensazione al primo turno, quando a sorpresa ha fatto fuori Mischa Zverev – testa di serie numero 32 – prendendosi la prima vittoria nel tabellone principale di uno Slam (raggiunto attraverso le qualificazioni). Oggi sulla carta l’impegno è più agevole: l’avversario è Diego Schwartzman, argentino che a livello di ranking non vale il mancino tedesco battuto all’esordio. Tuttavia emergono altri fattori da tenere in conto: la maggiore capacità di Schwartzman di giocare sulla terra rossa, e il fatto che superato il momento di adrenalina pura, Napolitano debba ora affrontare un match senza più l’effetto sorpresa e dunque dovendo ragionare maggiormente. Staremo a vedere; intanto possiamo dire che Lesia Tsurenko è la prima qualificata al terzo turno nel tabellone femminile (battuta Ekaterina Makarova) e vista la composizione del tabellone da quella parte ha ottime possibilità di fare strada. Vicina anche Venus Williams, avanti di un set e un break contro la giapponese Kurumi Nara sul campo centrale. (agg. di Claudio Franceschini)

Stanno per prendere il via i match odierni al Roland Garros 2017: in campo subito, sul Suzanne Lenglen, anche il nostro Simone Bolelli che sfida la testa di serie numero 6 Dominic Thiem, recente finalista a Madrid e capace di battere Rafa Nadal a Roma. Ricordiamo che c’è un incontro che va chiuso da ieri: Jo-Wilfried Tsonga è clamorosamente sotto 2-1 contro l’argentino Renzo Olivo (numero 91 del ranking), ha già sfiorato l’eliminazione salvandosi al tie break del terzo set (vinto 8-6) ma ripartirà, con il suo turno di servizio, sul 4-5 nel quarto. Il match si giocherà comunque come secondo sul Philippe Chatrier (il centrale), non prima delle 12:30; a inaugurare il campo principale degli Open di Francia sarà Venus Williams, che gioca il suo ventesimo Roland Garros (mai vinto) e affronta la giapponese Kurumi Nara. Il programma del centrale proseguirà poi con Garbine Muguruza, che dopo la vittoria sulla nostra Francesca Schiavone se la vede con l’estone Anett Kontaveit; Rafa Nadal giocherà a seguire contro Robin Haase, mentre Novak Djokovic, impegnato oggi contro il portoghese Joao Sousa, giocherà il secondo incontro sul Suzanne Lenglen e dunque sarà in campo dopo il nostro Bolelli. Adesso noi non possiamo fare altro che metterci comodi e lasciare che a parlare siano i tennisti che giocheranno i match del secondo turno al Roland Garros 2017; aspettiamo conferme e sorprese, cosa succederà nella giornata di mercoledì 31 maggio? (agg. di Claudio Franceschini)

Al Roland Garros 2017 non solo i big come Rafa Nadal: la giornata odierna ci consegna anche alcuni giocatori che fanno parte della cosiddetta NextGen, ovvero ventenni o poco più che si sono particolarmente distinti nel primo turno, tanto da procedere nei due tabelloni dello Slam. Sicuramente il momento sorride maggiormente alle adolescenti del mondo Wta: Jelena Ostapenko ha oggi una grande possibilità contro Monica Puig – ultimo oro olimpico nel singolare – ma in campo troveremo anche Catherine Bellis, della quale abbiamo già parlato e che continua la sua grande crescita, e la classe ’97 Françoise Abanda che ha approfittato di un agevole primo turno (contro la francese Tessah Andrianjafitrimo) e oggi se la vede con la testa di serie numero 11 Caroline Wozniacki. Avremo poi Océane Dodin, classe ’96, che purtroppo ha fatto fuori la nostra Roberta Vinci; ma anche le due ’95 Yulia Putintseva e Anett Kontaveit, già più datate di alcune colleghe (per di più la kazaka è testa di serie numero 27). Nell’altro settore del tabellone avremo domani la testa di serie numero 29 Ana Konjuh, ex numero 1 juniores, e la classe ’95 Carina Witthoeft; la più grande sorpresa però è la russa Ekaterina Alexandrova, che ha 22 anni (ma è una ’94) e ha fatto fuori Katerina Siniakova, due anni in meno ma certamente più navigata nel circuito professionistico femminile. (agg. di Claudio Franceschini)

Al Roland Garros 2017 prosegue la caccia di Rafa Nadal al decimo titolo degli Open di Francia. Un titolo che lo farebbe entrare di diritto nella leggenda: nessun giocatore, sia esso uomo o donna, ha mai vinto più di nove volte lo stesso Major e, poichè Rafa ha già fatto 10 a Montecarlo e Barcellona e detiene 14 Slam, l’evento sarebbe un’altra tacca nella storia di questo giocatore.

Prima però dobbiamo parlare della sfida che Stefano Napolitano lancia a Diego Schwartzman: il giovane biellese (classe ’95) alla prima partecipazione di sempre nel main draw di uno Slam si è preso subito la vittoria sorprendendo Mischa Zverev (che era giocatore del seeding, numero 32) e adesso prosegue la sua grande corsa. Non ha niente da perdere, e per questo potrebbe vincere ancora; Schwartzman è comunque un giocatore solido, numero 41 del ranking Atp e particolarmente efficace sulla terra (come la maggior parte degli argentini). Dovesse vincere, Stefano troverebbe poi, molto probabilmente, Novak Djokovic e per lui sarebbe già straordinario poter giocare contro il serbo.

Tornando invece a Rafa Nadal, che sarà impegnato oggi contro l’olandese Robin Haase (i match iniziano alle ore 11, questo sarà il terzo sul campo centrale), bisogna dire che il maiorchino deve riscattare la delusione di Roma quando è stato eliminato da Dominic Thiem; gli addetti ai lavori lo danno in ogni caso come grande favorito per il titolo e questi primi turni non possono rappresentare un pericolo per il campione maiorchino, che guarda già a un possibile quarto con Milos Raonic (o Grigor Dimitrov) e a una semifinale eventuale contro Novak Djokovic.

Anche il serbo gioca oggi, contro Joao Sousa: al numero 2 del seeding però è stato “negato” il campo centrale occupato da Venus Williams (che lo inaugura oggi, contro Kurumi Nara) e Garbine Muguruza, campionessa in carica che giocherà a seguire (contro Anett Kontaveit: match da non sottovalutare perchè la giovane estone è in grande crescita). Djokovic dunque sarà sul Suzanne Lenglen, come secondo incontro di giornata; appena dopo Simone Bolelli, che proverà la grande impresa contro Dominic Thiem.

Per il serbo il tabellone è agevole: possibile incrocio con David Goffin ai quarti, fino ad allora il campione in carica dovrebbe dormire sonni tranquilli ma certe prestazioni messe in campo in questo scorcio di 2017 impone una certa cautela nel giudicare il percorso del 12 volte campione Slam. Alcuni match nel tabellone femminile saranno interessanti: sul campo numero 1 apre Petra Kvitova, tornata dopo l’aggressione subita in casa: per lei esordio positivo, adesso si alza il livello perchè l’avversaria è l’eclettica americana Bethanie Mattek-Sands. 

La sfida da non perdere è però quella che si gioca sul campo numero 2, dopo che Goffin avrà affrontato Sergiy Stakhovsky: la diciottenne Catherine Bellis, la più giovane Top 100 in questo momento, se la vede con l’olandese Kiki Bertens che l’anno scorso è riuscita a spingersi fino alla semifinale, e che ha avuto un grandissimo periodo in Fed Cup riuscendo a spingere la sua Olanda fino a sfiorare la finale. Attenzione anche ai tornei di doppio, perchè ci sono alcuni italiani in campo (tra questi la coppia formata da Fabio Fognini e Simone Bolelli, che ha già vinto gli Australian Open e che torna a giocare insieme).

La diretta tv del Roland Garros 2017 sarà garantita da Eurosport ed Eurosport 2, che tutti i giorni proporrà a rotazione i match migliori (la regia sarà spesso e volentieri internazionale) e proverà a proporci gli italiani impegnati a Parigi. Sarà possibile, per quanto riguarda il canale principale, assistere alla diretta streaming video da parte degli abbonati al satellite, che potranno attivare senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go; per tutti gli altri c’è Eurosport Player, per la cui attivazione è necessario pagare una quota per la sottoscrizione all’abbonamento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori