DIRETTA/ Cesena Novara (risultato finale 0-1) info streaming video e tv: Decide Macheda! (Serie B)

- Mauro Mantegazza

Diretta Cesena Novara: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la quarantesima giornata del campionato di Serie B

Abdul_Iacoponi_Cesena_Entella_lapresse_2017
Video Entella Pescara, Serie B 26^ giornata (Foto LaPresse)

Allo Stadio Dino Manuzzi il Novara ottiene un bel successo per 1 a 0 sul campo del Cesena. I piemontesi cercano di fare la partita sin dalle prime battute e, collezionando diverse occasioni, riescono a portarsi in vantaggio al 37′ grazie al piazzato di Macheda, rubando palla al compagno Orlandi dopo la grande azione di Sansone. Nella ripresa i bianconeri sembrerebbero in grado di trovare le forze per almeno acciuffare il pareggio ma nemmeno l’espulsione di Bolzoni tra gli ospiti per doppia ammonizione al 72′ aiuta la squadra di Camplone, incapace di annullare i grandi interventi dell’ottimo portiere Monzipoò. Il Novara si porta dunque a quota 53 punti mentre il Cesena fallisce il sorpasso rimanendo fermo con 49 punti in classifica.

Manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Cesena e Novara ed il risultato è sempre di 0 a 1. I bianconeri proseguono nella loro ricerca del pareggio con le giocate di Perticone e questo finale di partita sembra mettersi in discesa per loro dato che al 72′ Bolzoni si fa espellere per doppia ammonizione lasciando quindi gli ospiti in inferiorità numerica.

Giunti al cinquantacinquesimo minuto, il punteggio tra Cesena e Novara è ancora di 0 a 1. In questo inizio di secondo tempo i romagnoli scendono in campo con lo spirito giusto per affrontare la ripresa e cercare il pareggio come dimostrano i tentativi da parte di Panico al 50′ ed al 55′, entrambi controllati dal portiere ospite dei piemontesi.

Al termine della prima frazione di gioco le formazioni di Cesena e Novara sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 1. Gli azzurri confermano quanto fatto vedere sin dalle prime battute della gara riuscendo a trovare la rete del vantaggio al 37′ con Macheda, bravo a rubare palla ad Orlandi ed a piazzare dopo la grande azione personale di Sansone sulla sinistra. In precedenza sembrava che i padroni di casa potessero ribaltare il trend della partita come lasciava intendere l’opportunità fallita da Crimi alla mezz’ora. 

Arrivati alla mezz’ora del primo tempo, il risultato tra Cesena e Novara è di 0 a 0. I piemontesi sembrano voler insistere con l’approccio iniziale e ci provano al 14′ con il itro alto di Orlandi e poi con i colpi di testa di Sansone e Kupisz al 18′ ed al 19′. Col passare dei minuti però i bianconeri crescono e allo squillo di Rodriguez del 26′ segue la grande opportunità per Crimi, con conclusione fuori non di molto al 30′. 

Al Manuzzi la partita tra Cesena e Novara è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il punteggio è di 0 a 0. In queste fasi iniziali dell’incontro sono gli ospiti piemontesi ad esprimersi meglio tenendosi abbastanza stabilmente a ridosso dell’area di rigore avversaria pur non riuscendo a produrre nessuna azione pericolosa degna di nota. 

Allo stadio Orogel Manuzzi di Cesena scendono in campo i bianconeri e il Novara per la quarantesima giornata del campionato di Serie B. Le due squadre possono giocarsi questo match a viso aperto occupando una posizione di classifica tranquilla. I giocatori hanno da poco concluso il riscaldamento, intanto i rispettivi allenatori hanno comunicato le loro scelte per quanto riguarda le formazioni ufficiali. Andiamo subito a scoprirle. CESENA – Agliardi, Perticone, Capelli, Ligi, Di Roberto, Crimi, Laribi, Garritano, Renzetti, Cocco, Rodriguez. NOVARA – Montipo’, Lancini, Mantovani, Chiosa, Kupisz, Bolzoni, Selasi, Orlandi, Calderoni, Macheda, Sansone.

Sono 18 i precedenti tra Cesena e Novara. Il bilancio dei testa a testa sorride alla formazione emiliana, che può vantare 6 vittorie, 7 pareggi e 5 sole sconfitte, con 23 reti segnate a fronte delle 24 avversarie. Nel girone di andata il Novara si impose 3-1 per effetto dei gol messi a segno da Sansone, Scognamiglioe Calderoni. L’ultima vittoria del Cesena risale alla passata stagione, 1-0 alla 41^ giornata con rete decisiva di Ragusa. Il primo incrocio in assoluto tra queste due formazioni risale al 1970/1971: finì con la vittoria in trasferta del Cesena per 2-1. La partita con più gol è invece il 5-1 del 1971/1972 con cui i bianconeri ebbero la meglio dei piemontesi. (agg. Giuliani Federico) 

Il Cesena giocherà contro il Novara oggi pomeriggio, vediamo dunque subito alcune statistiche relative al campionato di Serie B che Cesena e Novara hanno vissuto in questa stagione. I romagnoli nella classifica dei secondi tempi avrebbero sette punti in più e sarebbero in piena zona play-off, pagano però troppe partenze lente nel corso dei primi tempi. In casa hanno perso solo due volte, subendo quindici reti, dunque fare il colpaccio allo stadio Manuzzi è difficile per chiunque. Il Novara in trasferta ha vinto quattro volte, ma ha subito anche dieci sconfitte, rendimento decisamente troppo altalenante per la formazione piemontese che infatti si trova a metà classifica, piuttosto lontana sia dai playoff sia dai playout. I gol fatti lontano dal Piola per il Novara sono diciannove, invece le reti subite sono ventisette. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Sarà diretta da Daniele Chiffi della sezione di Padova che al Manuzzi sarà accompagnato nella direzione del match atteso nella 40^giornata di serie B dai due assistenti De Troia e Cangiano oltre che da quarto uomo Cudini. Per Chiffi si contano 20 direzioni stagionali, di cui 16 nel campionato cadetto nel quale ha distribuito nel complesso 61 ammonizioni. 4 espulsioni dirette (di cui due per doppia ammonizione) e commissionato 3 calci dal dischetto. Tre i precedenti stagionali tra Chiffi e  i padroni di casa, di cui uno contro il Carpi (1-0 per i bianconeri) e uno contro il Verona, dove gli scaligeri si sono imposti per 3-0: a loro si aggiunge a bilancio anche la direzione dello scontro diretto di Coppa Italia tra i romagnoli e lArezzo.  Un solo precedente contro il Novara, dove i padroni di casa si sono imposti per 1-0 contro il Bari: in quel frangente Chiffi fu costretto ad estrarre ben sette cartellini. (agg Michela Colombo)

Sarà diretta dall’arbitro Daniele Chiffi: appuntamento oggi, sabato 6 maggio alle ore 15.00, allo stadio Dino Manuzzi per la partita valida per la 40^ giornata di Serie B. Cesena e Novara arrivano a questo confronto con stati d’animo decisamente opposti. Il Cesena ha visto per moltissimo tempo le streghe, trovandosi quasi sempre costantemente nelle posizioni che portano alla retrocessione in Lega Pro. Ora le cose sono cambiate, complice anche il cambio di tecnico e la salvezza senza passare dai play-out è una possibilità concreta. Il Novara invece si trova quasi fuori dalla zona play-off dopo aver accarezzato per molto tempo questa possibilità.

Il Cesena vede la salvezza come obiettivo sempre più vicino e il tutto è frutto di un girone di ritorno dove le cose hanno cominciato ad andare nel verso giusto. L’esonero di Drago alla fine si è rivelato essere il momento di svolta della stagione romagnola, che nel mese di aprile ha vissuto il miglior momento in assoluto: quattro vittorie in cinque partite, con una media punta uguale a quella della capolista Spal e vittime illustri in questo cammino primaverile quasi perfetto. L’ultima compagine a cadere è stato il Cittadella di Venturato, quindi non una squadra qualunque in questa cadetteria 2016/2017. I veneti infatti sono in piena corsa play-off e vincere in trasferta contro di loro è sintomo di come il Cesena si sia ormai lasciato alle spalle una prima parte di stagione decisamente complicata. Il fulcro di questa rinascita è sicuramente Camplone, che ha saputo far ritrovare autostima e motivazioni dalle parti del Manuzzi, dove ora si godono una squadra capace di giocarsela con tutti e il cui simbolo è un Ciano in forma strepitosa, vero e proprio trascinatore in queste ultime partite, che hanno portato il Cesena vicinissimo all’obiettivo della salvezza senza passare dai play-out.

Al Manuzzi ora arriva un Novara che invece pare ormai aver perso i play-off. I piemontesi sono fermi a 50 punti da tre partite e il Cesena li ha ormai nel mirino, essendo arrivato a 49 punti. La vittoria in trasferta contro il Frosinone sembra aver svuotato di energie il Novara, che dopo quella grande partita è entrato incredibilmente in un tunnel di tre sconfitte consecutive, arrivate contro Perugia, Vicenza e Brescia. Se la sconfitta contro gli umbri rientrava nelle possibilità, essendo uno scontro contro una diretta concorrente per i play-off, quelle che hanno effettivamente fatto male sono quelle maturate con Vicenza (3 a 1 fuori casa) e Brescia (2 a 3 in casa).

Le due formazioni lottano infatti per la salvezza e il Novara avrebbe dovuto fare sei punti su sei considerando la differenza di mezzi tecnici a disposizione e di obiettivi stagionali. I piemontesi si sono invece sciolti come neve al sole e la percezione la si è avuta nel match contro il Brescia, dove i lombardi si sono imposti riuscendo in una rimonta che pochi avrebbero immaginato possibile e che ha confermato che quello di Vicenza non è stato un incidente di percorso post-festeggiamenti per la vittoria in quel di Frosinone. I play-off sono quasi del tutto sfumati, ma la società chiede una reazione d’orgoglio ai propri giocatori.

Per quanto riguarda le formazioni che scenderanno in campo, Camplone sembra deciso a puntare ancora sul 3-5-2, ma potrebbe decidere di fare un po’ di turn-over considerando che il discorso salvezza è ormai quasi chiuso. Sicura comunque la presenza di Ciano e Cocco come attaccanti di riferimento. Boscaglia, che rischia seriamente la panchina in caso di quarta sconfitta consecutiva e la cui conferma per l’anno prossimo appare ad ogni modo altamente improbabile, potrebbe decidere per una rivoluzione nell’undici iniziale, cercando in questo modo di dare una scossa ad un ambiente che sembra in preda ad una crisi di identità.

Che il Cesena sia lanciatissimo e il Novara in crisi nera lo si capisce anche dalle quote della Snai. Una vittoria del Cesena viene infatti quotata 2,00 volte la cifra giocata, mentre un successo del Novara viene pagato ben 4,75 volte l’eventuale cifra giocata. Un pareggio, che sicuramente farebbe molto più felice il Cesena ed i propri tifosi viene invece quotato, sempre dalla Snai, a 2,75 volte la scommessa fatta.

Cesena Novara sarà trasmessa in diretta tv dal bouquet satellitare: per tutti gli abbonati al pacchetto Calcio l’appuntamento è su Sky Calcio 5, con la possibilità di seguire la partita anche in diretta streaming video grazie all’applicazione Sky Go. Ricordiamo anche il programma Diretta Gol Serie B, che su Sky Sport 1 e Sky Supercalcio trasmette i gol e gli highlights in tempo reale da tutti i campi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori