CLASSIFICA GIRO D’ITALIA 2017/ Maglia rosa e altre graduatorie: Gaviria nuovo leader! (3^ tappa, oggi)

- Mauro Mantegazza

Classifica Giro dItalia 2017: la maglia rosa e le altre graduatorie. Domenica 7 maggio 2017 si corre la terza tappa, sempre in territorio sardo da Tortolì a Cagliari

chaves_nibali_valverde_podio_giro_2016_lapresse
Il podio del Giro 2016: la strada per Milano però è appena cominciata... (LaPresse)

Con la splendida vittoria nella 3^ tappa del giro dItalia 2017, è il ciclista della Quickstep Fernando Gaviria il nuovo possessore della Maglia Rosa delledizione numero 100 della corsa. Ma vediamo subito come lordine di arrivo della tappa che ha portato i ciclisti oggi da Tortolì a Cagliari ha modificato le varie graduatorie di questo giro. Come detto la maglia rosa va ora a Gaviria, seguito ad appena 9 secondi da Greipel, con Postlberger scivolato la terzo posto a +0.13 dal colombiano. Per quanto riguarda la maglia bianca  in testa alla classifica troviamo sempre Gavieria con il crono totale di 14h,45 minuti e 16 secondi, seguito da Postleberger e da Jungels a completamento del podio immaginario alla conclusione della 3^ tappa. Per quanto riguarda la classifica a punti, caratterizzata dalla maglia ciclamino il leader è Andrè Greipel della Lotto Soudal a 81 punti, seguito da Teklehaimanot e Gaviria: per la maglia azzurra dedicata agli scalatori, il leader è Teklehaimanot con 20 punti, seguito dallazzurro benedetti e dallo spagnolo Fraile.

Ci aspetta una terza tappa del Giro d’Italia 2017 molto entusiasmante con tanti colpi di scena e diverse situazioni interessanti. Nel percorso tra Tortolì e Cagliari troviamo infatti livelli molto pianeggianti che favoriranno anche la fuga dei velocisti e la possibilità che cambi qualcosa in testa alle gerarchie della classifica di questa centesima edizione della manifestazione italiana più importante di ciclismo. Al momento in testa vediamo il tedesco Andrè Greipel che ha la maglia rosa sulle spalle, segue dietro di lui l’austriaco Lukas Postlberger. Sono infatti loro due ad aver vinto le prime due tappe e ad aver già accumulato un po’ di vantaggio su chi insegue. Il primo italiano in classifica è Roberto Ferrari che è quarto, ma non è l’unico nei primi dieci dove troviamo anche Kristian Sbaragli settimo e Enrico Battaglin decimo. Completano la top ten in ordine di classifica l’australiano Ewan Caleb, il belga Jasper Stuyven, il russo Pavel Brutt, il giamaicano Ryan Gibbson e il colombiano Fernando Gaviria. (agg. di Matteo Fantozzi) 

In attesa della terza tappa Tortolì-Cagliari del Giro d’Italia 2017, andiamo a dare uno sguardo alla classifica dei ciclisti relativa a quanto ottenuto ieri nella seconda giornata della manifestazione. André Greipel (Lotto Soudal) ha vinto la tappa guadagnando 50 punti. Alle spalle del tedesco troviamo Daniel Teklehaimanot (Team Dimension Data) con 40. Il gradino più basso del podio spetta all’italiano Roberto Ferrari (UAE Team Emirates), fermo a quota 35. Alle sue spalle troviamo il belga Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) a 25 e un altro italiano, Kristian Sbaragli (Team Dimension Data) a 20. Completano la top 10 Ilia Koshevoy (20 punti), Fernando Gaviria (18), Simone Andreetta (18), Enrico Battaglin (12) ed Evgeny Shalunov (12). (agg. Giuliani Federico)

Terzo giorno di gara al Giro dItalia 2017, oggi la Tortolì-Cagliari a dire il vero non dovrebbe cambiare la classifica generale del Giro 100, dal momento che si prevede un altro arrivo in volata nel capoluogo di regione della Sardegna, che saluterà la carovana rosa dopo queste prime tre tappe, in vista del giorno di riposo e poi martedì della ripresa della corsa dalla Sicilia, con lEtna nel mirino. Si parlava di un probabile arrivo in volata: se sarà davvero così, potrebbe essere unaltra occasione propizia per colui che già indossa la maglia rosa, cioè lo sprinter tedesco André Greipel.

La classifica generale dunque è cambiata ieri, in virtù della magnifica vittoria di Greipel che nellultimo chilometro ha mostrato tuta la sua potenza, facendo il vuoto dietro di sé e vincendo con ampio margine. Bella la risposta del nostro Roberto Ferrari che, in virtù del secondo posto, è riuscito a conquistare il quarto posto in classifica generale, con la speranza domani di puntare allambita maglia rosa. In virtù inoltre della vittoria sul traguardo di Tortolì, Greipel conquista anche la maglia ciclamino, mentre leritreo Teklehaimanot, corridore della Dimension Data, ha conquistato la maglia azzurra di miglior scalatore, questo in virtù dellassolo sul Gpm di Genna Silana, con uno scatto per sfuggire alla rimonta del gruppo che ha impressionato per la forza fisica dimostrata e gli ha potato in dote lambita maglia di miglior scalatore. Non cambia proprietario invece la maglia bianca, che resta sulle spalle dellaustriaco Lukas Postlberger della Bora-Hansgrohe, vincitore venerdì della prima tappa.

Seconda tappa del Giro dItalia che di fatto è stata per buona parte una tappa di trasferimento in virtù del grande chilometraggio che ha portato la carovana rosa da Olbia a Tortolì. La tappa si è infiammata nella lunghissima salita del Gpm di Genna Silana, una salita non impegnativa a livello di pendenza ma lunga oltre i venti chilometri, nella discesa seguente azione della Bahrain-Merida di Nibali che di fatto ha spezzato il gruppo e ha messo in difficoltà qualche corridore, tra cui il campione italiano Giacomo Nizzolo. Alla fine della discesa, nei dieci chilometri di pianura verso il traguardo si è decisa la corsa, con tutte le maggiori squadre che hanno piazzato i migliori davanti allo scopo di centrare la vittoria, che è andata al tedesco André Greipel, il corridore della Lotto-Soudal ha vinto in volata sullitaliano Roberto Ferrari, terzo sul podio di tappa il belga Jasper Stuyven. La vittoria, in virtù degli abbuoni, ha portato a Greipel anche la maglia rosa, maglia che il tedesco ha “rubato” allaustriaco Lukas Postelberger nonostante il tentativo di difesa di questultimo. Migliori ancora assenti dalle prime posizioni della classifica generale, con Vincenzo Nibali che questoggi dopo lallungo in discesa non ha voluto rischiare nulla nelle fasi finali. I più forti attendono infatti le tappe più impegnative, che già a partire dal giorno dopo il riposo porterà la carovana rosa sul vulcano più alto dEuropa, l’Etna, che è considerato lo spauracchio di questa prima parte del centesimo Giro dItalia. Da segnalare oggi il forte vento laterale che di fatto ha sfiancato i corridori, molti arrivati al traguardo veramente stremati.

1. André Greipel (Ger, Lotto Soudal) 11h18’39”

2. Lukas Postleberger (Aut, Bora-Hansgrohe) a 4″

3. Caleb Ewan (Aus, Orica-Scott) a 8″

4. Roberto Ferrari (Ita, UAE Team Emirates) s.t.

5. Jasper Stuyven (Bel, Trek-Segafredo) a 10″

6. Pavel Brutt (Rus, Gazprom-Rusvelo) a 12″

7. Kristian Sbaragli (Ita, Team Dimension Data) a 14″

8. Ryan Gibbons (Saf, Team Dimension Data) s.t.

9. Fernando Gaviria (Col, Quick Step-Floors) s.t.

10. Enrico Battaglin (Ita, Lotto NL-Jumbo) s.t. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori