Diretta / Genoa-Inter (risultato finale 1-0) info streaming video e tv: disastro nerazzurro! (Serie A)

Diretta Genoa-Inter: info streaming video e tv, risultato live e cronaca. La partita di Serie A è in programma domenica 7 maggio 2017 alle ore 15.00

07.05.2017 - Stefano Belli
Icardi_Burdisso_Inter_Genoa_lapresse_2017
Video Genoa Inter (LaPresse)

Genoa-Inter termina 1-0 e al danno dell’ennesimo KO si aggiunge la beffa, per Pioli e i suoi, del rigore sbagliato allo scadere da Candreva! Finale a dir poco acceso a Marassi, con il fallo di mano di Burdisso giustamente sanzionato da Damato e la possibilità di pareggiare il match al minuto 88: lite per calciare tra Banega e Candreva, che non ha portato bene evidentemente all’ex Lazio, impreciso dagli 11 metri e respinto da un Lamanna in versione supereore quest’oggi! Espulso tra l’altro subito dopo Kondogbia, per proteste. Contestazione dura, già iniziata in precedenza, della fetta di stadio nerazzurra; sospiro di sollievo invece per un Genoa che torna a vincere dopo due mesi. Juric festeggia con i suoi in mezzo al campo, un passo (quasi) decisivo verso la salvezza.

Genoa-Inter 1-0 quando siamo entrati nel finale di un match che si è messo ancora una volta male, in salita, per i nerazzurri! Episodio decisivo per ora quello del minuto 69: Veloso, servito da Cataldi, viene lasciato libero di tirare dai 25 metri. Un errore fatale per l’Inter, con traversa del portoghese e tap in letale di Pandev, sul rimbalzo! Festa rossoblu, in particolare visto il vantaggio del Crotone contro il Pescara ed il 3-1 dell’Empoli al Bologna, in una lotta salvezza assolutamente viva, contro ogni pronostico delle scorse settimane… Ospiti in confusione, con giallo per Medel che – diffidato – salterà la prossima gara contro il Sassuolo. E Pandev ha graziato la sua ex squadra al 79°, con un destro alle stelle  dal limite dell’area piccola, evitando di mettere a referto un raddoppio che sarebbe stato la pietra tombale sul match. E anche sull’esperienza di Pioli a Milano, probabilmente. Ultimi minuti al ‘Ferraris’, Gabigol nella mischia, punteggio che resta in bilico…

È ripartita senza ulteriori cambi, ricordando l’ingresso di Pandev per Simeone nel corso della prima frazione. Rispetto ad inizio gara ritmi più bassi anche se è ancora una volta il Genoa ad essere partito con più sprint: occasione proprio per Pandev al 50°, con cross sul secondo palo di Lazovic e impatto non ideale con il pallone per il macedone, finora abbastanza impreciso al tiro… A testimoniare la rinnovata difficoltà per gli ospiti anche il giallo a Nagatomo, per fallo su Rigoni, in ripartenza. Pioli inizia a sfogliare la margherita dei possibili cambi, vista la poca verve dimostrata in questo momento dai suoi singoli, soprattutto in attacco: regge in ogni caso il parziale di 0-0, siamo sempre in attesa della possibile svolta del match!

Genoa-Inter 0-0 a fine primo tempo a Marassi e nel finale è stata la squadra di Pioli, in precedenza molto sottotono, a prendere in meno la sfida, sfiorando la rete del vantaggio! Due volte decisivo Lamanna, con una parata sul destro di Eder e – sull’angolo successivo – con un mezzo miracolo su Candreva, al tiro al volo: deviazione beffarda di Gentiletti, “manata” in controtempo a salvare i suoi per l’estremo difensore genoano. E’ arrivato anche il primo cartellino del pomeriggio, per Damato, con Lazovic punito per fallo di mano. Inter ancora molto pericolosa poi al 41°, con fuga incontenibile di Perisic e assist al bacio in area del Genoa: non arrivano all’impatto nè Eder nè Candreva, mandando in archivio i primi 45′ di gioco sul punteggio di parità. E allungando l’incertezza per il risultato alla ripresa!

Genoa-Inter 0-0 alla mezzora del primo tempo, non si slocca il match del ‘Ferraris’ ma non mancano nemmeno le opportunità per segnare, per rossoblu e nerazzurri! Botta e risposta a cavallo del 12° minuto: discesa a destra di Lazovic con cross velenoso ma non intercettato da difensori o attaccanti in area; poi azione simile dall’altra parte di Perisic, con traversone allontanato da Gentiletti. KO per guai fisici il Cholito Simeone, dentro al minuto 17 Pandev. Da segnalare anche un buon tiro dai 30 metri di Kondogbia, con traiettoria di poco larga oltre il secondo palo… Il neoentrato ed ex del match, Pandev, ha poi sprecato la migliore occasione per i suoi al 22°: assist di Palladino dall’interno dell’area, mancino “masticato” dal macedone e parata facile per Handanovic. Altrettanto rivedibile il tentativo successivo di Lazovic, sempre su assistenza di Palladino, con palla sparata in curva. Il Genoa continua a fare gioco e provarci, Inter abbastanza anestetizzata…

È partita con i padroni di casa aggressivi in pressing e propositivi nelle loro giocate offensive: al 2° subito pericolo per Handanovic, abile ad uscire con tempismo ed anticipare Veloso, in inserimento! Poi episodio arbitrale controverso: contatto tra Medel e Simeone nel cuore dell’area nerazzurra, il Cholito era scattato in dubbio fuorigioco e sembrava esserci poi il fallo del cileno. Con proteste furiose di Juric! Nessun intervento di Damato, per la rabbia di giocatori e tifosi rossoblu. L’Inter per il momento si limita ad un giro palla sterile, senza riuscire a raggiungere Icardi; si resta sul pari senza gol a Marassi e l’avvio è certamente più incoraggiante per i liguri…

E’ tutto pronto per Genoa-Inter, partita molto delicata per entrambe le squadre: andiamo subito a vedere quali sono le formazioni ufficiali della sfida che si gioca a Marassi. L’Inter ha bisogno di una vittoria per credere ancora nella qualificazione all’Europa League, anche se forse solo attraverso la porta di servizio dei preliminari; il Genoa sta rischiando davvero di essere nuovamente coinvolto nella lotta per non retrocedere e deve necessariamente fare punti, sperando magari in un aiuto dagli altri campi. Ecco allora come le due squadre si dispongono in campo, il calcio d’inizio allo stadio Luigi Ferraris è alle ore 15. GENOA (3-5-2): Lamanna; Biraschi, Burdisso, Gentiletti; Lazovic, L. Rigoni, Miguel Veloso, Cataldi, A. Beghetto; Palladino, G. Simeone. A disposizione: Rubinho, Zima, Cofie, Ntcham, Hiljemark, Taarabt, Munoz, Pandev, Brivio, L. Morosini, Asencio, Ninkovic. Allenatore: Ivan Juric INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Andreolli, Nagatomo; Gagliardini, Kondogbia; Candreva, Eder, Perisic; Icardi. A disposizione: Carrizo, I. Radu, Joao Mario, Palacio, Biabiany, Banega, Sainsbury, Santon, Brozovic, Yao, Gabriel Barbosa, Pinamonti. Allenatore: Stefano Pioli  

Il Genoa di Juric affronta l’Inter di Stefano Pioli in un momento particolarmente delicato per entrambe le società. Nello scontro diretto del girone d’andata ha visto a San Siro l’Inter imporsi con il punteggio di 2-0 peraltro offrendo una ottima prestazione corale. Le reti sono state messe a segno entrambe dal centrocampista croato Brozovic. L’ultimo confronto a Marassi ha invece visto la vittoria dei rossoblù con il punteggio di 1-0 per effetto della rete realizzata dal difensore francese De Maio. Da rimarcare come nelle ultime stagioni l’Inter abbia piuttosto faticato nella trasferta ligure tant’è che l’ultima vittoria risale addirittura al 13 dicembre del 2011 con il punteggio di 1-0 grazie alla rete messa a segno dall’esterno giapponese Yuto Nagatomo. Nelle ultime dieci sfide, nessuna affermazione esterna e soltanto due pareggi per cui ci sono state quattro vittorie a testa per Genoa e Inter. (agg Frnacesca Pasquale)

L’Inter di Stefano Pioli cerca riscatto in casa del Genoa, una squadra colpita dalla furia degli ultras e ancora a rischio retrocessione. Insomma, Genoa-Inter si annuncia una partita interessante della 35^ giornata di Serie A, dunque cerchiamo di analizzarla mediante alcuni dati statistici. Mauro Icardi cercherà di migliorare il suo score personale, visti i 24 goal già messi a segno in 32 partite giocate in questo campionato. Altra statistica curiosa per quanto riguarda il capitano nerazzurro: sono infatti ben 44 le conclusioni verso la porta del giocatore argentino. Quinto miglior attacco per i nerazzurri, con 63 goal fatti in 34 gare. Tanti anche i tiri, con 466 conclusioni totali, delle quali ben 232 hanno centrato lo specchio della porta avversaria. Sedicesimo attacco invece per il Genoa, con 33 reti totali: il gioco spumeggiante di inizio stagione con Ivan Juric sembra essersi preso, anche se adesso l’allenatore slavo è tornato alla guida del Grifone rossoblù e dovrà portarlo alla salvezza. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) 

La partita fra Genoa e Inter sarà diretta oggi pomeriggio allo stadio Ferraris dall’arbitro Antonio Damato, che fa parte della sezione Aia di Barletta. I suoi assistenti per il match della 35^ giornata di Serie A saranno i due guardalinee Barbirati e Posado, il quarto uomo Di Vuolo e i due arbitri addizionali di porta Doveri e Abisso. Per Damato sarà l’incontro numero sedici in questa annata, almeno per quanto riguarda la Serie A; nelle sue precedenti quindici presenze ha utilizzato 67 volte il cartellino giallo, con una media superiore alle quattro ammonizione a partita. I cartellini rossi invece sono stati quattro, di cui tre per somma di ammonizioni e solamente uno per rosso diretto, mentre attenzione ai calci di rigore che sono stati ben dieci. Per il Genoa un solo precedente stagionale, il buon pareggio contro il Napoli a Marassi, ma l’Inter ha ottenuto con Damato due vittorie su due, a Pescara e in casa contro la Fiorentina. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

A dal signor Damato di Barletta che avrà al suo fianco gli assistenti Barbirati e Posado, il quarto uomo Di Vuolo e gli addizionali Doveri e Abisso, si disputerà domenica 7 maggio 2017 alle ore 15.00 presso lo stadio Luigi Ferraris nel quartiere Marassi di Genova e sarà una partita valida per il trentacinquesimo turno di Serie A 2016-2017. Si affronteranno due squadre in caduta libera: nonostante il ritorno in panchina di Ivan Juric, silurato in un primo momento e poi richiamato dal presidente Preziosi, i grifoni si trovano clamorosamente immischiati nella lotta per non retrocedere dopo un’ottima prima parte di stagione in cui i liguri si erano addirittura affacciati ai vertici della classifica, con la ciliegina sulla torta del 3 a 1 rifilato alla Juventus campione d’Italia in cui i giocatori del Genoa avevano umiliato gli avversari che da lì a pochi mesi sarebbero diventati i principali favoriti per la conquista della Champions League.

Nel girone di ritorno il Genoa ha totalizzato appena 7 punti facendo addirittura peggio del Palermo ormai avviato verso la retrocessione, uno scenario tutt’altro da escludere per i grifoni in caso di ulteriore sconfitta e soprattutto se il Crotone e l’Empoli dovessero fare risultato rispettivamente contro Pescara e Bologna che hanno ben poco da chiedere a questo campionato. 

L’Inter, però, non se la passa tanto meglio: gli effetti della cura Pioli sembrano essere svaniti all’improvviso e nelle ultime 6 gare i nerazzurri hanno raccolto soltanto 2 punti, perdendo definitivamente contatto dalla zona Champions e forse anche dall’Europa League, trovandosi ora a -3 dal sesto posto occupato dal Milan che garantirebbe comunque l’accesso a partire dal terzo turno preliminare in programma a fine luglio, il che vorrebbe dire stravolgere letteralmente il pre-campionato e anticipare di molto la preparazione.

Nell’ultima gara contro il Napoli è arrivata la 12^ sconfitta, un numero troppo alto per puntare a traguardi importanti, se Pioli era riuscito finalmente a dare un sistema di gioco valido ed efficace non ha saputo tenere unito lo spogliatoio e ultimamente sembra che ognuno giochi per se stesso infischiandosene dei compagni. Per lo stesso Pioli diventa sempre più difficile la riconferma per il prossimo anno, a meno che non arrivino 12 punti negli ultimi 4 turni che potrebbero consentire ai nerazzurri di chiudere l’annata con un sorriso, tuttavia la dirigenza cinese si sta guardando intorno e si fanno da tempo i nomi di Conte, Simeone e Spalletti.

Genoa e Inter si sono affrontate al Ferraris per 66 volte nella storia del campionato italiano: il bilancio degli scontri diretti disputati nel capoluogo ligure è di 26 vittorie per i grifoni, 18 successi per i nerazzurri e 22 pareggi. L’ultima volta risale al 20 aprile 2016 quando i padroni di casa vinsero di misura per 1 a 0 grazie alla rete di De Maio realizzata a poco meno di un quarto d’ora dal novantesimo. 

Tenendo conto del disastroso girone di ritorno del Genoa, l’Inter viene comunque data per favorita dai bookmaker che per il 2 della formazione di Pioli hanno fissato una quota di 1,72 (Unibet) con Bwin che offre una vincita pari a 4 volte la posta in palio per il risultato di parità (X) e WilliamHill che alza la quota fino a 4,75 per l’1 dei padroni di casa.

Le agenzie di scommesse hanno pochi dubbi sul fatto che le due squadre segneranno complessivamente almeno tre gol nell’arco dei novanta minuti: Tipico.it propone una quota di 2,30 per l’Under e di 1,52 per l’Over. Su Betclic il risultato esatto di 2 a 1 in favore dei nerazzurri viene pagato 8,00 volte la scommessa, infine come primo marcatore spicca il nome di Mauro Icardi, e non potrebbe essere altrimenti visto che l’argentino è in lizza per il titolo di capocannoniere e gode di una quota di circa 3,25.

Sky Sport e Mediaset Premium proporranno la diretta tv di Genoa-Inter sui rispettivi canali, gli abbonati ai pacchetti Sport e/o Calcio della piattaforma satellitare potranno guardare il match sui canali 201 e 251, rigorosamente in alta definizione; sul digitale terrestre l’appuntamento è su Premium Sport 2, canale 371 (in SD) e 381 (in HD) del decoder con le immagini negli spogliatoi prima del calcio d’inizio previsto per le ore 15.00 e le interviste ai calciatori durante l’intervallo in esclusiva assoluta. In alternativa c’è la diretta streaming video disponibile tramite i servizi Sky Go e Premium Play e riservati però ai soli abbonati. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori