DIRETTA/ Spal Pro Vercelli (risultato finale 0-0): festa promozione rimandata, ottimo punto per gli ospiti

- Stefano Belli

Diretta Spal-Pro Vercelli: risultato finale 0-0. Festa promozione rimandata per gli estensi, gol annullato a Zigoni nel finale e Serie A che deve aspettare almeno un’altra settimana

Spal_curva_Cittadella_lapresse_2017
Video Spal Roma - La Presse

Al Mazza la capolista non riesce a conquistare la promozione diretta con due giornate di anticipo e deve rimandare tutto alla prossima settimana. Assedio finale per gli estensi, che nel secondo tempo sembravano aver perso slamto ma poi, viste le lancette sul cronometro avanzare inesorabilmente, hanno rotto gli indugi e generato lultimo sforzo. Dalla panchina è entrato anche Finotto, che all88 ha preso il posto di un stremato e infortunato Lazzari; loccasione clamorosa la Spal laveva avuta appena prima, quando un destro a giro di Antenucci si era spento sul palo esterno con Provedel immobile e battuto. All89 la Spal aveva anche segnato: punizione dalla destra di Costa – guadagnata dallultima iniziativa di Lazzari – e colpo di testa vincente di Gianmarco Zigoni. Sarebbe stato il decimo gol in campionato per lattaccante, ma larbitro ha annullato su segnalazione dellassistente per un fuorigioco che resta tutto da valutare. Il Mazza era esploso nellesultanza liberatoria e ha dovuto ricacciare in gola lurlo della promozione; quasi colpita nel concreto, la Spal ha abbassato il ritmo come a vlerci pensare su, ma a quel punto si era già alzato il tabellone luminoso a indicare i tre minuti di recupero. Al 93 ultima occasione: guizzo di Mora che si prende il fallo di uno stremato Castiglia, siamo ai 25 metri e Antenucci calcia direttamente verso la porta trovando però il muro rosso. Lazione prosegue: cross di Mora e colpo di testa ancora di Zigoni con mira questa volta sbilenca. Finisce così: festa promozione rimandata per la Spal. (agg. di Claudio Franceschini) 

Non si sblocca la partita dello stadio Mazza e adesso agli estensi restano poco più di 20 minuti per provare a segnare quel gol che vorrebbe dire promozione diretta in Serie A. Una Spal che con il passare dei minuti però sembra calare di intensità; ci crede allora la Pro Vercelli che, pur mantenendo un atteggiamento difensivo, cerca di alzare il baricentro rendendosi più presente e propositiva dalle parti di Meret, che ad ogni modo ha rischiato poco o nulla. Da segnalare al 55 uno splendido break di Lazzari: anticipo secco e volata sulla destra convergendo al centro, Eguelfi lo ha messo giù – prendendosi una sacrosanta ammonizione – prima che potessero arrivare guai peggiori. Leonardo Semplici e Moreno Longo non hanno effettuato sostituzioni, vedendo che le loro formazioni funzionano il giusto; cambio forzato però al 69 con Giuseppe Vives che chiede di essere sostituito, al suo posto entra il giovane Luperto e questo potrebbe essere un avvicendamento importante perchè tocca il reparto arretrato della Pro Vercelli. Adesso vedremo se nei minuti finali arriverà il rush della Spal verso la Serie A o se la Pro Vercelli riuscirà a essere pericolosa a sufficienza da scongiurare la capolista del campionato dallassalto allarma bianca (posto che un pareggio o una sconfitta cambierebbero davvero poco per i biancazzurri a questo punto del torneo). (agg. di Claudio Franceschini) 

Arrivati allintervallo la sensazione è quella di una squadra di casa attenta a ogni minimo dettaglio per non sprecare la grande occasione della promozione diretta davanti al proprio pubblico con due giornate di anticipo, e dunque fin troppo conservativa pur continuando a fare la partita. Al Mazza le emozioni iniziano dopo la mezzora: al 32 minuti Schiattarella in azione davanti allarea di rigore ha un contrasto fortunato con il pallone che schizza dalle parti di Floccari; il numero 10 della Spal punta la porta ma Castiglia, aiutandosi un po con le mani, gli sfila la palla con un intervento perfetto. Proteste vibranti dei giocatori estensi, ma larbitro non ravvisa gli estremi del rigore. La risposta della Pro Vercelli arriva due minuti più tardi con una transizione veloce, servizio aereo dentro larea per linserimento di Altobelli che però viene chiuso molto bene dalla difesa. Retroguardia attenta anche quella piemontese al 40 quando capitan Mora riceve dentro larea di rigore: stop da due passi, ma poi il centrocampista perde lattimo giusto per calciare. Al 42 cross teso a cercare Floccari, libera Berra in allungo eseguendo molto bene la diagonale, sul prosieguo dellazione Provedel viene scavalcato dal cross da destra ma Floccari è in ritardo. La Spal cresce con il passare dei minuti; Germano mette giù Costa sulla sinistra (43), punizione che è cime un corner corto per la capolista. Batte Schiattarella: palla sul secondo palo dove Antenucci stoppa male e fa uscire il pallone sul fondo. Al 45 contropiede Spal: Floccari perde lattimo e quando calcia viene murato. (agg. di Claudio Franceschini) 

iniziata la grande partita per gli estensi ma al momento la capolista non sfonda. Attenta la difesa della Pro Vercelli a rintuzzare gli attacchi degli estensi che nei primi minuti di gioco si sono sviluppati prevalentemente sulla corsia destra con Antenucci – piuttosto nervoso, a contatto un paio di volte con Konate che poi ha anche rifilato una manata a Mora – che tende ad allargarsi per trovare palloni giocabili. Lo stesso fa Floccari sulla corsia opposta ma per il momento il 4-4-2 messo in campo da Moreno Longo è organizzato. Al 21 occasione per la Spal: cross dalla destra e colpo di testa di Mora nel traffico, pallone però debole che Vives – schierato da difensore centrale – è riuscito addirittura a controllare prima di allontanare dallarea di rigore. Continua però la pressione della Spal, vedremo se arriverà il gol già prima dellintervallo. (agg. di Claudio Franceschini) 

Sta per avere inizio il match tra Spal e Pro Vercelli, sfida valida come posticipo della 40^giornata della serie B, che vedrà in campo al Paolo Mazza la compagine spalline, capolista della cadetteria, ormai davvero prossima alla promozione al campionato di serie A.  Andiamo a vedere quindi le formazioni ufficiali appena diramate da entrambe le società: per questo match di capitale importanza Semplici chiaramente non poteva fare a meno di Antenucci mentre Longo dovrà affidarsi ancora una volta a La Mantia, capocannoniere della compagnie piemontese. Rima di dare la parola al campo, andiamo a vedere nel dettaglio le formazioni ufficiali di Spal-Pro Vercelli. Meret; Bonifazi, Vicari, Cremonesi; Lazzari, Schiattarella, Arini, Mora, Costa; Antenucci, Floccari.  All. Semplici. : Provedel; Germano, Berra, Konatè, Eguelfi; Castiglia, Vives, Altobelli; Nardini, La Mantia, Morra. All Longo 

Andiamo a dare un’occhiata ai precedenti di Spal-Pro Vercelli, partita che si ripete per la quarta volta nella storia e che tra poco andrà in scena allo stadio Mazza. Nel girone d’andata la Pro Vercelli si impose 3-1 sui ferraresi per effetto dei gol messi a segno da Emmanuello, Morra e Palazzi. Il bilancio sorride al club piemontese, con due vittorie e un pareggio. Quest’ultimo risale alla stagione 2011/2012, girone A di Lega Pro. Finì 1-1, mentre all’andata la Pro Vercelli vinse 1-0. Riuscirà la Spal, con un passo ormai in Serie A, a ottenere la sua prima vittoria della storia contro la Pro Vercelli? (agg. Giuliani Federico) 

La capolista Spal ospita la Pro Vercelli nel posticipo che caratterizza la domenica di Serie B, eccovi dunque alcuni dati statistici salienti circa queste due formazioni nel campionato che sta per concludersi. I ferraresi sono i migliori del torneo per punti in casa, grazie a tredici vittorie racimolate allo stadio Mazza e anche grazie al miglior attacco interno, capace di segnare 38 reti. Tutti numeri che stanno spianando la strada al ritorno in Serie A dopo ben 49 anni. Passando invece alla Pro Vercelli lontano dal Piola, ecco che la formazione piemontese ha avuto un buon andamento, ma ha segnato solo quattordici volte. I bianco-scudati hanno ottenuto ben cinque pareggi a reti bianche in trasferta, dunque è formazione che sa essere solida lontano da Vercelli, anche se certamente non spettacolare. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)  

La partita tra Spal e Pro Vercelli sarà diretta dallarbitro Antonio Di Martino della sezione di Teramo che in questa 40^ giornata di serie B sarà coadiuvato nella direzione dai due assistenti Prenna e Rossi, oltre che dal quarto uomo Andreini. Per il fischietto abruzzese si contano 14 presenze nella cadetteria, dove Di Martino ha messo a bilancio 74 cartellini gialli, 1 rosso e 4 calci di rigore a cui vanno aggiunte anche 3 espulsioni per doppia ammonizione. Un solo precedente in stagione  tra Di Martino e la Spal, nel 2-0 casalingo contro il Perugia: in quel frangente estrasse ben 5 cartellini gialli. Sono invece per due le occasioni in cui il fischietto abruzzese ha avuto modo di incontrare la formazione piemontese in questa stagione della serie B. Di Martino ha infatti diretto la Pro Vercelli contro lo Spezia nella 4^ giornata, e conto il Latino nel 32^ turno.  (agg Michela Colombo)

Dall’arbitro Antonio Di Martino della sezione di Teramo, domenica 7 maggio 2017 alle ore 17.30, è una partita che potrebbe entrare nella storia perché in caso di vittoria i padroni di casa festeggeranno il ritorno in Serie A dopo quasi 50 anni dall’ultima volta, al termine di una cavalcata trionfale e memorabile che neanche il più ottimista dei tifosi ferraresi, a inizio stagione, avrebbe potuto immaginare. 

Considerando che solamente quest’anno la formazione di Semplici era salita dalla Lega Pro e mancava dalla Serie B dal lontano 1993, per cui già la salvezza sarebbe stata vista come un traguardo importante, e invece giornata dopo giornata la squadra neo-promossa ha continuato a stupire sempre di più, e da rivelazione è diventata un’autentica e bellissima realtà di questa edizione del torneo cadetto.

La partenza di Beghetto nella finestra invernale di mercato sembrava aver indebolito la squadra che invece si è rinforzata con l’innesto di Floccari che in Serie B può ancora fare la differenza e lo ha dimostrato in più occasioni, rivelandosi il perfetto partner d’attacco per Mirco Antenucci, autore di 17 gol in stagione e autentico trascinatore della SPAL che comunque deve sudarsi questi tre punti che le servirebbero per l’aritmetica promozione (a patto che il Frosinone non vinca contro il Trapani) battendo la Pro Vercelli.

Il team piemontese non può ancora ritenersi salvo (i play-out sono distanti appena un punto) e che già nel girone d’andata si è imposta per 3 a 1 frenando momentaneamente la corsa dei ferraresi che però non si sono demoralizzati e hanno ripreso la loro inarrestabile marcia verso la massima categoria. Il club piemontese allenato da Moreno Longo (che ha già fatto grandi cose sulla panchina del Torino Primavera), che ha perso l’ultima gara interna tra le mura amiche del Curi contro il Perugia, ha comunque dimostrato ampiamente di meritare la salvezza diretta e la Spal farebbe molto bene a non sottovalutarlo.

Passiamo ora al capitolo relativo alle probabili formazioni che vedremo sul terreno di gioco domenica prossima: con ogni probabilità Semplici, avendo a disposizione tutta la rosa senza squalificati e infortunati, riproporrà il 3-5-2 con l’astro nascente Meret tra i pali; Giani, Bonifazi e Cremonesi saranno i tre centrali di difesa che potranno ricevere la collaborazione degli esterni Del Grosso e Lazzari che inoltre completeranno il centrocampo assieme ad Arini, Mora e Schiattarella; in attacco il tecnico della Spal avrà l’imbarazzo della scelta, Floccari, Finotto e Zigoni si contendono una maglia da titolare per affiancare l’inamovibile Antenucci.

Longo adotterà un modulo speculare e si appoggerà a Provedel per difendere la porta della Pro Vercelli; Legati, Bani e Konaté saranno i tre centrali di difesa che faranno la guardia alla trequarti, con il supporto degli esterni Germano ed Eguelfi che nel caso ci fosse bisogno arretreranno dal centrocampo per rinforzare la retroguardia; la linea mediana sarà affidata ai centrocampisti Emmanuello, Nardini e Vives; sarà compito di Bianchi e La Mantia, infine, buttare la palla in rete.

I favori dei pronostici sono tutti per la Spal che vanta il miglior rendimento interno di tutta la Serie B: l’1 dei padroni di casa viene dato a 1,66 su PaddyPower con Unibet che offre una vincita pari a 3,30 volte la posta in palio per il risultato di X e Bet365 che ha fissato a 6,50 la quota per il 2 degli ospiti. Sebbene la Spal abbia il miglior attacco del tornero cadetto non è mai facile segnare a una squadra come la Pro Vercelli che ha una difesa molto ben organizzata che concede pochissimi spazi ai centravanti avversari, non a caso su Tipico.it la quota dell’Under (1,65) è più bassa rispetto a quella dell’Over (2,10). Vi segnaliamo l’interessante quota di 8,50 per il risultato esatto di 2 a 1 in favore della Spal, mentre come primo marcatore le quote più basse sono dedicate a Mirco Antenucci e Sergio Floccari, dati rispettivamente a 4,50 e 4,75.

Spal-Pro Vercelli sarà trasmessa in esclusiva sui canali di Sky Sport che possiede i diritti televisivi del campionato di Serie B: la diretta tv in alta definizione del match sarà visibile sui canali 206 e 252 della piattaforma via satellite che proporrà la partita sfruttando anche la rete internet per la diretta streaming video su Sky Go, servizio che la pay-tv mette a disposizione dei propri abbonati senza costi aggiuntivi scaricando l’app per smartphone e tablet oppure collegandosi, tramite PC, al seguente url: http://skygo.sky.it. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori