PROBABILI FORMAZIONI/ Juventus Monaco: Buffon oltre le 100 in Europa. Diretta tv, orario, notizie live

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Juventus Monaco: diretta tv, orario, le ultime notizie live sulla partita che si gioca allo Stadium e vale come semifinale di ritorno della Champions League

Juventus_Monaco_lapresse_2017
Probabili formazioni Juventus Monaco (LaPresse)

La semifinale di Champions League tra Juventus e Monaco ha sancito come sappiamo un record per Gianluigi Buffon: il portiere bianconero ha eguagliato Paolo Maldini diventando il primo calciatore italiano a registrare 100 presenze in Champions League con la stessa maglia. Lex difensore ne aveva messe insieme 139 (161 totali) con la divisa del Milan, Buffon questa sera toccherà quota 101 (in totale sono invece 114). Cè però una differenza sostanziale tra Maldini e Buffon, che sono stati anche compagni di nazionale a lungo: lex terzino – poi centrale – del Milan ha vinto la bellezza di cinque Champions League (1989, 1990, 1994, 2003 e 2006) ed è stato dunque nella squadra che per ultima ha trionfato per due anni consecutivi. Buffon ha giocato le finali del 2003 e del 2015, ma non è ancora riuscito a mettere le mani sul trofeo; recentemente ha dichiarato di avere poco tempo per coronare il suo sogno, quello di vincere lunico trofeo che ancora gli manca nella sua sconfinata bacheca. La finale di Champions League a Cardiff sembra essere vicina per la Juventus, e dunque per Buffon; ora però vedremo se i bianconeri riusciranno a qualificarsi allultimo atto del torneo dando a Buffon, che non subisce gol in questo torneo da 621 minuti, unaltra occasione per riempire il vuoto in un palmarès che in ogni caso, già allo stato attuale, fa certamente4 invidia a tanti altri calciatori. (agg. di Claudio Franceschini)

Quali giocatori potranno essere decisivi dalla panchina in Juventus-Monaco? Nella formazione bianconera, oltre a Juan Cuadrado ancora destinato a lasciare spazio a Dani Alves sulla trequarti, ne abbiamo già citati due, ovvero Claudio Marchisio e Tomas Rincon: caratteristiche diverse per i due centrocampisti, che però possono essere davvero importanti nella difesa del risultato favorevole. Marchisio può portare tranquillità e possesso di palla nel secondo tempo, Rincon rappresenta il giocatore di sostanza in grado di andare a recuperare palloni e il suo contributo potrebbe essere ancora più importante a partita in corso, quando le squadre saranno verosimilmente stanche. Anche Mehdi Benatia è giocatore importante per Massimiliano Allegri: un lusso averlo tra i difensori in panchina, potrebbe dare il cambio a uno dei centrali oppure essere inserito per aprire a una difesa a tre e blindare ancor più il vantaggio e la qualificazione alla finale. Due anche i panchinari che citiamo nel Monaco: uno è sicuramente Valère Germain, che ha giocato nel 3-0 di Nancy pur non riuscendo a segnare ma capace di 16 gol in questa stagione; laltro è una potenziale e si tratta di Irvin Cardona, diciannovenne che fa parte del Monaco B ma ha già 7 presenze totali in prima squadra – senza gol – ed è stato protagonista nella Youth League giocata dallUnder 19 dei transalpini (6 gol in 10 presenze). Costantemente portato in panchina da Leonardo Jardim, chissà che non possa essere buttato nella mischia (agg. di Claudio Franceschini)

Nelle probabili formazioni di Juventus-Monaco naturalmente sarà molto importante la composizione dei due attacchi. Gonzalo Higuain allandata ha fatto pienamente il suo dovere, segnando la doppietta decisiva e spezzando il digiuno europeo. Il Pipita sente il momento (lo ha fatto anche nel derby contro il Torino, permettendo alla Juventus di pareggiare) e i suoi gol stanno giustificando lonerosa spesa estiva che la Juventus ha compiuto per strapparlo al Napoli: ora i tifosi – e Massimiliano Allegri – si aspettano che largentino si ripeta in questa partita blindando la qualificazione alla finale. Al suo fianco ci saranno come sempre Paulo Dybala, che ha segnato 17 gol in questa stagione, e Mario Mandzukic: forse la Juventus diventerebbe davvero inarrestabile se il gigante croato aumentasse il suo rendimento anche in zona gol (una sola rete in questa edizione di Champions League e 8 stagionali). Il Monaco come sempre si affida a Radamel Falcao e Kylian Mbappé: il giovane francese ha giocato appena 8 minuti nella partita di Nancy dello scorso sabato e si è riposato per martedì sera, ma intanto in Champions League non è riuscito a segnare per la prima volta nella fase a eliminazione diretta. Radamel Falcao invece ha giocato 78 minuti in Ligue 1, è uscito malconcio e dunque potrebbe non essere al meglio, anche se chiaramente stringerà i denti per essere in campo; per lui 5 gol in Champions League ma soltanto uno (contro il Borussia Dortmund) nella fase ad eliminazione diretta. (agg. di Claudio Franceschini)

Importante rientro per Massimiliano Allegri nelle formazioni di Juventus-Monaco: il tecnico toscano ritrova Sami Khedira che aveva saltato per squalifica la partita di andata. Claudio Marchisio lo ha sostituito più che degnamente, ma il centrocampista tedesco è davvero importante nelleconomia del gioco della Juventus perchè svolge al meglio la doppia fase di impostazione e interdizione, e ha un senso della posizione non indifferente che gli permette spesso di correre meno degli altri sapendo sempre (o quasi) dove andrà il pallone e come si svilupperà la manovra. Al fianco di Khedira ci sarà Miralem Pjanic: bravo allandata il bosniaco, che però deve limitare qualche svolazzo di troppo davanti allarea di rigore. Ha giocato bene nel derby Tomas Rincon, che dunque si candida a un cameo importante nel secondo tempo ed è in vantaggio su Stefano Sturaro visto il ruolo che eventualmente gli verrà dato, vale a dire quello di incontrista in mezzo al campo; nel Monaco qualche dubbio circa la presenza di Tiemoué Bakayoko, forse disturbato oltre misura dalla maschera protettiva indossata allandata. Anche nel tentativo di dare maggiore qualità e velocità alla manovra dei suoi, Leonardo Jardim potrebbe decidere di affidarsi al suo connazionale Joao Moutinho per affiancare Fabinho allinizio della partita, ma Bakayoko questanno è stato un elemento fondamentale e dunque la decisione di lasciarlo fuori non sarà certo presa a cuor leggero. (agg. di Claudio Franceschini)

In Juventus-Monaco sarà davvero interessante valutare in che modo Massimiliano Allegri intenderà sistemare la sua linea difensiva: dopo lesperimento del Louis II chiaramente ci sono tante indicazioni circa una conferma del reparto che ha tenuto a secco Radamel Falcao e Kylian Mbappé. Nel derby di sabato sera lallenatore della Juventus ha lasciato a riposo Dani Alves, Giorgio Chiellini e Alex Sandro (entrato nel finale); la presenza di Mehdi Benatia naturalmente fa capire che Chiellini sarà in campo al fianco di Bonucci, ma questa non è una sorpresa anche perchè i due non rischiano la squalifica nonostante lammonizione rimediata allandata. La vera domanda riguarda il ruolo di terzino destro: le alternative sono due come sappiamo, vale a dire Andrea Barzagli o Dani Alves. Con la prima soluzione Dani Alves sarà impiegato da esterno alto, con la seconda dentro Juan Cuadrado. Nel Monaco invece lassenza di Mendy apre alla stessa soluzione della partita di andata: sarà Djibril Sidibé a scalare sulla fascia sinistra, mentre a destra dovrebbe essere impiegato Nabil Dirar anche se il nostro Andrea Raggi si gioca una posizione come laterale, mantenendo Kamil Glik e Jemerson al centro dello schieramento. (agg. di Claudio Franceschini)

, semifinale di ritorno di Champions League 2016-2017, si gioca martedì 9 maggio alle ore 20:45. Solo 90 minuti separano la Juventus dalla seconda finale negli ultimi tre anni; dopo il pareggio in extremis nel derby, che potrebbe ritardare laggancio allo scudetto, i bianconeri si tuffano in una partita assolutamente da non sbagliare, forti del 2-0 maturato al Louis II lo scorso mercoledì. Un risultato del tutto favorevole, ma che non deve generare rilassamenti allinterno dello spogliatoio: il Millennium Stadium resta ancora da conquistare e il Monaco ha già fatto vedere di poter essere molto pericoloso. Aspettando che martedì sera le due squadre facciano il loro ingresso in campo, andiamo a studiare quali potrebbero essere le scelte dei due allenatori analizzando in maniera più dettagliata le probabili formazioni di Monaco-Juventus.

Il cambio della regola sui calciatori diffidati fa sì che Bonucci, Chiellini e Marchisio non siano a rischio squalifica; questo probabilmente consentirà ad Allegri di schierare entrambi i suoi centrali nel reparto arretrato, riproponendo Alex Sandro e Dani Alves sulle due corsie laterali. Il turnover contro il Torino non ha forse portato i frutti sperati, tanto che tre dei cinque giocatori lasciati in panchina (compreso Gigi Buffon, che si è riposato ancora) sono poi entrati; ancora decisivo Gonzalo Higuain, che martedì sera guiderà lattacco da prima punta riportando Mandzukic a fare lesterno sinistro, con Dybala da trequartista. Il dubbio vero riguarda Cuadrado: Allegri potrebbe riproporre lo schema già visto allandata, ovvero quello con Barzagli da terzino destro e Dani Alves alto sulla linea dei trequartisti. Una possibilità concreta visto lesito della sfida del Louis II; in ogni caso a centrocampo tornerà Khedira che ha scontato il turno di squalifica, il tedesco agirà da mediano e al suo fianco avrà Pjanic, lui pure entrato a partita in corso nel derby ma poco incisivo.

Anche Leonardo Jardim potrebbe riproporre la formazione già vista in campo una settimana fa: Mendy non recupera, dunque Sidibé potrebbe giocare ancora come terzino sinistro con Dirar spostato sullaltra corsia. In mezzo andranno Glik e Jemerson, davanti al portiere croato Subasic; a centrocampo vedremo la solita linea a quattro, unico dubbio Bakayoko che non ha offerto una bella prestazione e, reduce dalla frattura al naso, potrebbe rimanere fuori per dare spazio a Joao Moutinho. Laltro mediano sarà comunque Fabinho; ai lati di questo schieramento agiranno come sempre Bernardo Silva e Lemar, che avranno il compito di alzare il baricentro della squadra e accompagnare costantemente lazione dei due attaccanti. Qui i dubbi non ci sono: Mbappé e Radamel Falcao allandata non hanno segnato, ma si sono resi pericolosi e in ogni caso vista la portata della sfida e il tentativo di rimonta saranno loro due a giocare dal primo minuto, con Germain che sarà pronto a subentrare dalla panchina per aggiungere pericolosità offensiva (come accaduto nel Principato, quando un suo velenoso colpo di testa nei minuti finali stava per beffare la Juventus).

, valida per la semifinale di ritorno di Champions League 2016-2017, sarà visibile in diretta tv su Canale 5, dunque in chiaro per tutti; sarà anche trasmessa sui canali della pay tv del digitale terrestre (Premium Sport e Premium Sport HD).

1 Buffon; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 12 Alex Sandro; 6 Khedira, 5 Pjanic; 23 Dani Alves, 21 Dybala, 17 Mandzukic; 9 Higuain

A disposizione: 25 Neto, 26 Lichtsteiner, 4 Benatia, 22 Asamoah, 28 Rincon, 8 Marchisio, 7 Cuadrado

Allenatore: Massimiliano Allegri

Squalificati:

Indisponibili: Rugani, Pjaca

1 Subasic; 7 Dirar, 25 Glik, 5 Jemerson, 19 Sidibé; 10 Bernardo Silva, 2 Fabinho, 14 T. Bakayoko, 27 Lemar; 29 Mbappé, 9 R. Falcao

A disposizione: 16 De Sanctis, 38 A. Touré, 24 Raggi, 6 Jorge, 8 Joao Moutinho, 33 I. Cardona, 18 Germain

Allenatore: Leonardo Jardim

Squalificati:

Indisponibili: B. Mendy

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori