Risultati Serie B / Classifica aggiornata: Pisa retrocesso, Cittadella ai playoff (40^ giornata, oggi)

- Claudio Franceschini

Risultati Serie B, classifica aggiornata e diretta gol live score di Pisa-Cittadella: finisce 1-4 all’Arena Garibaldi e dopo 40 giornate di campionato i toscani retrocedono in Lega Pro

Cani_Pisa_ProVercelli_lapresse_2017
Diretta Pisa-Benevento, Foto LaPresse

Il Pisa è la seconda squadra retrocessa aritmeticamente in Lega Pro: i toscani avrebbero dovuto vincere per rimaere aggrappati alla speranz playout e invece con due turni di anticipo salutano la categoria dopo un solo anno, in virtù della netta sconfitta interna (1-4) contro un Cittadella che si qualifica matematicamente ai playoff, sempre che si giochino (lo scopriremo nelle prossime giornate). Parte forte la squadra di Roberto Venturato e trova il gol del vantaggi con l’ex Andrea Arrighini, che non esulta nonostante abbia militato per soli sei mesi nel Pisa; i padroni di casa, spinti dall’orgoglio e dal carattere di Gennaro Gattuso, trovano il pareggio con Gaetano Masucci al quarto d’ora della ripresa e tornano a farsi vedere, ma gli ospiti sono implacabili e con Luca Vido, entrato da poco, si portano prima in vantaggio e poi allungano. Il gol di Filippo Scaglia arrivato in pieno recupero è significativo: il Pisa aveva subito 29 reti nelle precedenti 39 partite di campionato, ne incassa 4 solo questa sera e saluta la Serie B. Da domani inizierà la lunga marcia di riavvicinamento al campionato cadetto; il Citadella per ora ha fatto il suo dovere, ma nelle ultime due giornate dovrà provare a ridurre il gap dal Frosinone o sperare che lo faccia il Perugia, al momento quarto con un punto in più. (agg. di Claudio Franceschini) 

Sta finalmente per iniziare il Monday Night in Serie B: il Pisa affronta il Cittadella e cerca una vittoria per rimanere ancorato alla speranza playout, come già detto. Diversa la situazione del Cittadella, che a questo punto non dipende più da se stesso: i veneti salirebbero al quinto posto con una vittoria e sarebbero aritmeticamente sicuri dei playoff, ma il punto è che la post season potrebbe non giocarsi. Se la stagione regolare finisse oggi il Frosinone accompagnerebbe Spal e Verona in Serie A direttamente: ci sono infatti 10 punti tra i ciociari e la quarta in classifica, vale a dire il Perugia. Dunque il Cittadella, se non lo farà di suo, dovrà sperare che il Perugia colmi una parte del divario che lo separa dal Frosinone rimanendo sotto i 10 punti di svantaggio, così che i playoff si giochino. Intanto Roberto Venturato vuole prendersi questa vittoria e toccare quota 60 in classifica; dalla prossima giornata si penserà a sistemare il resto. A noi non resta invece che metterci comodi e dare la parola al campo, perchè finalmente questa Pisa-Cittadella allArena Garibaldi sta per cominciare. (agg. di Claudio Franceschini) 

Pisa-Cittadella si gioca tra poco e per la squadra toscana si tratta di evitare la retrocessione diretta in Lega Pro: Gennaro Gattuso è aggrappato alla permanenza in Serie B ormai per un filo sottilissimo, già con la certezza di dover in ogni caso giocare il playout ma ormai ad un passo dal perdere anche questancora. La situazione, aggravata dai 4 punti di penalizzazione, non mente: oggi il Pisa si trova a -9 dalla Ternana, che vincendo a Vicenza ha aumentato il suo vantaggio sulla penultima posizione in classifica. Vincendo i nerazzurri arriverebbero a 6 lunghezze con due giornate da giocare; la doppia sfida diretta è in parità (una vittoria a testa per 1-0), dunque a decidere in caso di eventuale arrivo a pari punti sarebbe la differenza reti. Il Pisa, clamorosamente, ha peggior attacco e miglior difesa della Serie B e al momento si trova a -7; la Ternana invece è a -13, e dunque è chiaro che se dovesse esserci laggancio a quota 43 punti sarebbero i toscani ad avere la meglio. Per il Pisa però questa possibilità sta per svanire; questa sera se non arriverà una vittoria la squadra di Gattuso raggiungerà il Latina, già retrocesso aritmeticamente in Lega Pro. (agg. di Claudio Franceschini)

Questa sera Pisa e Cittadella scendono in campo per la quarantesima giornata del campionato di Serie B. Uno di quei giocatori che sicuramente non potrà aiutare la formazione veneta a conquistare i tre punti è certamente Gianluca Litteri. L’ex centravanti della Virtus Entella è uno dei grandi assenti di questa gara, a causa dell’infortunio rimediato contro il Cesena. Nei giorni scorsi il giocatore è stato operato allo zigomo sinistro, un’operazione che è durata circa tre ore secondo quanto riporta Sky Sport. L’attaccante non rientrerà prima della fine della stagione, anche se è ancora difficile stabilire i tempi di recupero precisi:  “Verranno valutati nei prossimi giorni” fanno sapere dalla società. Tocca a mister Venturato dunque stabilire chi prenderà il suo posto nella gara di stasera contro il Pisa. A breve lo scopriremo perchè l’attesa sta per finire: il suo Cittadella è atteso in campo per chiudere il programma della giornata. 

Tra i risultati di Serie B che mancano all’appello, resta Pisa Cittadella. Una gara di fondamentale importanza soprattutto per la truppa veneta, che va a caccia di punti pesanti in chiave promozione. In vista del match contro i nerazzurri, ha parlato il centravanti dei veneti Andrea Arrighini. Ai microfoni de Il Mattino ha spiegato l’importanza della gara, sottolineando l’esigenza di portare a casa i tre punti per non mettere a rischio l’accesso ai playoff:  “Sappiamo che i playoff ora sono a rischio. Le tre davanti vanno forte, in ogni turno vanno a punti. E, tuttavia, dobbiamo pensare soprattutto a noi stessi. Solo dopo averlo fatto daremo uno sguardo a quello che succede negli altri campi, sperando che le cose girino bene”. Gli avversari sono ormai condannati ad una retrocessione in Lega Pro, ma secondo Arrighini non vanno sottovalutati: “So che i toscani daranno tutto per onorare il campionato e terminarlo dignitosamente, indipendentemente dal fatto che il verdetto che li riguarda sia arrivato o meno. E se noi non scenderemo in campo con la cattiveria giusta saranno guai: occorre affrontarli come se davanti ci fosse la capolista. Per me sarà sempre una gara speciale, non lo nascondo. Ma non conta più delle altre, perché i punti in palio comunque sono tre: limpegno sarà quello di sempre”. (agg Jacopo d’Antuono)

Ci avviciniamo al posticipo del lunedì sera di Serie B che mette a confronto Pisa e Cittadella. I veneti sono in piena zona play off e sfidano i toscani per migliorare la propria classifica. Una partita importante, ma anche speciale. Lo è soprattutto per Manuel Iori, ex giocatore dei toscani (venticinque partite e due marcature in Lega Pro nel 2014-2015) che è motivato più che mai a trascinare i suoi compagni verso la vittoria. Il capitano del Cittadella, oltreutto, vuole riscattare il rigore sbagliato nella gara precedente: “L’ultima volta mi era successa nella passata stagione, contro lAlbinoleffe. Peccato per il risultato, perché la partita contava molto; in più cè stato linfortunio di Litteri, che ci mancherà almeno per un paio di turni”. L’obiettivo playoff non deve sfumare per nessuna ragione al mondo, Iori vuole che il Cittadella si giochi le sue carte fino alla fine: “Sarebbe un peccato non raggiungerli dopo una stagione come quella che stiamo disputando, ma sono convinto che tutto dipenda ancora da noi: dobbiamo cercare di raccogliere più punti possibile per sfruttare questa opportunità. Se otterremo tutti quelli a disposizione, indipendentemente da quanti ne faranno gli altri, saremo dentro ai playoff. Siamo noi a determinare il nostro futuro”. (agg Jacopo d’Antuono)

, lunedì 8 maggio alle ore 20:30, chiude la quarantesima giornata del campionato di Serie B 2016-2017. Si affrontano due squadre che sono separate da 23 punti in classifica, anche se tecnicamente sarebbero 19 vista la penalizzazione del Pisa; un divario nemmeno troppo ampio, ma nella graduatoria corta del campionato cadetto succede che il Cittadella sia sesto e in piena zona playoff mentre i toscani navighino al penultimo posto e ormai condannati alla Lega Pro. Paradossale, visto che stiamo parlando della miglior difesa del torneo; tuttavia quello che il Pisa ha seminato con il suo reparto arretrato non è riuscito a raccoglierlo in attacco, che infatti è il peggiore della Serie B.

Una squadra poco equilibrata insomma, che era partita bene ma poi si è persa in mille contraddizioni, dettate sicuramente dalle difficoltà societarie ma non solo dopo tutto lo scorso anno, senza alcuna certezza sul futuro, era arrivata una splendida promozione. Gennaro Gattuso ce lha messa tutta, ma il suo Pisa era poco attrezzato per lottare e mantenere la categoria; adesso limperativo dovrà essere quello di non disfare tutto e provare a riprendersi la Serie B nellimmediato.

Il Cittadella ha sognato a lungo la promozione diretta, e come la Spal avrebbe potuto fare il doppio salto dalla Lega Pro alla Serie A; avvio splendido di stagione, poi un calo che però non ha mai tolto i veneti dalle posizioni utili per giocare gli spareggi. Il problema resta quello delle altre squadre, ovvero capire se i playoff effettivamente si giocheranno o meno; tuttavia il campionato dei veneti resta di grande sostanza e qualità, lingresso nelle prime otto è stato già archiviato e ora si tratta di fare punti per, eventualmente, prendersi in prima persona il quarto posto per andare a ridurre il gap o sperare nelle altre.

Sia come sia, allArena Garibaldi a essere favorito è proprio il Cittadella; ovviamente però il Pisa potrebbe avere un ultimo scatto di orgoglio nella sua stagione e prendersi una vittoria che a questo punto servirebbe a poco. Staremo a vedere come andranno le cose tra queste due squadre che in ogni caso hanno onorato il campionato cadetto va ricordato infatti che al netto dei 4 punti di penalizzazione il Pisa sarebbe ancora in piena corsa per evitare la retrocessione diretta e giocare i playout, dove di fatto si partirebbe alla pari e tutto potrebbe ancora succedere.

RISULTATO FINALE Pisa-Cittadella 1-4 – 11′ Arrighini (C), 60′ Masucci (P), 76′ Vido (C), 84′ Vido (P), 94′ F. Scaglia (C)

Spal 75

Verona 72

Frosinone 71

Perugia 61

Cittadella 60

Benevento (-1) 59

Carpi 58

Spezia 56

Novara, Bari 53

Salernitana, Entella 51

Cesena 49

Pro Vercelli 48

Ascoli, Brescia, Avellino 46

Trapani 44

Ternana 43

Vicenza 41

Latina (-7) 31

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori