Classifica Giro d’Italia 2017/ Maglia rosa e altre graduatorie: Jungels leader, Thomas secondo! (4^ tappa)

- Mauro Mantegazza

Classifica Giro dItalia 2017: la maglia rosa e le altre graduatorie del Giro che con la 4^ tappa Cefalù-Etna sbarca in Sicilia, Bob Jungels è il nuovo leader della classifica generale

fernando_gaviria_rosa_lapresse_2017
Fernando Gaviria in maglia rosa, ma oggi la dovrà cedere (LaPresse)

Bob Jungels, poi due britannici: la classifica del Giro dItalia 2017 è questa dopo la quarta tappa con arrivo sullEtna. La prima vera tappa in salita che ha già sparigliato le carte: al momento i grandi favoriti sono lì, Vincenzo Nibali si trova a soli 10 secondi dal leader della carovana e cioè dove voleva essere in attesa che arrivino le tappe nelle quali potrà eventualmente fare la differenza. Altri favoriti sono nel gruppone: con lo Squalo infatti restano Nairo Quintana, forse il suo principale avversario, e poi anche gli olandesi Tom Dumoulin e Bauke Mollema, quindi il francese Thibaut Pinot e lo spagnolo Mikel Landa. Insomma: già dalle prime battute questo Giro dItalia 2017 vede i grandi favoriti rompere gli indugi e presentarsi nelle prime posizioni della classifica. La maglia azzurra degli scalatori è invece sulle spalle di Jan Polanc: lo sloveno non sarà riuscito a prendersi la rosa ma la sua azione solitaria che lha portato a vincere la tappa ha fatto sì che volasse nella graduatoria dei Gran Premi della Montagna, con 43 punti e 21 di vantaggio su Daniel Teklehaimanot, mentre Ilnur Zakarin è terzo (sesto il nostro Cesare Benedetti con 9 punti). Domani unaltra giornata, dove vedremo se ancora una volta cambierà la classifica del Giro dItalia 2017 e avremo una nuova maglia rosa. (agg. di Claudio Franceschini)

Jan Polanc ha vinto la quarta tappa del Giro dItalia 2017; si impone su Ilnur Zakarin e Geraint Thomas ma la nuova maglia rosa e leader della classifica è di Bob Jungels, il lussemburghese della Quick-Step Floors. Jungels iniziava questa tappa del Giro dItalia 2017 con il quarto posto nella classifica generale, a 13 secondi dal leader Fernando Gaviria; come abbiamo detto in precedenza lazione di Polanc a un certo momento stava per essere decisiva in termini di leadership della classifica generale, ma il gruppo degli inseguitori ha serrato i ranghi e si è fatto sotto, arrivando al traguardo con un distacco di 37 secondi. Lo sloveno della UAE Team Emirates dunque non è riuscito a guadagnare quei secondi che gli sarebbero serviti per prendersi la maglia rosa; domani nella quinta tappa del Giro dItalia 2017 sarà Jungels a vestire il rosa del capo classifica, sono 6 i secondi di vantaggio che ha su Geraint Thomas e 10 su tutti gli altri (compresi i nostri Vincenzo Nibali e Domenico Pozzovivo, Nairo Quintana e Tom Dumoulin) che non hanno preso abbuoni nella tappa di oggi. (agg. di Claudio Franceschini)

Jan Polanc non dovrebbe riuscire a vestire la maglia rosa al Giro dItalia 2017: stiamo per arrivare alla conclusione della quarta tappa e il corridore sloveno della UAE Team Emirates iniziava questa giornata con un ritardo di 151 da Fernando Gaviria, il leader della classifica fino a qui. Polanc è riuscito a staccare i fuggitivi ed è partito in fuga negli ultimi chilometri; quando ne mancano poco meno di 4 tuttavia lo sloveno è in vantaggio di circa 148, con labbuono potrebbe portarsi in testa alla graduatoria ma resta da capire se lui da solo riuscirà a scavare altro margine sul gruppone, o comunque a confermare quello che ha adesso. Finale di corsa appassionante dunque: ad ogni modo lo stesso Polanc dovrebbe prendersi il vantaggio nella classifica degli scalatori. (agg. di Claudio Franceschini)

La classifica del Giro dItalia 2017 si anima e in questo momento non riguarda soltanto la leadership generale della corsa: la quarta tappa è in corso e i corridori sono già transitati per il traguardo volante di Biancavilla, con Brutt che se lo è aggiudicato su Janse Van Rensburg e Polanc. Quando mancano circa 34 chilometri allarrivo sembra ormai chiaro che la maglia rosa cambierà padrone, a meno di un rientro improvviso: i tre battistrada infatti hanno un vantaggio di circa 623 sul gruppo della maglia rosa, che intanto deve ancora andare a riprendere Eugenio Alafaci che, in fuga con i primi della corsa, si è staccato ed è già a oltre 3 minuti avendo sostanzialmente eusarito la sua azione. Ricordiamo anche che il Gran Premio della Montagna di Portella Femmina Morta, categoria 2, era stato vinto da Janse Van Rensburg; punti importanti per lui che potrebbe ora portarsi in testa alla classifica degli scalatori. (agg. di Claudio Franceschini)

Cè tanto azzurro nella classifica del Giro dItalia 2017 dopo le prime tre tappe. Dopo larrivo di Cagliari Fernando Gaviria, colombiano, si trova in testa alla graduatoria con 9 secondi sul tedesco André Greipel; dobbiamo arrivare fino alla settima posizione di Roberto Ferrari (UAE Team Emirates) per trovare il primo italiano, ma altri due – Enrico Battaglin e Sacha Modolo – sono nei primi dieci; cè anche Vincenzo Nibali, uno dei grandi favoriti per la vittoria, che per la prima volta corre con la Bahrain-Merida nella carovana rosa e occupa la dodicesima posizione con 23 secondi di ritardo da Gaviria. Altri italiani nei primi venti sono Domenico Pozzovivo, Diego Rosa e Matteo Montaguti; distacchi per il momento contenuti, tanto che tra lottavo (Ryan Gibbons) e il trentatreesimo (Maxime Monfort) sono tutti a 23 di ritardo dallattuale maglia rosa, come è normale che sia visto che fino a oggi abbiamo assistito soltanto ad arrivi in volata. (agg. di Claudio Franceschini)

La quarta tappa del Giro d’Italia 2017 vedrà i ciclisti impegnati nella Cefalù-Etna, primo appuntamento in terra siciliana. Nell’ultima prova in Sardegna Gaviria ha conquistato la prima posizione della classifica di tappa ma anche la vetta di quella generale. Il colombiano è in testa, seguito dal tedesco André Greipel, vittorioso nella seconda tappa. Riuscirà uno di questi due ciclisti a centrare il bis? Difficile dirlo, perché tra i favoriti spicca Vincenzo Nibali, lo Squalo desideroso di dare un calcio alla classifica ed entrare finalmente nelle prime posizioni. Tutto pronto per il via della Cefalù-Etna: aspettiamoci possibili colpi di scena. (agg. Giuliani Federico)

Cresce l’attesa per la quarta tappa del Giro d’Italia 2017. Nell’Etna-Cefalù i ciclisti faranno di tutto per sovvertire ogni pronostico e cercare di ottenere risultati a sorpresa. Dopo aver analizzato la classifica dell’ultima tappa, andiamo adesso a mettere la nostra lente d’ingrandimento sulla classifica generale, per capire com’è la situazione per quel che riguarda le prime dieci posizioni. Al comando troviamo il colombiano Fernando Gaviria, maglia rosa della terza tappa che precede il tedesco André Greipel e l’austriaco Lukas Postlberger. Ecco, nel dettaglio, tutti i nomi: 1 Fernando Gaviria (Col) Quick Step in 14h45’16”; 2 André Greipel (Ger) Lotto-Soudal a 9″; 3 Lukas Postlberger (Aut) Bora-Hansgrohe a 13″; 4 Bob Jungels (Lux) Quick Step; 5 Kanstantin Siutsou (Blr) Bahrain-Merida; 6 Caleb Ewan (Aus) Orica-Scott a 17″; 7 Roberto Ferrari (Ita) UAE Team Emirates; 8 Ryan Gibbons (Saf) Dimension Data a 23″, 9 Enrico Battalin (Ita) LottoNL-Jumbo; 10 Sacha Modolo (Ita) UEA Team Emirates. (agg. Giuliani Federico)

Prosegue il Giro d’Italia 2017, una delle competizioni ciclistiche più importanti al mondo. Prima di tuffarsi nella prossima tappa, andiamo a fare il punto della situazione per quel che riguarda la classifica dell’ultima tappa, quella di Cagliari. Al primo posto troviamo Gaviria, vincitore tra l’altro della maglia rosa; a seguire il podio è formato dal tedesco Selig e dall’italiano Nizzolo. Ecco le prime dieci posizioni: 1. Fernando Gaviria (Col/Quick-Step) 3:26:33″; 2. Ruediger Selig (Ger/BORA); 3. Giacomo Nizzolo (Ita/Trek); 4. Nathan Haas(Aus/ Dimension Data); 5. Maximiliano Richeze (Arg/Quick-Step); 6. Kanstantsin Siutsou (Blr/Bahrain); 7. Bob Jungels (Lux/Quick-Step); 8. Caleb Ewan (Aus/Orica); 9. Sacha Modolo (Ita/UAE Team Emirates); 10. Andre Greipel (Ger/Lotto). (agg. Giuliani Federico)

Oggi la classifica del Giro dItalia 2017 subirà un profondo cambiamento. La maglia rosa di Fernando Gaviria è certamente destinata a cambiare padrone questa sera, dal momento che il Giro 100 affronterà oggi il suo primo arrivo in salita, che non dà speranze ai velocisti come il colombiano della Quick-Step Floors. Al termine della quarta tappa del Giro dItalia avremo dunque il quarto leader diverso in classifica generale: chiunque sia, sarà un nome molto più significativo per la lotta per il podio finale di Milano. Naturalmente tutti si chiedono chi sarà la nuova maglia rosa, ma al momento è davvero difficile azzardare una previsione, dal momento che finora abbiamo vissuto tre giornate più o meno da velocisti, per cui è davvero difficile dire chi potrebbe andare più forte in salita. Possiamo semplicemente dire che ha un leggero vantaggio Bob Jungels, il lussemburghese che è capitano della Quick-Step Floors e che grazie al ventaglio di domenica a Cagliari ha guadagnato 10 su tutti gli altri uomini di classifica. Un margine che non dirà nulla su tutto il Giro dItalia, ma che per conquistare la maglia rosa oggi potrebbe essere decisivo.

Dunque Jungels ha 10 di vantaggio su quasi tutti i big e comunque su tutti gli uomini più attesi, da Vincenzo Nibali a Nairo Quintana, da Thibaut Pinot a Geraint Thomas e Mikel Landa, ma anche molti altri uomini da classifica, da Bauke Mollema a Tom Dumoulin, da Adam Yates a Tejay Van Garderen, da Domenico Pozzovivo a Rui Costa. Piccoli ritardi per Steven Kruijswijk e Ilnur Zakarin: lolandese aveva perso 13 a Olbia, il russo 20 a Tortolì. Lunico nome di spicco che di fatto è uscito di scena già in Sardegna è lo sfortunatissimo Rohan Dennis, che nella terza tappa ha perso ben 522 a causa di una caduta, risolvendo nel peggiore dei modi la domanda su chi fosse il capitano in casa Bmc. In effetti lEtna è attesa anche per definire i valori allinterno delle squadre che hanno a disposizione più di un big, soprattutto il Team Sky. Tutto questo senza dimenticare che lattesa è naturalmente soprattutto per il duello fra Nibali e Quintana: ci sarà già il primo scontro fra i due favoriti per la vittoria finale?

Larrivo sullEtna sarà molto importante anche per la maglia azzurra del Gran Premio della Montagna, visto che è un Gpm di prima categoria che di conseguenza metterà in palio la bellezza di 35 punti, senza dimenticare che sul precedente Gpm di seconda categoria di Portella Femmina Morta ce ne saranno in palio 15. Se considerate che leritreo Daniel Teklehaimanot della Dimension Data è leader a quota 20, è facile capire che la giornata di oggi darà una svolta a una classifica che per adesso è stata appena appena abbozzata. In maglia bianca di miglior giovane cè di nuovo Fernando Gaviria, anche se la indosserà naturalmente il secondo, Lukas Postlberger: anche qui però dovrebbero entrare in scena gli uomini da classifica, dunque soprattutto Jungels e Yates, ma speriamo anche Davide Formolo, i tre nomi più indicati per la graduatoria degli Under 25. Meno soggetta a cambiamenti potrebbe essere la classifica a punti: riuscirà dunque Andre Greipel a difendere la sua maglia ciclamino?

1. Bob Jungels (LUS) 19h4156

2. Geraint Thomas (GBR) +006

3. Adam Yates (GBR) +010

4. Vincenzo Nibali (ITA) +010

5. Domenico Pozzovivo (ITA) +010

6. Nairo Quintana (COL) +010

7. Tom Dumoulin (NED) +010

8. Bauke Mollema (NED) +010

9. Mikel Landa (ESP) +010

10. Thibaut Pinot (FRA) +010

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori