DIRETTA / Fognini Seppi (risultato finale 6-4 7-5 6-3): il derby azzurro è del sanremese (Roland Garros)

- Claudio Franceschini

Diretta Fognini Seppi, Roland Garros 2017: risultato finale 6-4 7-5 6-3. Il derby italiano di secondo turno è vinto nettamente dal sanremese, che adesso affronterà Stan Wawrinka

Fognini_giallo_tennis_lapresse_2017
Fabio Fognini (foto da Lapresse)

Termina con la vittoria di Fabio Fognini il derby di secondo turno al Roland Garros 2017, e dunque inevitabilmente gli Open di Francia di Andreas Seppi terminano oggi. Il sanremese rompe gli indugi nel terzo set riuscendo ad allungare con il break immediato, esattamente come era successo nel secondo parziale: servizio strappato a Seppi nel secondo game e 3-0 convertito poi in 4-1, con una vittoria davvero vicina anche perchè sul 4-0 Fabio aveva avuto unaltra possibilità di centrare un altro break che avrebbe definitivamente chiuso le ostilità. Negli ultimi game il servizio viene sempre confermato e così Fognini, senza troppi scossoni, si prende la vittoria: vola al terzo turno e adesso la strada si complica sensibilmente, perchè lavversario si chiama Stan Wawrinka. Il quale non è ancora al 100%, ma è pur sempre un giocatore che ha vinto il Roland Garros e altri due Slam: un giocatore dunque che partirà favorito, anche se Fognini ha già dimostrato di sapersi esaltare contro i big, specialmente su questa superficie. (agg. di Claudio Franceschini)

Nel secondo turno del Roland Garros 2017 Fabio Fognini allunga il suo vantaggio nei confronti di Andreas Seppi e intravede la qualificazione al terzo turno del torneo dello Slam. Nel secondo set parte benissimo Fognini che centra il break nel secondo gioco e si porta sul 3-0; la risposta di Seppi è altrettante inesorabile, arriva il controbreak da parte del tennista altoatesino che in men che non si dica impatta sul 3-3 sfruttando la prima opportunità concessa dal connazionale. Dopo un turno interlocutorio al servizio per Fabio, arriva un ottavo game spettacolare: Fognini si costruisce tre palle break consecutive per allungare ma Seppi le annulla tutte, poi arriva una quarta possibilità di salire 5-3 e servizio ma ancora una volta laltoatesino rintuzza, chiudendo infine alla quarta palla utile per impattare il risultato. E un gioco che restituisce fiducia a Seppi, che nel turno successivo in battuta non concede nemmeno un punto a Fognini; si va così sul 5-5 e in forte odore di tie break. Che non arriva, perchè dopo il servizio confermato Fognini allunga e con un game perfetto chiude, portandosi sul 2-0 e avvicinandosi alla vittoria del match. (agg. di Claudio Franceschini)

Il primo set del derby italiano al Roland Garros 2017 è appannaggio di Fabio Fognini, ma si è trattato di un parziale combattuto nel quale Andreas Seppi si è difeso con le unghie e con i denti. La tensione è stata palpabile fin dalle prime battute: Fognini è partito perdendo il servizio, appena dopo Seppi ha restituito la pariglia e si è andati avanti senza break fino al 3-2 in favore del sanremese, che ha operato il break alla quarta opportunità del game e ha poi confermato salendo sul 5-2. Subito dopo però Seppi ha ricucito lo strappo sfruttando un passaggio a vuoto di Fabio che ha lasciato il turno di battuta a zero; si è dunque portato sul 4-5 e servizio, ma anche lui non è riuscito a essere incisivo e ha concesso due palle break consecutive al connazionale, che ha sfruttato la prima e ha chiuso il set. Una partita che potrebbe essere ancora lunga, in ogni caso: Seppi sa bene quali sono le armi per fare male a Fognini, nel primo set non è riuscito a rimanere a contatto ma adesso inizia un altro parziale. La speranza comunque è che il livello di gioco sia buono e che possiamo comunque divertirci, a prescindere da quale giocatore riuscirà a centrare la qualificazione al terzo turno dove, a proposito, dovrebbe esserci proprio Stan Wawrinka che è salito 2-0 contro Alexandr Dolgopolov (6-4 7-6). (agg. di Claudio Franceschini)

Prende il via: purtroppo il derby di secondo turno al Roland Garros 2017 determinerà quale sarà lunico italiano a rimanere in corsa nei tabelloni dei due tornei di singolare. Poco fa infatti Paolo Lorenzi si è arreso a John Isner in tre set; ieri avevamo perso anche Simone Bolelli (battuto da Dominic Thiem) e Stefano Napolitano (contro Diego Schwartzman), mentre in campo femminile è stata eliminata Sara Errani che era rimasta lunica rappresentante azzurra dopo le sconfitte al primo turno di Francesca Schiavone, Roberta Vinci e Camila Giorgi. Il bilancio è negativo: potrebbe essere risollevato dal doppio e, appunto, da chi tra Seppi e Fognini riuscirà a qualificarsi al terzo turno, dove lavversario potrebbe essere Stan Wawrinka (al momento in vantaggio contro Alexandr Dolgopolov). Ci accomodiamo dunque, e ci gustiamo questo derby italiano: sulla carta Fognini parte favorito, ma spesso e volentieri le sfide tra due giocatori che si conoscono bene possono avere esito diverso rispetto alle previsioni sulla carta. Ad ogni modo avremo un azzurro al terzo turno, e dunque cadiamo in piedi almeno da questo punto di vista. (agg. di Claudio Franceschini)

Siamo quasi pronti a vivere la sfida tra Fabio Fognini e Andreas Seppi. Il tennista altoatesino approccia il derby al Roland Garros 2017 con buone sensazioni: quando arrivano gli Slam, Seppi spesso e volentieri riesce ad esaltarsi e nei match al meglio dei cinque set si trasforma, perchè si esalta in sfide lunghe e tirate. Basta citarne tre, tutte relative agli Australian Open: nel 2014 Andreas aveva incrociato al primo turno lidolo di casa Lleyton Hewitt e lo aveva superato per 7-6 6-3 5-7 5-7 7-5, rischiando di perdere ma riuscendo a controllare il quinto set (subito dopo aveva perso, ancora al quinto, contro Donald Young). Nel 2015 la grande impresa: al terzo turno Seppi aveva se lera vista con la testa di serie numero 2 Roger Federer, già titolare allepoca di 17 titoli dello Slam, e lo aveva clamorosamente superato con un fantastico 6-4 7-6 4-6 7-6, impresa ancor più incredibile se consideriamo che non è da tutti vincere un tie break contro il Re (figuriamoci due). La terza impresa di Melbourne per Seppi è quella dellanno in corso: nel già citato 2015 Andreas era poi stato eliminato da Nick Kyrgios, perdendo 8-6 al quinto dopo essere stato avanti due set a zero. Lo scorso gennaio la rivincita al secondo turno: sotto 0-2, lazzurro vinceva 1-6 6-7 6-4 6-2 10-8, per poi superare anche Steve Darcis e frenare la sua corsa contro Stan Wawrinka, risultato 6-7 6-7 6-7 e dunque con altra partita tiratissima. Ecco perchè Fognini deve temere il suo connazionale e amico(agg. di Claudio Franceschini)

Fabio Fognini e Andreas Seppi sono pronti a sfidarsi al Roland Garros 2017: se cè un torneo dello Slam nel quale abbiamo possibilità è questo di Parigi. La terra rossa è la nostra superficie, e la storia lo conferma: il Roland Garros resta lunico Major sul quale gli italiani siano riusciti a mettere le mani, al netto degli Us Open con il trionfo di Flavia Pennetta. La storia inizia con Nicola Pietrangeli: lo straordinario tennista nato a Tunisi, ma romano di adozione e crescita, si impose per due anni consecutivi (1959 e 1960) battendo in finale prima Ian Vermaak e poi Luis Ayala. Giocò altre due finali (1961 e 1964) ma in entrambi i casi si dovette arrendere a Manolo Santana; il testimone passò poi ad Adriano Panatta, che nellanno doro 1976 (vinse anche Internazionali dItalia e Coppa Davis) conquistò il titolo francese con un 6-1 6-4 4-6 7-6 ai danni dellamericano Harold Solomon, appena prima del trionfo di Guillermo Vilas e spezzando il biennio di Bjorn Borg, che di lì a poco avrebbe fatto poker. Da qui al 2010, con lo strepitoso titolo di una Francesca Schiavone che, dopo aver battuto Sam Stosur, sarebbe tornata in finale un anno più tardi perdendo contro Na Li (ironicamente con lo stesso punteggio con il quale aveva superato laustraliana). Da citare anche la finale persa nel 2012 da Sara Errani (contro Maria Sharapova).(agg. di Claudio Franceschini)

Aspettando il derby italiano al Roland Garros 2017, dobbiamo ricordare come questo torneo rappresenti per Fabio Fognini il punto più alto mai raggiunto in uno Slam. Stiamo parlando del , edizione chiusa – ovviamente – con la vittoria di Rafa Nadal contro Roger Federer; Fognini non partiva come testa di serie ma era riuscito a giocare un grande torneo raggiungendo i quarti di finale, aiutato anche da un tabellone non impossibile. Dopo la vittoria su Denis Istomin, Fabio aveva sconfitto in tre set il qualificato Stéphane Robert che aveva fatto il favore di eliminare Tomas Berdych (9-7 al quinto rimontando da 0-2 nei set); poi una rimonta e una vittoria in quattro set su Guillermo Garcia-Lopez, quindi la battaglia epica – e rimasta nella storia – contro Albert Montanes chiusa al quinto set per 11-9, che aveva consegnato a Fognini un quarto di finale contro la testa di serie numero 2 Novak Djokovic. Purtroppo il match non si era nemmeno giocato: lazzurro aveva pagato le quattro ore e 22 minuti di match contro Montanes e, purtroppo, aveva dato forfait spalancando a Nole le porte della semifinale. Resta il grande rimpianto di non sapere come sarebbero andate le cose se Fognini effettivamente fosse entrato in campo per il quarto di finale; oggi Fabio ha sei anni in più e vuole riprovare quelle sensazioni, ma prima cè il derby (agg. di Claudio Franceschini)

Il secondo turno del Roland Garros 2017 è un derby italiano tra Fabio Fognini, testa di serie numero 28 del tabellone, e Andreas Seppi che si gioca giovedì 1 giugno sul campo numero 17 (terzo match: indicativamente non prima delle 14, ma dipenderà dalla durata dei due incontri precedenti). Una notizia buona se consideriamo che almeno uno dei due arriverà al terzo turno, con la possibilità di fare altra strada; meno buona guardando la cosa dallaltro lato, ovvero che uno tra il sanremese e laltoatesino dovrà chiudere qui il suo percorso nello Slam sulla terra rossa.

Un derby rappresenta sempre una sfida particolare, ma nel tennis cè derby e derby: trattandosi sostanzialmente di sport individuale anche nella preparazione e negli allenamenti (salvo eccezioni), alcuni connazionali possono anche essere perfetti sconosciuti o quasi (prendete il caso di Maria Sharapova, emigrata negli Stati Uniti da bambina e formatasi sportivamente in Florida). Non è così per Fognini e Seppi, che sono compagni di Coppa Davis da una vita e sono amici; si conoscono profondamente, e quando si vive una situazione del genere non è mai facile giocare uno contro laltro.

Soprattutto perchè ci sono pochi segreti, e dunque per avere la meglio bisogna dare sfoggio di qualcosa in più rispetto al solito. Analizzando il percorso che ha permesso ai due di arrivare fino a qui, bisogna dire che entrambi hanno avuto i loro problemi; un po meno Seppi che, partito male contro Santiago Giraldo, ha improvvisamente e inesorabilmente girato il match prendendosi la vittoria in quattro set. Fognini ha invece avuto un crollo nei set centrali: contro il giovane americano Frances Tiafoe è salito 2-0 in un batter docchio, e altrettanto velocemente si è ritrovato costretto a giocare il quinto set.

Lo ha vinto per 6-0 e, conoscendolo, il calo è stato dovuto al fatto di aver sottovalutato il momento pensando di avere già vinto. I precedenti ci dicono invece che Fognini è avanti 4-3: Seppi ha vinto i primi tre episodi tra il 2007 e il 2010, sfruttando la giovane età di Fabio e la maggiore esperienza, poi il sanremese ha infilato quattro successi consecutivi, ma i due non si incrociano addirittura dal maggio 2013, un 6-4 6-1 agli Internazionali dItalia.

Soltanto una volta Seppi e Fognini hanno giocato contro su una superficie che non fosse la terra: è successo nel 2008 a New Haven (cemento), laltoatesino si era imposto per 6-4 6-2. Fognini, che è arrivato al Roland Garros con una semifinale a Miami e una vittoria contro Andy Murray a Roma, agli Open di Francia non ha mai brillato: lo scorso anno Marcel Granollers lo ha fatto fuori al primo turno e il suo miglior risultato rimane un terzo turno (raggiunto per quattro volte).

Seppi agli Australian Open aveva battuto Nick Kyrgios, ma poi la sua stagione è andata in calando anche a causa di problemi fisici; in Francia una serie di eliminazioni precoci, ma nel 2012 era riuscito a raggiungere gli ottavi (era testa di serie numero 22) eliminando anche Verdasco – che oggi ha battuto Alexander Zverev – prima di terminare la sua corsa contro il numero 1 Novak Djokovic, con grandi rimpianti perchè era stato in grado di vincere i primi due set. Dobbiamo anche dare uno sguardo al tabellone: il giocatore che passerà il turno giocherà contro uno tra Stan Wawrinka e Alexandr Dolgopolov, ed è inutile dire che tra i due sarebbe ovviamente meglio pescare l’ucraino.

La diretta tv di Fognini-Seppi sarà su Eurosport o Eurosport 2, che sono i due canali che trasmettono in esclusiva il Roland Garros 2017; nel primo caso sarà disponibile il servizio di diretta streaming video con Sky Go, che si potrà attivare senza costi aggiuntivi ed essere utilizzato dagli abbonati alla televisione satellitare. Per tutti gli altri ci sarà invece Eurosport Player, che richiede il pagamento di una quota per sottoscrivere un abbonamento. Ricordiamo anche quali sono le pagine ufficiali che il Roland Garros (www.rolandgarros.com) mette a disposizione sui social network: abbiamo facebook.com/RolandGarros e, su Twitter, @rolandgarros.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori