Diretta / Pescara Luparense (risultato finale 6-7 dcr): successo ai calci di rigore (finale calcio a 5)

- Mauro Mantegazza

Diretta Pescara Luparense info streaming video e tv, orario e risultato live della partita per la finale scudetto di calcio a 5, gara-1 (oggi giovedì 1 giugno 2017)

calcio5_lapresse_1_2017
Diretta Pescara Luparense (LaPresse)

E’ terminata Pescara-Luparense ai calci di rigore con il risultato di 7-6 valida per la gara-1 della finale di calcio a 5. E’ stata una gara clamorosa e piena di colpi di scena con la Luparense che a poco dalla fine era sotto 4-2 e il Pescara prendeva un palo che avrebbe potuto chiudere il discorso. Un finale che ha regalato però il pareggio e i calci di rigore che sicurametne saranno molto emozionanti. Morgado va dal dischetto dopo aver giocato una partita incredibile. Tiro forte che spiazza Miarelli ed è 1-0. Tocca ancora a Foglia che ha superato Pietrangelo due volte in partita, è ancora gol, spiazzandolo nuovamente. Chimanguinho calcia altissimo, sbaglia il rigore. Tocca a Coco Wellington che la mette dentro ed è 2-1. Cuzzolino va dal dischetto con una grande responsabilità sulle spalle. Non sbaglia e fa 2-2. Ora però la Luparense ha un match point con Honorio autore del 4-4 nei minuti finali della gara. Pietrangelo gli dice di no con il petto e si va ad oltranza. Sbaglia anche Duarte, la Luparense può ancora vincere se segna. Lara non sbaglia nonostante la deviazione di Pietrangelo. (agg. di Matteo Fantozzi)

Si va ai calci di rigore con la gara-1 della finale di calcio a 5 Pescara-Luparense terminata 4-4. Rosa colpisce un palo clamoroso, sfiorando la rete. I padroni di casa stanno giocando ad altissimo livello nonostante siano poi gli ospiti ad avere un giocatore in più in campo. Clamorosa occasione per la Luparense con Taborda che ne semina due sulla sinistra, Foglia tira a botta sicura ma trova la mano di un avversario. E’ calcio di rigore per gli ospiti. Pietrangelo torna in porta di nuovo per il tiro libero, Foglia torna sul dischetto e calcia col sinistro spiazzando ancora il portiere avversario e accorciando le distanze. Il Pescara rischia di chiudere ancora la partita con una grande parata del portiere avversario. Su un contropiede Tobe è rapido, ma non abbastanza con la difesa del Pescara che la devia in angolo. Coco di nuovo portiere di movimento, Morgado prova da centrocampo a porta vuota ma non la trova e la palla si perde sul fondo. Foglia calcia di destro ma viene chiuso in fallo laterale. Clamoroso pareggio in una finale incredibile e che lascia senza parole. Possesso palla infinito della Luparense con Coco che la mette dentro, Honorio la deposita dentro e potrebbe prolungare la partita ai rigori. Clamoroso anticipo su Mancuso con il Pescara che ora sta davvero soffrendo. (agg. di Matteo Fantozzi)

Siamo arrivati a quattro minuti dalla fine della seconda frazione di gioco di Pescara-Luparense, gara-1 della finale di calcio a 5, e il risultato è di 4-2. E’ successo un po’ di tutto con la partita che sta regalando grandissime emozioni. Coco prova a colpire al volo, girandosi all’improvviso e non trovando la porta. Dall’altra parte subito Cuzzolino calcia di prima intenzione e Miarelli gli dice di no chiudendo lo specchio con le braccia tese. Duarte ci prova da fuori alla fine di una splendida azione, il suo destro di grande qualità gira ma si alza senza trovare la porta difesa da Miarelli. Cambia ancora il risultato con un gol splendido di Leandro Moreira Chimanguinho. Questi calcia fortissimo di sinistro, senza riuscire a dare la possibilità al portiere avverasrio di poter dire qualcosa. La sua bordata sicuramente ha spostato gli equilibri e infiammato il palazzetto. Ora il Pescara ha la partita nelle sue mani e il pubblico è tutto dalla sua parte. La Luparense ha una grandissima occasione con BRandi che sfrutta un angolo messo dentro da Honorio, questi però prende un palo esterno che è davvero da non credere. Scattano le proteste per il fallo di mano di Tobe che però colpisce con la mano dopo aver deviato con il piede. La Luparense decide di mandare in porta Coco che può essere un portiere di movimento. E’ splendida la rete di Duarte che corona una gara giocata ad altissimo livello. (agg. di Matteo Fantozzi)

Giunti a tredici minuti dalla fine della seconda frazione di gioco il risultato della finale calcio a 5 gara-1 è di 2-2. La Luparense inizia la seconda frazione di gioco gestendo il pallone. C’è un gol da recuperare dopo un primo tempo in cui si era riusciti a trovare un vantaggio anche un po’ insperato. Proprio il gol che aveva sbloccato la partita aveva acceso il Pescara in grado di ribaltare la situazione. E’ una gara molto fisica con due tiri liberi che sono stati calciati nella prima frazione di gioco. La prima grande occasione della seconda frazione di gioco ce l’ha Mancuso che calcia forte ma prende in pieno il corpo di Duarte già a terra per provare in scivolata a coprirgli lo specchio. La Luparense ora sta alzando il baricentro e prova in tutti i modi a trovare la rete del pareggio anche se sembra troppo frettolosa contro un Pescara che sa anche difendersi oltre che attaccare. Gli abruzzesi partono in contropiede con Cuzzolino che solo davanti al portiere avversario potrebbe tirare o passarla al compagno smarcato, gli esce però una conclusione a metà con un passaggio e la sfera termina sul fondo. Sull’azione seguente poi segna Paolo Taborda con una grandissima conclusione che regala il pareggio alla Luparense, come capita spesso nel calcio dopo un’occasione sbagliata arriva il gol per la squadra avversaria. Il Pescara segna poi il gol del 3-2 che viene annullato dall’arbitro per un fallo con tutta la panchina che entra in campo. Su uno splendido contropiede il Pescara aveva segnato una rete che aveva fatto esplodere il palazzetto. Questa situazione fa comunque scoppiare un accenno di rissa in mezzo al campo con una situazione che avremo preferito non vedere. Marin è stato espulso dalla panchina della Luparense. Il direttore ha fischiato un fallo su Rosa che aveva messo dentro una splendida palla per Azzoni in grado di segnare. La decisione porta sul dischetto per il tiro libero il Pescara. I replay ci mostrano come il fallo è stato commesso ma nettamente fuori l’area di rigore. Alla fine l’arbitro cambia ancora decisione e viene decretato il calcio di punizione per il Pescara. (agg. di Matteo Fantozzi)

La gara Pescara-Luparense è arrivata all’inizio del secondo tempo e il risultato è di 2-1, match valido per la finale calcio a 5 gara-1. Grande tiro da fuori di Foglia, il portiere del Pescara ci mette i pugni e gli dice di no. E’ stato davvero ottimo poi il riflesso della difesa che ha evitato problemi a Capuozzo. Lara commette un fallo ingenuo, quinto ammonito per la Luparense e tiro libero per il Pescara. Dal dischetto si presenta Cuzzolino, che sistema la palla con cura e prende una grandissima riconrsa. Il capitano calcia forte e preciso, Miarielli non può niente ed è 2-1. Il primo tempo si chiude qui. Dopo l’intervallo si torna in campo, ma ci vuole un po’ per riprendere a giocare visto che la rete della porta di sinistra, dove ci sarà Miarielli della Luparense, deve essere sistemata perchè c’è un foro che è stato causato sicuramente nella prima frazione di gioco. La gara è ancora molto lunga, staremo a vedere chi riuscirà ad avere la meglio. (agg. di Matteo Fantozzi)

Siamo arrivati a quattro minuti dalla fine del primo tempo e il risultato della finale calcio a 5 gara-1 Pescara-Luparense è di 1-1.  Dura poco il vantaggio degli ospiti con Borruto che segna una grande rete e fa esplodere il palazzetto. E’ per lui il ventitreesimo sigillo di una splendida stagione. La partita è diventata bellissima con le due squadre che corrono molto e con continui ribaltamenti di fronte. Una palla dentro per Duarte trova pronto il portiere degli ospiti. Ci prova poi ancora Duarte da fuori, Miarelli la respinge in fallo laterale. Durante un’azione ripetuta del Pescara l’arbitro fischia punizione a due dal limite per palla trattenuta di Foglia che viene ammonito per proteste. Cuzzolino serve Duarte con Miarielli che la mette d’istinto in angolo. Il Pescara ora sta dominando. Miarielli prende un giallo e la Luparense protesta con la panchina che schizza in campo. Per i padroni di casa c’è una punizone appena fuori l’area di rigore. Duarte calcia fortissimo, la palla però finisce in angolo con una deviazione. E’ pericoloso Chimanguinho che calcia forte senza trovare la porta avversaria. Grandissima azione di Coco che supera sulla sinistra due calciatori e mette Tobe a porta vuota. Tiro che però colpisce il palo in maniera clamorosa. (agg. di Matteo Fantozzi)

Siamo arrivati al quinto minuto del primo tempo di Pescara-Luparense e il risultato è di 0-1. L’inizio della gara è davvero molto fisico con le due compagini che lottano su ogni pallone, cercando di trovare spazio per provare a vincere la gara. Sicuramente c’è grande tensione e anche la volontà di non sbagliare niente. Sale subito la tensione quando dopo due minuto Duarte commette un fallo a palla lontana su Brandi con l’arbitro che lo redarguisce. Honorio sugli sviluppi della punizione calcia dopo l’appoggio del compagno, Capuozzo è bravissimo a respingere di piede. Subito dopo sempre il portiere del Pescara dice di no a Mancuso che colpisce di destra, palla in angolo. Il portiere dei padroni di casa è in grande serata e dice di no anche a Taborda che calcia da fuori. Risponde Borruto, risponde con una grande parata Miarelli. Il quinto fallo porta al rigore per Luparense con il Pescara che fa entrare Pietrangelo il para rigori. Segna dal dischetto Foglia con grande freddezza. Ecco le formazioni schierate in campo al fischio d’inizio: PESCARA – Capuozzo; Morgado, Duarte, Borruto, Rosa. A disposizione: Pietrangelo, Caputo, Di Risio, Tenderini, Cuzzolino, Azzoni, Chimanguinho. LUPARENSE – Miarelli, Taborda, Honorio, Brandi, Mancuso. A disposizione: Morassi, Tobe, Lara, Coco, Foglia, Khouc, Moufaddal. (agg. di Matteo Fantozzi)

Pochi minuti al via di Pescara Luparense, gara-1 della finale scudetto del calcio a 5 italiano. Siamo dunque al momento decisivo dellintera stagione: in palio cè il titolo tricolore e giustamente se lo contendono le due squadre che sono state le migliori lungo tutta la stagione. Pescara prima in stagione regolare e vincitrice della Coppa Italia, Luparense seconda e finalista in Coppa: i playoff hanno confermato la superiorità di queste due squadre, ora Pescara vuole confermare la superiorità dimostrata appunto nella classifica della stagione regolare e pure nella finale (in gara secca) di Coppa Italia, mentre la Luparense vuole effettuare il sorpasso nelloccasione più importante. La serie sarà al meglio delle cinque partite e di conseguenza il cammino sarà lungo, ma naturalmente chi ben comincia è a metà dellopera! Parola dunque al campo, Pescara Luparense sta per cominciare (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Manca ormai solamente un’ora a Pescara Luparense, gara-1 della finale scudetto del calcio a 5 italiano. Andiamo allora a dare uno sguardo all’albo d’oro, che vede al comando con cinque scudetti a testa la Roma RCB, prima grande espressione del calcio a 5 capitolino, e la stessa Luparense, che dunque potrebbe portarsi al comando da sola. Da notare che l’ultimo titolo per la Roma RCB risale al 2001, mentre l’epopea della Luparense è cominciata nel 2007, dunque le due squadre si sono in un certo senso passate il testimone. Quattro titoli per la BNL Roma, ma anche in questo caso bisogna notare che l’ultimo risale al 1997. Per il Pescara abbiamo lo scudetto del 2015, mentre l’anno scorso fu l’Asti a cucirsi il tricolore sul petto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Sempre più vicina Pescara Luparense, è giunto il momento di ricordare l’altro grande precedente stagionale fra le due squadre che stanno dominando il calcio a 5 italiano. Dobbiamo tornare indietro non di molto, per la precisione a domenica 26 marzo 2017, data nella quale è stata disputata la finale della Coppa Italia di calcio a 5. Pescara godeva del fattore campo favorevole, ma la vittoria sorrise ai padroni di casa solamente dopo i calci di rigore, 3-2 per gli abruzzesi dopo che i tempi regolamentari erano finiti sul 4-4 e nei tempi supplementari la situazione non era cambiata. La Luparense dunque pagò a carissimo prezzo l’errore di Taborda nei tiri di rigore, l’unico nella serie che assegnò la Coppa nazionale. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Si avvicina: questa sera infatti si gioca gara-1 della finale scudetto di calcio a 5, dunque ci sembra doveroso ricordare cosa era successo in campionato fra queste due squadre. Pescara e Luparense sono state le dominatrici della stagione regolare: primo punto per gli abruzzesi con 51 punti – sedici vittorie, tre pareggi e altrettante sconfitte – mentre i veneti sono arrivati secondi con 48 punti (quindici vittorie, tre pareggi e quattro sconfitte). Per trovare la terza, dobbiamo scendere ai 41 punti dellAcqua e Sapone, differenza non da poco per un campionato a dodici squadre, nel quale dunque la stagione regolare prevede in totale ventidue partite. Quanto ai due scontri diretti, è sempre stato decisivo il fattore campo: il Pescara si è imposto al Pala Giovanni Paolo II per 6-3 il 2 dicembre, replica della Luparense in Veneto il 3 marzo con un punteggio ancora più netto, un indiscutibile 8-3. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Dagli arbitri Daniele Di Resta della sezione di Roma 2, Vincenzo Francese di Battipaglia e Andrea Campi di Ciampino, è gara-1 della finale scudetto della Serie A di calcio a 5, che si accinge dunque ad assegnare il proprio titolo nazionale. Si comincia alle ore 20.30 di questa sera, giovedì 1 giugno 2017, al Pala Giovanni Paolo II di Pescara, mentre gara-2 e gara-3 si disputeranno in casa della Luparense, a Bassano (anche se la squadra ha sede a San Martino di Lupari), mercoledì 7 e venerdì 9 giugno, prima data possibile per lassegnazione dello scudetto se una delle due formazioni sarà capace di vincere tre partite su tre. Altrimenti si procederà con le eventuali gara-4 e gara-5. Da segnalare unimportante regola circa questa finale scudetto: fino a gara-4, in caso di parità dopo i 40 minuti regolamentari di gioco, si procederà direttamente con i calci di rigore, senza passare prima dai tempi supplementari che saranno previsti solamente nelleventuale bella, cioè a gara-5.

Non ci sono dubbi sul fatto che Pescara e Luparense siano le due squadre più forti del calcio a 5 italiano: gli abruzzesi hanno chiuso al primo posto la stagione regolare proprio davanti ai veneti, inoltre Pescara e Luparense hanno già disputato la finale di Coppa Italia a marzo. Vinsero gli abruzzesi, la Luparense dunque finora è stata leterna seconda della stagione e vorrà rovesciare la situazione proprio nelloccasione più importante. Bisogna segnalare che Pescara-Luparense sarà visibile in diretta tv questa sera su Fox Sports, il canale numero 204 della piattaforma satellitare Sky, naturalmente a partire dalle ore 20.30. Per gli abbonati alla televisione satellitare, se non potranno vedere la partita in tv, bisogna ricordare che sarà garantita pure la diretta streaming video tramite lapplicazione Sky Go.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori