PROBABILI FORMAZIONI / Juventus Real Madrid: chi va in tribuna? Diretta tv, orario, notizie live

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Juventus Real Madrid: diretta tv, orario, le ultime notizie live alla vigilia della finale di Champions League 2017, che si gioca sabato 3 giugno al Millennium Stadium

Bale_Bonucci_Juventus_RealMadrid_lapresse_2017
Bonucci torna allo Stadium - La Presse

Un altro grande dubbio nelle formazioni di Juventus-Real Madrid: chi sarà ad andare in tribuna? Massimiliano Allegri e Zinedine Zidane sono chiamati a fare delle scelte difficili: potranno portare soltanto 7 giocatori a testa in panchina. Nella Juventus abbiamo appena riferito del problema fisico occorso a Stefano Sturaro: questo dovrebbe ridurre le scelte, e di fatto il tecnico bianconero ha un ballottaggio tra Mario Lemina e Tomas Rincon, dando per assodato che a sedersi saranno tutti i difensori a disposizione (quindi Lichtsteiner, Benatia e Asamoah) visto che cambiare in corsa nel reparto arretrato sarà più difficile, essendoci meno alchimie tattiche. Nel Real Madrid Pepe dovrebbe farcela per la panchina: questo porterebbe probabilmente allesclusione di Danilo, il terzino destro di riserva, oppure di Nacho Fernandez qualora le condizioni di Dani Carvajal facessero pensare Zidane che il terzino spagnolo possa aver bisogno di un cambio. Con Mateo Kovacic e Alvaro Morata sicuri di essere a disposizione, anche qui potrebbe esserci un ballottaggio unico: quello tra i due giovani del vivaio Lucas Vazquez e Marco Asensio, a meno che a sorpresa Zizou non decida di affidarsi al solo Pepe come difensore, o comunque ad un solo giocatore nel reparto arretrato. (agg. di Claudio Franceschini)

Antivigilia di Juventus-Real Madrid animata da un problema in casa bianconera: Stefano Sturaro potrebbe saltare la finale di Champions League 2017. Il centrocampista sanremese era stato grande protagonista nella semifinale di due anni fa: rimarrà impresso nella memoria il suo salvataggio pazzesco, con la punta del piede, sulla conclusione a porta vuota e botta sicura di James Rodriguez nella partita di andata allo Stadium. Oggi però è arrivata una notizia spiacevole e potenzialmente dannosa: infatti Sturaro ha accusato un risentimento muscolare al flessore della coscia sinistra e la sua presenza in panchina è quantomeno in dubbio. Il centrocampista infatti sarebbe stato solo a disposizione, non certo negli undici di partenza per Massimiliano Allegri; tuttavia rappresenta un giocatore la cui intensità e versatilità potrebbe essere molto utile a partita in corso, e averlo a disposizione sarebbe comunque interessante nellottica di inserirlo nel secondo tempo. Ovviamente lex del Genoa volerà a Cardiff con i compagni; qualcuno dovrà comunque rimanere in tribuna tra i convocati, questo problema fisico potrebbe affrettare la decisione di Allegri in merito. (agg. di Claudio Franceschini)

Tra Juventus e Real Madrid, almeno sulla carta e alla vigilia della finale di Champions League 2016-2017, il confronto tra le due difese è impari. Gli addetti ai lavori hanno sottolineato allunanimità come il reparto arretrato bianconero sia superiore: lo dicono anche e soprattutto i numeri, perchè la Juventus ha subito appena 3 gol in tutto il torneo (la squadra meno battuta) e ha tenuto inviolata la sua porta per 690 minuti consecutivi, quelli intercorsi tra il gol di Dani Pareja (a Siviglia) e quello di Kylian Mbappé nella semifinale di ritorno contro il Monaco. La difesa del Real Madrid, lo ha detto anche Iker Casillas che lha guidata per anni, concede sempre qualcosa; riguardo gli uomini, scelte differenti da parte di Massimiliano Allegri e Zinedine Zidane. Da una parte la Juventus si affida allusato sicuro, ovvero la BBC che ha rappresentato il segreto degli scudetti targati Antonio Conte e ancora oggi è uneccellenza in campo europeo (sia pure inizi ad essere datata, almeno negli anni dei suoi componenti); dallaltra il Real Madrid dovrebbe puntare sul giovane Raphael Varane che è favorito su Pepe, uno dei veterani nello spogliatoio dei blancos ma reduce da uninfortunio che lo ha tenuto fuori a lungo, e dunque non al meglio. Le sorprese non sono escluse, ma solo da parte spagnola: Allegri ha già deciso quale sarà la composizione del suo reparto. (agg. di Claudio Franceschini)

la finale di Champions League 2016-2017. Sabato 3 giugno alle ore 20:45 il Millennium Stadium di Cardiff apre le sue porte sullultimo atto della principale competizione europea per club. Seconda finale negli ultimi tre anni per la Juventus, che non vince dal 1996 e ha perso le ultime quattro finali giocate (e sei delle otto totali); seconda consecutiva per il Real Madrid, che può diventare il primo club di sempre a vincere la Champions League per due volte di seguito e ha vinto le ultime cinque finali. La difesa bianconera contro lattacco galactico: volendo sintetizzare potremmo dirla così, in realtà la sfida sarà molto di più. Aspettando che sabato sera le due squadre facciano il loro ingresso sul terreno di gioco, andiamo a vedere se i due allenatori hanno ancora qualche dubbio rispetto agli schieramenti che manderanno in campo dal primo minuto, analizzando nel dettaglio le probabili formazioni di Juventus-Real Madrid.

Non ci sono ballottaggi aperti per Massimiliano Allegri: recuperati tutti i titolari, la Juventus giocherà con la formazione che ha affrontato le ultime tre partite di Champions League. Sarà dunque un 3-4-2-1, che potrà poi diventare il canonico 4-2-3-1 in fase di attacco: la posizione di Andrea Barzagli sarà la determinante, perchè il trentaseienne toscano stringerà al centro con Bonucci e Chiellini formando la famosa BBC che è stata il segreto dei primi scudetti bianconeri. Dani Alves giocherà allora alto a destra, ma con il compito di arretrare a supporto dei difensori perchè in quella zona di campo incrocerà un certo Cristiano Ronaldo; dallaltra parte stesso discorso per Alex Sandro, che potrebbe avere vita più facile se nel Real Madrid non dovesse essere Bale a partire titolare. In mezzo cè Khedira, già in campo a Bologna: il tedesco sta bene, è un grande ex ed è fondamentale per le sorti del centrocampo della Juventus. Farà coppia con Pjanic: qualità e quantità e capacità di inserimento senza palla per entrambi, davanti a loro i due giocatori saranno Dybala e Mandzukic che avranno naturalmente compiti diversi. Il croato giocherà di fatto largo a sinistra come arma tattica, largentino svarierà a tutto campo e dovrà far uscire i difensori del Real Madrid con la sua capacità di traghettare palla dalla trequarti allarea di rigore. Dove ci sarà Gonzalo Higuain, che ha un conto in sospeso con la Champions League: il Real Madrid lha vinta appena dopo che il Pipita aveva lasciato il Santiago Bernabeu.

La vigilia di casa Real Madrid è tutta dominata dal grande dilemma: Gareth Bale o Isco? Zinedine Zidane ha confermato che il gallese sta bene, ma non ha ancora chiarito chi giocherà. Unipotesi? Andiamo con Isco, che oltre a essere più in forma è anche il giocatore che nelle ultime partite ha permesso un cambio tattico non indifferente, e potrebbe essere la soluzione giusta contro lermetica difesa della Juventus perchè sa svariare tra le linee e muoversi a tutto campo. Una volta chiarito questo dubbio, il Real Madrid avrà la sua formazione titolare perchè il resto non è ovviamente in discussione: altri due giocatori acciaccati erano in difesa, ma sia Dani Carvajal che Pepe hanno recuperato. Il primo sarà titolare a destra, il secondo invece dovrebbe comunque andare in panchina perchè, ai dl là della condizione appena ritrovata, in questa stagione europea è stato Varane il più utilizzato per fare coppia con Sergio Ramos, che non solo è il leader arretrato del Real Madrid ma è anche un giocatore che nelle ultime due finali di Champions League ha segnato due gol piuttosto decisivi (soprattutto quello del 2014). A sinistra naturalmente ci sarà Marcelo, in mezzo Casemiro è il giocatore che fa da ago della bilancia, frangiflutti ed equilibratore tra Modric e Kroos, più portati a impostare la manovra e inserirsi negli spazi. Davanti restano Benzema e Cristiano Ronaldo: Isco dovrebbe agire alle loro spalle.

Finale di Champions League 2016-2017, sarà trasmessa da Canale 5 e dunque sarà un appuntamento in chiaro per tutti; gli abbonati alla pay tv del digitale terrestre potranno invece accedere al canale Premium Sport, disponibile anche nella versione in HD (alta definizione).

1 Buffon; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 23 Dani Alves, 6 Khedira, 5 Pjanic, 12 Alex Sandro; 21 Dybala, 17 Mandzukic; 9 Higuain

A disposizione: 25 Neto, 26 Lichtsteiner, 4 Benatia, 22 Asamoah, 27 Sturaro, 8 Marchisio, 7 Cuadrado

Allenatore: Massimiliano Allegri

Squalificati:

Indisponibili: Rugani, Pjaca

1 Keylor Navas; 2 Carvajal, 5 Varane, 4 Sergio Ramos, 12 Marcelo; 19 Modric, 14 Casemiro, 8 Kroos; 22 Isco; 9 Benzema, 7 Cristiano Ronaldo

A disposizione: 13 Casilla, 3 Pepe, 6 Nacho, 16 Kovacic, 20 Lucas Vazquez, 10 James Rodriguez, 21 Morata

Allenatore: Zinedine Zidane

Squalificati:

Indisponibili:

Arbitro: Felix Brych (Germania)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori