DONNARUMMA/ Calciomercato Milan, Luca Serafini: non sono i rossoneri ad averlo venduto, ma…(esclusiva)

Calciomercato Milan news, intervista esclusiva con il giornalista Luca Serafini: l’analisi sulla situazione legata al mancato rinnovo dell’estremo difensore Gigio Donnarumma.

16.06.2017 - int. Luca Serafini
Barella_Donnarumma_Milan_Cagliari_lapresse_2018
Barella, centrocampista Cagliari - LaPresse

CALCIOMERCATO MILAN NEWS: L’OPINIONE DI LUCA SERAFINI SULLA SITUAZIONE GIGIO DONNARUMMA (ESCLUSIVA)

La situazione legata a Gigio Donnarumma ha scosso il mondo del calcio italiano con le opinioni più disparate che hanno tutte confluito nella stessa direzione e cioè che entrambe le parti potevano gestirla in una maniera migliore. Il mancato rinnovo dell’estremo difensore ora apre a diverse possibilità dalla tribuna per una stagione alla cessione immediata magari alla Juventus. Abbiamo contattato in esclusiva il noto giornalista Luca Serafini con cui abbiamo fatto il punto della situazione.

Qual è stato il motivo dell’addio di Donnarumma? Soldi semplicemente una questione di soldi, non ci sono altri motivi per cui Donnarumma abbia lasciato il Milan. Il Milan gli offriva quattro milioni e mezzo, ci sono state offerte superiori, non ci trovo niente di male perchè Donnarumma se ne sia andato. Ha deciso adesso, avrà parlato anche con la sua famiglia, poteva farlo anche fra qualche anno. Avrà fatto le sue valutazioni, se vuole prendere un ingaggio più grande può farlo.

Ora Donnarumma potrebbe andare al Real Madrid, o in una squadra straniera o potrebbe esserci la Juventus? Non lo so, non me ne frega niente, certo Donnarumma se n’è andato. Mi dispiace da tifoso del Milan ma non considero Donnarumma un traditore. Ormai il calcio è cambiato. Non è più come un tempo. Sono cambiate tante cose. Certo era bello vedere Baresi che è andato in B col Milan. Solo che non esistono più bandiere, calciatori attaccati alla maglia come un tempo.

I tifosi però cosa diranno? I tifosi devono capire che l’importante non è vedere Donnarumma portiere del Milan. Quello che conta è vedere vincere il Milan, la propria squadra. Dispiace anche a me il suo addio ma come ho detto prima è un calcio, un mondo diverso.

E il football romantico, dei sentimenti… Lasciamolo perdere, dimentichiamolo. E’ un’epoca diversa ormai questa.

Quanto potrebbe contare per Donnarumma questa scelta sui prossimi Europei Under 21? Credo che possa fare bene, non debba essere così influenzato dalla sua decisione.

Come vede adesso la carriera di Donnarumma? Potrebbe diventare l’erede di Buffon, dovrà crescere, lavorare. Le qualità le ha. Sulla carta è un grande portiere.

Chi prenderà il Milan al posto suo? Basta che ci sia un ottimo portiere, di valore. Reina potrebbe andare bene.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori