Serie A news/ De Laurentiis provocatorio: meno squadre e una sola retrocessione

- La Redazione

Serie A news, De Laurentiis provocatorio: meno squadre con una sola retrocessione. Nuove dichiarazioni del presidente del Napoli, che lancia una provocazione

aurelio_de_laurentiis_napoli_lapresse_2017
Aurelio De Laurentiis - LaPresse

Torna allo scoperto il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, e come da copione, quando parla il numero uno dei partenopei, cè sempre materiale su cui discutere. Intervistato dai microfoni di BeInSport, il patron azzurro ha esternato la propria proposta per rendere più frizzante e competitiva la nostra Serie A: «Sono dellidea afferma De Laurentiis – che bisognerebbe fare un campionato a 16 squadre con una sola retrocessione. Poi il presidente del club campano ha proseguito: «Nel 1986 in Italia giocavano sedici squadre: se poi Mediaset e Sky dicono che gli diamo partite che nessuno vuol vedere, io pure mi chiedo il perché. Ma facciamo solo una retrocessione e sedici squadre. Ci sono più entrate per tutti, più disponibilità per tutti e meno necessità di fare imbrogli, più competitività in Europa. Secondo De Laurentiis, il nodo centrale della questione sarebbe in particolare la competitività delle squadre iscritte al campionato: «Vanno bene anche diciotto squadre ha chiosato – ma le dobbiamo scegliere noi sette quali sono.

Il mai banale patron del Napoli prosegue quindi la propria battaglia per cercare di rivoluzionare il campionato di Serie A, aumentando gli introiti e lo spettacolo, in pieno stile a stelle e strisce come lo stesso elogia spesso e volentieri. Guai comunque a prendere con le pinze tali dichiarazioni anche perché già tempo fa lo stesso De Laurentiis si era auspicato la creazione di una SuperLega europea con al suo interno tutte le migliori squadre del Vecchio Continente, progetto che di fatto è stato approvato dallUefa viste le novità dei prossimi anni della Champions League. Difficile comunque che lidea di Serie A a numero ristretto possa essere approvata, anche perché il campionato italiano è a venti squadre dalla stagione 2004-2005, e nessuno ha mai parlato di un ritorno al vecchio stile anni 80-90. La cosa certa è che il campionato tricolore ha bisogno di un maggiore appeal allestero, ma forse il recente sbarco dei cinesi in casa Inter e Milan potrebbe giovare non poco da questo punto di vista.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori