DIRETTA / Messico Russia (risultato finale 2-1) info streaming video e tv: la decidono Araujo e Lozano

- Carlo Necchi

Diretta Messico-Russia: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Confederations Cup 2017 si gioca sabato 24 giugno a Kazan

russia_formazione_lapresse_2017
Probabili formazioni Uruguay Russia (LaPresse)

Il Messico accede alle semifinali della Confederations Cup come seconda classificata. Contro la Russia finisce due a uno, al termine di una partita combattuta e nervosa. I russi sono rimasti in dieci uomini nella ripresa per la gomitata che Zhirkov, autore del momentaneo uno a zero, si è lasciato scappare ai danni di Layun. Il Messico aveva agguantato il pareggio con Araujo attorno al trentunesimo minuto del primo tempo, poi il sorpasso nella ripresa con Lozano che ha accolto il regalo di Akinfeev. La Russia ha dato qualche segnale di risveglio nel finale, sprecando con Smolinkov una ghiottissima occasione dalla distanza ravvicinata. (aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Oltre ottantacinque minuti sul cronometro di Messico Russia e risultato sempre fermo sul due a uno in favore della nazionale messicana. Il regalo di Akinfeev ad inizio secondo tempo ha spianato la strada alla rete del vantaggio firmato Lozano. Attorn al sessantasettesimo il Messico ci riprova, questa con un colpo di testa di Hernandez, ma il portiere russo risponde presente e non si lascia sorprendere. A venti minuti dal novantesimo la Russia resta in dieci uomini per un fallo di Zhirkov che colpisce Layun con una gomitata e si prende il cartellino rosso. In questo finale il Messico dovrà soltanto gestire il vantaggio, per la Russia si complica la rimonta. (aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Il secondo tempo di Messico Russia è ricominciato da dodici minuti di gioco. I messicani stanno conducendo per due reti a uno, grazie al gol messo a segno ad inizio ripresa da Lozano. Accade tutto attorno al cinquantatreesimo, quando Herrera trova il compagno con un rinvio lunghissimo. Lozano è bravissimo ad anticipare Akinfeev in uscita e ad insaccare con un bel colpo di testa. Sicuramente un’azione importante, quella orchestrata da Herrrera, ma il portiere della Russia ha fatto un vero e proprio regalo alla formazione avversaria, che è passata in vantaggio con estrema facilità. Vedremo ora se i russi troveranno la forza per reagire. (aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Primo tempo agli sgoccioli tra Messico e Russia, con il risultato fermo sull’uno a uno. Al venticinqueseiesimo minuto passano in vantaggio i russi. L’azione: Golovin vola via sulla corsia laterale sinistra, poi mette dentro un cross che trova l’inserimento di Erokhin, il quale prima cicca il pallone e poi confeziona un assist vincente per Samedov che mette dentro con grande freddezza. La squadra di Osorio riesce a reagire al trentunesimo e trova il gol del pareggio. Araujo si butta in mischia e raccoglie all’interno dell’area piccola un cross di un compagno, scavalcando Akinfeev con una bella giocata. Squadre pronte a tornare negli spogliatoi per l’intervallo, punteggio sempre in equilibrio. (aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Sempre zero a zero tra Messico e Russia dopo un quarto d’ora dal fischio di inizio. Partita fin qui abbastanza piacevole, con la Russia che ha avuto una buona chance per portarsi in vantaggio e sbloccare il tabellino dell’incontro. Primo squillo al sesto minuto, coi messicani che avanzano  con Lozano, accelerazione verso il centro e conclusione dal limite che trova la parata di Akinfeev. Al dodicesimo arriva la risposta della nazionale russa. Zhirkov dimostra di essere in grande forma e con una giocata di prestigio alza il pallone e supera Vela e Dos Santos in un solo colpo. Si porta cosi al limite dell’area e lascia partire una conclusione che finisce fuori di un soffio. Botta e risposta, Messico e Russia sembrano intenzionate a sfidarsi a viso aperto. Subito due occasioni in questa prima parte del match. (aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Pochissimi minuti al via di Messico-Russia, in attesa della partita per la Confederations Cup 2017 ecco alcuni recordman delle due squadre. Abbiamo detto del nuovo record stabilito da Javier Hernandez, che ha staccato Jared Borgetti nella classifica marcatori del Messico (47 gol a 46); a completare il podio dei top scorer messicani un simbolo come Cuauthemoc Blanco, autore di 38 reti in 119 partite, quarto El Matador Luis Hernandez con 35 gol in 85 gettoni. I recordman per presenze sono invece il difensore Claudio Suarez (177), in nazionale tra il 1992 e il 2006, poi il centrocampista Pavel Pardo (145 partite tra 1996 e 2009) e il suo collega di reparto Gerardo Torrado (143 presenze tra 1999 e 2013). Seguono Andres Guardaro e Rafa Marquez che sono ancora in attività. Passando alla Russia, i più presenti sono il difensore Sergej Ignasevic, ritiratosi dalla nazionale dopo 120 partite dal 2002 (gioca ancora nel CSKA), poi un altro pilastro della difesa come Viktor Onopko, sceso in campo 109 volte tra 1992 e 2004, e Vasilij Berezuckij che dal 2003 ha formato la coppia difensiva assieme al suddetto Ignasevic. Berezuckij risulta il terzo centenario per presenze della nazionale russa, con 101 gettoni allattivo. (aggiornamento di Carlo Necchi)

Le nazionali maggiori di Messico e Russia si sono sfidate in 2 occasioni. La prima è data 16 agosto 1992: a prevalere fu la selezione europea che allora era allenata da Pavel Sadyrin. Primo gol di Valeri Karpin, uno dei migliori talenti di quella generazione russa: il centrocampista sbloccò la partita al 61 realizzando un calcio di rigore. Poco dopo il raddoppio messo a segno da Dmitri Popov, su assist proprio di Karpin, per il definitivo 2-0. Vittoria per la Russia anche nel secondo ed ultimo precedente con il Messico. Passiamo al 2 febbraio 1994: nellamichevole in terra statunitense (a Oakland) i russi si portarono in vantaggio al 4 con Aleksandr Borodyuk, centrocampista che in carriera ha militato a lungo anche nella Bundesliga tedesca. Al 26 il pareggio del Messico, con il penalty trasformato da Alberto Garcia Aspe, decimo per presenze con El Tricolor a quota 108 (21 le reti). Sempre nel primo tempo però la Russia prese il largo con Dmitri Radchenko (38) e con il secondo gol di Borodyuk (45). Che nella prima fetta della ripresa (56) completò la sua unica tripletta in nazionale (aveva raccolto anche qualche presenza con lex URSS). Finale Messico 1 Russia 4: nella Confederations Cup 2017 i sudamericani cercano quindi il primo successo ai danni della Russia. (aggiornamento di Carlo Necchi)

Si avvicina il fischio dinizio di Messico-Russia. Finora, solo un giocatore ha segnato più di un gol nella Confederations Cup 2017. Si tratta di Lars Stindl, centrocampista tedesco classe 1988 che dal 2015 gioca per il Borussia Monchengladbach. 1 rete invece per il russo Fedro Smolov, i messicani Javier Hernandez, Raul Jimenez, Hector Moreno e Oribe Peralta, il neozelandese Chris Wood, i portoghesi Cristiano Ronaldo, Cedric Soares e Ricardo Quaresima, i cileni Arturo Vidal, Eduardo Vargas ed Alexis Sanchez, gli australiani Tom Rogic, Tomi Juric e Mark Milligan, i tedeschi Julian Draxler (a segno su rigore) e Leon Goretzka e il camerunese André Zambo Anguissa. Relativamente ai marcatori di Messico e Russia, il Chicharito Hernandez è diventato il giocatore più prolifico nella storia della nazionale Tricolor: per lui 47 centri in 91 presenze. Orine Peralta è invece salito a quota 23 reti in Nazionale A (53 le partite), 9 invece i gol di Raul Jimenez in 49 gettoni. Fedora Smolov invece è andato a segno per la sesta volta con la Russia, con cui ha disputato 19 match. 

Il Messico affronta la Russia con la consapevolezza di essere padrone del proprio destino: vincendo la selezione Tricolor ufficializzerà la qualificazione alle semifinali della Confederations Cup 2017, in programma settimana prossima (la prima mercoledì 28 giugno a Kazan, la seconda giovedì 29 a Sochi). Attenzione però perché anche la Russia passerebbe il turno in caso di successo: con altri 3 punti la nazionale padrona di casa supererebbe proprio il Messico e si qualificherebbe per le semifinali, da prima o seconda in base al risultato del Portogallo. Che invece parte dalla stessa situazione dei messicani: vantaggio in classifica e possibilità di qualificazione battendo la Nuova Zelanda, già fuori dai giochi avendo perso entrambi i match disputati. Il gruppo B si chiuderà invece domani (domenica 25 giugno) con le partite Germania-Camerun e Cile-Australia, che si giocheranno in contemporanea dalle 17:00 ora italiana. Cileni e tedeschi comandano la classifica con 4 punti a testa: ad entrambe basterà pareggiare per iscrivere il proprio nome nel tabellone delle final four. In cui la vincente del girone A se la vedrà con la seconda del B e viceversa. (aggiornamento di Carlo Necchi)

Sarà diretta dallarbitro saudita Fahad Al Mirdasi. Sabato 24 giugno 2017, alle ore 17,00 italiane presso la Kazan Arena e per la terza giornata della fase a gironi della Confederations Cup, in corso in Russia, si affrontano le Nazionali di Messico e Russia. Le due compagini fanno parte del Gruppo A, lo stesso del Portogallo di Cristiano Ronaldo e della Nuova Zelanda. Classifica alla mano si tratta di un vero e proprio spareggio per riuscire ad ottenere laccesso alle semifinali.

Nello specifico la situazione prima del fischio dinizio vede in testa proprio il Messico e il Portogallo a pari merito, con 4 punti a testa, la Russia segue con 3 punti mentre la Nuova Zelanda è ultima senza punti allattivo. Nelle prime due giornate il Messico ha ottenuto dei buoni risultati pareggiando in extremis per 2-2 al cospetto del Portogallo, grazie alla rete del neo romanista Moreno al minuto 92, quindi ha avuto la meglio della Nuova Zelanda con qualche patema danimo di troppo, con il punteggio di 2-1 per effetto delle segnature di Jimenez e Peralta che hanno ribaltato nella ripresa liniziale vantaggio di Wood. La Russia, dopo aver vinto per 2-0 allesordio contro la Nuova Zelanda, è stata piegata per 1-0 dal Portogallo con la rete di Cristiano Ronaldo dopo soli otto minuti di gioco. Dunque si preannuncia una gara piuttosto emozionante ed aperta.

Il Messico, allenato dal commissario tecnico di origini ecuadoregne Osorio, dovrebbe optare su un 3-4-3 flessibile. In porta confermato Talavera mentre a guidare la difesa non dovrebbe esserci il nuovo acquisto della Roma Hector Moreno, alle prese con un fastidio muscolare. Al suo posto Oswaldo che assieme ad Araujo e Salcedo andrà a comporre il terzetto difensivo. A centrocampo novità in vista, a partire da Dos Santos sulla corsia di destra mentre Aquino agirà dallaltra parte, mentre per vie centrali previsti Fabian e Reyes. Per quanto concerne lattacco conferme per Oribe Peralta, a segno nella scorsa gara, Jimenez anche lui a segno nellultimo incontro e Damm.

La Russia guidata dal ct Cherchesov dovrebbe a propria volta confermare la difesa a tre, con centrocampo a quattro e ununica punta, supportata da due trequartisti. In porta lesperto Afinkeev mentre il trio arretrato dovrebbe vedere allopera Dzhikiya, Vasin e Kudryashov. A centrocampo Shikshkin e Glushakov, con Samedov per spingere sulla corsia di destra e sulla corsia mancina Kombarov, probabilmente preferito a Poloz. Unica punta Smolov alle cui spalle andranno ad agire Zhirkov e Golovin. Si affrontano due formazioni che adottano lo stesso schema tattico e che anche da un punto di vista possono godere su rose piuttosto simili in quanto a qualità.

Probabile che la Russia possa imperniare il proprio gioco maggiormente nella zona centrale mentre il Messico possa preferire le corsie laterali. Vedremo quale sarà la scelta vincente. Per la maggior parte delle agenzie scommesse, tra cui anche SNAI, questo match sarà caratterizzato da un certo equilibrio nonostante la Russia possa godere del fattore campo. Infatti, sono i messicani ad essere leggermente favoriti: il loro successo (segno 2) viene valutato 2,45 volte la posta in palio, contro un risultato di parità (segno X) che ha raggiunto il 3,40 diventando il più improbabile, mentre leventuale vittoria della Russia (segno 1) è pagata 2,85 volte la posta in palio.

La partita di Confederations Cup 2017 tra Messico e Russia sarà trasmessa in diretta tv da Sky sul canale Calcio 1 HD, il numero 251: telecronaca dalle ore 17:00. I clienti Sky abbonati al pacchetto Calcio potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite lapplicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone. Sui canali Sky Sport 1 HD (il numero 201) e Super Calcio HD (n.306) andrà in onda Diretta Gol Confederations Cup 2017, con aggiornamenti in tempo reale dai due campi del girone A.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori